Badtrans.B, Microsoft sotto accusa

La nuova rapidissima epidemia è ben lungi dal fermarsi. Stato di allerta ovunque per la congestione di reti e server. E la produttrice di Outlook Express e di Windows finisce sul banco degli imputati. Ma è davvero responsabile?

Badtrans.B, Microsoft sotto accusaRoma - Un'epidemia di queste dimensioni e di questa velocità non la si vedeva da molto tempo e i commenti degli esperti rimandano dritti all'infezione rapidissima che in tutto il mondo riuscì a causare LoveLetter-ILoveYou. Già, perché Badtrans.B, a più di una settimana di distanza da quando ha fatto capolino, continua a spargersi sulla rete sfruttando i punti deboli di Windows associato ad Outlook Express.

Sui newsgroup internazionali dedicati ai virus e alle epidemie quasi non si parla d'altro e ci si prodiga in consigli ai (tanti) malcapitati che sono stati infettati dal virus. Ma per la maggioranza degli utenti internet, che utilizza sia Windows che OE, l'aria si fa spessa sempre più spesso, con accuse dirette agli utenti del software Microsoft, spesso newbie di internet e inconsapevoli portatori del virus e "untori" della rete.

Ma se Badtrans.B è una imponente scocciatura per quegli utenti che ne ricevono decine di copie ogni giorno, è invece un vero pericolo per coloro che ne sono vittime. Il cavallo di Troia contenuto in quel codice, infatti, potenzialmente mette a rischio password e dati personali degli utenti infetti. Proprio come SirCam, virus tutt'altro che sparito che proprio in questi giorni è stato segnalato da molti e che invia all'esterno documenti personali, Badtrans.B rappresenta "un rischio privacy".
I maggiori rilevatori delle epidemie informatiche, osservatori legati perlopiù ai produttori di software antivirus, concordano in queste ore nella rilevazione di un'altissima quantità di email infette praticamente in tutto il mondo, una "macchia d'olio" che si estende rapidamente grazie alla piattaforma su cui il virus si replica, una piattaforma Microsoft utilizzata globalmente. MessageLabs sostiene di rilevare ogni giorno decine di migliaia di copie del virus.

Anche per questo sono molti coloro che attaccano proprio l'azienda di Redmond per quanto sta accadendo. In Italia, un appassionato intervento su Interlex riprende questa delicata questione, già ampiamente trattata, auspicando da un lato una maggiore attenzione del Garante per la privacy e dall'altro chiedendo un nuovo immediato intervento legislativo che prenda di mira proprio le responsabilità dei produttori di software.

Ma se sono in molti a ritenere in queste ore, da quanto si legge anche sulle agenzie tedesche e americane, che Microsoft debba essere portata sul banco degli imputati, in molti e la stessa Microsoft (vedi intervista pubblicata oggi su Punto Informatico) fanno anche notare come per proteggersi dal virus sarebbe bastato aggiornare il proprio sistema con una patch che Microsoft ha preparato da molti mesi dandone peraltro amplissima informazione.

Per questo c'è chi tende ad imputare le responsabilità dell'infezione anche a chi vende i computer. Sono infatti numerosissimi i rivenditori che offrono i "PC chiavi in mano" che consentono di collegarsi subito ad internet una volta installati nelle case e negli uffici. C'è da chiedersi allora se non debba essere condiviso anche da questi operatori l'onere di informare debitamente l'utente sui rischi e i pericoli dei virus.

Si tratta di un discorso difficile, perché allora bisognerebbe tirarci dentro anche i provider e la possibilità tecnica da parte loro di installare filtri "a monte" che trattengano e distruggano le email infette sul proprio network. E ne uscirebbero senz'altro nuove questioni, anche relative alla privacy, al ruolo dei singoli operatori nelle operazioni di "polizia della rete" e ai costi da sostenere per le operazioni di filtraggio.

