Intel vicina ai 64 bit in formato desktop

Entro pochi mesi Intel vuole lanciare i primi Pentium 4 e Celeron con tecnologia a 64 bit. Nello stesso periodo Microsoft dovrebbe rilasciare la prima versione a 64 bit di Windows XP

New York (USA) - A partire dalla prima metà del prossimo anno Intel estenderà la propria tecnologia x86 a 64 bit (EM64T) all'intera gamma di processori desktop, inclusi i Celeron. Solo un anno fa, il colosso prevedeva di attuare questa mossa non prima del 2008.

La brusca accelerazione con cui il big di Santa Clara ha deciso di lanciare le versioni a 64 bit di Pentium 4 e Celeron è dovuta, secondo gli analisti, alla crescita sul mercato di AMD: quest'ultima, come noto, ha lanciato le sue prime CPU x86-64 lo scorso anno.

Stando dunque alla sua nuova tabellina di marcia, Intel introdurrà i suoi primi chip desktop con tecnologia EM64T a circa un anno e mezzo di distanza dal debutto dell'Athlon 64, avvenuto nel settembre del 2003.
Il lancio dei P4 a 64 bit coinciderà, non a caso, con l'arrivo sul mercato di Windows Server 2003 x64 Edition e Windows XP Professional x64 Edition: quest'ultimo, in particolare, sarà il primo sistema operativo di Microsoft in grado di supportare i processori x86 a 64 bit.

Proprio negli scorsi giorni, in occasione del rilascio della release candidate del Service Pack 1 per Windows Server 2003, il gigante di Redmond ha ribadito che le prime versioni x86-64 di Windows saranno lanciate durante la prima metà del 2005: queste supporteranno sia la tecnologia AMD64 di Opteron e Athlon 64 che quella EM64T degli attuali Xeon Nocona e dei futuri P4 e Celeron.

Microsoft ha fatto presente che chiunque possieda una versione di Windows XP Professional o di Windows Server 2003 potrà scambiarla gratuitamente con una licenza per la versione a 64 bit.

Durante un incontro con gli analisti a New York, il presidente di Intel Paul Otellini, già designato a succedere al CEO Craig Barret, ha affermato che "gli errori commessi dalla nostra azienda appartengono al passato". Otellini afferma che, durante i prossimi tre anni, Intel ridurrà il costo di produzione dei microprocessori del 20%, svilupperà una serie di nuove tecnologie tese ad incrementare le prestazioni e ridurre i consumi, spingerà sul mercato la tecnologia wireless a banda larga WiMax, e investirà massicciamente sui processori a doppio core e sulle tecnologie di management dei PC. A tal proposito si legga anche: Intel: il futuro in dual-core e WiMAX.
TAG: hw
18 Commenti alla Notizia Intel vicina ai 64 bit in formato desktop
Ordina
  • Possibile che HP abbia deciso di gettare alle ortiche tutti gli investimenti di DEC prima e Compaq in tempi più recenti?
    Secondo me hanno fermato lo sviluppo solo ufficialmente per cuccarsi la marea di soldi che intel ha dato loro per usare le tecnologie di PA-Risc, ma ora che Itanium è avviato verso la sua piccola nicchia, Alpha potrebbe tornare alla grande, specie considerando che col tramonto definitivo della serie Win9x le legacy x86 non avranno più ragione di esistere.
    Non dimentichiamoci che nonostante l'accantonamento delle evoluzioni EV8, EV9 ed EV10, Alpha, pur fermo alla EV79 tiene testa ad Itanium 2 e che Itanium 1, costato uno sproposito, veniva battuto pure dai Pentium III.
    non+autenticato
  • Itanium è innovativo e non è stato un fallimento, in quanto è utilizzato da molte ditte nel segmento enterprise.
    non+autenticato
  • > Itanium è innovativo e non è
    > stato un fallimento, in quanto è
    > utilizzato da molte ditte nel segmento
    > enterprise.
    Be, già anche i 512 smp max anzichè 2-8 come gli opteron la dicono lunga sulla innegabile qualità e lungimiranza del progetto Itanium rispetto all'amd-64, ma per il mercato desktop (e non solo) 512 processori per macchina sono ancora molto al di là da venire, da cui la scarsa tiratura del processore e la pressochè nulla ricaduta di penetrazione nel mercato delle pmi e dei privati, quindi il prezzo ancora proibitivo.
    Quindi se un discreto progetto a 64 bit permette di dare nuova linfa agli x86 ben venga, Intel non può certo stare a mentre AMD gli soffia parecchi clienti e un certo fatturato e non può nemmeno affossare i prezzi di Itanium più sobbarcarsi i costi della migrazione del software che dovrebbe essere riscritto e riottimizzato, quindi l'unica strada (cosa che Intel sembra aver recepito) è quella di rimettersia fare buoni processori, come i pentium-M, e cercare di introdurre al più presto le amd-64 sulle sue macchine attuali (ed includerle nei progetti futuri).

