Tiscali, navigazione sicura per minori

L'operatore aderisce al Codice lanciato l'anno scorso. E sottolinea che libertà di navigazione e accesso tutelato sono due concetti che possono vivere in armonia

Roma - In queste ore Tiscali dà grande enfasi al fatto di aver aderito, prima tra i grandi operatori, al Codice di autoregolamentazione Internet e Minori che, come si ricorderà, è stato varato dal Governo un anno fa.

Nella nota diffusa ieri alla stampa, Tiscali si dice impegnata nella "promozione e divulgazione di Internet in Europa" e, di conseguenza, "in prima linea nella ricerca delle migliori soluzioni alle problematiche della rete: prima fra tutte la sicurezza degli utenti, adulti e bambini".

Ma cosa significa aderire al nuovo Codice? Tiscali, attraverso il proprio portale con cui fornirà a genitori e minori le informazioni necessarie, offrirà quella che definisce una "navigazione sicura", un insieme di tool su cui l'azienda lavora da tempo e che si augura possa essere adottato anche dagli altri operatori. Il tutto condito da una sensibilizzazione verso le famiglie.
Di interesse notare che Sergio Cellini, responsabile per le attività italiane di Tiscali, ha anche voluto sottolineare che "così come crediamo sia importante garantire agli utenti adulti la libertà di accedere a tutti i contenuti messi a disposizione sulla
Rete, riteniamo altrettanto importante poter garantire ai minori il loro diritto alla navigazione sicura". Come a dire, cioè, che la libertà della rete e la sicurezza nel suo uso per un minore possono convivere. Visti i tempi che corrono, non è una sottolineatura da poco.

Mentre scriviamo sulla home page di Tiscali non c'è ancora traccia dell'iniziativa. Non se ne parla neppure nella sezione "news".
TAG: italia
8 Commenti alla Notizia Tiscali, navigazione sicura per minori
Ordina