eBay, follie indiane

Arrestato, il CEO di un sito d'aste attivo in India che fa capo ad eBay non può uscire nemmeno su cauzione. Accuse vaneggianti? Washington preoccupata

Nuova Delhi (India) - Si chiama Avnish Bajaj ed in poche ore è passato dalla carriera di brillante manager di un sito eBay a detenuto, al quale le autorità indiane che lo tengono in custodia negano persino l'uscita su cauzione. Il suo caso sta suscitando enorme interesse negli Stati Uniti, visto che ad essere coinvolta è una delle maggiori società internet del mondo: eBay.

Su Bazee.com, sito d'aste indiano che fa capo ad eBay, qualcuno nelle scorse settimane ha messo in vendita un CD che conteneva un breve video di due adolescenti impegnati in una scena di sesso orale. Le immagini sono state realizzate con un fotofonino da uno studente di ingegneria di una rinomata scuola della capitale indiana, studente che è anche inquisito ma non arrestato. Messi all'asta online, quei brevi video sono state comprati da almeno otto persone.

E' a questo punto che sono scattate le manette per Bajaj, manager americano di origine indiana. In qualità di responsabile del sito, infatti, viene ritenuto anche responsabile della diffusione di quelle immagini. A detta delle autorità indiane ha infatti violato la legge che vieta la vendita di immagini oscene, delle quali è peraltro invece ammessa la visione domestica.
Inutile dire che un arresto del genere ha suscitato l'immediata reazione dell'azienda che ha richiesto l'uscita su cauzione sottolineando che eBay non vende nulla ma si limita a fornire una piattaforma commerciale. Una richiesta respinta, in quanto il tipo di reato ascritto a Bajaj non prevede la cauzione.

Ma la vicenda ha suscitato allarme anche a Washington, per le profonde implicazioni su molte attività internet che una interpretazione del diritto di questo tipo può avere. "L'ambasciata americana - ha fatto sapere un portavoce - sta seguendo questo caso molto da vicino e c'è un elevato livello di interesse sulla faccenda a Washington".
TAG: censura
16 Commenti alla Notizia eBay, follie indiane
Ordina
  • ...se gli USA si indignassero un po' di più anche per la situazione dei diritti umani in Cina e in Turchia ( e vale anche per l'Europa, eh? ), per l'assoluta inerzia dell'ONU sul Darfur, il Tibet, il Kurdistan e tanti altri territori angariati da vicini o maggioranze interne grosse e cattive.
    E la Corea del Nord? Com'è la situazione diritti civili?
    La Birmania? Cuba? Pakistan? Iran? Arabia Saudita? Alcune ex repubbliche sovietiche? Mezza Africa? E chi più ne ha più ne metta...
    Se cerchiamo in tutta l'Asia e contiamo i paesi con libere elezioni, cosa troviamo? India, Giappone, Israele, Corea del Sud, Taiwan, Armenia, poche altre ex-repubbliche sovietiche,
    forse Singapore, ma con un governo estremamente autoritario, non mi viene in mente altro, ma senz'altro l'India fa parte della minoranza democratica dell'Asia.
    Ci sono ancora alcune leggi retrograde, ma se guardiamo anche in Europa Occidentale, fino a pochi anni fa l'Irlanda in materia sessuale era forse più retrograda dell'India (ma riguardo all'India e al Giappone mi stupisco dalla loro censura, considerando che le loro religioni maggioritarie non hanno i tabù sessuali di Cristianesimo e Islam).
    La situazione delle sentenze assurde in India riguardo alle nuove tecnologie non è di molto peggiore a quello che avviene da noi (generico, non solo l'Italia, tutti i paesi industrializzati), solo che da noi le mostruosità giuridiche sono pro lobbies e marci carrozzoni tipo SIAE e le proteste dei più cozzano contro un muro di gomma.
    non+autenticato
  • Dalla classe del corso di 'Animazione digitale' di una scuola superiore statunitense scompaiono 10 Mac G5 del valore di 5.000 dollari l'uno. Il giorno dopo la professoressa li ritrova su eBay. I due ragazzi responsabili sono stati immediatamente arrestati ...
    http://webnews.html.it/news/2428.htm

    e poi basta andare qua

    http://www.google.it/search?hl=it&q=eBay+denuncia+...


    la la la nannan nnananan....

