Ai dischi Maxtor si allunga la garanzia

Il celebre produttore di hard disk ha deciso di estendere il periodo di validità delle garanzie che accompagnano i dischi venduti agli OEM. Sul mercato retail rimane tutto come prima

Milano - Sulla scia di quanto deciso da Seagate la scorsa estate, Maxtor ha deciso di estendere il periodo di garanzia dei propri hard disk in tutto il mondo, Italia inclusa.

Il nuovo programma prevede l'estensione della copertura per i dischi rigidi di classe enterprise e per quelli interni, ad eccezione dei dischi commercializzati al dettaglio, ed è valido per i prodotti spediti successivamente alla data del 12 settembre 2004. In particolare, le nuove condizioni prevedono un periodo di garanzia di 5 anni per tutti gli hard disk di classe enterprise e di 3 anni per i dischi interni rivolti ai PC desktop.

"Maxtor è da sempre attenta alle esigenze del mercato ed è per questo che abbiamo strutturato il nostro programma tenendo in considerazione le esigenze dei nostri partner di canale ed allineandolo alle garanzie fornite da altri produttori di sistemi", ha dichiarato Mike Giordano, executive vice president, worldwide sales and marketing. "Questa offerta, insieme agli eccellenti centri di riparazione e sostituzione ed al nostro supporto tecnico, sottolinea la volontà di Maxtor di offrire soluzioni e servizi altamente professionali e competitivi per facilitare la collaborazione con i propri partner".
In precedenza Maxtor offriva 5 anni di garanzia solo per i suoi drive enterprise SCSI, 3 anni per i drive enterprise MaXLine ATA, e una garanzia che, a seconda del modello e del paese, variava da uno a tre anni per gli hard disk interni per PC.

Le strategie annunciate da Maxtor e da alcuni altri colossi del settore hard disk segnano un netto cambio di rotta rispetto al recente passato, quando quasi tutti i produttori ridussero il periodo di validità delle garanzie per fronteggiare la crisi economica.
TAG: hw
36 Commenti alla Notizia Ai dischi Maxtor si allunga la garanzia
Ordina
  • per favore, potreste aiutarmi ? ho comprato maxtor non me ne sono accorto che e' pieno e non riesco piu' ad aprirlo. che cosa mi consigliate di fare? grazie michele laganaro
    non+autenticato

  • ..dettaglio?
    ovvero a quelli che compri per farti il pc a casa per conto tuo?
    Ovvero l'unico modo in cui noni compriamo i dischi?

    Mi viene in mente l'accordo fra il nostro ministro e le catene di distribuzione per contenere i prezzi, accordo tanto sbandierato sui tg che se poi cercavi dettagli era fra (poche) grosse catene e che escludeva il materiale deperibile (tutto cio' che si mangia).
    non+autenticato
  • A me si e' fumato un maxtor 40GB ad aprile. Ero comunque riuscito miracolosamente a recuperare i dati.
    L'avevo tenuto li' in un cassetto, perche' avevo deciso che prima o poi gli avrei fatto passare i diagnostici che avevo scaricato.
    Poi tra una cosa e l'altra mi e' ricapitato fra le mani a meta' ottobre. Provo. www.maxtor.com, metto il serial number e vedo che la garanzia del disco scadeva il 31/10/2004.
    Ho fatto al volo la RMA e mi hanno mandato un 120 (!!!) in sostituzione del 40 guasto in 4 giorni.
    Posso dire di essere stato fortunatoSorride
    non+autenticato
  • Io ho avuto solo proiblemi con i Maxtor, in particolare con le versioni desktop "sottili" da 40 Gb.

    4 dischi rotti in meno di 12 mesi. 2 completamente andati, 2 dannegiati.

    Contenuto irrecuperabile in 2 su 4.

