Xandros lancia Linux Desktop 3

L'azienda sfrutta la sua Corel Linux e si affida alla versione 3 per tornare a combattere contro Windows e i rivali open source. Tutti i dettagli

New York (USA) - Puntuale come ogni anno, Xandros ha lanciato una nuova major release della propria distribuzione Linux dedicata al mercato desktop, sia professionale che consumer.

Xandros Desktop 3 viene descritta dalla piccola pioniera del Linux desktop come "un completo e maturo sostituto di Windows XP", ponendosi in diretta rivalità con altre distribuzioni Linux desktop come Mandrakelinux, Linspire e SuSE Desktop.

In questa nuova versione, Xandros ha aggiunto al proprio sistema operativo wizard per la configurazione della connettività wireless, del firewall integrato e delle VPN; il supporto alla masterizzazione dei DVD via drag-and-drop; un sistema per l'avviso della presenza di aggiornamenti on-line; il supporto a Centrino e ad un maggior numero di dispositivi wireless; il supporto alla crittografia "al volo" dei file.
Alla base di Xandros Desktop 3 c'è il giovane kernel di Linux 2.6.9 e una versione modificata del desktop environment KDE 3.3.

Nella versione Deluxe, a pagamento, è incluso Crossover Office 4.1, un noto software commerciale in grado di far girare, sotto Linux, alcune fra le più diffuse applicazioni per Windows: tra queste MS Office e Photoshop.

Le edizioni Deluxe e Standard di Xandros Desktop, entrambe a pagamento, possono essere ordinate o scaricate on-line al costo, rispettivamente, di 89 e 39 dollari. La Business Edition, dedicata agli uffici, verrà rilasciata durante il primo trimestre del prossimo anno. Xandros non ha invece ancora comunicato la data del rilascio della versione gratuita, la Open Circulation, al momento scaricabile o ordinabile solo nella versione 2.
114 Commenti alla Notizia Xandros lancia Linux Desktop 3
Ordina
  • Se volesse fare qualcosa di utile nel mondo Linux, non l' ennesima distribuzione linux uguale a tutte le altre, dovrebbe cominciare il porting delle sue appliazioni grafice per Windows sotto Linux... e non via Wine ma porting veri !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se volesse fare qualcosa di utile nel mondo
    > Linux, non l' ennesima distribuzione linux
    > uguale a tutte le altre, dovrebbe cominciare
    > il porting delle sue appliazioni grafice per
    > Windows sotto Linux... e non via Wine ma
    > porting veri !
    Si e chi gliele compra?
    non+autenticato
  • Ventimila aziende linux che vorrebbero vendere la stessa cosa disperatamente... e pure open source! Ci fosse stato almeno un solo caso di successo vero...Triste

    E pensare che una volta le software house lavoravano in progetti seri e innovativi In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ventimila aziende linux che vorrebbero
    > vendere la stessa cosa disperatamente... e
    > pure open source! Ci fosse stato almeno un
    > solo caso di successo vero...Triste

    Rieccoci ai soliti discorsi. Vorresti una sola software house?

    E perchè quella software house dovrebbe migliorarsi, se linux lo vende solo lei sul desktop? Non avrebbe stimoli

    Guarda IE. MS non lo cambia perchè ha il 90% del mercato. Non gliene frega nulla. Riflettici.

    > E pensare che una volta le software house
    > lavoravano in progetti seri e innovativi In lacrime

    Beh senti... io per lavoro sono praticamente obbligato ad usare windows, quindi non voglio sputarci sopra piu' di tanto, a ma a parte la facilita' d'uso dimmi una vera innovazione portata da MS... a livello informatico, eh, non di marketing... da quel punto di vista MS è un capolavoro di marketing.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Guarda IE. MS non lo cambia perchè ha
    > il 90% del mercato. Non gliene frega nulla.
    > Riflettici.
    >

    io non mi riferivo a MS, comunque se proprio ci tieni ti faccio notare che msoffice ha il 99% del mercato della sua categoria... eppure esce un office ogni 2 anni (a volte anche meno).
    Inoltre MS pubblica aggiornamenti continui e gratuiti anche per vecchie versioni (es.: 97/2000) di cui potrebbe farne a meno.... cosa vuol dire questo?

