Mozilla.org: Firefox è qui per vincere

Il rilascio di Firefox 1.0 è ormai imminente e Mozilla Foundation si prepara a sparare il suo browserino a milioni di utenti. L'idea è di prendere una quota di mercato che nessun rivale di Internet Explorer dopo Netscape ha mai detenuto

Roma - Con l'imminente lancio della prima versione matura di Mozilla Firefox, la guerra dei browser potrà considerarsi ufficialmente riaperta. Dall'epoca del declino di Netscape, Firefox è infatti il primo browser ad aver dimostrato, prima ancora di giungere alla release 1.0, di avere le potenzialità necessarie per mettere sotto pressione Microsoft ed erodere importanti quote di mercato ad Internet Explorer.

Mozilla Foundation si aspetta che, durante i primi 100 giorni dal lancio, Firefox 1.0 venga scaricato almeno 10 milioni di volte. Una stima credibile se si tiene conto che l'attuale Preview Release (PR) è stata scaricata 5 milioni di volte nel giro di un solo mese, e che la versione precedente, la 0.9, aveva toccato i 6 milioni e mezzo di download nell'arco di tre mesi.

La mamma di Firefox prevede che il proprio pargoletto conquisti il 10% del mercato globale dei browser Web entro la fine del 2005, una percentuale che molti analisti considerano fin troppo prudente dal momento che diversi siti registrano, già oggi, una percentuale di accessi, da parte degli utenti dei browser Mozilla, nell'ordine del 10-20%. Nel mese di ottobre, ad esempio, il sito W3Schools.com ha affermato che il 17,2% dei propri visitatori utilizzava una qualche versione di Mozilla: questa quota, lo scorso gennaio, era dell'8,2%.
"L'obiettivo più immediato non è quello di conquistare l'80% del mercato in pochi anni, ma di offrire finalmente agli utenti del Web una valida alternativa gratuita e open source a IE", ha affermato Bart Decrem, un portavoce della Mozilla Foundation. "Da quando IE ha definitivamente vinto la guerra con Netscape, Microsoft ne ha quasi congelato lo sviluppo. I CSS, ad esempio, sono scarsamente supportati, e questo ha finito per frenare il progresso dell'intero Web".

Sebbene con il recente Service Pack 2 per Windows XP, Microsoft abbia dato una spolveratina al proprio browser, aggiungendovi ad esempio un popup blocker, c'è chi insiste su alcuni aspetti di minore comodità, come il mancato supporto alla navigazione a schede (tabbed browsing). A rendere Firefox un competitor temibile per IE potrebbe poi intervenire il fatto che Microsoft ha deciso di interrompere l'aggiornamento delle versioni del browser che girano sui sistemi operativi precedenti a Windows XP: questo potrebbe spingere molti di coloro che ancora utilizzano Windows 98, Me o 2000 a scegliere un software più aggiornato e robusto.

Decrem si aspetta che Firefox verrà supportato da un numero crescente di aziende e service provider, questo soprattutto per ovviare alle lacune e ai bachi di sicurezza di IE. Almeno per tutto il prossimo anno, comunque, il portavoce ha detto che la Mozilla Foundation intende focalizzare le proprie energie nel promuovere Firefox come un prodotto consumer. Ma i piani a medio e lungo termine già prevedono lo sviluppo di una piattaforma Web basata su Firefox e indirizzata al mondo aziendale.

La Mozilla Foundation si prepara a festeggiare il lancio di Firefox 1.0, fissato per il 9 novembre, in tutto il mondo. In USA, grazie alle oltre 6.000 donazioni raccolte attraverso il sito ufficiale SpreadFirefox.com, la fondazione celebrerà l'avvenimento acquistando un'intera pagina del New York Times.

"Mai come con Firefox si è assistito ad una risposta e ad una partecipazione così forte da parte della comunità di sviluppatori e di utenti", ha affermato Decrem. "Microsoft non può competere con questo senso di comunità, perché la gente sente che una parte di Firefox le appartiene".

