SuSE Linux 7.3, un camaleonte per PowerPC

Il camaleonte di SuSE si mimetizza con la piattaforma PowerPC e si dichiara il più bello del reame. Novità sia per gli utenti business che home

Catelnuovo Rangone (Modena) - SuSE, il noto distributore europeo di sistemi operativi open source, ha annunciato la disponibilità di SuSE Linux 7.3 PowerPC Edition. Come dice il nome, questa edizione di SuSE Linux è ottimizzata per funzionare con i processori Motorola PowerPC.

SuSE Linux 7.3 PowerPC Edition offre una raccolta di 2000 software, su 8 CD, adatti a svariati usi, tra cui elaborazione di immagini, sicurezza, emulatori, strumenti di rete e soluzioni per l'e-commerce. SuSE sostiene di aver ulteriormente ottimizzato KDE 2.2.1 e di aver apportato miglioramenti al centro di controllo per organizzare le applicazioni in sezioni, quali archiviazione, grafica, publishing e rete.

L'azienda avrebbe poi portato sostanziali miglioramenti anche alla virtual machine MOL 0.9.60 (Mac on Linux) che consente l'uso di un MacOS con capacità di rete sotto Linux in modalità finestra o full-screen. La dotazione software include RealPlayer 8, Opera 5.0, Samba 2.2.1a e GNOME 1.4.1.
SuSE sostiene che grazie al nuovo kernel 2.4.12, che migliora la gestione della memoria, e le glibc 2.2.4, SuSE Linux 7.3 PowerPC Edition offre miglioramenti anche nel campo delle prestazioni, soprattutto per l'utilizzo in ambiente server.

Gli utenti home potranno invece apprezzare la gamma estesa di driver e il miglioramento del supporto USB: la capacità di rilevamento automatico dell'hardware, a detta di SuSE, è stata notevolmente estesa, includendo ulteriori componenti, quali lettori CD, che consentono allo strumento YaST2, di eseguire pressoché in automatico l'installazione e la connessione a periferiche ed Internet. Fra le altre novità, il maggior supporto alle schede TV (BTTV) e agli scanner.

La nuova release della distribuzione di SuSE adotta la versione 4.1 di XFree86 ed integra una nuova versione dello strumento per la configurazione grafica SaX2 (SuSE advanced X configuration) che, secondo l'azienda, agevola la configurazione della sezione video.

"La missione di SuSE Linux è di rendere Linux disponibile per tutte le piattaforme esistenti", ha dichiarato Robert Loos, Country Manager di SuSE Linux Italia. "Gli utenti Mac possono sfruttare tutti i vantaggi offerti dalle più recenti evoluzioni di Linux e continuare a utilizzare il proprio sistema Macintosh con le relative applicazioni. Tutti dovrebbero provare Linux".
5 Commenti alla Notizia SuSE Linux 7.3, un camaleonte per PowerPC
Ordina
  • Perché dovrei installarmi Linux sul mio Mac, se MacOS X funziona meglio e fa altrettanto meglio tutte le cose che fa Linux? (sicurezza, stabilità etc.)

    E, aggiungo, ha programmi veri di grafica e publishing?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Torpedine
    > Perché dovrei installarmi Linux sul mio Mac,
    > se MacOS X funziona meglio e fa altrettanto
    > meglio tutte le cose che fa Linux?
    > (sicurezza, stabilità etc.)
    Ha anche un compilatore C/C++?
    Probabilmente magari uno studio vorrebbe usare dei SW Opensource gratuiti senza pagare le rispettive licenze, dei quali su Mac non c'è alternativa.
    Ti faccio un esempio.
    Si stà sviluppando su SourceForge un programma chiamato Ardour, operante su Linux, per L'HD recording.
    Questo programma vorrebbe essere un'alternativa a ProTools, samplitude, ecc... ecc..
    Non nego che questi siano dei programmi stupendi, e su Mac vanno da dio.
    Però costano parecchi milioni di lire. Un modesto studio, può darsi che non abbia i mezzi per essere in regola. Ecco qui un esempio! (Anche se Ardour non è ancora finito).

    Inoltre, strumenti professionali per la gestione delle reti, su linux sono molto + sviluppati. Per questo non vedo il perchè del Mac, tranne che qualcuno non voglia spedere soldi x 2 computer, quando 1 solo, con un bel dual boot, risolve i problemi.

    In sintesi, quando hai bisogno di un qualche sw presente per linux che non esiste per Mac.

    > E, aggiungo, ha programmi veri di grafica e
    > publishing?
    Direi che "The Gimp" si può considerare quasi professionale, provare per credere. IMHO Meglio di Corel, ma peggio di Photoshop, che rimane inarrivabile, comunque direi che se uno non ha voglia di spendere soldi per Photoshop, Gimp è un'ottima alternativa, a meno che non si tratta di grafica per le stampe, nel qual caso, non si ha la gestione dei colori CMYK.
    Non per fare polemica. Il Mac è un'ottima macchina, ottimi programmi, e per un professionista è senz'altro un'ottima scelta.
    non+autenticato
  • Premetto che Mac OD X mi piace ed è l'unico motivo perché sono un probabile nuovo utente Mac.

    - Scritto da: Torpedine
    > Perché dovrei installarmi Linux sul mio Mac,
    > se MacOS X funziona meglio e fa altrettanto
    > meglio tutte le cose che fa Linux?
    > (sicurezza, stabilità etc.)

    Che funziona meglio deve ancora dimostrarlo: è troppo giovane.
    Che fa le stesse cose: ad esempio non può farmi girare GNOME, Galeon, Evolution e LyX. Soprattutto l'ultimo è un'applicazione a cui non posso assolutmente rinunciare. Dopo averlo provato non riesco più a separarmene. Per scrivere documentazione tecnica è il non plus ultra, se devi mettere gingillini qua e là, lascia stare ;o).

    > E, aggiungo, ha programmi veri di grafica e
    > publishing?

    Cosa in tendi per veri? ;o)
    Di publishing non credo, per la grafica c'è GIMP (anche se ormai ne avrai i maglioni pieni di sentirtelo dire...) che per molte persone è più che sufficiente (per tutti quelli che fanno grafica per il web, in pratica).
    non+autenticato
  • Sabato prox, al linux day a Trento sarà presente uno sviluppatore italiano che lavora per SuSe.
    Se trovate uno congelato fuori dalla porta, che aspetta l'apertura dal mattino presto, quello sarò io!!!

    Tnx LinuxTrent!!
    non+autenticato