11 milioni di Play2 entro marzo

Le promette Sony che spinge sull'acceleratore per tentare di colmare l'incredibile ritardo che ha compromesso il lancio della nuova console in molti paesi europei e non solo. Ma la strada rimane in salita

11 milioni di Play2 entro marzoRoma - Le console videoludiche di Sony, le attesissime Playstation2, si fanno attendere ormai da qualche settimana in Italia e all'estero. E Sony sembra intenzionata a fare qualcosa per rimediare alla situazione. Le poche console arrivate, come già accaduto negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altri paesi europei, anche in Italia sono infatti andate esaurite in poche ore dal lancio. Per tentare di porre un rimedio a questa imbarazzante situazione, Sony ha annunciato che alla fine di marzo 2001 saranno state distribuite nel mondo 11 milioni di console, un milione in più dei 10 preventivati in passato per quella data.

Sony sta spingendo quanto può sull'acceleratore per andare incontro alle richieste e soprattutto per far in modo che alla martellante pubblicità sparata in molti paesi corrisponda una effettiva offerta sul mercato di un oggetto che ha saputo rendere "cult" prima ancora di farlo arrivare nei negozi. Negozi che, come noto, ancora l'attendono.

Di interesse, per comprendere le strategie di Sony, che siano invece ancora alte le vendite della PSOne, l'alternativa "leggera" alla "vecchia" Playstation, e che proprio quest'ultima console continui ad affollare le vetrine dei negozi off e on line (oltre a farla da padrone nell'affollato "segmento" delle aste online).
Le ultime notizie sulla Playstation2, comunque, sembrano anche indicare che in Giappone si trovino i consumatori più soddisfatti, se è vero che entro marzo si prevede che siano state vendute nel paese di origine della multinazionale ben 4 milioni di Playstation2.

Le difficoltà di Sony non finiranno però con questa accelerazione, visto che per gli Stati Uniti, paese in cui fortissima è la richiesta della nuova console, l'azienda ha finora introdotto circa 100mila console alla settimana, senza però riuscire a rispondere ad una domanda ben superiore.
TAG: mercato