e-Content, FSF Europe sulle audizioni

Sui lavori della Commissione sui contenuti e la pirateria nell'era digitale interviene FSF Europe sezione italiana, che replica a NewGlobal.it e precisa quanto accaduto

Roma - Riceviamo e volentieri pubblichiamo una replica della sezione italiana di Free Software Foundation Europe alle dichiarazioni di Newglobal.it (a firma Ettore Panella) pubblicate come risposta alle precisazioni del presidente della commissione e-content Paolo Vigevano. Quest'ultimo è stato reso edotto della pubblicazione di questa e di tutte le altre lettere apparse sull'argomento su PI.

Gentile Panella,
le faccio presente che la FSFE *non* è stata audita dalla Commissione Vigevano, come lei erroneamente riporta nella sua lettera aperta all'ing. Vigevano pubblicata su Punto Informatico il 18 Ottobre.

L'unica associazione che ha avuto l'onore e l'onere di rappresentare le istanze di tutta la comunità del software libero è stata l'Associazione Software Libero. Tale associazione ha approfittato al meglio dell'opportunità concessale e speriamo che le sue considerazioni non vengano ignorate nella relazione finale della Commissione.
Purtroppo non possiamo fare a meno di notare che la Commissione ha affidato alle spalle dell'Associazione Software Libero un fardello che, dall'altra parte della barricata, è stato invece diviso tra associazioni di categoria e singoli interessati. Di fatto non si capisce se da un lato hanno titolo a parlare sia Microsoft che Apple che BSA, sia Mediaset che Endemol che Einstein, dall'altro non sono state ascoltate le due associazioni più importanti del panorama italiano del software libero.

Cordiali saluti
Stefano Maffulli
Presidente sezione italiana
Free Software Foundation Europe
TAG: italia
5 Commenti alla Notizia e-Content, FSF Europe sulle audizioni
Ordina
  • ...i tempi in cui le organizzazioni non si parlavano. Internet si sta organizzando e ben presto le proteste (come già dimostrato con gli sciperi dlle ADSL) cresceranno in modo sempre più coordinato e con più aderenti ai vari movimentiFicoso.
    Chi governa è meglio che si dia una sveglia (anche se già uno "squillo" l'hanno ricevuto con le elezioni di ieri... 7 su 7 risultati a favore del centro-sinistra... non sono "schierato" ma chi è interessato a certe cose, come i politici, deve porsi delle domande e darsi delle risposteOcchiolino )

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...i tempi in cui le organizzazioni non si
    > parlavano. Internet si sta organizzando e
    > ben presto le proteste (come già
    > dimostrato con gli sciperi dlle ADSL)
    > cresceranno in modo sempre più
    > coordinato e con più aderenti ai vari
    > movimentiFicoso.
    > Chi governa è meglio che si dia una
    > sveglia (anche se già uno "squillo"
    > l'hanno ricevuto con le elezioni di ieri...
    > 7 su 7 risultati a favore del
    > centro-sinistra... non sono "schierato" ma
    > chi è interessato a certe cose, come
    > i politici, deve porsi delle domande e darsi
    > delle risposteOcchiolino )
    >
    > Ciao

    Si, ma nel frattempo mentre la commissione banchettava con TUTTI i rappresentanti di cinema, musica, singole majors, billgates, ecc. è stata ascoltata UNA sola associazione pro software libero. Alle altre è stato semplicemente detto "non abbiamo tempo di starvi a sentire, facciamo così, sedetevi a quel tavolino, scrivete su un foglio le vostre idee che poi qualcuno le leggerà".

    non+autenticato
  • Sono quello di prima.

    Hai ragione, ma non mi preoccupo di quello che accade in Italia (non più del dovuto intendo). Se si riuscisse (sigh!) ad agire a livello europeo, COMUNQUE l'Italia dovrebbe adeguarsi di conseguenza. Secondo me è meglio precederli e passare a "sparare" più in alto.

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono quello di prima.
    >
    > Hai ragione, ma non mi preoccupo di quello
    > che accade in Italia (non più del
    > dovuto intendo). Se si riuscisse (sigh!) ad
    > agire a livello europeo, COMUNQUE l'Italia
    > dovrebbe adeguarsi di conseguenza. Secondo
    > me è meglio precederli e passare a
    > "sparare" più in alto.
    >
    > Ciao

    Io invece mi preoccupo eccome di quel che succede in Italia. Mostri come la legge Urbani non hanno eguali nel mondo (siamo gli UNICI ad aver di fatto reso illegale il redistribuire tramite P2P o siti con server in Italia software open source perché sprovvisto di bollino, imposto una tassa sul software di masterizzazione - e come faccio a dichiarare e pagare alla siae il 3% sul prezzo di cdrecord , pari a ZERO?) tanto che abbiamo fatto scuola anche in usa presso i castratori dei cyberdiritti al soldo della RIAA / MPAA; ci vogliono ANNI perché l'Italia si adegui all'europa (SE si adegua), a meno che l'europa partorisca di peggio (eucd, enforcement, brevetti sulle idee astratte...)
    non+autenticato

  • > Si, ma nel frattempo mentre la commissione
    > banchettava con TUTTI i rappresentanti

    Proprio così.
    Banchettavano per assaporare il frutto delle restrizioni.
    Che hanno il SOLO ED UNICO SCOPO d'accentrare ricchezza e spremere idee.


    E' davvero demoralizzante, e sfido chiunque a dire che si sente giustamente rappresentato.
    non+autenticato