    PS: per quelli che blaterano dei 64 bit, l'indirizzamento della memoria è indipendente dai bit dei registri del processore, una macchina a 32 bit non ha per forza il limite di 4 GB di memoria (2^32), andate un po a rileggervi la storia dei processori!
    non+autenticato
  • Ma 512 cpu dove le monti? Su una scheda madre credo non ci stiano...e per fare un cluster credo che non ci siano limitazioni se non nel software che fa dialogare i nodi tra di loro...ebbene?Sorpresa
    non+autenticato
  • non hai mai visto un super pc serio vero? non sono semplici cluster, sono pc paralleli,niente a che vedere con un semplice cluster fatto ad esempio con opem mosix o roba simile (che se non in casi MOLTO particolari non porta nessun guadagno in prestazioni)
    non+autenticato

  • La ragione per cui Microsoft non ha
    ancora rilasciato windows a 64 bit
    (nonostante praticamente chiunque
    videogiochi seriamente sia gia'
    passato ad un Athlon 64) e' che
    fu firmato un accordo segreto MS- Intel
    moooolto tempo fa,
    in cui i due big si accordavano.
    Microsoft, non credendo di
    fare nulla di particolarmente pericoloso,
    garantiva di non fare uscire win64 prima
    dell'ok della intel.
    Poi e' successo quello che nessuno poteva
    prevedere: Itanium (che nelle parole
    della Intel, sarebbe stata la piattaforma
    del futuro) e' stato un fallimento
    totale; AMD ha tirato fuori dal cappello
    l'architettura Opteron x86-64 (che e' riuscita
    ad infilare in un Athlon 64 4000+)
    che non solo e' retrocompatibile, ma ha
    il doppio dei registri e quindi fa andare
    al cielo le prestazioni, specie dei videogiochi.
    Per correre ai ripari Intel ha dovuto fermare il
    progetto Itanium, e in due anni
    riprogettare dal niente i propri pentium 4 per
    essere AMD64 compatibili, mettendo tutto il mondo
    in attesa di questo benedetto windows 64.

    Per mia fortuna io l'ho scaricato gratis dal sito
    Microsoft, e avendo toccato con mano non
    tornero' piu' indietro. Il resto del mondo
    aspettera' pigramente l'anno prossimo i comodi
    di Intel.

    Se volete fare come me, e non aspettare, a 700
    euro questo gioellino e' il regalo di Natale ideale:
    http://www.iwill.net/product_2.asp?p_id=36



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > La ragione per cui Microsoft non ha
    > ancora rilasciato windows a 64 bit
    > (nonostante praticamente chiunque
    > videogiochi seriamente sia gia'
    > passato ad un Athlon 64) e' che
    > fu firmato un accordo segreto MS- Intel
    > moooolto tempo fa,

    cita le fonti per favore...sennò è fantamercato.

