Digitale terrestre, cosa pagano i cittadini?

Un emendamento alla Finanziaria presentato al Senato riprende la richiesta delle emittenti indipendenti: no ai contributi pubblici per l'acquisto dei decoder. Ma il Governo presenta il canale DTT della PA

Roma - Il finanziamento pubblico all'acquisto dei decoder per la ricezione del segnale della televisione digitale terrestre (DTT) non piace alle piccole imprese radio-televisive che, nelle scorse ore, hanno ottenuto anche l'appoggio di numerosi senatori.

Proprio oggi, infatti, è prevista la discussione in Senato di quell'articolo della Finanziaria 2005 che intende destinare 110 milioni di euro all'acquisto dei decoder (30 milioni quelli stanziati dallo stesso articolo per l'ADSL). "Un bonus - si legge in una nota diffusa dal Network Televisivo Italiano (NTI) - iniquo e diseducativo" che rappresenta "un inutile spreco di danaro pubblico".

Secondo NTI il finanziamento è iniquo in quanto "consentirebbe la conversione in digitale di solo il 2,63 per cento dei televisori esistenti in Italia su un parco di circa 59 milioni di apparecchi, dei quali 53.750.000 posseduti dalle famiglie e 5.250.000 da altri soggetti". Questo significa che alla fine del 2006, quando dovrà cessare il servizio analogico, tutti i non-beneficiati si troveranno dinanzi a spese nuove "come già accaduto - insiste NTI - con il precedente bonus statale dei 150 euro per l'acquisto di un decoder in Italia allorché sulle piazze europee identici decoder venivano venduti tra i 75 ed i 90 euro". E sarebbe anche diseducativo perché turba la concorrenza e "induce il consumatore a pensare che per godere delle innovazioni tecnologiche occorre attendere i bonus statali".
La proposta delle emittenti locali è che si impieghino i 110 milioni di euro in tecnologia trasmissiva televisiva (DVB-T) e radiofonica (DAB-T) e nel sostegno all'aggiornamento delle emittenti locali, "che com'è noto rastrellano appena il 4,5% delle risorse pubblicitarie del mercato radiotelevisivo".

Ed è proprio questo ciò che prevede l'emendamento presentato da numerosi senatori dell'opposizione, tra cui Mauro Fabris (Udeur) e Fiorello Cortiana (Verdi), un emendamento già apprezzato dalla REA, l'associazione delle radiotelevisioni europee, che per bocca del suo presidente Antonio Diomede lo ha definito essenziale per dare "un sostanziale impulso allo sviluppo del digitale terrestre partendo proprio dal rafforzamento di quei soggetti radiotelevisivi locali che dovranno passare al digitale entro il 31.12.2006 - a pena di revoca della concessione - e quindi convertire anche la produzione dei contenuti in digitale".

Diomede ha anche sottolineato come "a nulla servirebbe omaggiare una piccolissima parte dei cittadini italiani di un decoder per fruire del digitale terrestre, che è bene ricordare è ancora in una fase solo sperimentale, se poi non vi sono emittenti che trasmettono in digitale o peggio non vi sono contenuti interattivi e di qualità, così si correrebbe solo il rischio di generare cittadini di classe A che vedranno solo la tv digitale a partire dal 2006 e cittadini di classe B che non vedranno più nulla e dovranno aspettare di vincere la lotteria del decoder per poter accedere ai diritti costituzionali dell'art. 21".
TAG: italia
83 Commenti alla Notizia Digitale terrestre, cosa pagano i cittadini?
Ordina
  • E' sorprendente vedere come la Rai, TV di Stato in via di privatizzazione (e vedremo in che mani andrà!) sia corsa nella persona del suo DG Cattaneo dal Presidente della camera dei Deputati on. Casini a presentare con tanta enfasi e pompa magna la TV Digitale (omaggiandolo di un decoder), con tanto di telecamere al seguito (servizio passato sul TG1 delle 13:30 di oggi) ma le immagini del servizio del TG nazionale che si sono viste e che presentavano la cerimonia, mostravano, inquadrando il video della Tv posta difronte alla qualificata platea, che in esso vi era poco più di una paginetta internet con quel francolollo di video (che dovrebbe essere la TV interattiva) e notiziona sensazionale (veramente di interesse per passare su un TG nazionale in sostituzione di fatti ben più gravi o di interesse per il cittadino-utente ed elettore) si potrà vedere la situazione della propria pensione. Peccato che tale servizio sia già disponibile in internet sui siti degli enti preposti alla corresponsione della pensione agli aventi diritto. Diciamocela tutta se il Digitale Terrestre è per adesso solo un accesso ad internet (e neppure gratis) tramite il televisore.... bhè ci aveva già pensato un certo Virgilio De Giovanni con freedomland....

