Armani.it pronto per gli americani

Sul sito non ci sono le lettere di Luca Armani né la pubblicità del suo timbrificio. C'è l'esposizione della Giorgio Armani SpA, con uno shop per i soli utenti USA

Roma - "Il sito è disponibile nella sola versione inglese". Recita così un avvertimento che viene visualizzato da chi voglia frequentare alcune aree del sito italiano armani.it, gestito dalla società dello stilista Giorgio Armani, la Giorgio Armani SpA.

Già, da qualche tempo il contestato dominio armani.it, come si ricorderà al centro di una lunga querelle legale tra la SpA e Luca Armani, gestore di un timbrificio omonimo, si presenta in tutto e per tutto come il pre-esistente dominio "giorgioarmani.it", anch'esso attivo.

Va detto che il disclaimer sopra riportato compare soltanto allorché il visitatore del sito italiano del celebre stilista, affascinato dai prodotti in vendita, decidesse di acquistarli nella sezione "shop". Soltanto agli utenti americani, infatti, il sito mette a disposizione la possibilità di piazzare ordini online.
Sia come sia, l'apparizione del sito ufficiale della Giorgio Armani SpA su quel dominio mette la parola fine ad una vicenda che ha suscitato, come poche altre, polemiche sul ruolo e sul potere delle corporation, autorevoli riflessioni sulla capacità degli utenti di agire per difendere i propri interessi e persino interventi parlamentari che però non hanno mutato il destino del dominio, ora definitivamente nelle mani della società dello stilista.
129 Commenti alla Notizia Armani.it pronto per gli americani
Ordina
  • non valgono nella vita reale.
    Chissà Il Codogno cosa ne pensa.
    non+autenticato
  • questo natale fate regali armani.
    non+autenticato
  • www.armani.it = giorgio armani lo stilista

    finalmente tutto si è sistemato, la giustizia ha fatto il suo corso, il sito internet è passato allo stilista

    almeno non sentiremo più piagnistei, usurpazioni di cognomi, scioperi della fame, petizioni varie, new global e senatori

    finalmente questa storia è finita


    non+autenticato

  • > finalmente tutto si è sistemato, la
    > giustizia ha fatto il suo corso, il sito
    > internet è passato allo stilista
    >
    > almeno non sentiremo più piagnistei,
    > usurpazioni di cognomi, scioperi della fame,
    > petizioni varie, new global e senatori

    Un giorno o l'altro che registrerai tuocognome.it qualche azienda te lo soffierà per ragioni analoghe.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > finalmente tutto si è sistemato,
    > la
    > > giustizia ha fatto il suo corso, il sito
    > > internet è passato allo stilista
    > >
    > > almeno non sentiremo più
    > piagnistei,
    > > usurpazioni di cognomi, scioperi della
    > fame,
    > > petizioni varie, new global e senatori
    >
    > Un giorno o l'altro che registrerai
    > tuocognome.it qualche azienda te lo
    > soffierà per ragioni analoghe.
    e mi sembrerebbe anche giusto
    non+autenticato
  • Non ragiona, non e' questione di chiedersi come lo faccia.
    E' un tifoso politico, si evince dalla menzione gratuita ai "no global".
    Questi hanno il cervello a senso unico, e la personalita' a manovella.
    E sono tutti pateticamente convinti di essere pieni di carattere, fra l'altro.
    Mentre non aspettano altro che l'avvento di ordine e disciplina, di gerarchie forzate, nelle quali si sentono sicuri, dalle quali nessuno, loro compresi, possano fuggire.
    Perche' il resto li spaventa a morte.
    Hanno trovato un credo, sono dei fanatici.
    E per non perdere l'appiglio e cadere nel caos che hanno dentro, farebbero qualsiasi cosa per il loro credo.
    Gente immatura, ingenua, solo bambini complessati.
    non+autenticato

  • > Gente immatura, ingenua, solo bambini
    > complessati.

    Io direi più semplicemente ignoranti


    Aldo
    non+autenticato
  • Ho letto i vari interventi e mi sono convinto che legalmente GArmani abbia ragione (per quanto riguarda www.armani.it, mentre per quanto riguarda www.@rmani.it mi sembra una sopercheria bella e buona).

    Però anche se le cose stanno così onestamente non mi sembra affatto giusto.

    Da oggi su tutti i miei siti (beh quello del lavoro non posso) metterò il seguente link:

    Armani

    Invito gli altri partecipanti del forum a fare altrettanto! Secondo voi quanto ci mette google a mostrarlo al primo posto come risultato?
    non+autenticato
  • Il link non si vede, proviamo a vedere se così va:

    <a href="http://www.timbrificio.com>Armani</a>;

    insomma un link a http://www.timbrificio.com con Armani

    non+autenticato
  • Be', e` un'idea.