Quel che appare certo è che tra spam in aumento, worm che continuano a diffondersi a mesi dalle prime infezioni, nuovi virus aggressivi come Badtrans.B, la congestione dell'email e della rete dovuta a questo fastidioso e pericoloso "rumore di fondo" continua ad aumentare in modo preoccupante. Un'azione coordinata e collettiva, che porti il problema dell'intasamento al centro, sembra ormai improrogabile. Resta da vedere chi vorrà compiere il primo passo in queste direzione e quante altre epidemie si dovranno attendere perché questo accada.

Per ora, per difendersi da Badtrans.B e rimediare alla sua infezione, si può leggere questo articolo di Punto Informatico. Le parole chiave sono prudenza, antivirus, patch...
TAG: microsoft
156 Commenti alla Notizia Badtrans.B, Microsoft sotto accusa
Ordina
  • Perchè il 90% delle persone usa prodotti Microsoft e poi li critica ?
    Se non vi piacciono usate altro, usate Linux, usate MacOS, nessuno vi costringe !

    Tra l'altro basta istallarsi Outlook Express 6 GRATIS per non beccarsi gli ultimi virus oppure basta configurare bene Outlook Express 5, insomma la colpa è degli utenti non di Microsoft.
    Sono gli utenti che criticano Microsoft, non sanno usare i suoi prodotti e danno la colpa a Bill Gates.

    Immagino come sarebbe il mondo se Bill Gates non fosse mai nato...
    Saremmo ancora ai tempi del PC/IBM compatibile !
    Brrrrr
    non+autenticato


  • - Scritto da: IBM Compatibile
    .......
    > Immagino come sarebbe il mondo se Bill Gates
    > non fosse mai nato...
    > Saremmo ancora ai tempi del PC/IBM
    > compatibile !


    ?????????????

    Ma te le sogni la notte dopo aver mangiato pesante ?

    Ma secondo te il tuo PC/IBM compatibile che s.o. aveva sopra ?

    Semmai saremo ai tempi dell'Apple, Atari, Amiga....
    .. tralascio le lettere dalla B alla Z ....




    non+autenticato
  • BACATI LORO se impicciano di problemi che non sono i loro quindi pensate ai vostri buchi che noi pensiamo ai nostri.
    Capisco più un utonto autullokaro che si lamenta chiedendo perche la MS non fa i nostri sw che paghiamo più sicuri (ma la sicurezza la si ottiene anche con un nostro piccolo sforzo armeno le patch istalliamole e un antivirus e se lo avete lo avete aggiornarlo almeno una volta nell'ultimo annoSorride)) che un linuxaro bsdaro che se lamenta chiedendo ad altri di cambiare perchè la loro merce e più solida (ftp insegna eheheheheh) gratis (nessuno da niente per niente) ecc...
    E proprio perche ce lo dite voi che noi usiamo e useremo winzoz almeno possiamo volare (finche il prossimo viruzzzz nun ce spara).
    non+autenticato
  • I bug esitono per tutti, tutti i sw ed o.s.
    Ciò che cambia è la cura riposta nel sw/o.s e l'utenza a cui è rivolto (leggi: facilità/difficoltà d'uso); perchè comè ovvio, più un o.s./sw è facile, più è bug-ato (es: i bug in Linux sono aumentati notevolmente quando sono cominciati a comparire più tool per facilitare l'ut. Il 70% dei bug in Linux riguarda quei tool; e guarda caso, Slack, Debian, *BSD ne sono poco afflitti, fino a OpenBSD che né è il meno aflitto).
    Oltrettutto, se si guarda i bug di note distro come Red Hat, si nota che il tot. dei bug, è distribuito su una relase di 12 CD e 1 DVD; se si confrontano il numero di bug per unità di Mb di sw totale, si nota un rapporto basso, rispetto all'analogo per win*.
    È facile affermare che win* e Linux si equivalgono con i bug, prendendo ad esempio Red Hat, Mandrake, SuSe, Caldera; meno facile affermarlo se si fà un rapporto N°bug per unità di sw totale della distro (tra l'altro un sw per UNIX occupa minore spazio rispetto all'analogo per win*, per via del diverso filesystem).
    Detto ciò, è falso chi afferma che Linux, *BSD, UNIX in generale, sia privo di bug; mente chi afferma che Linux può diventare semplice senza aumentare il numero di bug; è in verità chi afferma che lo UNIX in generale (e Linux in particolare) è afflitto da un minor numero di bug per unità di sw distribuita.
    E cmq, un inesperto può fare gli stessi danni (da root) in UNIX come un bug in win*; per cui l'uso di Linux comporta un pubblico un pochino più esperto! Raggiungibile ciò, con un minimo di documentazione (non occorre per questo diventare sistemisti Linux).
    non+autenticato