- La recensione di Firefox su Download è qui
229 Commenti alla Notizia Mozilla.org: Firefox è qui per vincere
Ordina
  • "Microsoft non può competere con questo senso di comunità, perché la gente sente che una parte di Firefox le appartiene".

    Poveretti
    non+autenticato
  • Sto cercando di fare qualche test di comparazione tra IE e FireFox. Scusate se non mi fido di molti dei commenti che trovo abitualmente su questo sito...
    Ad un primo esame, il working set (quantità di memoria effettivamente utilizzata dal processo) di Firefox è circa 3 volte maggiore di IE, a parità di condizioni e di HTML caricato (la home page di mozilla.org, e i tempi di caricamento sono leggermente superiori.
    Trovo invece intuitiva l'interfaccia basata su tab...
    Sinceramente, la prima impressione è discreta, ma non capisco comunque l'entusiasmo che trovo in certi post.
    Se è vero che FireFox è qui per vincere, mi sa che dovremo aspettare il browser di Google per vedere qualcosa di veramente nuovo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Ad un primo esame, il working set
    > (quantità di memoria effettivamente
    > utilizzata dal processo) di Firefox è
    > circa 3 volte maggiore di IE, a
    > parità di condizioni e di HTML
    > caricato (la home page di mozilla.org, e i
    > tempi di caricamento sono leggermente
    > superiori.

    1)Sei sicuro di aver individuato tutto il working set di IE? Sei sicuro che una parte di esso non sia gia' caricata all' avvio del sistema(altrimenti come potrebbe funzionare l' ActiveDesktop)?
    Come mai anche disinstallando IE posso comunque visualizzare il contenuto web nelle cartelle? Evidentemente parte di IE e' il sistema stesso...
    2)https://update.mozilla.org/extensions/moreinfo.php...

    Certamente ha ancora bisogno di un po' di ottimizzazioni del codice e di miglioramenti nell' aggiornamento da versioni precedenti (piu' che altro per i meno pratici) ma Firefox sta tutto in una manciata di mega (poco piu' di 4 zippati) l' aggiornamento di IE sono 25MEGA, almeno la vers. 5.1, non so la 6.x.

    > Trovo invece intuitiva l'interfaccia basata
    > su tab...
    > Sinceramente, la prima impressione è
    > discreta, ma non capisco comunque
    > l'entusiasmo che trovo in certi post.
    > Se è vero che FireFox è qui
    > per vincere, mi sa che dovremo aspettare il
    > browser di Google per vedere qualcosa di
    > veramente nuovo!

    Mah... soltanto il fatto che il bug dei tab l' ho rislto con un click... e volendo non ci sarebbe stato nemmeno bisogno di quello (aggiorn. automatico) mentre con IE bisogna stare attenti anche a scaricare dei semplici jpeg...
    anche se fosse veramente piu' "peso", qualche mega in piu' VALE molta sicurezza in piu'... se la sicurezza non e' un' optional.
    Sicurezza a parte FF ha molte cose che IE non ha e non avra' almeno per un bel pezzo.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 27/10/2004 21.04.49

  • - Scritto da: Alessandrox

    > Firefox sta tutto in una manciata di mega
    > (poco piu' di 4 zippati) l' aggiornamento di
    > IE sono 25MEGA, almeno la vers. 5.1, non so
    > la 6.x.

    La 6 SP1 mi sembra siano 7,4, anche se è possibile ridurla un po'...
    non+autenticato
  • Alessandro,
    la dimensione del working set di un processo la puoi utilizzando strumenti come Task Manager o Process Explorer (www.sysinternals.com). Non ha nulla a che fare con l'avvio del sistema operativo.
    Non confondere Internet Explorer con il componente ActiveX che fa il rendering delle pagine HTML e che viene utilizzato sia da explorer.exe (la shell) che da iexploer.exe (IE). In ogni caso il componente viene caricato in ogni istanza di processo che ne fa uso, quindi il tuo ragionamento non ha senso.
    Nemmeno ha senso considerare la dimensione dei file di installazione, che potrebbero contenere anche altre componenti che non hanno a che fare con il processo vero e proprio.
    Sul discorso sicurezza, non lasciamoci ingannare. I bug e le vulnerabilità esistono in qualunque software. Il problema è se vengono individuate e risolte in tempo.
    non+autenticato
  • > In ogni caso il componente viene
    > caricato in ogni istanza di processo che ne
    > fa uso, quindi il tuo ragionamento non ha
    > senso.