    Basta Maxtor, non mi frega nulla della garanzia, costano 50 euro prezzo rivenditori ma quello che perdo a causa delle rotture mi costa centinaia di migliaia di euro.
    non+autenticato
  • Mi è appena saltato un'80 giga ancora in garanzia -.-
    Ovviamente glielo ho spedito indietro che me lo sostituiscono magati con un sata sperando che vada meglio. Anche se SCALDANO UN CASINO! Penso che i prossimi saranno samsung o western. Ne ho sentito parlare Bene.
    non+autenticato
  • ora punto su Seagate.
    Non ne ho mai avuto uno rotto.

    Ricorda di raffreddare bene i SATA (non mi pare scaldino molto più di un ATA133) con sistemi dedicati. Il case poi deve sempre essere ben areato, deve uscire sempre più aria di quanta ne entri per evitare ristagni.
    non+autenticato
  • Se esce più aria di quanta ne entra alla fine il pc diventa sottovuotoOcchiolino

    Ciao121
    non+autenticato
  • :D

    è vero!!
    cmq ci siamo capiti lo stessoOcchiolino
    non+autenticato
  • Errore fondamentale !!
    Se fai uscire più aria di quanta ne entra hai il pc in "depressione" e quindi diventa un ricettacolo di polvere che è "attirata" ad entrarvi dalle fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in "pressione" ne accumula molta di meno.

    E' un errore comune quello di mettere ventole che mandano l'aria solo verso l'esterno; conviene, e molto, fare il contrario, anche perchè le ventole accumulando polvere sulle pale perdono efficienza; inoltre andate adaccumulare un sacco di polvere sulle alette dei dissipatori che perdono anche loro di efficienza.

    Lasciate un 15-20% di ventilazione in più verso l' interno del pc rispetto a quella che mandate all' esterno e vi meraviglierete di trovare il pc pulito e a temperature costanti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Errore fondamentale !!
    > Se fai uscire più aria di quanta ne
    > entra hai il pc in "depressione" e quindi
    > diventa un ricettacolo di polvere che
    > è "attirata" ad entrarvi dalle
    > fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in
    > "pressione" ne accumula molta di meno.
    >
    > E' un errore comune quello di mettere
    > ventole che mandano l'aria solo verso
    > l'esterno; conviene, e molto, fare il
    > contrario, anche perchè le ventole
    > accumulando polvere sulle pale perdono
    > efficienza; inoltre andate adaccumulare un
    > sacco di polvere sulle alette dei
    > dissipatori che perdono anche loro di
    > efficienza.
    >
    > Lasciate un 15-20% di ventilazione in
    > più verso l' interno del pc rispetto
    > a quella che mandate all' esterno e vi
    > meraviglierete di trovare il pc pulito e a
    > temperature costanti.

    io ho 2 ventole davanti e 2 dietro, collegate a un rheobus, farò come dici tu.
    non+autenticato

  • > Errore fondamentale !!
    > Se fai uscire più aria di quanta ne
    > entra hai il pc in "depressione" e quindi
    > diventa un ricettacolo di polvere che
    > è "attirata" ad entrarvi dalle
    > fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in
    > "pressione" ne accumula molta di meno.

    come mai sul mio Mac G5, che è universalmente riconosciuto abbia il miglior sistema di raffreddamento a ventole, tutte le 9 ventole fanno uscire l'aria solo dal dietro, e quando girano insieme, si può tranquillamente appiccicare un foglio sulla griglia frontale e questo rimane attaccato, segno evidente dell'esistenza di una depressione ? E dentro non è assolutamente impolverato...

    non+autenticato
  • Confermo, danno molti problemi.
    Dalle mie parti un'intera partita da hd 60giga ha dato buca e il mio amico ha dovuto sostituirli tutti!A bocca aperta
    Quando gli ho detto che il mio maxtor faceva troppo rumore mi ha detto:
    "hai un 60giga?!?Deluso "
    "no, 80"
    "uff... per fortuna!Perplesso "
    :DA bocca apertaA bocca aperta

    La maxtor ha un buon nome, ma alla fine é fuffa.

    ... per fortuna sull'hd non ci sono guerre di religione, altrimenti questro thread si sarebbe riempito di talebani proMaxtorA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • contano i numeri...

    io ho un amico che ora vuole prendere un secondo HD...maxtor SATA da 120 Gb.

