COLT: banda larga alla conquista di Roma

Il gigante raddoppia la rete in fibra ottica a Roma e lancia Accelerator: Internet veloce a tariffa flat dal tradizionale telefono

Roma - Le infrastrutture a banda larga di COLT, uno dei maggiori operatori broadband europei, raddoppiano su Roma dove l'azienda investirà nel corso del prossimo anno 30 milioni di euro per portare il network ultraveloce da 80 a 150 chilometri. Sono già stati cablati un centinaio di edifici per i quali è attiva una velocità di accesso fino a 1 Gigabit al secondo (1 miliardo di bit al secondo).

COLT ha lanciato ieri nella capitale il servizio "ultimo miglio Accelerator", che consente, con una tariffa flat e senza canoni ad altri operatori, il collegamento super-veloce a Internet "always on". Grazie alla tecnologia SHDSL di Siemens, Accelerator dà accesso ad Internet, dalla tradizionale linea telefonica, con una velocità fino a 2 Megabit al secondo, consentendo di parlare a mandare fax in contemporanea.

A Roma COLT copre con la propria rete le zone a più densa concentrazione di imprese ed enti: centro (via del Corso, piazza Venezia, Quirinale, Termini, piazza di Spagna, piazza del Popolo, piazzale Aldo Moro, via Vittorio Veneto), Ostiense, EUR, Torrino, Pavese, Appio, Circo Massimo. Nel 2002 la rete sarà allargata ulteriormente, fino a 150 chilometri, verso zone di rilevanza industriale, come Tiburtina, Magliana, e verso il centro: Prati, Flaminio, Parioli, Nomentano, corso Vittorio Emanuele.
"Grazie alla nostra rete, Roma è adesso collegata in banda larga con tutte le maggiori città europee - ha sottolineato Francesco Ghignone, direttore generale COLT a Roma - La domanda di banda larga è molto forte, soprattutto da parte delle banche e delle grandi aziende e abbiamo di recente collegato anche alcuni importanti enti nazionali e internazionali. COLT ha già una decina di imprese clienti che utilizzano la connessione a 100 Megabit al secondo, fra i quali Arthur Andersen e lo studio legale Gianni Origoni & partners".
12 Commenti alla Notizia COLT: banda larga alla conquista di Roma
Ordina
  • e ci facevamo belli del vivere in Italia dove impera il capitalismo, e tutti a elogiare e difendere a spada tratta il capitalismo, tranne gli estremisti (di sinistra sempre) capaci solo di dire stronzate prive di qualunque utilità.
    Ora ci troviamo di fronte al paradosso, il capitalismo che tanto ci piace, in molti casi si rivolta contro noi cittadini degli stati democratici e 'progrediti'.
    In questo caso, Roma, Milano, i centri ad alta densità saranno destinati ad essere rivoltati e cablati più volte da diverse compagnie assetate di profitto, mentre altre regioni (dove esiste un pur sempre vitale bacino di utenza) sono destinate ad essere ignorate e lasciate indietro per molto tempo, e ad esse sarà presentato tra tre anni o forse più, quando finalmente la fibra verrà resa disponibile anche lì (o dovrei dire qui), un pesante bilancio di arretratezza economica.
    L'esclusiva ricerca del profitto, in questo caso come in moltissimi altri molto più gravi, determina a lungo termine degli effetti devastanti che portano inderogabilmente verso la recessione (si pensi al ben più grave problema dell'inquinamento o dei cibi trans o delle mucche pazze) a qualche azienda frega cosa succederà domani in conseguenza delle scelte fatte oggi dai suoi cervelloni?
    Mi dispiace dover approfittare del problema della banda larga (che a me sta molto a cuore) per far riflettere, soprattutto (noi) il popolo di internet, se questo modello universalmente accettato nel mondo 'progredito' non ci stia portando verso qualcosa che non è il futuro che tutti vorremmo.
    Mi aspetto da Voi delle risposte dure e incazzate, sopratutto se contro il mio punto di vista. Grazie.
    non+autenticato
  • al giorno d'oggi basta dire che sei contro lo sfruttamento selvaggio delle risorse dei piu' ricchi a danno dei piu' poveri per essere tacciato di estremismo islamico.

    Non si puo' dire che il capitalismo selvaggio ha prodotto piu' danni di quanti ne abbia aggiustati.

    Che questo processo e' destinato (senza correttivi) a ripiegarsi su se stesso, come gia' ha fatto 3 volte in 70 anni (crisi del '29, crisi petrolifera anni '70, crisi delle borse negli anni 80).

    Ma a noi va bene cosi'.
    Basta che al distributore continui a esserci la benzina per riempire il serbatoio.
    O che il cellulare abbia campo.