    > in cui i due big si accordavano.
    > Microsoft, non credendo di
    > fare nulla di particolarmente pericoloso,
    > garantiva di non fare uscire win64 prima
    > dell'ok della intel.
    > Poi e' successo quello che nessuno poteva
    > prevedere: Itanium (che nelle parole
    > della Intel, sarebbe stata la piattaforma
    > del futuro) e' stato un fallimento
    > totale; AMD ha tirato fuori dal cappello
    > l'architettura Opteron x86-64 (che e'
    > riuscita
    > ad infilare in un Athlon 64 4000+)
    > che non solo e' retrocompatibile, ma ha
    > il doppio dei registri e quindi fa andare
    > al cielo le prestazioni, specie dei
    > videogiochi.
    > Per correre ai ripari Intel ha dovuto
    > fermare il
    > progetto Itanium, e in due anni
    > riprogettare dal niente i propri pentium 4
    > per
    > essere AMD64 compatibili, mettendo tutto il
    > mondo
    > in attesa di questo benedetto windows 64.
    >
    > Per mia fortuna io l'ho scaricato gratis
    > dal sito
    > Microsoft, e avendo toccato con mano non
    > tornero' piu' indietro.

    voglio provare a fare come te!Occhiolino

    Il resto del mondo
    > aspettera' pigramente l'anno prossimo i
    > comodi
    > di Intel.
    >
    > Se volete fare come me, e non aspettare, a
    > 700
    > euro questo gioellino e' il regalo di
    > Natale ideale:
    > www.iwill.net/product_2.asp?p_id=36

    scusa ma te lo danno senza scheda video e senza processore/i e ram?
    sennò in pratica costa 1600 euro....ci verrebbe un ottimo portatile o un desktop raccapricciante (desktop è riduttivo)...

    Ciao
    non+autenticato
  • > Se volete fare come me, e non aspettare, a
    > 700
    > euro questo gioellino e' il regalo di
    > Natale ideale:
    > www.iwill.net/product_2.asp?p_id=36

    Mooolto interessante!!! Peccato che un Opteron 2-way costi un occhio della testa, due non ne parliamo.
    Cmq me lo segno, inzierò a mettere via i soldi quando nel 2006 rimpiazzerò il mio attuale dual Athlon... ^_^
  • poverini, Microsozz ha aspettato che la Intel capisse di piantarla con i Prescotti e decidesse di anticipare "leggermente" (2008, ma dico, vi rendete conto?) i 64bit. Data la tipologia dell'utente Intel vincerà la guerra, ma intanto una battaglia l'ha persa sonoramente con AMD ..... cmq nel frattempo milioni di utonti si metteranno in casa delle orrende ciofeche prescottizzate "in offerta", metodo lancio e svendita contemporaneo. "L'era willamette" impallidisce al confronto.Deluso:D

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/12/2004 0.39.22
    KCM
    201
  • Era ovvio che Microsotf aspettasse che anche Intel approdasse ai 64bit......

    Quanto ai Prescott...meglio stare zitti, ne venderanno ugualemente milioni, potenza del marketing Intel, coi soldi che popssono spendere riescono a indurre l'utente medio ( e sappiamo che cultura informatica c'è in giro) si prenda anche cpu come i Prescott o i Celeron.
    non+autenticato
  • e nessuno si ricorda che i computer Apple già ora utilizzano processori a 64 bit e da marzo potranno utilizzare un sistema operativo (Tiger) completamente a 64 bit (quello attuale è uno "sporco ibrido" 32-64)?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > e nessuno si ricorda che i computer Apple
    > già ora utilizzano processori a 64
    > bit e da marzo potranno utilizzare un
    > sistema operativo (Tiger) completamente a 64
    > bit (quello attuale è uno "sporco
    > ibrido" 32-64)?

    nessuno si ricorda?
    http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?tfid=2&f...

    493 post per dire che i 64bit su un desktop PC non servono....

    ma adesso arriva M$... e tutti a riggirare la frittata!