    ... ma il contributo per il decoder non deve essere dato per decoder che permettono l'interattività gratuita.... allora non si dovrebbe pagare la connessione telefonica .....


    non+autenticato
  • ...tanta tecnologia sprecata per vedere la De Filippi, Costanzo, Fede e la Venier !!!
    Negli USA quando sono passati alla piattaforma digitale sono passati alla TV ad alta definizione con suono in dolby digital etc etc.
    Quì a malapena trasmettono stereo.
    Mi dispiace ma io aspetto il 2006 per acquistare un monitor e non pagare più alcun canone!
  • Punto Infomratiko non si smentisce e non perde occasione per farsi portavoce della planetaria critica al governo Berlusca
    e perdendo di vista due grandi vantaggi del digitale terrestre:

    1) SKY e i padroni dei satelliti se la prendono al ****;

    2) finisce l'era della parabola selvaggia piantata addirittura sulle insegne dei negozi; uno scempio vietato dalla legge ma poi cassato dai giudici in nome della libertà di informazione..... e l'inquinamento estetico dove lo mettiamo, cari paladini oppositori!?


    ah bella poi la menata del digital divide per le connessioni internet, e pedissequo tormentone: "era meglio dare in contributi alle attivazioni adsl"........ ma provate a fare un censimento: sapete a quante persone di internet non gli ne può fregar di meno e preferisocno potersi godere la TV!?!?!


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Punto Infomratiko non si smentisce e non
    > perde occasione per farsi portavoce della
    > planetaria critica al governo Berlusca
    > e perdendo di vista due grandi vantaggi del
    > digitale terrestre:
    >
    > 1) SKY e i padroni dei satelliti se la
    > prendono al ****;


    SKY non obbliga nessuno a sottoscrivere un abbonamento e a installare una parabola.


    >
    > 2) finisce l'era della parabola selvaggia
    > piantata addirittura sulle insegne dei
    > negozi;

    E inizia l'era della TV a pagamento tout court.
    Sei veramente un genio......




    uno scempio vietato dalla legge ma
    > poi cassato dai giudici in nome della
    > libertà di informazione..... e
    > l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
    > cari paladini oppositori!?
    >


    La legge "vieterebbe" anche la corruzione di giudici e l'evasione delle tasse, per non parlare dell'associazione a delinquere.....
    Scusa, genio, come si chiamava quel primo ministro che IN BARBA ALLA LEGGE ITALIANA ha concesso al suo amichetto basso e pelato le frequenze per ammorbare tutta Italia con le sue TV spazzatura? Bettino........?????

    >
    > ah bella poi la menata del digital divide
    > per le connessioni internet, e pedissequo
    > tormentone: "era meglio dare in contributi
    > alle attivazioni adsl"........ ma provate a
    > fare un censimento: sapete a quante persone
    > di internet non gli ne può fregar di
    > meno e preferisocno potersi godere la
    > TV!?!?!
    >

    Possibilmente senza essere dissanguate per "servizi" che non useranno mai ma che pagheranno comunque.

    Si, sei veramente un genio....o un cret*in0: decidi tu.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Punto Infomratiko non si smentisce e non
    > perde occasione per farsi portavoce della
    > planetaria critica al governo Berlusca
    > e perdendo di vista due grandi vantaggi del
    > digitale terrestre:
    >
    > 1) SKY e i padroni dei satelliti se la
    > prendono al ****;

    SKY e' consociata con RAI e Mediaset

    >
    > 2) finisce l'era della parabola selvaggia
    > piantata addirittura sulle insegne dei
    > negozi; uno scempio vietato dalla legge ma
    > poi cassato dai giudici in nome della
    > libertà di informazione..... e
    > l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
    > cari paladini oppositori!?

