Toc Toc, c'Ŕ qualcuno in casa Telecom?

Come fu che chiamando il 187 un aspirante utente Telecom Italia ha dovuto rinunciare alle sue speranze. Niente da fare neanche dalla Rete

Web - Spett. Redazione di PI. Vi mando questa email in quanto ritengo la cosa significativa in tempi in cui la liberalizzazione telefonica sembra la terra promessa.

Qualche settimana fa, costretto dal fatto che nel mio comune (hinterland Milano) non ci sono ancora operatori alternativi, ho telefonato al tanto pubblicizzato 187 di Telecom (credo che tutti abbiamo presente il servizio, essendo stati bombardati di affissioni e spot nei mesi scorsi) per richiedere una nuova attivazione. Un nuovo cliente insomma. Forse poco per Telecom, ma in ogni caso di questi tempi di affollamento di operatori meglio uno in pi¨ che uno in meno, no?

Comunque, chiamo il 187 e, dopo vari tentativi andati a vuoto mi risponde un'operatrice alla quale richiedo l'attivazione. Con tono assolutamente svogliato mi snocciola una lista di domande alle quali rispondo puntuale. La telefonata si conclude con un "la richiameremo e le faremo sapere". Passano le settimane ma di chiamate nemmeno l'ombra. Qualche giorno fa provo a chiamare nuovamente il 187 che, per chi l'avesse provato, Ŕ un vero videogioco che costringe a destreggiarsi in infiniti men¨ automatici. Arrivo all'opzione "parlare con un operatore" ma dopo una ventina di secondi di attesa la telefonata cade. SarÓ un caso, mi dico. Riprovo ma la cosa si ripete. Proviamo domani. Il giorno dopo riprovo dal cellulare, dal fisso, ma niente. Nessuno risponde. Attese, musichette, jingle, ma nessuno che si degni di rispondere.
Stremato riprovo infilandomi in altri men¨ alla ricerca di un "umano" con cui parlare ma alla fine di questi percorsi telematici mi rispondono operatori che "non sono abilitati" a parlare di altri servizi che non siano quelli di loro strettissima competenza.

Un vicolo cieco insomma. Proviamo dal web, mi dico. Il web Ŕ rapido, risolve. Digito www.telecomitalia.it e clicco su 187 e...il sito non va. Broken link, in gergo. Riprovo il giorno dopo e, fortunatamente, il sito funziona. Leggendo tra le righe apprendo che esiste un numero (il 177) per tutti i problemi che il 187 non Ŕ in grado di rispondere. Bello! Un numero che controlla un'altro numero: fantastico! Alzo la cornetta, compongo il 177 e....nessuno risponde. Di nuovo. Il deserto. Riprovo ancora, niente. Cade la linea. Nessun umano. Prover˛ a mandare una email....funzionerÓ o mi risponderÓ il solito autoresponder anche qui?

La prima domanda a questo punto Ŕ: ma in Telecom, societÓ che credo abbia il maggior numero di impiegati in Italia, c'Ŕ qualcuno???? La seconda domanda Ŕ: ma la liberalizzazione tanto declamata sta provocando qualche effetto sull'ex-monopolista?

Saluti,
Davide Grampasso