DDoS scagliati contro BitTorrent

Ignoti gli autori di un attacco che ha preso di mira alcuni server chiave per il funzionamento del celebre sistema di sharing del download. Che però ha nove vite

Roma - Si va normalizzando in queste ore una situazione che per due giorni ha allarmato non poco: una serie di aggressioni distribuite via internet hanno messo infatti in seria difficoltà alcuni nodi centrali nel funzionamento e nell'utilizzo di BitTorrent, il celebre software che consente di condividere il download.

A lanciare l'allarme dopo essere finiti nel mirino di un attacco DDoS (Distributed Denial-of-Service) sono stati quelli di LokiTorrent che in una nota hanno spiegato la situazione. "Abbiamo subito un massiccio attacco DDoS - vi si legge - che solo oggi è andato avanti per quasi 10 ore. Non sembra che soltanto noi siamo stati l'obiettivo dell'attacco, altri siti torrent sono caduti". Come LinkTorrent hanno avuto problemi altri siti, ad esempio MuffTorrent.

Dell'aggressione al momento, come spesso capita in questi casi, si sa poco e le speculazioni abbondano. Come noto, questo genere di attacchi sono spesso scagliati attraverso molti o moltissimi computer connessi ad internet e gestiti da remoto dagli autori dell'attacco. Ciascun PC, perlopiù infettato con cavalli di troia che aprono backdoor di accesso ai cracker, diventa così una pistola telematica con cui sparare ai server presi nel mirino. La finalità degli attacchi è moltiplicare gli "spari" il più possibile per rendere inservibili o inaccessibili servizi e siti web, creando non pochi problemi tecnici a chi subisce l'attacco.
"Il fatto che noi si sia di nuovo operativi - hanno spiegato quelli di LokiTorrent - non significa che questi attacchi non possano ripetersi, ma almeno significa che abbiamo preso una serie di misure per prevenire future aggressioni".

La gravità di questo genere di aggressioni contro BitTorrent è dovuta al fatto che il suo funzionamento è in parte legato a server centrali che ne dirigono il traffico, in pratica indicando a ciascun "peer" dove dirigersi per catturare le porzioni o l'intero file ricercato. Una limitazione notevole che però potrebbe presto essere superata. Quelli di Suprnova.org, infatti, stanno mettendo a punto Exeem: dovrebbe trasformare in nodi di tracking ogni peer, dando quindi a ciascun file in download una valenza del tutto nuova. I dettagli sono ancora scarsissimi ma il potenziale di Exeem sembra molto elevato, sia per risolvere alcuni dei problemi riscontrati dagli utenti nell'uso di BitTorrent, sia per rendere il suo funzionamento immune da aggressioni del tipo registrato nelle scorse ore.
31 Commenti alla Notizia DDoS scagliati contro BitTorrent
Ordina
  • Qualcuno può darmi il link per Exeem? Sono curioso di vedere il funzionamento, anche perchè secondo me è una boiata tipo Ants o Mute.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno può darmi il link per Exeem?
    > Sono curioso di vedere il funzionamento,
    > anche perchè secondo me è una
    > boiata tipo Ants o Mute.

    E' in beta, per ora 5000 beta tester e basta
    possono usarlo. Ma appena pronto, non avrai
    bisogno di cercarlo, perche' sostituira'
    la home page di Suprnova.

    E non e' affatto una boiata come Ants e Mute,
    ma e' semplicemente un client bittorrent come
    Torrentstorm o Azureus, solo che ha un tracker
    incorporato e decentralizzato, cioe' in sostanza
    in piu' c'e' l'opzione search per categoria
    (le categorie saranno le stesse di Suprnova,
    con in piu' il porno a quanto pare...).

    In pratica, ci saranno solo due vantaggi:

    1) tracker decentralizzato e locale, quindi
         mooolto piu' veloce di quello di Suprnova
         (niente piu' down o rallentamenti, ne'
        attacchi della RIAA/MPAA).

    2) Tutti potranno condividere i propri files
         via torrents con un click, invece di
         dover seguire le procedure complesse
         di posting del torrent che c'erano su Suprnova.

