Speciale/ Thunderbird spiega le ali

Dopo poco meno di due anni di sviluppo, Mozilla Foundation ha partorito la prima versione matura di Thunderbird, un client e-mail progettato come compagno ideale di Firefox e come alternativa open source ad Outlook Express

Mountain View (USA) - A meno di un mese di distanza dal lancio di Firefox 1.0, Mozilla Foundation ha rilasciato la versione 1.0 di Thunderbird, programma di posta elettronica che i suoi creatori definiscono "il compagno ideale di Firefox".

Se con Firefox la comunità di sviluppo di Mozilla.org ha rilanciato la propria sfida ad Internet Explorer, con Thunderbird la stessa comunità ha voluto creare un client e-mail e newsgroup stand alone capace di proporsi come alternativa ad Outlook Express. L'obiettivo è quello di rivaleggiare con la facilità d'uso del client di Microsoft pur senza rinunciare a molte delle funzionalità più avanzate incluse, ad esempio, nello storico Eudora.

Frutto di un progetto avviato all'inizio del 2003, Thunderbird rappresenta, insieme a Firefox, il tentativo della Foundation di ovviare alla pesantezza e alla scarsa flessibilità che, con il tempo, hanno finito per caratterizzare la monolitica Mozilla Suite: a dispetto di questa, che come noto include in un singolo programma funzionalità di navigazione, messaggistica e chat, Thunderbird e Firefox sono applicazioni autonome e specializzate, votate maggiormente alla leggerezza e alla modularità. Tutto ciò che le due applicazioni non includono nativamente può essere sviluppato da terze parti e reso disponibile agli utenti sotto forma di "estensioni", ossia di plug-in scaricabili e installabili dal Web con un clic del mouse.
Thunderbird rappresenta una profonda riscrittura del vecchio Mozilla Mail ma, rispetto al proprio predecessore, utilizza un'interfaccia scritta con il linguaggio XUL, lo stesso adottato in Firefox. L'interfaccia grafica, che supporta i temi, è stata studiata per mettere a proprio agio anche gli utenti che provengono da OE/Outlook, questo grazie soprattutto all'adozione del classico layout (uno dei tre disponibili) a tre riquadri (messaggi, anteprima, mailbox), e alla scelta di una disposizione dei menù e delle icone non troppo dissimile da quella dei client di Microsoft.

Per facilitare ulteriormente la migrazione da OE, Thunderbird ha recentemente introdotto la possibilità di utilizzare una sola mailbox per differenti account: in questo modo, proprio come succede in OE, le e-mail di tutti gli account vengono archiviate in una singola cartella "globale". Thunderbird è inoltre in grado di importare la rubrica, i messaggi e le impostazioni di OE, Outlook e Eudora.

Fra le funzionalità più in vista del giovane client open source c'è un lettore di feed RSS, una modalità di funzionamento off-line, un filtro antispam bayesiano e un generatore di filtri generici. Uno dei fiori all'occhiello di Thunderbird è rappresentato dalle sofisticate funzionalità di ricerca dei messaggi, che permettono, fra le altre cose, di salvare il risultato di una ricerca in una cartella e di raggruppare le e-mail in base ad attributi come data e mittente. Il client supporta poi tutte le principali funzioni di sicurezza, tra cui crittografia, firma digitale, certificati, gestione delle password e aggiornamento automatico del software. Sempre sul lato della sicurezza e della privacy, si segnala come il programma blocchi automaticamente il caricamento degli script e delle immagini contenute all'interno delle e-mail. Gli autori sottolineano poi come Thunderbird, utilizzando il motore di rendering HTML di Mozilla, sia immune dalle vulnerabilità di OE e IE.