    Se tu imparassi a riflettere anche fuori l'università, noteresti subito che IE con SP2 ha subito parecchi miglioramenti, inoltre il browser è solo una interfaccia per il web e il 99.99 % dei navigatori internet di tutto il mondo, il browser si limita a lanciarlo... senza smanettamenti aggiuntivi...
    Medita... e mi raccomando, fallo fuori dalla scuola
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > io non mi riferivo a MS, comunque se proprio
    > ci tieni ti faccio notare che msoffice ha il
    > 99% del mercato della sua categoria...
    > eppure esce un office ogni 2 anni (a volte
    > anche meno).

    E' diverso, e lo capisci da te (o dovresti). L'automazione da ufficio è una cosa che si evolve molto più rapidamente. Inoltre MS 'programma' spesso l'obsolescenza dei suoi formati e programmi, quindi è più una scelta commerciale.

    E alla mia domanda sulle innovazioni di MS non ho avuto risposta.

    > Inoltre MS pubblica aggiornamenti continui e
    > gratuiti anche per vecchie versioni (es.:
    > 97/2000) di cui potrebbe farne a meno....
    > cosa vuol dire questo?

    E vedi un pò che non lo facesse...

    Non hai capito il senso del discorso, cioè che più scelta significa più concorrenza e più possibilita' di miglioramento... ma è inutile, ormai siete 'microsofizzati' fino al midollo... non riuscite a scegliere, volete quello che usano tutti punto.

    Poi vi lamentate se Telecom magari vi fa le bastardate... beh ragazzi il monopolio funziona così...

    Se poi tu non vuoi scegliere sei libero di non farlo... ma lascialo fare ad altri però

    > Se tu imparassi a riflettere anche fuori
    > l'università

    Quale parte de 'sul lavoro sono obbligato ad usare windows' non hai capito?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > io non mi riferivo a MS, comunque se
    > proprio
    > > ci tieni ti faccio notare che msoffice
    > ha il
    > > 99% del mercato della sua categoria...
    > > eppure esce un office ogni 2 anni (a
    > volte
    > > anche meno).
    >
    > E' diverso, e lo capisci da te (o dovresti).
    > L'automazione da ufficio è una cosa
    > che si evolve molto più rapidamente.

    ti sei auto-contraddetto... infatti perchè mai una azienda dovrebbe investire in un prodotto cui cambiamenti non sono assolutamente richiesti dalgli utenti...???

    non credi che sia meglio investire lo stesso denaro in progetti più innovativi, utili e richiesti?

    ma ti rendi conto che la mozilla fondation ha investito le uniche poche risorse che aveva per aver messo al mondo tutto quello che già c'era? Voglio proprio vedere quanto potrà durare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ti sei auto-contraddetto... infatti
    > perchè mai una azienda dovrebbe
    > investire in un prodotto cui cambiamenti non
    > sono assolutamente richiesti dalgli
    > utenti...???

    Capisco che per te è difficile... te lo spiego...

    MS Office SI PAGA, e se hai già il 99% del mercato come fai a convincere il cliente a comprare ancora? Semplice, ti sforzi di farne una nuova versione. E' una scelta COMMERCIALE.

    IE invece viene con il sistema, quindi te lo aggiornano una volta ogni morte di papa

    > non credi che sia meglio investire lo stesso
    > denaro in progetti più innovativi,
    > utili e richiesti?

    Ma quali?!?

    > ma ti rendi conto che la mozilla fondation
    > ha investito le uniche poche risorse che
    > aveva per aver messo al mondo tutto quello
    > che già c'era? Voglio proprio vedere
    > quanto potrà durare...