    E soprattutto, nessuno svantaggio rispetto
    al bittorrent attuale. Quindi non credo che
    nessuno ci pensera' due volte a passare
    ad Exeem.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 2) Tutti potranno condividere i propri
    > files
    >     via torrents con un
    > click, invece di
    >     dover seguire le
    > procedure complesse
    >     di posting del
    > torrent che c'erano su Suprnova.
    Se quanto dici è vero ( spero d'aver capito bene ... ), la velocità di cui è tanto famoso BitTorrent calerà drasticamenteA bocca aperta
    A meno chè gli utenti non continuino a toglere immediatamente dallo share i file che hanno scaricato ( e cmq non basterà ... )

  • - Scritto da: HostFat
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > 2) Tutti potranno condividere i propri
    > > files
    > >     via torrents
    > con un
    > > click, invece di
    > >     dover seguire
    > le
    > > procedure complesse
    > >     di posting del
    > > torrent che c'erano su Suprnova.
    > Se quanto dici è vero ( spero d'aver
    > capito bene ... ), la velocità di cui
    > è tanto famoso BitTorrent
    > calerà drasticamenteA bocca aperta
    > A meno chè gli utenti non continuino
    > a toglere immediatamente dallo share i file
    > che hanno scaricato ( e cmq non
    > basterà ... )

    Non è così
    non+autenticato

  • Exeem e bittorrent non sono anonimi e non hanno nulla a che fare con mute ed ants.
    Quelli che tu chiami boiate sono gli unici programmi che potranno difenderti quando le major inizieranno a fare sul serio.

    - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno può darmi il link per Exeem?
    > Sono curioso di vedere il funzionamento,
    > anche perchè secondo me è una
    > boiata tipo Ants o Mute.
    non+autenticato
  • Visto i tempi che corrono il fatto che tu ti esprima in questi termini verso chi sta cercando una strada per garantire la sopravvivenza del p2p non è certo una gran cosa...
    Se ritieni a priori che sia una boiata come scrivi poi non capisco perchè tu sia alla ricerca di un link... per cosa ? per avvalorare la tua tesi ?
    Poi se pensi di poter fare di meglio non hai che dimostrarlo...

    - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno può darmi il link per Exeem?
    > Sono curioso di vedere il funzionamento,
    > anche perchè secondo me è una
    > boiata tipo Ants o Mute.
    non+autenticato
  • BitTorrent => Peer2Peer => Scaricatori a sbafo
    Ben venga il DDOS
    non+autenticato
  • teorema:
    troll-rompitasche-torna a fare quello che stavi facendo 1 secondo prima di scrivere
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > teorema:
    > troll-rompitasche-torna a fare quello che
    > stavi facendo 1 secondo prima di scrivere

    rimboccarmi le natiche?
    non+autenticato
  • Eccoli, i sapientoni!

    COME SIETE BRAVI MA FATELO VOI UN PROGRAMMA PEER-TO-PEER invece di fare gli sbòroni.

    In realtà sapete solo cliccare col mouse ed a malapena riuscite a scaricare files e volete sputare sentenze?

    Fate pena. Davvero.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > BitTorrent => Peer2Peer => Scaricatori
    > a sbafo
    > Ben venga il DDOS

    Senti ciccino, se bisogna ragionare come te allora esseri umani=> virus (hanno infettato la terra)=> da sterminare. (matrix docet).
    Quando c'è il torrent io lo uso per fare prima e pesare meno sui server. Vedi iso linux e altri programmi (LEGALI) distribuiti dalle relative software house.
    BT è solo una tecnologia come i coltelli le pistole le auto etc. ma la meno dannosa, a mio avviso, rispetto alle tre che ho nominato.
    non+autenticato
  • perche' non integrare bittorrent nel browser?
    mi spiego... bt scarica un file descrittivo della risorsa e dei chunk, poi si collega ad un tracker che gli fornisce i nodi seed e i leech. un nodo seed e' quello del sito stesso, che quindi non vedrebbe cambiare nulla dal punto di vista pratico. Prima aveva il file pippo sul server, ora ce l'ha ancora sul server seed. se pero' qualcun altro sta scaricando contemporaneamente lo stesso file, puo' prendere la banda in upload e diminuire il carico server.
    il browser lascia aperto il download finche' resta attivo (come fa ora ogni client bt) oppure fino a quando un certo ratio e' stato stabilito (a scelta dell'utente) ovvio che se imposta il ratio a zero, ricevera' anche molto lentamente. come gia' succede oggi...

