Pirata web pagherà 24 milioni di dollari

Il celeberrimo film88, sito pirata dalle alterne fortune, costerà una somma enorme al suo creatore, che non è riuscito a sfuggire agli studios

Roma - A Tan Soo Leong è andata davvero male. Dopo aver gestito il suo sito taiwanese movie88.com in cui offriva a prezzi stracciati il download di film di grande richiamo, aveva provato la via iraniana con film88.com. Entrambi i siti, però, sono stati chiusi dalle autorità e ora, dopo un lungo inseguimento giudiziario, Leong è costretto a fare i conti.

Un tribunale federale americano, al quale si erano rivolti gli studios della Motion Picture Association of America (MPAA), ha infatti stabilito che l'uomo di origini malesi dovrà compensare Hollywood di 23,8 milioni di dollari.

Il giudice ha riconosciuto dunque la validità delle accuse rivolte dalle major, secondo cui, negli anni, avrebbero avuto accesso ai siti abusivi e non autorizzati di Leong molte migliaia, forse centinaia di migliaia, di utenti internet. Stime difficili a farsi ma che hanno convinto il tribunale ad irrogare una sanzione la cui pesantezza ha ben pochi precedenti.
La storia di Leong e dei suoi siti è assai curiosa. Nel periodo in cui film88.com era gestito su server olandesi, nei primi mesi del 2002, Leong sulla propria home page dichiarava: "Non siamo pirati. Abbiamo proposto alle majors di Hollywood di dar loro fino al 30 per cento delle somme che introitiamo per il noleggio, come compensazione per il copyright. È una cifra notevole, ma riteniamo che sia un giusto equilibrio tra innovazione e diritti d'autore".

Ogni film scaricato dai siti di Leong costava un dollaro.
26 Commenti alla Notizia Pirata web pagherà 24 milioni di dollari
Ordina
  • Chi mi fa più schifo delle major che spremono gli appassionati fino all'ultimo euro (cinema, film a noleggio, vendita DVD, vendita cofanetto trilogia, vendita cofanetto extended sto ca..o)... sono gli avidi che cercano di guadagnare da un movimento (P2P) che nulla ha a che vedere con il profitto economico.
    Sono queste persone che rendono tutti gli utenti che si scambiano risorse al pari di criminali.
    Detto questo, ritengo la cifra richiesta una vera presa per il culo.

    non+autenticato
  • avrebbe voluto sfuggire si può dire.
    E lo trovo anche più elegante.


    Edit:
    ho sbagliato, volevo rispondere all'OT sotto. Invece ho aperto un 3d..
    Spiacente..:$

    ==================================
    Modificato dall'autore il 25/11/2004 13.05.01
  • Intanto 'sto tizio ha dimostrato che un mercato per i film in streaming esiste, e pure molto ampio, a quanto pare.
    La tecnologia per offrirlo esiste pure, che se ci e' riuscito lui da solo ci possono certo riuscire meglio anche altri piu' e meglio organizzati.

    Se di fatto una cosa del genere, in regola, ancora non esiste, e' solo per la cecita' e la cupidigia delle major che piuttosto di mettere in piedi una distribuzione di massa e a basso costo dei loro prodotti, preferiscono continuare a speculare.



    non+autenticato
  • Per l'ingenuo qui sopra, che si e' beccato l'OT, faccio presente che io sono uno che lavora, che contribuisce alla crescita del PIL, e che paga le tasse.

    A differenza di certa gente, al soldo delle major, che non lavorano, non fanno certo crescere il PIL, soprattutto con produzioni come quelle con boldi&desica, e che sicuramente le tasse non le pagano.

    Becchero' un OT, pazienza!
    Ma certa gente merita di essere redarguita.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Intanto 'sto tizio ha dimostrato che un
    > mercato per i film in streaming esiste, e
    > pure molto ampio, a quanto pare.
    > La tecnologia per offrirlo esiste pure, che
    > se ci e' riuscito lui da solo ci possono
    > certo riuscire meglio anche altri piu' e
    > meglio organizzati.
    >
    > Se di fatto una cosa del genere, in regola,
    > ancora non esiste, e' solo per la cecita' e
    > la cupidigia delle major che piuttosto di
    > mettere in piedi una distribuzione di massa
    > e a basso costo dei loro prodotti,
    > preferiscono continuare a speculare.
    >
    >
    >

    a un euro per film? e ci credo che esiste il mercato così!
    non+autenticato
  • che ancora ci sia gente che si rivolga a questi individui!
    Possibile che non sappiano che esistono dei sistemi per scaricare che non ti chiedono soldi?
    In questo caso la condanna è giusta, perchè il fine di lucro anche se minimo c'è, ma con il p2p ci guadagnano solo le compagnie telefoniche ingorde che fanno cartello per non abbassare i prezzi. Le major dovrebbero rivolgersi solo a loro che ci stanno straguadagnando, perchè il 90% di quelli che hanno l'ADSL, ed il 100% di quelli che sono inc... neri, perchè non riescono o non riusciranno mai ad averlo, sappiamo benissimo l'uso che ne fanno!
    Io colpirei più che il gestore del sito i suoi "clienti", perchè bisogna proprio essere idioti a pagare anche se poco e pretendere di essere in buona fede!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che ancora ci sia gente che si rivolga a
    > questi individui!
    > Possibile che non sappiano che esistono dei
    > sistemi per scaricare che non ti chiedono
    > soldi?

    Credo che molti utenti abbiano trovato vantaggioso vedere film a poco prezzo e regolarmente. In tanti credevano di sser e in regola.
  • - Scritto da: Anonimo
    > che ancora ci sia gente che si rivolga a
    > questi individui!
    > Possibile che non sappiano che esistono dei
    > sistemi per scaricare che non ti chiedono
    > soldi?
    > In questo caso la condanna è giusta,
    > perchè il fine di lucro anche se
    > minimo c'è, ma con il p2p ci
    > guadagnano solo le compagnie telefoniche
    > ingorde che fanno cartello per non abbassare
    > i prezzi. Le major dovrebbero rivolgersi
    > solo a loro che ci stanno straguadagnando,
    > perchè il 90% di quelli che hanno
    > l'ADSL, ed il 100% di quelli che sono inc...
    > neri, perchè non riescono o non
    > riusciranno mai ad averlo, sappiamo
    > benissimo l'uso che ne fanno!
    > Io colpirei più che il gestore del
    > sito i suoi "clienti", perchè bisogna
    > proprio essere idioti a pagare anche se poco
    > e pretendere di essere in buona fede!

    Il discorso è un altro, adesso mi va di vedere un film accedo al sistema pago e me lo guardo perchè mi va di vederlo adesso e non fra 2 giorni quando avrò finito di scariarlo da emule.
  • Ricordo benissimo quel sito: all'iscrizione (gratuita) ti regalavano 5 visioni. La maggior parte degli utenti credo non sia andato oltre la quinta, solo che gli iscritti sono stati davvero tanti.
    Quindi se lo hanno multato in proporzione ai titoli scaricati (in streaming, in realtà) e al numero degli iscritti, la somma si spiega.
    Io mi sono fermato ai primi 5 minuti della prima (faceva un poì cagare la qualità, può darsi però che sia astato io ad impostare una qualità bassa).

    p.s. spero di non averlo confuso con un altro sito, ma dubito fortemente di questa possibilità
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)