    Vedi a me fa rabbia una cosa. Io scommetto che tu non veda l'ora che mozilla fallisca.

    Quel giorno, dammi retta, lo rimpiangerai anche tu, perchè allora MS non avrà più il pungolo di migliorare IE.

    Perchè pensi che con il SP2 sia stato messo il blocca pop-up?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E' una
    > scelta COMMERCIALE.
    >

    a allora, perchè urli? E ovvio che si tratta di una scelta commerciale, qui siamo in terra e i santoni stanno altrove...

    se poi la mozilla fondation lavora per il bene umano, allora non puoi fare paragoni con MS la quale lavora a scopo di lucro, come avrà fatto anche tuo padre o tua madre per farti crescere fino a qui... e come fanno il 95% di aziende al mondo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > a allora, perchè urli? E ovvio che si
    > tratta di una scelta commerciale, qui siamo
    > in terra e i santoni stanno altrove...

    Capito, sei un troll. Hai tagliato volontariamente tutto il resto, come per far apparire al mondo che sono l'urlatore opensorcio che gli fanno schifo i soldi...

    Beh non è così. Ad ogni modo cresci che è ora.

    > se poi la mozilla fondation lavora per il
    > bene umano, allora non puoi fare paragoni
    > con MS la quale lavora a scopo di lucro,
    > come avrà fatto anche tuo padre o tua
    > madre per farti crescere fino a qui... e
    > come fanno il 95% di aziende al mondo

    Quello che volevo spiegare era solamente che il monopolio non fa bene a nessuno, se non al monopolista.. anche tu, che usi windows, che usi office, ne trai giovamente perchè se linux o mozilla migliorano MS si sentira' in dovere di fare un prodotto migliore per non perdere clienti e anche tu ne sarai avvantaggiato.

    Ma a te questo non interessa, perchè sei un troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > a allora, perchè urli? E ovvio
    > che si
    > > tratta di una scelta commerciale, qui
    > siamo
    > > in terra e i santoni stanno altrove...
    >
    > Capito, sei un troll. Hai tagliato
    > volontariamente tutto il resto, come per far
    > apparire al mondo che sono l'urlatore
    > opensorcio che gli fanno schifo i soldi...

    Ma smettetela con sta storia dei troll, con questi nomignoli e sto gergo da sottobosco informatico anni '80.

    > MS si sentira' in dovere di fare un prodotto
    > migliore per non perdere clienti e anche tu
    > ne sarai avvantaggiato.

    Non per difendere MS, ma con tutte le risorse che ha, basta che muova un dito che fa ripiombare l'open source e Linux alla preistoria informatica.

    Abbasso tutti i Monopoli compreso quello di MS e abbasso i profeti dell'open source e Linux!

    > Ma a te questo non interessa, perchè
    > sei un troll

    Questa non è un'argomentazione tecnica informatica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > se poi la mozilla fondation lavora per il
    > bene umano, allora non puoi fare paragoni

    Certo, programmatori volontari che consegnano un software patrimonio dell'umanità.

    Un pò come le piramidi, patrimonio dell'umanità, anche loro costruite dai volontari.... o mi sbaglio ?

    Mah, qualcuno diceva che il sonno della ragione genera mostri.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > MS Office SI PAGA, e se hai già il
    > 99% del mercato come fai a convincere il
    > cliente a comprare ancora? Semplice, ti
    > sforzi di farne una nuova versione. E' una
    > scelta COMMERCIALE.

    No guarda, i software evolvono così come evolvono le automobili, i frullatori e così come crescono i tuoi capelli: il tuo barbiere non programma la crescita dei tuoi capelli per farti andare più spesso a farti tagliare i capelli da lui.

    I grandi torti di Microsoft sono tutti altri, sono quelli di avere fatto concorrenza sleale, di avere fatto cartello con altre aziende, di avere imposto i loro software sulla loro piattaforma con degli accordi con i venditori di PC e così via, ma per favore.