  • - Scritto da: BSD_like
    > I bug esitono per tutti, tutti i sw ed o.s.

    okkkkkkkk sempre affermato

    > Ci?che cambia ?la cura riposta nel sw/o.s
    > e l'utenza a cui ?rivolto (leggi:
    > facilit?difficolt?d'uso); perch?com?
    > ovvio, pi?un o.s./sw ?facile, pi??
    > bug-ato (es: i bug in Linux sono aumentati
    > notevolmente quando sono cominciati a
    > comparire pi?tool per facilitare l'ut. Il
    > 70% dei bug in Linux riguarda quei tool; e
    > guarda caso, Slack, Debian, *BSD ne sono
    > poco afflitti, fino a OpenBSD che n??il
    > meno aflitto).
    > Oltrettutto, se si guarda i bug di note
    > distro come Red Hat, si nota che il tot. dei
    > bug, ?distribuito su una relase di 12 CD e
    > 1 DVD; se si confrontano il numero di bug
    > per unit?di Mb di sw totale, si nota un
    > rapporto basso, rispetto all'analogo per
    > win*.
    > ?facile affermare che win* e Linux si
    > equivalgono con i bug, prendendo ad esempio
    > Red Hat, Mandrake, SuSe, Caldera; meno
    > facile affermarlo se si f?un rapporto N°bug
    > per unit?di sw totale della distro (tra
    > l'altro un sw per UNIX occupa minore spazio
    > rispetto all'analogo per win*, per via del
    > diverso filesystem).
    > Detto ci? ?falso chi afferma che Linux,
    > *BSD, UNIX in generale, sia privo di bug;
    > mente chi afferma che Linux pu?diventare
    > semplice senza aumentare il numero di bug; ?
    > in verit?chi afferma che lo UNIX in
    > generale (e Linux in particolare) ?afflitto
    > da un minor numero di bug per unit?di sw
    > distribuita.
    > E cmq, un inesperto pu?fare gli stessi
    > danni (da root) in UNIX come un bug in win*;
    > per cui l'uso di Linux comporta un pubblico
    > un pochino pi?esperto! Raggiungibile ci?
    > con un minimo di documentazione (non occorre
    > per questo diventare sistemisti Linux).

    ok
    non+autenticato
  • ISS=pacco
    OE=pacco
    Internet explorer é il migliore solo perche tutti i siti sono otimizzati per lui.
    ma con tutti i soldi che si beccano questi qui, non sanno fare di meglio?

    non+autenticato
  • In azienda avevamo lotus mail hanno messo
    outlook sono settimane che riveviamo in intranet virus e spam a tutto spiano ....
    Ha ha ha i sistemisiti non sanno piu cosa fare
    e sono loro che hanno voluto cambiare.

    www.ecomstation.com really virus free
    non+autenticato
  • Si in effetti io con eCS di problemi non ne ho proprio !!!

    non+autenticato
  • davvero benvenuto nel gruppo io l'ho preso a giugno.

    come ti trovi con il firewall ?

    e il server telnet integrato ti ha dato problemi
    e favolosamente utile.

