TIM infila le foto nel telefonino

L'idea Ŕ di consentire la creazione di un album per vedere sul cellulare le foto scelte. Il primo degli m-services TIM

Roma - Il principale operatore di telefonia mobile italiano, TIM, ha lanciato ieri il primo dei suoi m-services: TIM Photo Album. Si tratta di un servizio che consente agli utenti del gestore di scaricare foto da Internet e guardarle sul proprio cellulare, conservarle oppure condividerle con i propri amici.

Il servizio, aperto a tutti gli abbonati TIM che abbiano un telefonino abilitato ai "mobile services", era giÓ stato presentato in anteprima allo SMAU di Milano e punta tutto proprio sulla possibilitÓ di segnalare e condividere immagini tra utenti TIM.

Stando a TIM, i clienti dell'operatore per attivare il servizio dovranno registrarsi sulla pagina del sito www.i-tim.it dedicata al Photo Album, inserire il nome dell'album, con una breve descrizione delle foto contenute e seguire le istruzioni che guideranno alla creazione e all'aggiornamento dell'album di foto. Dopo la registrazione Ŕ possibile creare uno o pi¨ album inserendo sulla pagina web le foto che lo o li compongono.
Grazie ai servizi WAP gli utenti potranno anche avere sul cellulare un'anteprima delle fotografie che non richiederÓ il collegamento da rete fissa e che invece consentirÓ di effettuare il download sul proprio telefonino. La foto scaricata potrÓ essere memorizzata sul telefonino come wallpaper o come screensaver. Dopo aver scaricato l'immagine il cliente riceverÓ un SMS di notifica.

Con "TIM Photo Album" Ŕ possibile anche invitare una persona a visitare il proprio album. L'invito pu˛ avvenire con una e-mail o con un messaggio WAP Push (la tecnologia M-Services che permette collegamenti istantanei a pagine WAP). Il messaggio inviato contiene l'indirizzo Internet di "TIM Photo Album": basterÓ accedervi spingendo un tasto del telefonino e sfogliare l'album delle foto direttamente sul display.

Nella prima fase il servizio di scaricamento di foto sarÓ attivato con offerta promozionale gratuita.