    Ne sei sicuro???Ficoso
    non+autenticato
  • Certo!! Dal punto di vista dell'immagine binaria del file, questa viene mappata come memory-mapped file al primo caricamento, e successivamente riutilizzata da altri processi che eventualmente la richiedessero, ma del punto di vista dello spazio di indirizzamento di ogni processo, la sua dimensione viene calcolata ogni volta.
    Se su questo sito ci fossero più discussioni tecniche e basate su dati reali, piuttosto che "a me mi piace dippiù.." sarebbe un bene per tutti....Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Alessandro,
    > la dimensione del working set di un processo
    > la puoi utilizzando strumenti come Task
    > Manager o Process Explorer
    > (www.sysinternals.com). Non ha nulla a che
    > fare con l'avvio del sistema operativo.
    > Non confondere Internet Explorer con il
    > componente ActiveX che fa il rendering delle
    > pagine HTML e che viene utilizzato sia da
    > explorer.exe (la shell) che da iexploer.exe
    > (IE). In ogni caso il componente viene
    > caricato in ogni istanza di processo che ne
    > fa uso, quindi il tuo ragionamento non ha
    > senso.

    Alt... se ti fermi a considerare SOLO i processi attivi avresti ragione ma ogni processo si porta dietro il suo bel set di librerie dinamiche e altre componenti molte delle quali sono le stesse condivise da altre funzioni di sistema: non a caso gli aggiornamenti di IE comportano anche aggiornamenti di sistema che non necessariamente hanno a che vedere SOLO con il web browsing...

    > Nemmeno ha senso considerare la dimensione
    > dei file di installazione, che potrebbero
    > contenere anche altre componenti che non
    > hanno a che fare con il processo vero e
    > proprio.

    Ehhh... e' vero l' esatto contrario: tutto quel bel popo' di roba sono componenti che fanno parte di IE ma ANCHE di altre parti del sistema operativo non necessariamente correlate alla navigazione (ma ad altre funzionalita' collegate alla rete ed altre cose), per dimostrarlo e' semplice: se e' vero che certe componenti installate non sono anche per IE basta... cancellare i relativi files dall' installazione... non credo che funzionerebbe.

    > Sul discorso sicurezza, non lasciamoci
    > ingannare. I bug e le vulnerabilità
    > esistono in qualunque software. Il problema
    > è se vengono individuate e risolte in
    > tempo.

    Appunto: il problema dei tabs e' stato risolto qualche giorno dopo. Come del resto tutti i problemi riscontrati fino ad ora.
    Di solito mi appare un' avviso in alto a sinistra, basta cliccare sopra (le cose tropop automatiche non mi sono mai piaciute).

  • - Scritto da: yogurt

    > Java 2 =

    A dire il vero sarebbe Java5 Sorride
    11237
  • Firefox e Mozilla saranno trainati da XUL, attualmente l'unica tecnologia che permette in poco tempo di sviluppare Rich Internet Application.
    Guardate questi esempi

    Mozilla Amazon Browser:
    http://www.faser.net/mab
    Nextls XUL:
    http://mise.x25.se/pub/nextls/?blah=nextls_xul
    non+autenticato
  • Nel leggere il thread precedente (posto qui perché non so più dove postare senza finire in mezzo a una guerra di religione) mi è sorta una domanda: finora Mozilla si è presentato al pubblico come "il successore di netscape", "il netscape rifatto"... Ora Firefox sta ottenendo un certo successo, ok, Mozilla Foundation e tutta la comunità sta facendo tutto ma proprio tutto quanto è in loro potere per dare risalto a questo programma, e il risultato ottenuto è ammirevole, considerato che alla stessa MF pensavano che "alla gente importa solo del browser gratis".

