Sono TDK i DVD antigraffio multiuso

TDK ha perfezionato uno speciale rivestimento trasparente antigraffio che può essere applicato sia ai dischi ottici, come CD e DVD, che ai display LCD dei telefoni cellulari. Una protezione dalle molte proprietà

Garden City (USA) - Chi è allergico alle custodie per telefonino o gioca a freesbie con i propri CD è forse lieto di apprendere che TDK ha messo a punto una nuova tecnologia antigraffio applicabile sia ai dischi ottici che ai display LCD.

Una prima versione di questa tecnologia venne applicata lo scorso anno a dei DVD, chiamati "Armor Plated", che secondo TDK possono resistere all'"attacco" di una spugna in lana di acciaio e respingere ogni tipo d'inchiostro, anche indelebile. Ma è probabile che la maggior parte degli utenti lascerebbe tranquillamente l'onere di questi test al produttore e si accontenterebbe che i propri CD/DVD resistessero all'uso quotidiano e durassero davvero cent'anni come veniva promesso all'alba del compact disc: sarebbe già un grande risultato.

TDK sostiene di aver affinato la propria protezione antigraffio in modo da renderla ancor più efficace, economica e adatta a vari tipi di materiale plastico, tra cui quello utilizzato nei display LCD.
Il rivestimento protettivo consiste in due strati sovrapposti di particelle di silice, capace di prevenire i graffi, e di una resina a base di fluoro, repellente ad acqua ed inchiostro. Quest'ultimo strato è anche in grado, secondo TDK, di tenere lontano la polvere e ridurre al minimo le impronte digitali. L'azienda ha poi spiegato che il sottilissimo rivestimento è perfettamente trasparente sia alla luce visibile che al laser dei DVD.

Stando a quanto riportato da New Scientist, la tecnologia protettiva di TDK verrà adottata da Sony, Philips e Panasonic nei propri dischi Blu-ray ad alta capacità attesi sul mercato il prossimo anno. Lo speciale rivestimento chimico sostituirà eventuali protezioni fisiche del tipo delle cartridge utilizzate nei DVD-RAM: ovviamente un involucro di plastica rigida è sicuramente più robusto e resistente di una "vernice" trasparente, ma ha lo svantaggio di essere più costoso e poco gradito al mercato consumer, che in passato ha già bocciato media "incappucciati" come CDTV e DVD-RAM.
TAG: hw
11 Commenti alla Notizia Sono TDK i DVD antigraffio multiuso
Ordina
  • Va bene vi svelo il mistero: Occhiolino
    Per togliere i graffi leggeri dai cd si può usare il dentifricio, possibilmente in pasta non in gel (es io uso il normale colg*te).
    E' leggermente abrasivo quindi.... istruzioni: se ne mette "una caccola" su un panno inumidito arrotolato sul polpastrello e via strofinare! Dopo poco o molto olio di gomito (dipende) una sciaquatina con acqua a temperatura ambiente e il cd torna nuovo!
    Ah ai suoi tempi il trucco funzionava anche col vetrino (plastica in realtà...) degli swatch
    non+autenticato
  • ...mi viene in mente, ed e` un tipo di commento che non mi piace fare, ma insomma ormai mi e` venuto in mente, e lo scrivo. Da prendere col beneficio del dubbio, ma non mi sento molto entusiasta: ci vedo dietro una sospetta inaffidabilita` di base sia dei CD/DVD tradizionali sia, e soprattutto, dei piu` capaci (e delicati?) blue-ray. Il fatto e` che i CD a occhio potrebbero anche sembrare "quasi eterni", ma certo questa impressione non la fanno quelli venduti per uso consumer.

    Avete mai provato a spezzare un CD registrabile? Io si: lo strato fotosensibile e` incollato, in modo secondo me neanche molto stabile, al supporto di plexiglass (o lexan? o boh?). D'altronde non e` proprio possibile mettere nei masterizzatori dei laser di classe IV che fisicamente buchino il supporto?

    Oh, sara` per l'effetto lavastoviglie accesa che fanno girando, ma io i CD/DVD-R/RW li ho sempre considerati qualcosa di inaffidabile, lento, brutto. In un mondo in cui neanche i floppy da 3 e 1/2 bloccano le interrupts durante il funzionamento, questi dischi ottici, orribilmente, lo fanno ancora.

    Da parte mia, viva i dischi rigidi, portatili e non.
    non+autenticato
  • interrupt ?

    anche i floppy funzionano via dma, gli interrupt si usano per le seriali Sorride

    non+autenticato
  • Se veramente non altera le proprietà ottiche del disco è una gran trovata. Forse non per i dvd di casa, che uno tratta con la dovuta cura e responsabilità (si spera) ma più che altro di quelli dei videonoleggi. Spesso i dvd a noleggio infatti sono super-solcati per colpa di qualche maleducato che li usa come sottobicchieri. Altrimenti non saprei spiegarmi tali righe sui dvd.
    non+autenticato
  • > dei videonoleggi. Spesso i dvd a noleggio
    > infatti sono super-solcati per colpa di
    > qualche maleducato che li usa come
    > sottobicchieri. Altrimenti non saprei
    > spiegarmi tali righe sui dvd.

    Più che i graffi (anche se sono fatti SOPRA, dove 'è il dye, allora sono c@$$iDeluso ) dovrebbero risolvere la sensibilità agli sbalzi termici, bastano 2 secondi nel microonde per distruggere un cd.
    Lo so, chi è così scemo da provarciA bocca apertaA bocca aperta cmq la variazione repentina di temperatura e conseguente dilatazione/ritiro fa danni davvero irreparabili. Anche la bauliera dell'auto sotto il sole di agosto!
    Oddio anche le etichette appiccicate sul dye (così le vibrazioni rovinano pure il lettore)... o i dye di qualità infima che si "sbriciolano" nelle tracce esterne dopo alcuni anni, insomma per me i graffi sono il meno, col dentifricio si tolgono, ma il resto è insito nella tecnologia...
    non+autenticato
  • dentifricio ?
    non+autenticato
  • sono già in commercio se non erro.

    Si chiamano TDK ScratchProof ma costano il doppio dei supporti tradizionali.
    non+autenticato
  • Se e vero che resistono ai graffi non importa che costano il doppio.
    La possibilità di conservare i dati nel tempo e più importante del costo de supporto almeno per meOcchiolino
    non+autenticato
  • >... o i dye di qualità infima
    > che si "sbriciolano" nelle tracce esterne
    > dopo alcuni anni, insomma per me i graffi
    > sono il meno, col dentifricio si tolgono, ma
    > il resto è insito nella tecnologia...
    sono d'accordo con te.... i supporti ottici sono spaventosamente inaffidabili, e non x i graffi.
    non+autenticato
  • io non ho mai avuto problemi con supporti di qualità.
    Anchei CD che ascolto in auto non hanno problemi nonostante sia nera e parcheggiata sotto al sole 8 ore al giorno mentre sono al lavoro.

    Certo che se li si tiene con il didietro....non li si mette nella loro custodia, li si butta in giro, ci si appoggia sopra il boccale della birra...
    non+autenticato
  • DENTIFRICIO?!?!?
    non+autenticato