    Il resto non importa.

    Investire in progetti alternativi?
    troppo costoso

    diminuire le tasse su cd, libri, carburanti...
    troppo costoso

    vietare seriamente di inquinare alle aziende?
    troppo costoso

    e cosi' via con il divieto di fumare (sono fumatore, ma non vorrei gente che fuma dove io mangio, o dove puo' dare fastidio), con controlli seri sui danni che possono produrre le emissioni elettromagnetiche etc. etc

    marghera insegna che il progresso e' incolpevole
    e impunito

    scusate l'off topic

    ciao
    non+autenticato
  • Da questi signori che vanno cianciando di buonismo e sani propositi, parlando di cose che non conoscono, sarei lieto di sapere se hanno qualche volta, nella loro esistenza, sentito parlare di costi d'investimento, marketing, bilanci aziendali o business plain a fronte della pianificazione dello sviluppo di una qualsiasi azienda.
    Vorrei inoltre ricordare loro che se non esistessero aziende che fanno e creano mercato, il suddetto non esisterebbe affatto e in relazione neanche noi, con le nostre piccole realtà, perche volenti o nolenti, il mondo gira con e intorno ai soldini e non alle belle parole ed ai commenti di persone scontente e insoddisfatte del loro stato sociale, dato che solo e chiaramente questo traspare dalle sterili ed inutili affermazioni fatte, oltremodo gratuite in quanto proferite da chi è chiaramente digiuno alla grande della materia.
    Grazie
    Enrico
    non+autenticato
  • Hanno ucciso tuo padre? [X]
    Hanno uciso i tuoi amici? [X]
    Hanno distrutto la tua vita? [X]

    Tu non abiti a Marghera, vero?

    Che peccato... Altrimenti forse sapresti che importanza abbiano _realmente_ certi ragioanementi. Che le aziende abbiano le loro esigenze è ovvio. Che creino lavoro è vero. Ma che le loro esigenze vengano prima della salute pubblica nonlo è affatto. E, gia' che ci siamo, non creano lavoro per bonta' d'animo ma perche' ci sono costrette. Se possono tagliare un psto di lavoro, stai certo che lo fanno...
    non+autenticato
  • >Che le aziende abbiano le loro esigenze è ovvio.
    >Che creino lavoro è vero. Ma che le loro
    >esigenze vengano prima della salute pubblica
    >non lo è affatto.

    Un azienda non può preoccuparsi prima della
    salute pubblica, se vuole continuare ad esserci.
    Quanti soldi hanno perso i provider, nelle flat che ora stanno chiudendo una dopo l'altra?

    >E, gia' che ci siamo, non
    >creano lavoro per bonta' d'animo ma perche' ci
    >sono costrette. Se possono tagliare un psto di
    >lavoro, stai certo che lo fanno...

    No, infatti. Quando si tratta di budget...

    Scusa, ma tu i soldi TUOI preferisci utilizzarli
    per migliorare la tua vita oppure ti piace
    darli in beneficienza ?

    Phones
    non+autenticato
  • Volevo sapere se queste sono i cavi di fastweb, o non centra niente..
    e poi volevo kiedere perkè da me non arrivanO????
    .\
    VaNkULO:P
    non+autenticato
  • Non direi di no, visto che per posare i loro cavi stanno sventrando varie strade, per colmo di sfiga esattamente quelle che utilizzo per andare al lavoro Triste((
    non+autenticato
  • Non sono le stesse linee di fast web. FW infatti si indirizza ad un mercato prevalentemente residenziale. COLT si indirizza ad un mercato business e costruisce il proprio ntwk su architettura SDH (ad anello) x la massima affidabilità.
    non+autenticato
  • Tu ti chiami fibra...ma chi te lo ha detto che FW si indirizza ad un mercato prevalentemente residenziale...la fatina buona ???.

    -
    non+autenticato
  • il sito della colt non dice nulla di questa offerta...qualcuno sa qualcosa sui prezzi agli utenti domestici?
    non+autenticato
  • > il sito della colt non dice nulla di questa
    > offerta...qualcuno sa qualcosa sui prezzi
    > agli utenti domestici?
    si vergognano di metterli sul sito...
    ;-0)

    non+autenticato
  • ma secondo te 100Bbit te li portano a casa??
    sei disposto a pagare diverse decine di milioni all'anno?
    ma sapete leggere???
    con questa offerta puntano alle aziende.
    se vuoi farti dire un prezzo puoi cercare la sede colt al 12 o sull'elenco, chiamare e chiedere di parlare con un commerciale.
    non+autenticato