Sklyarov, un hacker in attesa di giudizio

Il tribunale che giudica il programmatore russo ha deciso di rimandare la prossima udienza al 15 aprile, per consentire all'imputato una migliore difesa

Washington (USA) - Non è ancora conclusa l'odissea di Dmitry Sklyarov, il 27enne programmatore russo accusato, insieme all'azienda russa per cui lavorava, di aver cospirato per violare la legge americana sul copyright.

Il tribunale che lo giudica, e che lo ha rilasciato dopo 21 giorni di cella con una cauzione da 50mila dollari, ha stabilito che la prossima udienza del processo si terrà il 15 aprile del 2002. Un posticipo richiesto proprio dalla difesa di Sklyarov, che ha chiesto più tempo per poter adeguatamente tradurre una serie di documenti dal russo all'inglese e consentire dunque al programmatore di affrontare più serenamente il processo.

Sklyarov è l'autore di un sistema, "Advanced eBook Processor", capace tra le varie cose anche di bypassare le protezioni di copyright poste da Adobe sugli eBook realizzati con le proprie tecnologie. Il programmatore è accusato di aver tentato la commercializzazione del proprio software all'interno degli Stati Uniti, contravvenendo così alle disposizioni del Digital Millennium Copyright Act (DMCA), la recente legge che ha consentito ai produttori di scatenare una vera e propria crociata antipirateria, spesso attuata in modo violento ed esagerato. E della cosa si era resa conto la stessa Adobe che, dopo le numerosissime proteste per l'arresto di Sklyarov, aveva ritirato le proprie denunce. Ma era troppo tardi, perché il programmatore è accusato dalle autorità federali americane e, pur essendo un cittadino russo, ora rischia di rimanere decenni nelle carceri statunitensi.
I prossimi incontri tra gli avvocati del Dipartimento di Giustizia e i legali di Sklyarov avverranno a ridosso del processo per verificare la possibilità di individuare strade extragiudiziali di accordo. Come noto, il programmatore russo rischia addirittura 25 anni di carcere se venisse riconosciuto colpevole di tutti i capi di imputazione e non venissero concesse attenuanti.

Come si ricorderà, inoltre, il suo caso aveva sollevato nei mesi scorsi alcune frizioni tra il mondo IT russo e quello americano, come sottolineato dal ministro degli Esteri russo che aveva parlato di viaggi a rischio per gli smanettoni russi che si recano negli USA.
2 Commenti alla Notizia Sklyarov, un hacker in attesa di giudizio
Ordina

  • se succedesse ad un hacker statunitense non so, in Iran ... e venisse trattenuto ... io credo che scatterebbe un casino intergalattico.
    Li bombarderebbero fino alle orecchie, li rivolterebbero come calzini.

    "il paese delle libertà"

    bella merda.


    e al primo co_____ che mi viene a dire che sono contento perché gli hanno fatto l'attentato, sono disponibile a dargli il numero di un buon psicanalista.
    non+autenticato
  • Scusa ma non capisco bene il nesso tra "paese delle liberta'" e il fatto che il reato per il quale Dmitri e' imputato va contro una legge Statuniteste.

    Non e' che l' FBI sia andata a prelevarlo a Mosca affinche venisse processato in America. Dmitri e' stato pescato a Las Vegas e quindi e' stato arrestato senza calpestare alcun diritto.

    La DCMA e' valida solo negli States e nel qualcaso te la infrangessi ma rimarresti in Italia, l'unica cosa che gli States possono chiedere al governo Italiano e' l'estradizione. Non possono venire a prelevarti. Certo se te vai in America rischi di venir arrestato.

    Io non credo che sia in contraddizione con l'idea di Liberta'.

    Oltretutto mi sembra che tra i 18 occidentali arrestati in Afghanistan con l'accusa di diffondere la Cristianita', ci fossero anche degli Americani e nessuno in oltre due mesi aveva fatto nascere nessun tipo di casino intergalattico.

    Un paese ha la sovranita' sul proprio territorio ed e' quindi in pieno diritto di far rispettare le leggi da lui stesso fissate. Tali leggi si applicano a tutti senza fare distinzione di cittadinanza.

    Saluti

    - Scritto da: kasdkaskdasdak
    >
    > se succedesse ad un hacker statunitense non
    > so, in Iran ... e venisse trattenuto ... io
    > credo che scatterebbe un casino
    > intergalattico.
    > Li bombarderebbero fino alle orecchie, li
    > rivolterebbero come calzini.
    >
    > "il paese delle libertà"
    >
    > bella merda.
    >
    >
    > e al primo co_____ che mi viene a dire che
    > sono contento perché gli hanno fatto
    > l'attentato, sono disponibile a dargli il
    > numero di un buon psicanalista.
    non+autenticato