TI mette Hollywood nel cellulare

Texas Instruments sta sviluppando quello che afferma essere il primo decoder per la TV digitale su singolo chip dedicato ai telefonini. Battezzato Hollywood, il chippetto è compatibile con il giovane standard europeo DVB-H

Hong Kong - La TV digitale è ormai ad un solo passo dai telefonini e, secondo le previsioni degli analisti, diverrà la nuova killer application del futuro mercato della telefonia cellulare. A spianare la strada a questa nuova tecnologia c'è Texas Instruments, una delle leader del mercato dei chippetti mobili, che in questi giorni ha annunciato lo sviluppo della prima soluzione mobile a singolo chip per la TV digitale.

Battezzato con il nome in codice Hollywood, il chip può essere visto come l'equivalente per i cellulari di un decoder per la TV digitale terrestre, capace di elaborare il segnale TV e consentire al telefono di riprodurre il video in tempo reale. Il componente supporta l'architettura OMAP di TI, molto diffusa nel settore dei telefoni cellulari, e potrà essere utilizzato sia sui terminali mobili 3G che su quelli 2,5G.

"Il nuovo chip per la TV digitale Hollywood combina le due più grandi invenzioni nell'elettronica di consumo del nostro tempo: la televisione e il telefono cellulare", ha affermato Gilles Delfassy, senior vice president e general manager della Wireless Terminals Business Unit di TI. "Una ad una le più importanti tecnologie del settore consumer vengono integrate sui terminali wireless".
Hollywood è compatibile con lo standard DVB-H, una tecnologia di radiodiffusione terrestre pensata per trasmettere ai dispositivi handheld programmi TV e altri contenuti multimediali. DVB-H, sviluppato dal Digital Video Broadcasting Project e in via di standardizzazione presso l'ETSI, è una variante di DVB-T, lo standard europeo per la TV digitale terrestre adottato anche in Italia. La sperimentazione di DVB-H verrà presto lanciata in Germania, Finlandia, Gran Bretagna ed alcuni paesi extraeuropei, come Stati Uniti e Australia. In alcuni di questi test verranno utilizzati degli smartphone di Nokia e altri telefoni cellulari basati sulla piattaforma software Symbian OS.

Il chippetto di TI è compatibile anche con ISDB-T (Integrated Services Digital Broadcasting - Terrestrial), standard giapponese che rivaleggia con DVB-T.

Il produttore americano ha spiegato che i network televisivi che supporteranno questi standard trasmetteranno ai dispositivi mobili compatibili flussi video compressi a 24 o 30 frame al secondo (FPS) e audio stereo. Questa possibilità aprirà la strada, per la gioia dell'industria che gravita attorno al mercato dei telefoni cellulari, a servizi a pagamento come la pay-per-view e la TV interattiva. Ma l'unione fra TV digitale e telefonia mobile sembra fornire potenzialità ancora più ampie ai fornitori di contenuti, quali ad esempio la creazione di guide turistiche interattive e altri servizi basati sulla localizzazione geografica.

TI prevede di consegnare ai produttori i campioni del proprio chip nel 2006: ciò significa, secondo l'azienda, che i primi prodotti basati su Hollywood arriveranno sul mercato nel corso del 2007.
2 Commenti alla Notizia TI mette Hollywood nel cellulare
Ordina