    > Vedi a me fa rabbia una cosa. Io scommetto
    > che tu non veda l'ora che mozilla fallisca.

    Non mi pare abbia mai avuto alcun successo, a parte tra i fanatici, io se posso evito qualsiasi cosa che riguardi mozilla.

    Prova a parlare con qualche sviluppatore web professionista di Mozilla o Netscape e ti ride in faccia.

    Io l'ho fatto, e la persona era una persona "kontro" ( dichiaratamente di sinistra tra l'altro ) sensibile a tutte le tragiche notizie dei cambiamenti illiberali che avvengono nel mondo, ma tecnicamente si mette a ridere se gli vai a dire che il sito deve essere compatibile Netscape Mozilla e compagnia bella ( a meno che non ti riduci a fare delle pagine così sterili semplici e banali che non servono a nessuno ).

    Io su Linux uso Opera che conosco ancora da quando se ne stava su un floppy con TCP Trumpet ( per Win 3.1 ) ed avanzava anche molto spazio.

    Ok ammetto che su OS X uso qualche volta Safari ma uso Opera anche lì come su Windows ( si ultimamente mi sono riaffezionato a questo browser ).

    > Quel giorno, dammi retta, lo rimpiangerai
    > anche tu, perchè allora MS non
    > avrà più il pungolo di
    > migliorare IE.
    >
    > Perchè pensi che con il SP2 sia stato
    > messo il blocca pop-up?

    C'è lo zampino della CIA vero? e la CINA sta per invadere l'occidente: installiamo Linux così ci assicuriamo per il futuro.
    non+autenticato
  • trovo che l'unico VERO motivo per il quale l'utente medio , che pur sente parlare di Linux oramai d'appertutto, non passi al volo a installarsi seriamente una distro qualsiasi, sia esclusivamente per la difficoltà dell'installazione modem.
    Non parlo ovviamente dei desktop, dove puoi al limite comperarti un modem qualsiasi, ma dei portatili, dove purtroppo dal softmodem non si esce ( e non ha nemmeno senso comprarsi un modem aggiuntivo verso il concetto di all-in-one)
    Quei 4 milioni di portatili in giro per l'italia potrebbero essere quelli che possono far fare il giro di boa alla penetrazione di linux sul mercato.
    Mi chiedo coma mai , al posto di far uscire una distro nuova ogni giorno ( e del tutto simile alle altre) ed a ogni angolo del pianeta, non lavorino tutti assieme a risolvere questo oramai annoso problema.
    Sul mio portatile non c'è verso di far vedere/funzionare il modem interno. Ed ho passato ore ed ore, giorni a cercare info, howto, eccetera....
    Fino a quando la situazione sarà questa....
    Bie bie
    Wow
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > trovo che l'unico VERO motivo per il quale
    > l'utente medio , che pur sente parlare di
    > Linux oramai d'appertutto, non passi al volo
    > a installarsi seriamente una distro
    > qualsiasi, sia esclusivamente per la
    > difficoltà dell'installazione modem.
    > Non parlo ovviamente dei desktop, dove puoi
    > al limite comperarti un modem qualsiasi, ma
    > dei portatili, dove purtroppo dal softmodem
    > non si esce ( e non ha nemmeno senso
    > comprarsi un modem aggiuntivo verso il
    > concetto di all-in-one)
    > Quei 4 milioni di portatili in giro per
    > l'italia potrebbero essere quelli che
    > possono far fare il giro di boa alla
    > penetrazione di linux sul mercato.
    > Mi chiedo coma mai , al posto di far uscire
    > una distro nuova ogni giorno ( e del tutto
    > simile alle altre) ed a ogni angolo del
    > pianeta, non lavorino tutti assieme a
    > risolvere questo oramai annoso problema.
    > Sul mio portatile non c'è verso di
    > far vedere/funzionare il modem interno. Ed
    > ho passato ore ed ore, giorni a cercare
    > info, howto, eccetera....
    > Fino a quando la situazione sarà
    > questa....
    > Bie bie
    > Wow
    Personalmente ritengo che se ci fosse un unica
    distribuzione sarebbe moooolto più agevole la
    diffusione di Linux in ambiente home ed anche
    tutti i problemi relativi alle periferiche sparirebbero.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Personalmente ritengo che se ci fosse un
    > unica
    > distribuzione sarebbe moooolto più
    > agevole la
    > diffusione di Linux in ambiente home ed anche
    > tutti i problemi relativi alle periferiche
    > sparirebbero.

