I monitor fanno male. Acqua calda?

Lo dicono scienziati giapponesi: chi ha la vista debole rischia di perderla se passa troppe ore davanti al monitor. A far che? Ad aspettare il glaucoma

Londra - In un attimo ha scatenato l'attenzione dei media: è lo studio di alcuni ricercatori giapponesi pubblicato sul British Journal of Ophthalmology, studio secondo cui l'uso intensivo del computer o, meglio, dei monitor, può provocare danni anche irreparabili alla vista.

I risultati della ricerca di Masayuki Tatemichi e dei suoi colleghi della Scuola di Medicina Toho dell'Università di Tokyo evidenziano che l'insorgenza del glaucoma è tutt'altro che una rarità presso coloro che, già sofferenti di una vista debole o di patologie come la miopia, si trovino a passare lunghi periodi di tempo dinanzi al monitor.

Il glaucoma, una delle malattie degli occhi più comuni e temute, colpisce il nervo ottico, ossia il mezzo che porta gli impulsi elettrici al cervello. Le conseguenze del glaucoma, dovuto perlopiù ad un aumento della pressione intraoculare, possono causare zone d'ombra nel campo visivo e persino la perdita totale della vista.
Sebbene la pressione alta, la mancanza di moto o l'abitudine di fumare rimangano fattori certi di rischio, secondo Tatemichi "i lavoratori che hanno passato lungo tempo utilizzando il computer potrebbero avere un rischio aumentato di problemi al campo visivo, anche legati al glaucoma". Si parla, come accennato, soprattutto di persone che soffrono già di problemi alla vista. Chi non li ha, infatti, non correrebbe un rischio particolare.

Per determinare la presenza di questo rischio, il team dell'Università ha monitorato circa 10mila dipendenti giapponesi e ha chiesto loro di rispondere ad un questionario che legava problemi alla vista e utilizzo del computer. Il 5 per cento degli intervistati ha indicato problemi alla vista e un terzo di questi, esaminato dopo i test, ha evidenziato la presenza di un possibile glaucoma.

Più in generale, hanno spiegato i ricercatori nipponici, ciò che si sta analizzando è la conseguenza di uno stress da computer che va aumentando. "Lo stress da computer - hanno spiegato - sta raggiungendo livelli mai visti prima. Nel prossimo decennio, dunque, sarà importante che la sanità pubblica si occupi più da vicino di miopia e problemi alla vista di coloro che passano molto tempo al computer".

Per allontanare i rischi di problemi nell'uso del computer i consigli per la salute sono sempre quelli: porre il monitor ad una distanza di poco superiore a quella di lettura e possibilmente in modo tale che la parte superiore del monitor corrisponda in altezza a quella degli occhi, scegliere possibilmente, nel leggere testi al computer, caratteri scuri su fondi chiari, evitare riflessi e gibigiane sul monitor o nelle immediate circostanze e, soprattutto, di quando in quando fare una pausa. Buona norma, poi, è allontanare spesso gli occhi dal monitor e concentrare lo sguardo su oggetti a distanze diverse.
TAG: mondo
118 Commenti alla Notizia I monitor fanno male. Acqua calda?
Ordina
  • Buongiorno mi chiamo Chiara.

    Da due settimane mi è comparso sotto appena sotto l'occhio una specie di piaga. L'occhio si è conseguentemente gonfiato e la zona interessata mi prude ogni qualvolta viene a contatto con l'acqua, sudore ecc..
    Non sono evidenti vescicole o altro.
    Solo un rigonfiamento della parte in causa, arrossamento e prurito.

    Volevo dunque sapere cosa potrebbe essere?
    La ringrazio di cuore.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Buongiorno mi chiamo Chiara.
    >
    > Da due settimane mi è comparso sotto
    > appena sotto l'occhio una specie di piaga.
    > L'occhio si è conseguentemente
    > gonfiato e la zona interessata mi prude ogni
    > qualvolta viene a contatto con l'acqua,
    > sudore ecc..
    > Non sono evidenti vescicole o altro.
    > Solo un rigonfiamento della parte in causa,
    > arrossamento e prurito.
    >
    > Volevo dunque sapere cosa potrebbe essere?
    > La ringrazio di cuore.

    Congiuntivite => Di corsa all'oculista
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Buongiorno mi chiamo Chiara.
    >
    > Da due settimane mi è comparso sotto
    > appena sotto l'occhio una specie di piaga.
    > L'occhio si è conseguentemente
    > gonfiato e la zona interessata mi prude ogni
    > qualvolta viene a contatto con l'acqua,
    > sudore ecc..
    > Non sono evidenti vescicole o altro.
    > Solo un rigonfiamento della parte in causa,
    > arrossamento e prurito.


