Il telefonino che vede sotto i vestiti

Scoppia un microscandalo in Giappone, dove un nuovo dispositivo adattabile a certi cellulari Vodafone consente di scattare foto nella notte. E di sbirciare un po' troppo

Tokyo (Giappone) - Vodafone ha immediatamente preso le distanze spiegando di non avere nulla a che vedere con un'azienda che produce gadget per cellulari venduti da Vodafone, e la cui ultima produzione ha suscitato un vespaio.

La Yamada Denshi, infatti, ha presentato una fotocamera per telefonini pensata per consentire di scattare fotografie in condizioni di oscurità, come ad esempio durante la notte. Ma, in certe circostanze, quel dispositivo può consentire di vedere ben di più, persino sotto certi abiti.

La cam adotta infatti un filtro per catturare immagini nella penombra o nel buio che sfrutta sostanzialmente il calore. Se il filtro viene utilizzato con una cam di grandi capacità, consente di vedere attraverso una serie di tessuti, come ad esempio i costumi da mare.
Va detto che il V602-SH, ossia il cellulare più utilizzato con questo genere di filtro, è in vendita soltanto in Giappone e quindi Vodafone ha potuto dichiarare che il problema rilevato non riguarda altri mercati. "Noi - ha poi dichiarato il colosso della telefonia mobile - non metteremmo mai sul mercato un telefono che abbia una qualsiasi capacità di vedere la gente nuda".

Cosa accadrà ora? L'effetto più probabile della notizia, evidentemente, è che l'azienda produttrice faccia affari d'oro. Ma è anche possibile che decidano di intervenire direttamente le autorità qualora, come è già successo con i normali fotofonini in molti altri paesi, i nuovi spyphone venissero considerati una questione di ordine pubblico.
57 Commenti alla Notizia Il telefonino che vede sotto i vestiti
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)