    Non credo. Linux è comunque più difficile da gestire per un utente non professionista. Anche solo per trovare e installare un banale software lo sforzo in termini di conoscenza del sistema è troppo grosso per un utente non skillato.

    Nonostante ci si affretti sempre a sputare su Microsoft perché è "trendy" in realtà si dimentica spesso che Microsoft ha realizzato un gran bel prodotto bilanciandolo nel corso del tempo correttamente per l'utente non skillato ma con delle esignenze sempre crescenti in termini di sicurezza.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Personalmente ritengo che se ci fosse un
    > > unica
    > > distribuzione sarebbe moooolto
    > più
    > > agevole la
    > > diffusione di Linux in ambiente home ed
    > anche
    > > tutti i problemi relativi alle
    > periferiche
    > > sparirebbero.
    >
    > Non credo. Linux è comunque
    > più difficile da gestire per un
    > utente non professionista. Anche solo per
    > trovare e installare un banale software lo
    > sforzo in termini di conoscenza del sistema
    > è troppo grosso per un utente non
    > skillato.
    >
    > Nonostante ci si affretti sempre a sputare
    > su Microsoft perché è "trendy"
    > in realtà si dimentica spesso che
    > Microsoft ha realizzato un gran bel prodotto
    > bilanciandolo nel corso del tempo
    > correttamente per l'utente non skillato ma
    > con delle esignenze sempre crescenti in
    > termini di sicurezza.


    Mmmmm quest'ultima frase potrebbe sembrare una forma elegante da responsabile marketing per affermare che Microsoft ha sempre dovuto correre dietro a tutta una serie di problematiche di sicurezza... per fortuna che l'esperienza quotidiana ci dice il contrario Sorride

    Poi posso anche concordare sul fatto che Linux sia un po' indigesto per un utente alle prime armi...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Mmmmm quest'ultima frase potrebbe sembrare
    > una forma elegante da responsabile marketing
    > per affermare che Microsoft ha sempre dovuto
    > correre dietro a tutta una serie di
    > problematiche di sicurezza... per fortuna
    > che l'esperienza quotidiana ci dice il
    > contrarioSorride

    Beh dalla controparte arrivano slogan da propaganda politica, non saprei quale sia meglio.

    > Poi posso anche concordare sul fatto che
    > Linux sia un po' indigesto per un utente
    > alle prime armi...

    No è indigesto sempre e comunque, va bene solo per l'amatore o l'hobbysta che vuole sempre e comunque doverci mettere le mani dentro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > Mmmmm quest'ultima frase potrebbe
    > sembrare
    > > una forma elegante da responsabile
    > marketing
    > > per affermare che Microsoft ha sempre
    > dovuto
    > > correre dietro a tutta una serie di
    > > problematiche di sicurezza... per
    > fortuna
    > > che l'esperienza quotidiana ci dice il
    > > contrarioSorride
    >
    > Beh dalla controparte arrivano slogan da
    > propaganda politica, non saprei quale sia
    > meglio.

    io opterei per l'esperienza quotidiana


    > > Poi posso anche concordare sul fatto che
    > > Linux sia un po' indigesto per un utente
    > > alle prime armi...
    >
    > No è indigesto sempre e comunque, va
    > bene solo per l'amatore o l'hobbysta che
    > vuole sempre e comunque doverci mettere le
    > mani dentro.

    mai provato Mandrake o suse o fedora?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > Beh dalla controparte arrivano slogan da
    > > propaganda politica, non saprei quale
    > sia
    > > meglio.
    >
    > io opterei per l'esperienza quotidiana

    > mai provato Mandrake o suse o fedora?