    Sto cercando di convincerlo a prendere un Seagate...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Confermo, danno molti problemi.
    > Dalle mie parti un'intera partita da hd
    > 60giga ha dato buca e il mio amico ha dovuto
    > sostituirli tutti!A bocca aperta
    > Quando gli ho detto che il mio maxtor faceva
    > troppo rumore mi ha detto:
    > "hai un 60giga?!?Deluso "
    > "no, 80"
    > "uff... per fortuna!Perplesso "
    >A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    >
    > La maxtor ha un buon nome, ma alla fine
    > é fuffa.
    >
    > ... per fortuna sull'hd non ci sono guerre
    > di religione, altrimenti questro thread si
    > sarebbe riempito di talebani proMaxtorA bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta
    Mah alla fine io ho tutti dischi maxtor in casa, 2 da 40 GB sul mio pc, 2 120(di cui uno SATA) su quello di mio padre, e persino un 7gb su quello di mio fratello, e (tocchiamoci che non si sa mai) non ho mai avuto problemi....boh
  • Sorry
    dopo le mie esperienze con i dischi IBM con quelli FUJTSU e con quelli MAXTOR ora compro solo SAMSUNG. Non mi si sono mai inchiodati, mai un freeze mai una rottura, filano che e' una meraviglia.
    non+autenticato
  • purtroppo a me invece hanno dato problemi.

    1 completamente freezato dopo aver spento il pc una sera.
    1 semi freezato dal quale sono riuscito a recuperare i dati ma è poi diventato inutilizzabile con rumori meccanici non bellisimi.

    A oggi abbiamo avuto problemi con Quantum (specialmente SCSI o 15Gb EIDE...e se non erro Maxtor ha assorbito Quantum), Samsung, Maxtor, IBM notebook.

    Nessun problema per Hitachi (IBM) desktop, Seagate, WD.
    non+autenticato

  • > Nessun problema per Hitachi (IBM) desktop,
    > Seagate, WD.

    Oddio, se consideriamo la serie Ibm che pochi anni fa ha rigistrato un numero pauroso di failure (dischi da 40 e 60) nemmeno la Hitachi ne esce indenne;

    Gli ultimi che ho preso sono Seagate, sono lenti scaldano poco e costano piu' della media, spero che sia per un motivo valido.

    Mi sa che non ne esce indenne nessuno, invece c'e' un'altra cosa che vorrei approfondire;

    Come si fa a intercettare le serie di dischi scelti che vanno montati sui pc di marca e sui server? Anche pagarli 15 euro in piu' non sarebbe un problema, mi basterebbe che durassero.

    non+autenticato
  • sarei disposto anche a comprare un altro disco se la garanzia mi garantisse i dati invece che un disco nuovo...

    mi spiego meglio:

    spesso in rapporto a quello che costa un hard disk il suo contenuto è circa 100 volte di piu'

    quindi se mi si rompe me ne faccio poco che riportandolo al negozio me ne rende uno nuovo...

    in quello non ci sta pìù il mio lavoroTriste
    non+autenticato
  • Hai mai sentito parlare di RAID?Occhiolino
    non+autenticato
  • Li ammazza stecchiti?

    :D:D:D

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai mai sentito parlare di RAID?Occhiolino

    Porca miseria, le stesse identiche parole che ho pensato... sarà un caso?A bocca aperta Non credoA bocca aperta
    non+autenticato
  • ciao,

    > sarei disposto anche a comprare un altro
    > disco se la garanzia mi garantisse i dati
    > invece che un disco nuovo...

    se sei disposto a spendere qualche soldino pur di dormire piu` tranquillo ti consiglio vivamente di comprare un sistema di backup, non un disco nuovoSorride
    non+autenticato
  • hai idea di quantoi costi un sistema di backup a nastro?
    O un sistema di storage?
    Specialmente se arrivi a determinate capacità?

    L'ideal potrebbe sfruttare le caratteristiche delle nuove SM che integrano controller raid per SATA.

