CyberLink vuole un Pinguino in salotto

L'azienda introduce una versione per Linux del proprio PowerCinema, piattaforma che vuole competere con Windows Media Center di Microsoft

Roma - CyberLink è fra i primi grandi sviluppatori di software multimediale a scommettere sul mercato dei PC media center basati su Linux, un settore in cui ha introdotto un software che ritiene in grado di rivaleggiare con le funzionalità integrate in Windows Media Center Edition.

L'azienda ha infatti lanciato una versione per Linux di PowerCinema, suite di software che consente di utilizzare il PC come un centro di intrattenimento che può essere controllato con Tv e telecomando. A differenza della versione di PowerCinema per Windows, disponibile come applicazione per gli utenti finali, CyberLink ha scelto di distribuire la versione per Linux unicamente ai produttori e assemblatori di PC.

PowerCinema per Linux è una piattaforma che gli OEM possono utilizzare all'interno dei propri PC media center basati su Linux. CyberLink afferma che il proprio software si avvia in meno di 10 secondi e offre un'interfaccia 3D multilingua basata sulle librerie grafiche OpenGL. Con PowerCinema è possibile riprodurre CD e DVD, file di musica, file video, visualizzare foto, navigare su Internet e condividere i propri file con un altro computer. Tutte le opzioni sono controllabili via telecomando e perfettamente leggibili, secondo l'azienda, anche a diversi metri da un televisore di media dimensione.
Fra i primi produttori ad aver annunciato un media center basato su PowerCinema per Linux c'è Shuttle, che presto commercializzerà un sistema, chiamato SB775G5 XPC, dotato di chipset Intel 875P, AGP 8x, memorie ECC DDR400 e interfaccia SATA RAID.
26 Commenti alla Notizia CyberLink vuole un Pinguino in salotto
Ordina
  • http://    www.mythtv.org

    Qualcuno l'ha mai provato?

    Ho un pc con Duron700 che dorme da oltre un anno... mi sembrava un valido sistema per rimetterlo in carreggiata.



    Terra2
    2332
  • Io l'ho provato, ma ho avuto un grosso problema nel riempire il database con i canali italiani (mythtv non lo contempla nonostante esista la script di xmltv anche per l'italia) per il resto ho provato qualcosina e pare funzionare bene, alla fine cmq basterebbe solo mplayer con una gui decente e il supporto alla navigazione dei DVD per fare tutto
  • Scusa se recupero un thread vecchio di due anni, ma io sto avendo lo stesso problema con MythTV ed i canali italiani. Tutt'ora MythTV sembra non contemplare i canali italiani (versione 0.19 per Debian Etch presa da debian-multimedia.org). Ho una vecchia hauppauge con bt878 recuperata al prezzo delle patate su eBay. Tu come hai fatto a compilare l'elenco dei canali? Sai se esiste un howto da qualche parte?
  • Ma se PowerCinema non è software Libero, che differenza mi fa una soluzione Windows o una GNU/Linux?
    Quelli che odiano M$ magari la compreranno, ma chi ama la libertà ed il software Libero dovrà cercare qualcosa d'altro.
    Io inizio da ora...
    Marco Menardi
    non+autenticato
  • www.mythtv.org
    non+autenticato

  • > Ma se PowerCinema non è software
    > Libero, che differenza mi fa una soluzione
    > Windows o una GNU/Linux?

    credo che la faccia al produttore, non avendo la licenza win da pagareSorride
    non sara' free software, ma è comunque un passo avanti nel distaccarsi dal monopolio.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma se PowerCinema non è software
    > Libero, che differenza mi fa una soluzione
    > Windows o una GNU/Linux?
    > Quelli che odiano M$ magari la compreranno,
    > ma chi ama la libertà ed il software
    > Libero dovrà cercare qualcosa
    > d'altro.
    > Io inizio da ora...
    > Marco Menardi