    Ma ora si solleva un altro problema: XUL. Quanti sanno di cosa si tratta? E quanti tra gli addetti ai lavori lo conoscono? Ok, si tratta di qualcosa di troppo tecnico per chi usa il PC per le sue cose e basta, ma Microsoft *parla a tutti* del suo .NET, NON ai soli tecnici. Mozilla può fare altrettanto? Se, come dice il nostro amico, non c'è più la guerra dei browser, la guerra è su QUESTO fronte, perché in giro si sente solo parlare di .net?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se, come dice il nostro amico,
    > non c'è più la guerra dei
    > browser, la guerra è su QUESTO
    > fronte, perché in giro si sente solo
    > parlare di .net?

    Beh un momento, XUL è un linguaggio per creare interfaccie, .net può piacere o non piacere ma è molto di più. Casomai è XAML (quando uscirà) ad essere "l'antagonista" di XUL.

    Gli "antagonisti" di .net veri e propri sono java e zope.

    Tuttavia, XUL ha il vantaggio di essere multipiattaforma, basta avere un browser della mozilla foundation e gira ovunque. Secondo me, sarà molto apprezzato.
    non+autenticato
  • se mozilla raggiunge almeno il 50% dell'installato allora la gente inizierà ad utilizzarlo, nel qual caso, chi ha investito in ms allora comincerà a vedere che in fondo ms campa solo sulle licenze di win e di office e che per lo sviluppo di applicazioni internet non è + importante di ibm novell sun, nel qual caso allora tutte le seghe mentali che si sono fatti zio bill e compani si dimostrearnno per quello che sono.
    - Scritto da: Anonimo
    > Nel leggere il thread precedente (posto qui
    > perché non so più dove postare
    > senza finire in mezzo a una guerra di
    > religione) mi è sorta una domanda:
    > finora Mozilla si è presentato al
    > pubblico come "il successore di netscape",
    > "il netscape rifatto"... Ora Firefox sta
    > ottenendo un certo successo, ok, Mozilla
    > Foundation e tutta la comunità sta
    > facendo tutto ma proprio tutto quanto
    > è in loro potere per dare risalto a
    > questo programma, e il risultato ottenuto
    > è ammirevole, considerato che alla
    > stessa MF pensavano che "alla gente importa
    > solo del browser gratis".
    >
    > Ma ora si solleva un altro problema: XUL.
    > Quanti sanno di cosa si tratta? E quanti tra
    > gli addetti ai lavori lo conoscono? Ok, si
    > tratta di qualcosa di troppo tecnico per chi
    > usa il PC per le sue cose e basta, ma
    > Microsoft *parla a tutti* del suo .NET, NON
    > ai soli tecnici. Mozilla può fare
    > altrettanto? Se, come dice il nostro amico,
    > non c'è più la guerra dei
    > browser, la guerra è su QUESTO
    > fronte, perché in giro si sente solo
    > parlare di .net?
    non+autenticato
  • Due anni fa circa lavoravo in una web-agency e ammetto che fu presa in seria considerazione XUL per la parte client degli aggiornamenti remoti dei siti da parte dei clienti.
    Già allora i siti si provavano solo su IE e Mozilla, e se andavano su questo, OK.

    Ora Firefox gira praticamente anche sulle caffettiere, ha una compatibilità ormai acquisita, un po' di fama dovuta alla stragrande maggioranza di pareri favorevoli rispetto a quelli critici, insomma manca solo qualche nome che cominci ad usarlo.

    Secondo me non lo stanno pubblicizzando apposta, un po' stile cavallo di troia.
    Sennò perché Mozilla.org si ostinano a non fare un sito per pomparlo un po'? All'inizio ne parlavano, poi più nulla.
    Con la potenza abbinata alla diffusione, forse ne sentiremo parlare ancora.

    Ho la netta sensazione che lo terranno come briscola finale, se mai riusciranno a tirarlo fuori.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)