Linux 2.4 è qui! E la luce fu

Il Pinguino arriva ad un nuovo stadio di sviluppo, è ben più potente di prima e a bracciate potrebbe traversare gli oceani. Più che di una nuova versione di Linux ci si dovrà abituare ad un nuovo Linux. Papà Torvalds è molto orgoglioso

Linux 2.4 è qui! E la luce fuRoma - Giovedì scorso è stato senza dubbio un grande giorno per tutti i fan di Linux, quasi un "Natale profano", che ha visto venire alla luce un pargolo mai così tanto atteso: il nuovo kernel 2.4.

La lieta novella è stata annunciata dallo stesso Linus Torvalds, padre di Linux, in una lettera indirizzata alla Kernel Mailing List: è una missiva breve e, in perfetto stile Torvalds, molto auto-ironica. Qui egli afferma, parlando intenzionalmente in terza persona, che "in una mossa salutata unanimemente dalla stampa commerciale e dagli analisti dell'industria come sicuro segno dell'inizio di una lesione cerebrale, Linus Torvalds (anche noto come il "padre di Linux " o, più comunemente, come "poltiglia-per-le-menti") ha deciso che abbastanza è abbastanza, e che le cose non migliorano facendole testare più e più volte da parte delle stesse persone".

Il nuovo kernel è fuori, ma la fatica è stata tanta, e lo dimostra lo stesso Torvalds nella sua lettera quando si definisce un "esausto release manager" e si congeda avvertendo: "Per i prossimi giorni non mi seccate con segnalazioni di bug: non me ne curerò affatto".
Questa versione del kernel ha generato un clima di attesa senza precedenti nella storia di Linux. Con quasi un anno di ritardo sulle prime previsioni di uscita, il nuovo "cuore" del pinguino nasce nel bel mezzo del boom commerciale di Linux ed è stato oggetto di fortissime pressioni sia da parte dei media che da parte dei grossi investitori del settore open source.

Sebbene Torvalds abbia affermato anche in tempi recenti che il suo obiettivo non è quello di inseguire Windows, specie sui computer desktop, è altresì vero che il nuovo kernel inaugura una nuova stagione per Linux: quella dell'ingresso nel mercato consumer. La vera sfida con Microsoft sembra dunque appena iniziata. Ma vediamo i dettagli di tutte le principali novità.