Mancano invece del tutto, in Thunderbird, le funzionalità di agenda e calendario presenti, ad esempio, in Outlook o nel suo "clone" open source Evolution. Ma a questo la comunità di sviluppatori volontari di Mozilla.org sta già ovviando: ecco come.
228 Commenti alla Notizia Speciale/ Thunderbird spiega le ali
Ordina
  • Semplicemente dico la mia:

    O.E.:

    Punti a favore:
    - Intuitivo
    - "Classico" (chi non l'ha mai usato?)
    - Preinstallato, quindi precotto per il niubbo di turno
    Punti a sfavore:
    - Non open source
    - Poco sicuro
    - Troppo bacoso


    Firefox
    Punti a favore:
    - Open source
    - Sicuro (almeno sembra)
    - Alcune funzionalità meglio concepite (vedi multi account e ricerca)
    Punti a sfavore:
    - Ancora troppo immaturo (diverse cose fanno irritare: perché non mi dici quanti kb di posta devo scaricare mentre che la scarico? un popup tipo quello di O.E. che mi informa mica guarsta!)
    - Non proprio per niubbi (alcune funzioni sono un po' macchinose)
    - Nome impronunciabile (Tanderberd... tunderberd... tanderbird... come cavolo si pronuncia?!?!?!)Occhiolino

    Ad ogni modo sono fiducioso in thunderbird come lo fui per firefox... i.e. è sparito dalla mia vita e da quella dei miei amici, thunderbird è una settimanella che lo sto provando e, se continua così, prenderà il posto di outlook express (meno roba microsoft ho su HDD, tra l'altro, meglio sto... giusto win xp per compatibilità...)
  • Qualcuno sa aiutarmi? Sono passato da TB 0.9 a 1.0 tutto ok e funzionante, ma stamattina...sparite mail e account. La casella mail l'ho ritrovata e modificando i file profils.js sono riuscito a recuperarla, ma le impostazioni di account no! Come posso fare, premesso che non le conosco in quanto inserite dal mio amm.re di sistema? Le ho perse definitivamente?
    non+autenticato
  • provo a spiegare

    se io importo gli account da mozilla (come ho fatto), gli account mi vengono creati in maniera ben distinta tra di loro.

    ogni account ha direttamente una sua cartella fuori da quella "local folders" ed ogni account contiene al suo interno le varie cartelle "inbox", "unsent", .......

    se invece creo un nuovo account da thunderbird, questo mi viene creato ed inserito nella cartella "local folder", posso al limite creare delle sottocartelle e con dei filtri spostare i messaggi nelle varie cartelle.

    io invece vorrei creare una cosa diversa, avete in mente se impostate due account a NG, vengono creati due ramificazioni diverse, una per ciascun NG, vorrei fare una cosa simile anche per gli account di posta, possibilmente senza passare da mozilla per poi importare.

    spero sia chiaro.

    ciao e grazie.
  • teoricamente dovrebbe essere il parametro "sent folder on", presente nella pagina "copies and folders", pero' non so come creare un folder nalla "radice" di TB.


    ciao
  • Quando crei un nuovo account, alla terza finestra di dialogo devi spuntare la checkbox in basso, (che di default è checcata per ottenere impostazioni piu' simili ad outlook) per ottenere un account totalmente separato dagli altri.
    Ciao, dilox

  • - Scritto da: dilox
    > Quando crei un nuovo account, alla terza
    > finestra di dialogo devi spuntare la
    > checkbox in basso, (che di default è
    > checcata per ottenere impostazioni piu'
    > simili ad outlook) per ottenere un account
    > totalmente separato dagli altri.
    > Ciao, dilox

    grazie, devo dirti che non l'avevo mai visto Triste.


    ciao


    p.s. sbaglio o prima il quiting non veniva diviso con colori diversi senza un plug aggiuntivo, cosa che ora fa (colora in modo diverso la linea a sinistra).



  • Come da titolo.