    Si certo ho provato la Mandrake e ho installato sulla mia macchina una versione della SuSe che ai tempi ritenevo notevole rispetto alle altre ( e io sono nato con la Slackware della yggdrasil ).

    Dopo aver provato Linux in tutte le salse, come inviti tu a fare, ho optato per l'esperienza quotidiana e sia professionalmente che a casa non uso più linux da un pezzo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non credo. Linux è comunque
    > più difficile da gestire per un
    > utente non professionista. Anche solo per
    > trovare e installare un banale software lo
    > sforzo in termini di conoscenza del sistema
    > è troppo grosso per un utente non
    > skillato.
    >
    Non direi.
    Uno che comincia da zero impara altrettanto bene con Linux che con Windows. Dal mio punto di vista, che non è certamente quello di un professionista, se uno ha difficoltà a trovare ed installare un banale software per Linux, allora è meglio che lasci perdere il computer in assoluto.
    Personalmente trovo più agevole installare un tarball con sorgenti da compilare che non star dietro alla miriade di boiate che ti vengono propinate anche dal più stupido CD di installazione fornito con una fotocamera digitale: "si vuole installare il personal professional mega pixel bau bau camera shot hot picture show?" e giù mezz'ora a leggere licenze senza sapere neanche cosa si è installato (di solito un software di fotoritocco semplificato fino a diventare inutile).

    > Nonostante ci si affretti sempre a sputare
    > su Microsoft perché è "trendy"
    > in realtà si dimentica spesso che
    > Microsoft ha realizzato un gran bel prodotto
    > bilanciandolo nel corso del tempo
    > correttamente per l'utente non skillato ma
    > con delle esignenze sempre crescenti in
    > termini di sicurezza.

    Se l'obiettivo fosse quello di usare un bel prodotto, facile da usare, allora bisognava prendere un Mac.
    Comunque dire che MS Win è trendy è come dire che era trendy la Trabant nei paesi ex comunisti: quello c'è, uguale, per tutti, e pedalare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: YureW
    >
    > Personalmente trovo più agevole
    > installare un tarball con sorgenti da
    > compilare che non star dietro alla miriade
    > di boiate che ti vengono propinate anche dal
    > più stupido CD di installazione
    > fornito con una fotocamera digitale:

    e pensare che stallman voleva vedere linux ovunque... ahahahahah
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > e pensare che stallman voleva vedere linux
    > ovunque... ahahahahah

    Veramente Stallman non adora tanto Linux, avrebbe preferito fosse stato finito GNU Hurd, ma si sono impelagati sulle problematiche del micro kernel e alcune sue aberrazioni...
    Hurd e' nato in un ambiente ed un periodo in cui si dava il microkernel come il migliore dei mondi possibili. Oggi ci si rende conto di come basti un web server a metterlo in crisi...

    --
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > e pensare che stallman voleva vedere
    > linux
    > > ovunque... ahahahahah
    >
    > Veramente Stallman non adora tanto Linux,
    > avrebbe preferito fosse stato finito GNU
    > Hurd

    questo è vero, ma è un concetto valido solo a partire da 3/4 anni fa'...

    stallman infatti sbavava all'idea di linux +gnu in gpl... fatti un viaggetto nel tempo e vedrai che il profeta finanzio' anche dei progetti per il pinguino...

    oggi 2004 linux è praticamente sfuggito al controllo fsf e stallman pensa ad hurd (microkernel)
    non+autenticato
  • Considerare le varie distribuzioni di Desktop Linux concorrenti fra di loro fa un ottimo servizio a Microsoft, che ride mentre gli altri si scannano fra di loro per il 3% del mercato.