    Guarda, sono reduce da un pomeriggio passato a tentare di configurare un qualsiasi lettore dvd sulla suse 9.1.
    I programmi ci sono, e apparentemente anche fatti bene, il problema è che... l'installazione è un inferno. Sinceramente non riesco a capire perchè per installare un banale player devo prima installare/aggiornare/rimuovere decine di librerie (non è un'esagerazione, pur avendo un sistema perfettamente aggiornato la lista delle dipendenze fallite ammontava a 20-30 elementi), ma costa tanto fare un eseguibile linkato staticamente? e chi se ne frega se occupa 30 mega invece di 2?
    Non fraintendetemi, personalmente mi piace smanettare, programmare, etc ma non riesco a trovare l'utilità di perdere ore per installare un programma quando il corrispettivo windows si installa in 30 secondi, e non è un problema di sistema operativo, dato che a mio parere scrivere applicazioni native sotto windows è decisamente più contorto che non sotto un qualsiasi sistema unix.
    Per quanto riguarda il player cyberlink, capisco perfettamente la logica di chi difende un sistema 100% open, ma credo che in qualche caso qualche compromesso (solo ed esclusivamente per chi lo richiede) non può far altro che bene alla diffusione in ambito desktop, se non altro per dare una scossa a certi atteggiamenti un po' troppo elitari di una parte del mondo open source.



    non+autenticato

  • - Scritto da: Trin
    > linux01.gwdg.de/~pbleser/index.php
    >
    > e via di yastOcchiolino

    interessanteSorride
    appena ho un secondo gli dò un'occhio...
    non+autenticato
  • Forse e' vero che a volte installare programmi su linux non e' immadiato come su Windows ma qui tu tralasci un particolare che ciberlink assiene a quei produttori hardware menzionati nell' articolo puntano a fornire dei dispositivi all-in-one pronti da attacare alla TV, solo da accendere e da usare subito, quindi gia' configurati a puntino, quindi il problema del setup del software non si presenta.
    non+autenticato
  • paradossalmente, una delle ragioni per cui adoro linux e' la facilita' con cui si installa il software. installare gli rpm uno per uno e' una pratica poco conveniente. ti consiglio vivamente di installare apt x suse e imparare a usarlo. purtroppo, la disponibilita' dei pacchetti non e' quella di debian o derivate (es. knoppix) e probabilmente non lo sara' mai, ma e' comunque un bel passo avanti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > paradossalmente, una delle ragioni per cui
    > adoro linux e' la facilita' con cui si
    > installa il software. installare gli rpm uno
    > per uno e' una pratica poco conveniente. ti
    > consiglio vivamente di installare apt x suse
    > e imparare a usarlo. purtroppo, la
    > disponibilita' dei pacchetti non e' quella
    > di debian o derivate (es. knoppix) e
    > probabilmente non lo sara' mai, ma e'
    > comunque un bel passo avanti.

    In effetti non ho mai usato apt, pur avendolo sentito nominare ed elogiare più volte. Forse è il caso che gli dia un'occhiata più approfonditaSorride
    non+autenticato
  • Vuoi dare ragione a quelli che dicono che linux=comunismo???
    Usi un sistema solo per ragioni ideologiche?? Io mi sono avvicinato a linux perchè lo considero migliore, a volte sbagliando, non solo perchè è libero, controcorrente e fa figo.....
    Usa quello che funziona meglio... se poi è libero e opensource tanto meglio!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Vuoi dare ragione a quelli che dicono che
    > linux=comunismo???
    Guarda che a quelli non servono prove, che linux=comunismo glielo ha detto il loro amico figo che é pure andato a predappio e pure bill gates che sappiamo é un fascista concreto...

    ... francamente neppure io ho scelto linux per ideologia, bensì perché mi ha salvato la giornata più volte e lo trovo pratico da usare, ma francamente non penso che la gente non possa dire quello che pensa altrimenti arriva qualcun'altro che utilizza le sue parole per bla bla bla...
    Come diceva certa gente "me ne frego" e "tiro dritto": io uso cio che ritengo più adeguato!A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • ...per iniziare a mettere in preventivo un media center. Windows in salotto? Un'eresia, quella roba non arriverà mai ad interfacciarsi col mio televisore.
    non+autenticato
  • con un poco di lavoro già si può fare, progetti come mythtv e freevo sono un buon passo, e cmq si puo sempre optare per una soluzione fai da te (come ho fatto io)