    Mettendo 2 dischi identici in RAID1 (magari hot swap) hai un buon sistema di mirroring. Se ti si scassa il primo switch et voilà.

    In RAID 0 ti giocheresti tutti i dati.

    Oppure in assenza di raid un bel disco su cui ghostare il sistema....

    ..ma pur sempre di dischi si tratta.
    non+autenticato
  • > hai idea di quantoi costi un sistema di
    > backup a nastro?
    > O un sistema di storage?
    > L'ideal potrebbe sfruttare le
    > caratteristiche delle nuove SM che integrano
    > controller raid per SATA.

    Ok, sicuramente più economico e pratico il RAID1, ma non sicuro quanto i nastri.
    Per esempio, se il computer prende un fulmine dalla rete elettrica ed il computer non è protetto, ci sono buone possibilità che saltino entrambi i dischi.

    Tutto dipende non tanto da quanto costano le unità nastro, i dischi e gli UPS, ma da quanto valgono i dati ... quante ore bisognerebbe spendere per reinserire tutto? Più o meno del costo dei dispositivi?


  • - Scritto da: flyonthenet
    > > hai idea di quantoi costi un sistema di
    > > backup a nastro?
    > > O un sistema di storage?
    > > L'ideal potrebbe sfruttare le
    > > caratteristiche delle nuove SM che
    > integrano
    > > controller raid per SATA.
    >
    > Ok, sicuramente più economico e
    > pratico il RAID1, ma non sicuro quanto i
    > nastri.
    > Per esempio, se il computer prende un
    > fulmine dalla rete elettrica ed il computer
    > non è protetto, ci sono buone
    > possibilità che saltino entrambi i
    > dischi.
    >
    > Tutto dipende non tanto da quanto costano le
    > unità nastro, i dischi e gli UPS, ma
    > da quanto valgono i dati ... quante ore
    > bisognerebbe spendere per reinserire tutto?
    > Più o meno del costo dei dispositivi?


    Ho smesso di usare le unità a nastro quando mi sono servite e i 7 giga di dati erano inutilizzabili..

    l'unico metodo di salvataggio sicuro è il raid mirror, associato a salvataggio distribuito su più macchine (nello stesso posto in modo da non aver problemi di sicurezza di dati su internet) e ogni tanto fare backup su dvd/cd masterizzando a 2x max su supporti buoni...
    Per i dati importanti bisogna solo impostare il bit paranoic a 1A bocca aperta
    non+autenticato
  • ciao,

    > hai idea di quantoi costi un sistema di
    > backup a nastro?
    si, anche se io non avevo parlato di nastri, ma ero rimaso molto piu` sul generico (non so quali siano le esigenze specifiche, magari un dvd basta)

    comunque si parlava di dati del valore di 100 volte il disco che li contiene, quindi un sistema di backup e` assolutamente auspicabile

    > L'ideal potrebbe sfruttare le
    > caratteristiche delle nuove SM che integrano
    > controller raid per SATA.

    il mirroring lo puoi fare anche in software, se vuoi, ma non e` quella la soluzione: i dati si perdono anche per crash del filesystem o per errore umano, e per quello il mirror e` inutile...

    ...in generale il mirror (o il raid5) servono per minimizzare i tempi di down in caso di guasto, ma la sicurezza dei dati la si ottiene solo con una buona policy di backup!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sarei disposto anche a comprare un altro
    > disco se la garanzia mi garantisse i dati
    > invece che un disco nuovo...
    >
    > mi spiego meglio:
    >
    > spesso in rapporto a quello che costa un
    > hard disk il suo contenuto è circa
    > 100 volte di piu'
    >
    > quindi se mi si rompe me ne faccio poco che
    > riportandolo al negozio me ne rende uno
    > nuovo...
    >
    > in quello non ci sta pìù il
    > mio lavoroTriste

    http://www.its.queensu.ca/pubs/safe/backup/
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sarei disposto anche a comprare un altro
    > disco se la garanzia mi garantisse i dati
    > invece che un disco nuovo...


    Ci sono già...
    Si chiamano raid Sorride

    Terra2
    2332
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)