    "Perchè la vita è un brivido che vola via,
    E' tutto un equilibrio sopra la follia,sopra la follia"


  • Ok, che è illegale la vendita, pero' mi sembra un po' assurdo.
    Insomma erano tutti consenzienti.
    Le ragazze erano consenzienti (non mi sembra abbiano denunciato nessuno), quello che ha fatto il filmato e gli acquirenti, pure.
    E arriva lo stato a dire "fermi tutti vietato divertirsi".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ok, che è illegale la vendita, pero'
    > mi sembra un po' assurdo.
    > Insomma erano tutti consenzienti.
    > Le ragazze erano consenzienti (non mi sembra
    > abbiano denunciato nessuno), quello che ha
    > fatto il filmato e gli acquirenti, pure.
    > E arriva lo stato a dire "fermi tutti
    > vietato divertirsi".

    Leggendo la notizia sembra che le ragazze siano minorenni.

    Anzi, se veramente l'India permette il possesso ma non la compravendita di tale materiale, avrebbe una visione più liberale rispetto ai paesi occidentali.
    non+autenticato

  • > Leggendo la notizia sembra che le ragazze
    > siano minorenni.

    Ok, in questo caso, ma anche se fossero maggiorenni non cambierebbe nulla.
    L'articolo dice che in India è vietata la vendiata di immagini oscene, penso rientrino in questa categoria anche quelle che ritraggono adulti.

    > Anzi, se veramente l'India permette il
    > possesso ma non la compravendita di tale
    > materiale, avrebbe una visione più
    > liberale rispetto ai paesi occidentali.

    Una curiosità: come concilii il permesso di possesso ma non quello di vendita ?

    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > [...] come concilii il permesso di possesso ma non quello di
    > vendita ?

    Forse vorranno la certezza ke non ci si speculi sopra, proibendo anke lo scambio senza lucro.

    E' evidente ke si tratta d'un approccio ke denota una certa ristrettezza mentale, ma direi ke la situazione in Italia e' (forse) persino peggiore.

    ___


    Consoliamoci pero': come disse un comico alcuni anni fa, Dio ama l'Italia, anke se c'ha dato la Citta' Santa.
    Pensate se c'avesse dato Gerusalemme......
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Anzi, se veramente l'India permette il
    > > possesso ma non la compravendita di tale
    > > materiale, avrebbe una visione
    > più
    > > liberale rispetto ai paesi occidentali.
    >
    > Una curiosità: come concilii il
    > permesso di possesso ma non quello di
    > vendita ?

    Cessione gratuita o condivisione. Comunque non scambio 1:1, altrimenti si tratterebbe di baratto, comunque una forma di compravendita.
    non+autenticato
  • non è stato arrestato? Doveva essere il primo, meschino! Beh per il resto è logico che si tratta di un arresto esemplare.
    non+autenticato
  • Ehi troll ma che sei della lega?
    Di che arresto esemplare stai parlando?
    Ma ti rendi conto? Come se quelli di eBay potessero andare a guardare ogni singola cosa che viene messa in vendita, loro lo specificano chiaramente, quello che metti in vendita sono cavolacci tuoi, noi ci riserviamo di toglierlo dalla vendita e di chiudere il tuo account se ci accorgiamo che vendi qualcosa di illegale, ma se non ce ne accorgiamo, non possiamo essere OVVIAMENTE (per chi ha cervello) essere ritenuti responsabili, altrimenti di transazioni su eBay ce ne sarebbero 10 al giorno.
    non+autenticato
  • siano differenti?


    crediamo di essere globalizzati finchè spilliamo quattrini al prossimo ... ma quando ci troviamo NOI a subire le leggi bastarde che normalmente si cuccano i poveracci che schiacciamo, allora cominciamo a capire....


    guarda un po'... non siamo VERAMENTE globalizzati.
    non+autenticato

  • -> siano differenti?
    > crediamo di essere globalizzati
    > finchè spilliamo quattrini al
    > prossimo ... ma quando ci troviamo NOI a
    > subire le leggi bastarde che normalmente si
    > cuccano i poveracci che schiacciamo, allora
    > cominciamo a capire....
    > guarda un po'... non siamo VERAMENTE globalizzati.

    gia' ! abbiamo sufficenti leggi bastarde per conto nostro senza importarne dalle colonie
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > siano differenti?
    >
    >
    > crediamo di essere globalizzati
    > finchè spilliamo quattrini al
    > prossimo ... ma quando ci troviamo NOI a
    > subire le leggi bastarde che normalmente si
    > cuccano i poveracci che schiacciamo, allora
    > cominciamo a capire....

    Perché, sei tu il CEO che è finito in galera?
    Che significa quel "NOI" nella frase ci "troviamo NOI a subire le leggi bastarde..."?
    Io non subisco la legge indiana, ad esempio.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 20/12/2004 13.20.42
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)