    Oh, quantomeno stavolta ha registrato un .com.
    Il .it sembra un ccTLD un po' difficile... peccato che era interessante.

    * aveva candidamente tentato anni fa di scoprire se erano liberi "get.it", "have.it", "see.it", "make.it", "take.it", ecc... scoprendo che appartenevano quasi tutti a una ditta inglese...*

    ps.

    dopo aver controllato a cosa punta get.it, e aver controllato le (pubbliche) statistiche del sito a cui punta, e aver notato che fanno una media di una decina di visite al giorno, forse non era poi cosi` conveniente registrare quei domini...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 27/11/2004 23.56.33
    non+autenticato
  • Non intendo denigrare un'azienda da cui in passato ho comprato qualche capo, prima che una maglia venisse a costare quanto uno stipendio.

    Ma quest'infierire legale su un più debole è proprio una caduta di stile... e per uno stilista dovrebbe essere un problema.
  • Beh chissà come mai Luca Armani non ha scelto lucaarmani.it o timbrificioarmani.it...

    Ognuno ha le sue colpe.
    C.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Beh chissà come mai Luca Armani non
    > ha scelto lucaarmani.it o
    > timbrificioarmani.it...

    Chissà come mai Giorgio Armani non ha scelto di giorgioarmani.it o emporioarmani.it
    non+autenticato

  • - Scritto da: ZipGenius
    > www.emporioarmani.it
    > www.giorgioarmani.it

    Chissà come mai giorgio armani non si è accontentato di un solo dominio come fanno tutti...
    non+autenticato
  • > Beh chissà come mai Luca Armani non
    > ha scelto lucaarmani.it o
    > timbrificioarmani.it...

    Questo rimane un mistero... chi lo sa?
    Forse ha dato qualche occhiatina al regolamento
    del RA e ha pensato che chiamandosi Armani aveva il diritto di farlo. Penso io, eh? ma sai e' solo la modesta opinione di un umile annusatore di cozze morte
    non+autenticato

  • > Beh chissà come mai Luca Armani non
    > ha scelto lucaarmani.it o
    > timbrificioarmani.it...
    >
    > Ognuno ha le sue colpe.
    > C.

    Trovando armani.it miracolosamente libero, avrà pensato che registrarselo potesse essere un'astuzia commerciale (e che male c'è? Il commercio è anche fatto di astuzie).

    Avrà creduto, come avremmo creduto tutti, di avere diritto al dominio perché registrava per primo un dominio corrispondente al suo nome.

    Ma in un paese corporativo quale l'Italia le leggi danno sempre ragione ai forti - si veda quant'è successo con le assicurazioni auto.

    Comunque, timbrificio.com è anche meglio, soprattutto dopo la notorietà acquisita dalla vicenda. Tirate le somme, Giorgio Armani s'è fatto una figuruccia e Luca Armani un po' di pubblicità.
    non+autenticato
  • > Trovando armani.it miracolosamente libero,
    > avrà pensato che registrarselo
    > potesse essere un'astuzia commerciale (e che
    > male c'è? Il commercio è anche
    > fatto di astuzie).
    non solo per Luca Armani pare
    > Avrà creduto, come avremmo creduto
    > tutti, di avere diritto al dominio
    > perché registrava per primo un
    > dominio corrispondente al suo nome.
    se mi chiamassi ferrari qualche dubbio mi verrebbe
    > Ma in un paese corporativo quale l'Italia le
    > leggi danno sempre ragione ai forti - si
    > veda quant'è successo con le
    > assicurazioni auto.
    in compenso a chi non piace è libero di migrare
    > Comunque, timbrificio.com è anche
    > meglio, soprattutto dopo la notorietà
    > acquisita dalla vicenda. Tirate le somme,
    > Giorgio Armani s'è fatto una
    > figuruccia e Luca Armani un po' di
    > pubblicità.
    non credo il loro fatturato ne abbia risentito,
    personalmente quando acquisto qualcosa non
    mi documento sulla moralità del venditore
    non+autenticato
  • > non credo il loro fatturato ne abbia
    > risentito,
    > personalmente quando acquisto qualcosa non
    > mi documento sulla moralità del
    > venditore

    Io invece scelgo con cura il mio fornitore.
    Dev'essere un ragazzotto bianco, di buona
    famiglia che spaccia solo ed esclusivamente
    per comprarsi il porche
    non+autenticato
  • > personalmente quando acquisto qualcosa non
    > mi documento sulla moralità del venditore

    E fai male. Ad esempio il marchio GAP appartiene a una famiglia che ha preso in appalto disboscamenti di foreste demaniali americane, e gli informati disertano tali prodotti.

    Certo che ad applicare tale principio con coerenza si finisce a vivere nei boschi come il sottoscritto.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)