    non+autenticato

  • - Scritto da: munehiro
    > perche' non integrare bittorrent nel browser?
    > mi spiego... bt scarica un file descrittivo
    > della risorsa e dei chunk, poi si collega ad
    > un tracker che gli fornisce i nodi seed e i
    > leech. un nodo seed e' quello del sito
    > stesso, che quindi non vedrebbe cambiare
    > nulla dal punto di vista pratico. Prima
    > aveva il file pippo sul server, ora ce l'ha
    > ancora sul server seed. se pero' qualcun
    > altro sta scaricando contemporaneamente lo
    > stesso file, puo' prendere la banda in
    > upload e diminuire il carico server.
    > il browser lascia aperto il download finche'
    > resta attivo (come fa ora ogni client bt)
    > oppure fino a quando un certo ratio e' stato
    > stabilito (a scelta dell'utente) ovvio che
    > se imposta il ratio a zero, ricevera' anche
    > molto lentamente. come gia' succede oggi...
    >


    Per ora hanno fatto questa cosa:
    http://www.blogtorrent.com/how_it_works.php
    non+autenticato

  • - Scritto da: munehiro
    > perche' non integrare bittorrent nel browser?

    Perché integrarcelo? Un browser serve a navigare, non a scaricare.

  • Il gruppo che sta dietro SuprNova.org e
    di altri famosi siti torrents ha gia' da tempo
    capito che la guerra di RIAA e MPAA a
    colpi di DDOS sara' troppo dura da sostenere.

    E per questo ha sfoderato il piu' ambizioso
    progetto mai concepito per il mondo P2P:

    Exeem: Il primo client Bittorrent Decentralizzato

    http://slashdot.org/articles/04/12/02/2016244.shtm...
    http://www.slyck.com/news.php?story=616

    Exeem sara' come la rete Kadu di eMule, ma per
    i torrent, e sostituira' completamente il sito
    di SuprNova poiche' il tracker diventera' esso
    stesso distribuito tra gli utenti Exeem, in modo
    che nessuno potra' mai buttarlo giu', e sara'
    possibile fare ricerche su tutti i torrent esistenti.
    Inoltre chiunque con un semplice drag and drop potra'
    condividere nuovi files in formato torrent come si
    fa con eMule o Kazaa, rendendo la diffusione
    di files ancora piu' massiccia.

    Per chi condivide files legali, come software Linux,
    e' una notizia fantastica, ma dal punto di
    vista delle multinazionali e del materiale coperto
    da copyright potrebbe essere il colpo definitivo
    al concetto di proprieta' intellettuale (l'ultima
    mazzata era stato il recente WEBCACHE mod
    per eMule che ha praticamente dimezzatto i tempi di
    scaricamento e snellito il grosso del traffico
    per i provider).

    Qui ci sono delle foto di Exeem in azione:
    http://www.shareadictos.com/ftopict-9976.html
    non+autenticato

  • A giudicare dal numero di peers segnalato
    su Suprnova, il giorno che entrera' in funzione
    sara' il primo client p2p con 12 milioni di utenti
    simultanei!! Praticamente eMule e Kazaa con
    i loro miseri 2 milioni e qualcosa verranno presto
    dimenticati...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > A giudicare dal numero di peers segnalato
    > su Suprnova, il giorno che entrera' in
    > funzione
    > sara' il primo client p2p con 12 milioni di
    > utenti
    > simultanei!! Praticamente eMule e Kazaa con
    > i loro miseri 2 milioni e qualcosa verranno
    > presto
    > dimenticati...