    Sai mica quando esce la versione 1.1 ?
    Saluti Gianca
    non+autenticato
  • uso solo ssh..
    e la 1.1 dovrebbe uscire i primi mesi del 2002
    non+autenticato


  • - Scritto da: ECs_NoXP
    > In azienda avevamo lotus mail hanno messo
    > outlook sono settimane che riveviamo in
    > intranet virus e spam a tutto spiano ....

    virus potrei forse capire (l'utonto comunque se riceve un exe per default ci clicca sopra quindi mi saluti lotus) ma che ca... centra lo spam con outlook me lo devi spiegare, al massimo ell'exchange server su cui non avete caricato politiche antispam ma ciò e ignoranza dei sistemisti non del sw.
    > Ha ha ha i sistemisiti non sanno piu cosa
    > fare
    > e sono loro che hanno voluto cambiare.

    cambiare senza sapere
    hanno cambiato perche lotus e pieno di buchi per la sicurezza.
    >
    > www.ecomstation.com really virus free

    se avete sistemisti della mutua non e mica colpa di MS, si prende outlook si fa il pacchettino blindando le funzionalità che l'utonto potrebbe attivare (script, anteprima ecc...) e poi si installa su ogni macchina e no problem.
    poi vi comprate un antivirus per exchange e mai più virus e spam.
    non+autenticato
  • L'HTML è un linguaggio utile per le e-mail. Se si evitano le immagini, si creano messaggi leggibili, formattati e leggeri.

    Java, Javascript, Flash, ActiveX ecc. - colpevoli di lanciare virus e fare tanti altri pastrocchi - invece (in una e-mail) non servono a nulla.

    Perché invece di fare patch su patch non disabilitano una volta per tutte questi linguaggi (limitatamente alle e-mail, è ovvio)?

    Ciao.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Marco
    > L'HTML ?un linguaggio utile per le e-mail.
    > Se si evitano le immagini, si creano
    > messaggi leggibili, formattati e leggeri.
    >
    > Java, Javascript, Flash, ActiveX ecc. -
    > colpevoli di lanciare virus e fare tanti
    > altri pastrocchi - invece (in una e-mail)
    > non servono a nulla.
    >
    > Perch?invece di fare patch su patch non
    > disabilitano una volta per tutte questi
    > linguaggi (limitatamente alle e-mail, ?
    > ovvio)?
    >
    > Ciao.

    scusami se non sai gia c'?l'opzione per disabilitare l'elaborazione degli script.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Marco
    > Perché invece di fare patch su patch non
    > disabilitano una volta per tutte questi
    > linguaggi (limitatamente alle e-mail, è
    > ovvio)?

    Guarda che puoi già disabilitarli facilmente, il problema è che molti non lo sanno.

    Cmq i odico che i più pericolosi sono i VBScript (e disabiliti pure quelli volendo)

    P.S.
    I VbScript si inseriscono anche in un html ed è quindi possibile tramite questo linguaggio formattare la macchina del malcapitato che apre solamente la pagina.

    Però bisogna essere verament ebastardi per farlo.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Stargazer
    >
    >
    > - Scritto da: Marco
    > > Perch?invece di fare patch su patch non
    > > disabilitano una volta per tutte questi
    > > linguaggi (limitatamente alle e-mail, ?
    > > ovvio)?
    >
    > Guarda che puoi gi?disabilitarli
    > facilmente, il problema ?che molti non lo
    > sanno.
    >
    > Cmq i odico che i pi?pericolosi sono i
    > VBScript (e disabiliti pure quelli volendo)

    sono pericolosi tutti i linguaggi di script si vbscript che jscript, infatti con jscript tiri su il filescripobject e cancelli tutti i file che vuoi.

    > P.S.
    > I VbScript si inseriscono anche in un html

    si inserisce in html anche il jscript

    > ed ?quindi possibile tramite questo
    > linguaggio formattare la macchina del
    > malcapitato che apre solamente la pagina.

    dipende se scarichi la pagina da internet il sistema di sicurezza del browser non dovrebbe permettere l'uso di istruzioni pericolose (te ne accorgi se navigi su siti pericolosi infatti certe volte appare la box con scritto accesso negato), ovviamente se il browser e bacato si potrebbero sfuttare queste falle (nimda insegna) ECCO PERCHE DICO QUALUNQUE BROWSER USATE APPLICATE LE PATCH QUANDO ESCONO.

    > Per?bisogna essere verament ebastardi per
    > farlo.
    non+autenticato
  • Guarda che nelle Opzioni Internet di OE si può personalizzare a piacere l'uso di Java/Javascript/VBScript.

    Sono gli utenti che sono scemi, non la MS.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)