    W i 64bit!A bocca aperta Troll

    Fan Apple
    non+autenticato
  • Aggiungiamoci pure che sono svariate le distribuzioni linux che già da tempo girano su proc a 64bit, e pure i BSD, direi che M$ ad aspettare intel ha fatto proprio una bella str.... visto che è l'unica a non proporre SO per ia64 o amd64, ma naturalmente quando XP 64bit uscirà sarà la "Novità assoluta sul mercato" A bocca aperta

  • - Scritto da: pikappa
    > Aggiungiamoci pure che sono svariate le
    > distribuzioni linux che già da tempo
    > girano su proc a 64bit, e pure i BSD, direi

    quali? quegli OS nati sotto il segno del Cancro?

    > che M$ ad aspettare intel ha fatto proprio
    > una bella str.... visto che è l'unica
    > a non proporre SO per ia64 o amd64, ma
    > naturalmente quando XP 64bit uscirà
    > sarà la "Novità assoluta sul
    > mercato"A bocca aperta

    Naturalmente d'altronde è stata M$ ad inventare "Internet" ed il PC!
    :D

    Fan Apple - Fan Linux

    PS: la dice lunga la storia che sostituirà gratuitamente le licenze XP da 32 a 64...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pikappa
    > Aggiungiamoci pure che sono svariate le
    > distribuzioni linux che già da tempo
    > girano su proc a 64bit, e pure i BSD, direi
    > che M$ ad aspettare intel ha fatto proprio
    > una bella str.... visto che è l'unica
    > a non proporre SO per ia64 o amd64, ma
    > naturalmente quando XP 64bit uscirà
    > sarà la "Novità assoluta sul
    > mercato"A bocca aperta

    A me risulta che Windows a 64bit per ia64 esista già da qualche anno...

    http://www.microsoft.com/presspass/press/2000/Jul0...
    http://www.microsoft.com/windowsxp/64bit/evaluatio...
    http://www.microsoft.com/windowsserver2003/64bit/i...

    le tue fonti quali sono? Topolino??Ficoso
    1303

  • - Scritto da: Zeross
    > - Scritto da: pikappa
    > > Aggiungiamoci pure che sono svariate le
    > > distribuzioni linux che già da
    > tempo
    > > girano su proc a 64bit, e pure i BSD,
    > direi
    > > che M$ ad aspettare intel ha fatto
    > proprio
    > > una bella str.... visto che è
    > l'unica
    > > a non proporre SO per ia64 o amd64, ma
    > > naturalmente quando XP 64bit
    > uscirà
    > > sarà la "Novità assoluta
    > sul
    > > mercato"A bocca aperta
    >
    > A me risulta che Windows a 64bit per ia64
    > esista già da qualche anno...
    >
    > www.microsoft.com/presspass/press/2000/Jul00/
    > www.microsoft.com/windowsxp/64bit/evaluation/
    > www.microsoft.com/windowsserver2003/64bit/ipf
    >
    > le tue fonti quali sono? Topolino??Ficoso
    Il fatto che ci sia scritto "preview release" ti dice nulla?
    O il fatto che l'articolo di PI dica:
    "l'arrivo sul mercato di Windows Server 2003 x64 Edition e Windows XP Professional x64 Edition: quest'ultimo, in particolare, sarà il primo sistema operativo di Microsoft in grado di supportare i processori x86 a 64 bit."
    Non so serve altro?
    Ah forse il fatto che Produttori come HP diano 2003 server come SO per i le loro macchine.....quando sarà disponibile (vai a vedere le descrizioni dei server proliant ad esempio)
    Windows a 64bit non è ancora ufficialmente disponibile sul mercato, gli altri invece si.




  • > A me risulta che Windows a 64bit per ia64
    > esista già da qualche anno...
    >

    Infatti...ma chissà perché non entreranno in commercio prima del 200....

    Niente da fare....gli altri innovano...Microsoft copia (male) ed arriva dopo sbandierandole come fossero sue......

    che tristezza (come il S.O. che si porta dietro naturalmente..)
    non+autenticato
  • per tua informazione win64 esiste dal 1992, quando la microsoft iniziò un progetto di collaborazione con intel per lo sviluppo della piattaforma merced (ia64), a quel tempo, uhm.... si linux riusciva a fare il boot da hd (wow!)
    non+autenticato