    Chissà se funzionerà con fastweb visto che praticamente ogni client diventa tracker e un tracker dietro NAT non è visibile all'esterno.
    E poi ci sarà una versione anche per linux?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > A giudicare dal numero di peers segnalato
    > su Suprnova, il giorno che entrera' in
    > funzione
    > sara' il primo client p2p con 12 milioni di
    > utenti
    > simultanei!! Praticamente eMule e Kazaa con
    > i loro miseri 2 milioni e qualcosa verranno
    > presto
    > dimenticati...

    Non credo, ogni utente puo' essere collegato a piu' torrents contemporaneamente, e quindi conteggiato piu' volte come peer
    Funz
    12995

  • - Scritto da: Anonimo



    >
    > Per chi condivide files legali, come
    > software Linux,
    > e' una notizia fantastica,
    ????
    secondo te la RIAA o la MPAA attaccanop tramite DDOs il sito di debian o quello di redhat ? ma fammi il piacere ..
    >ma dal punto di
    > vista delle multinazionali e del materiale
    > coperto
    > da copyright potrebbe essere il colpo
    > definitivo
    > al concetto di proprieta' intellettuale
    > (l'ultima
    > mazzata era stato il recente WEBCACHE mod
    > per eMule che ha praticamente dimezzatto i
    > tempi di
    > scaricamento e snellito il grosso del
    > traffico
    > per i provider).
    >
    il solito scroccone ...
    non+autenticato

  • > > Per chi condivide files legali, come
    > > software Linux,
    > > e' una notizia fantastica,
    > ????
    > secondo te la RIAA o la MPAA attaccanop
    > tramite DDOs il sito di debian o quello di
    > redhat ? ma fammi il piacere ..
    > >ma dal punto di
    > > vista delle multinazionali e del
    > materiale
    > > coperto
    > > da copyright potrebbe essere il colpo
    > > definitivo
    > > al concetto di proprieta' intellettuale
    > > (l'ultima
    > > mazzata era stato il recente WEBCACHE
    > mod
    > > per eMule che ha praticamente
    > dimezzatto i
    > > tempi di
    > > scaricamento e snellito il grosso del
    > > traffico
    > > per i provider).
    > >


    > il solito scroccone ...

    Hai detto la tua, bravo, ora puoi andare a dormire...
    non+autenticato
  • Il torrent e' uno dei modi piu' semplici per farsi beccare dalle major perche' i download avvengono in strette cerchie di 10-100 persone e alla riaa basta avviare un download per vedere gli ip degli altri peer. Decentralizzarlo non servira' a nulla.
    Il futuro del p2p e' nelle reti anonime o pseudotali, come quella di winny, mute e ants.

    Per quanto riguarda la webcache dire che ha dimezzato i tempi mi sembra quantomeno esagerato, per ora incide minimamente e solo su file molto famosi, ad esempio nelle mie statistiche solo lo 0.2% dei dati sono arrivati dalla webcache, una miseria.

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > Il gruppo che sta dietro SuprNova.org e
    > di altri famosi siti torrents ha gia' da
    > tempo
    > capito che la guerra di RIAA e MPAA a
    > colpi di DDOS sara' troppo dura da
    > sostenere.
    >
    > (l'ultima
    > mazzata era stato il recente WEBCACHE mod
    > per eMule che ha praticamente dimezzatto i
    > tempi di
    > scaricamento e snellito il grosso del
    > traffico
    > per i provider).
    >
    > Qui ci sono delle foto di Exeem in azione:
    > www.shareadictos.com/ftopict-9976.html
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il torrent e' uno dei modi piu' semplici per
    > farsi beccare dalle major perche' i download
    > avvengono in strette cerchie di 10-100
    > persone e alla riaa basta avviare un
    > download per vedere gli ip degli altri peer.
    > Decentralizzarlo non servira' a nulla.
    > Il futuro del p2p e' nelle reti anonime o
    > pseudotali, come quella di winny, mute e
    > ants.

    Si è visto in giappone il "futuro"
    non+autenticato
  • saranno stati quelli dell industrie di caffè o....

    ... si sono suicidati ?

    mah...

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)