    Se è solo sulla palpebra potrebbe essere un orzaiolo. Se invece interessa prevalentemente l'occhio e se si forma una secrezione allora potrebbe essere congiuntivite. Ad ogni modo siccome questo è Punto Informatico e non Punto Infermieristico sarebbe meglio una visitina dal medico...
    non+autenticato
  • Non esiste nessuna evidenza scientifica su Medline di eventuali danni generici da monitor alla vista, al massimo una frequenza di refresh inadeguata e l'esposizione a radiazioni ionizzanti (parlo ovviamente di vecchi CRT) può favorire la comparsa di cefalee e/o di irritazioni cutanee.
    Il glaucoma in particolare è una patologia che consiste in un incremento della pressione interna dell'occhio, non riesco neanche ad immaginare il meccanismo eziopatogenico alla base della correlazione fra glaucoma ed uso di monitor!
    Il glaucoma/ipertensione oculare è una patologia discretamente diffusa nella razza caucasica ed ancor di più in quella asiatica, non mi sorprende la percentuale di positivi dichiarati dallo studio, circa il 2%, in quanto in una popolazione non selezionata l'incidenza di tale patologia è casomai superiore!
    Spero non venga pubblicato fra qualche giorno un qualche articolo che riconosca ai monitor un effetto protettivo nello sviluppo dei glaucomi!
    Se vuoi saperne di più consulta il mio sito www.oculista.tk
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non esiste nessuna evidenza scientifica su
    > Medline di eventuali danni generici da
    > monitor alla vista, al massimo una frequenza
    > di refresh inadeguata e l'esposizione a

    Be', oddio, ti credo, e io non sono ne` medico ne` oculista pero` come tutte le cose che costringono a mettere a fuoco un punto che sta sempre alla stessa distanza, ho l'impressione che provochi una certa atrofizzazione della capacita` dell'occhio di mettere a fuoco distanze diverse da quella.

    A me e` successo: son programmatore, stando 7-8 ore al giorno al computer (negli ultimi 5 anni con schermo LCD, sul totale di 20 anni iniziati di fronte a un mero teleschermo), nel 1999 ho iniziato a essere leggermente miope. Anche verso il 96-97, ai tempi della scuola, gia` avevo difficolta` a cambiare fuoco fra il blocco di appunti a 20 centimetri e la lavagna a 10 metri. Poi il disturbo pero` si e` stabilizzato. Mi mancano un paio di diottrie per occhio, e non ho praticamente bisogno di occhiali salvo diciamo... per guidare di notte. Insomma, qualcosa e` successo. Poi, forse non e` stata colpa del computer, ma la mia impressione e` che lo sia. Che altro poteva essere?

    ps. Ho 29 anni.

    In compenso, sulle piccole e piccolissime distanze ho dei microscopi: riesco a vedere gli elementi rossi verdi e blu che compongono un pixel su un LCD con dot pitch di 0,28 mm.

    > Il glaucoma in particolare è una
    > patologia che consiste in un incremento
    > della pressione interna dell'occhio, non
    > riesco neanche ad immaginare il meccanismo
    > eziopatogenico alla base della correlazione
    > fra glaucoma ed uso di monitor!

    Toh, ti diro`, anche a me questo sembra strano.
    Pur nella mia scarsa conoscenza dell'argomento, non vedo come lo stare davanti a uno schermo possa far aumentare la pressione nei bulbi oculari.

    > Se vuoi saperne di più consulta il
    > mio sito www.oculista.tk

    Prendo nota.
    non+autenticato
  • Forse è il caso di farsi un esame gratuito della vista, andando a questo link:
    http://www.occhio.it/testdiagnostici/index.asp
    non+autenticato

  • L'affaticamento e' dovuto alla lettura di
    piccoli caratteri, e questo e' dovuto al fatto
    che la gente e' costretta a lavorare su
    monitor da 15 pollici dai datori di lavoro che
    vogliono risparmiare anche sull'ultimo euro!!!

    Criminali!!!

    Un LG da 19 pollici (e cioe', non l'ultima sottomarca,
    ma tra le migliori del mondo) oggi costa 280 euro!!!!!
    http://www.shopinabox.it/stores_app/Browse_Item_De...

    Io non capisco la gente che spende 2000 euro per
    un computer ultrapompato, e poi si tiene un
    minuscolo monitor, che e' invece la cosa che
    cambia di piu' la qualita' del lavoro, diminuisce
    lo stress oculare (da qualche mese ho comprato un
    22 pollici lg, pagato 450 euro, e il mal di testa serale
    e' sparito), ma soprattutto RIMANE PER ANNI, mentre
    il computer lo cambiate ogni 2-3 anni perche'
    la tecnologia invecchia!! (Longhorn sara' a 64 bit
    only pare.. il che significa che fra due anni il
    vostro pc lo buttate:

    http://www.warp2search.net/modules.php?name=News&f...

    Mentre il vostro monitor resta! Gli LCD pure, vanno
    bene, a meno che non fate grafica, perche' hanno
    i neri impastati (ormai si e' capito che la qualita' di
    immagine degli LCD non raggiungera' mai quella dei
    CRT, ma a meno che non guardate dvd su pc non ve ne
    importa niente).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 31 discussioni)