    Le antenne del digitale terrestre sono ugualia quelle della
    tv Normale ...
    ergo IMHO sono Più BRUTTE di una parabola ...
    Meglio il cavo da questo punto di vista

    >
    >
    > ah bella poi la menata del digital divide
    > per le connessioni internet, e pedissequo
    > tormentone: "era meglio dare in contributi
    > alle attivazioni adsl"........ ma provate a
    > fare un censimento: sapete a quante persone
    > di internet non gli ne può fregar di
    > meno e preferisocno potersi godere la
    > TV!?!?!
    >
    >

    zzi loro ...
    c'e' Fasweb che li aiuta !!!


    Internet serve anche a far progredire il paese ...
    o vuoi un'italia che ultima ruota del carro dal punto di vista informatico !!

    Saluti
    AnelloAlNasoSvegliaAlGollo
    non+autenticato
  • Questo commento te lo potevi proprio risparmiare.
    Per quanto riguarda il digital divide hanno ragione a dire che questi soldi sarebbe stato meglio investirli per risolvere questo problema, infatti se è vero che a molti di internet non frega niente è vero che internet è diventato di una importanza assoluta a livello di P.A. e sopratutto per le aziende che si trovano a competere con un 56K con chi in francia ha 8mbit a 14 eruo al mese. Poi secondo te perchè in tutti gli altri paesi europei tutti hanno già o avranno nel 2006 il 100% della copertura ADSL Te la sei fatta questa domanda?? Forse perchè l'ADSL è molto più importante del digitale terrestre.
    La copertura totale verrà raggiunta grazie al WI-FI che il nostro "Genio" di ministro Gasparri ha bloccato con una normativa assurda non presente in nessun altro paese europeo. Il Berlusca stranamente si è comprato i diritti in chiaro delle partite di calcio ti credo che vogliono che il digitale terrestre si sviluppi inoltre questi diritti fanno gola anche al miglior amico del berlusca tronchetti provera che vorrebbe acquistarli per poi metterli su rosso alice da questo si capisce anche la legge contro il Wi-Fi che avrebbe consentito la liberalizzazione dell'ultimo miglio e quindi gravi perdite per telecom(tronchetti provera) che non avrebbe + potuto succhiare il sangue agli utenti con il canone telefonico e canone adsl più alti d'europa, e il cerchio è chiuso





    - Scritto da: Anonimo
    > Punto Infomratiko non si smentisce e non
    > perde occasione per farsi portavoce della
    > planetaria critica al governo Berlusca
    > e perdendo di vista due grandi vantaggi del
    > digitale terrestre:
    >
    > 1) SKY e i padroni dei satelliti se la
    > prendono al ****;
    >
    > 2) finisce l'era della parabola selvaggia
    > piantata addirittura sulle insegne dei
    > negozi; uno scempio vietato dalla legge ma
    > poi cassato dai giudici in nome della
    > libertà di informazione..... e
    > l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
    > cari paladini oppositori!?
    >
    >
    > ah bella poi la menata del digital divide
    > per le connessioni internet, e pedissequo
    > tormentone: "era meglio dare in contributi
    > alle attivazioni adsl"........ ma provate a
    > fare un censimento: sapete a quante persone
    > di internet non gli ne può fregar di
    > meno e preferisocno potersi godere la
    > TV!?!?!
    >
    >
    non+autenticato
  • come tutti abbiamo imparato con il cd, e il dvd in rapporto a cassette e videocassette, con questi mezzi digitali o vedi o non vedi ... non c'è speranza che si veda "un po'".

    e questo è un disastro!!!

    pensateci un po' ... non pensate solo ad un posto al sole e a tomcruisenicolekidman csi e.r. ...

    pensate all'informazione o alla satira ...

    20 secondi di rumore e non vedete niente ...

    tric... e censuri ...

    hop ... ed è invisibile ....
    non+autenticato
  • già la censura.... poi diranno che è stato solo un piccolo e trascurabile problema tecnico.... vallo a dimostrare!
    non+autenticato
  • il digitale terrestre è facilmente oscurabile, non è un broadcast vero e proprio.


    lascio a voi pensare come mai vogliano far SPARIRE l'analogico ...


    ma vi rendete conto che non avrete più la tv?
    non+autenticato
  • legga la lettera di licio gelli ai fratelli Pidduisti e capirà molte cose su come si devono controllare anche i mezzi d'informazione per detenere e mantenere il potere assoluto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)