    Già ho salutato tempo fà Internet Explorer per passare a Opera (ma uso anche Firefox per i download), adesso saluto anche Outlook Express.
    non+autenticato
  • Ecco qui uno screenshot del problema
    http://img89.exs.cx/img89/9945/tb4jj.gif

    L'header completo della 1° mail

    Return-Path:
    Received: from yyyyyyyyyy (x.y.z.t) by vvvvvvvvvv; 3 Dec 2000 19:55:07 +0100
    Received: from zzzzzzzzzz (x.y.z.t) by yyyyyyyyyy; 3 Dec 2000 19:55:41 +0100
    Received: from tttttttttt (x.y.y.t) by zzzzzzzzzz; 3 Dec 2000 19:49:26 +0100
    Content-Transfer-Encoding: 8bit
    Message-ID: (added by zzzzzzzzzz)
    From: "xxxxxxx"
    X-Priority: 3
    X-MSMail-Priority: Normal
    To: "yyyyyyyyy"
    X-MIMEOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V6.00.2600.0000
    Importance: Normal
    X-Mailer: VisualMail 3.0 ( http://www.minter.com.ar/visualmail )
    Subject: Re: asufiu ufasiu iasf uo
    MIME-Version: 1.0
    Content-Type: text/plain;
        charset="us-ascii"

    La data di ricezione visualizzata su outlook express è "3 Dec 2000 19:55:07"

    Thunderbird nella fase di import aggiunge

    From - Mon Jan 1 00:00:00 1965
    X-Mozilla-Status: 0011
    X-Mozilla-Status2: 00000000

    e visualizza 06/02/2101 6.28

    A quanto pare leggendo l'RFC822,

    A.3. COMPLETE HEADERS

         A.3.1. Minimum required

         Date:     26 Aug 76 1429 EDT        Date:     26 Aug 76 1429 EDT
         From:     Jones@Registry.Org   or   From:     Jones@Registry.Org
         Bcc:                                To:       Smith@Registry.Org


    Si intuisce che il Campo Date: non è opzionale, domanda, ma la responsabilità del campo date di chi è del client di posta e non del server smtp
    in questo caso il client di posta è
    X-Mailer: VisualMail 3.0 ( http://www.minter.com.ar/visualmail )

    Ma io mi chiedo, come è possibile che uno si metta a fare un client di posta senza leggersi l''RFC?:s

    Dunque cosa fare per risolvere, modificare l'importer di thunderbird e aggiungere un campo Date: alle mail che non l'hanno oppure modificare il DB creato da thunderbird ?
    Che faccio la segnalo ai developer di tb ?

    non+autenticato
  • passa a outlook e passa la paura
    non+autenticato
  • io chiedere sul forum di mozillaitalia
    http://forum.mozillaitalia.org/viewforum.php?f=3&s...

    oppure fai una ricerca (se non vuoi registrarti)
    mi sa che forse lì trovi qualcuno che usa con più frequenza il programma rispetto a qui su pi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > io chiedere sul forum di mozillaitalia
    > forum.mozillaitalia.org/viewforum.php?f=3&sid
    >
    > oppure fai una ricerca (se non vuoi
    > registrarti)
    > mi sa che forse lì trovi qualcuno che
    > usa con più frequenza il programma
    > rispetto a qui su pi

    Ti ringrazio della risposta cortese, cosa poco nota nei forum di PI

    Evidendemente era come immaginavo un problema di interpretazione della data delle mail
    https://bugzilla.mozilla.org/show_bug.cgi?id=21661...

    in particolare concordo con l'ultimo messaggio

    «I can confirm that the bug still exist in 1.0RC1

    It looks so that TB's OE import function will decide the
    date solely based on the message source. This is in sync
    with the observation that msg timestamp for incoming msgs
    will differ from OE, because OE shows the reception
    timestamp, while TB shows the sending timestamp.

    Looks like the import function ignores all OE internal
    date from the .dbx file.

    This might be the reason why the "Flag" field is not
    coming over either. This is the other showstopper for
    me, as I used to use Flags extensively.

    IMO the solution would be to either parse the mail headers
    using a more relaxed method, by looking for date patterns
    in other lines (like "Received:"), in case there was no
    "Date:" line. Or to read out the internal OE mailbox data
    for Date and Flag information.

    Brgds»
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)