    Chi utilizza già Linux sul desktop non è probabile che voglia cambiare.

    Le recensioni e le prove dei prodotti è bene che possano approfondire proprio il punto di vista di coloro che passano dall'uso di Microsoft Windows a quello di un qualunque Desktop Linux.
  • - Scritto da: davidorban
    > Considerare le varie distribuzioni di
    > Desktop Linux concorrenti fra di loro fa un
    > ottimo servizio a Microsoft, che ride mentre
    > gli altri si scannano fra di loro per il 3%
    > del mercato.

    Hai ragione. Non cadiamo nello sbaglio di pensare che ci debba essere una sola distro a 'combattere' contro MS.

    La forza di linux è la diversita', la flessibilita', la possibilita' di scelta: io posso scegliere tra tante quella che più si adatta alle mie necessita'. E linux sul desktop sta, anche se lentamente, aumentando.

    > Chi utilizza già Linux sul desktop
    > non è probabile che voglia cambiare.

    Non è detto, magari c'è qualcuno che vorrebbe provare qualcosa di diverso.

    > Le recensioni e le prove dei prodotti
    > è bene che possano approfondire
    > proprio il punto di vista di coloro che
    > passano dall'uso di Microsoft Windows a
    > quello di un qualunque Desktop Linux.

    Questo è vero.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    > La forza di linux è la diversita', la
    > flessibilita', la possibilita' di scelta:

    E', al contrario, il suo tallone d'Achille.




    >E
    > linux sul desktop sta, anche se lentamente,
    > aumentando.

    Sono circa 10 anni che sento questo discorso sul lato desktop. Le percentuali son sempre lì: risibili.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > La forza di linux è la
    > diversita', la
    > > flessibilita', la possibilita' di
    > scelta:
    >
    > E', al contrario, il suo tallone d'Achille.

    Beh, dipende cosa cerchi da un PC... però guarda che una playstation costa molto meno...
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Anonimo
    > > La forza di linux è la
    > diversita', la
    > > flessibilita', la possibilita' di
    > scelta:
    >
    > E', al contrario, il suo tallone d'Achille.

    Al contrario, è la sua forza

    > Sono circa 10 anni che sento questo discorso
    > sul lato desktop. Le percentuali son sempre
    > lì: risibili.

    Sei un troll da record, 10 anni fa linux cominciava appena a fare capolino e non era rivolto al desktop
    non+autenticato

  • - Scritto da: davidorban
    > Considerare le varie distribuzioni di
    > Desktop Linux concorrenti fra di loro fa un
    > ottimo servizio a Microsoft, che ride mentre
    > gli altri si scannano fra di loro per il 3%
    > del mercato.

    E' molto piu' del 3%, e comunque molte statistiche sono poco realistiche.
    E siccome e' un crescendo continuo, i prossimi punti percentuali sono qualcosa che fara' sempre piu' gola a tutti.
    non+autenticato
  • Viva la fiera dell'ottimismo

    il 3% è una stima ottimistica. Già sono molto dubbioso su 'sto numero... se poi vado a pensare al caso italiano, è già dura rasentare l'1%.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Viva la fiera dell'ottimismo
    >
    > il 3% è una stima ottimistica.
    > Già sono molto dubbioso su 'sto
    > numero... se poi vado a pensare al caso
    > italiano, è già dura rasentare
    > l'1%.
    Dalle statistiche di utilizzo dei programmi P2P sula rete edonkey che ho raccolto negli ultimi 3 giorni (circa 90'000 connessioni in tutto) sembrerebbe che la percentuale di utilizzo di Linux sia tra il 3.2% e il 3.7%.


  • - Scritto da: Anonimo

    > E' molto piu' del 3%,

    GIA' il 3% è esagerato.
    non+autenticato
  • C'è un piccolo errore ortografico nel sottotitolo della notizia (combattare).

    :)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)