Noi utenti telefonici di serie B

Dovrò ancora aspettare anni prima di avere non dico un ventaglio di offerte, ma almeno un servizio efficiente e l'ultimo miglio non porterà all'installazione in una piccola centrale di campagna di tutti gli strumenti più sofisticati

Web - Gentile redazione vi racconto un mio problema ma che penso sia di tanti altri. Io abito in un piccolo paese sulle colline romagnole e sono un assiduo frequentatore della rete. Solo da un anno ho potuto installare una linea ISDN con enormi supplizi perchè la suddetta linea non viene gestita dalla mia centrale telefonica ma con un "reboot" (?) viene indirizzata ad un'altra centrale più grande.

Sono occorsi infatti 3 mesi di interventi tecnici più o meno quotidiani per risolvere i problemi tecnici che via via si presentavano. Una volta attivata la linea e resa funzionale, si trattava di trovare la tariffa migliore per navigare e per telefonare.

Sfogliando fra le varie offerte destinate agli utenti internet osservo che la concorrenza in realtà non esiste perché in pratica non esistono offerte. Mi spiego: per un utente ISDN non è possibile attivare né l'offerta Tempozero di Infostrada, né Internet No stop di Wind perché sono riservate ad utenti analogici. Telecom Italia offre Teleconomy No Stop ma con un limite di 20 ore al mese e le restanti a 15 lire/minuto. Cosa resta? Galaflat.... ma a quanto pare ci sono dei problemi ad utilizzare il servizio; addirittura chiamando il numero verde risponde la Telecom che dice che il numero non è raggiungibile.
Tutto sembra dunque fatto apposta per farti lasciare la linea ISDN e migrare verso ADSL ma la mia zona non è coperta né mai lo sarà.

Ho provato a chiamare il numero 187 Telecom per chiedere se in previsione pensano che Teleconomy No stop preveda anche Internet illimitato e mi hanno risposto che il garante della concorrenza non consente a Telecom di ampliare questa offerta.

Mi chiedo:
1. Perché lo Stato non impone anche a Telecom che riscuote il canone di installare il servizio ADSL su tutto il territorio?
2. I cittadini italiani di serie B per avere un contratto flat devono per forza essere analogici?
3. Telecom Italia (Italia che vuol dire? Roma, Milano e Torino?) si sarà
accorta che Teleconomy No Stop rispetto a Tempozero di Infostrada è molto meno conveniente?
4. Quando finisce la moda di correre sempre dietro alle nuove tecnologie e di non completarne mai una? Siamo ad un paradosso... In epoca di ADSL per avere una tariffa flat per internet bisogna "essere analogici".

Io cittadino di serie B dovrò ancora aspettare anni prima di avere non dico un ventaglio di offerte, ma almeno un servizio efficiente e non mi illudo che la liberalizzazione dell'ultimo miglio porterà tanti operatori ad installare nella mia piccola centrale di campagna tutte le apparecchiature più sofisticate. Dovrò ancora una volta aspettare che mamma Telecom (bontà sua) si degni anche di quegli utenti che solo lei può raggiungere e provi ad offrire qualche servizio anche a tutti i fortunati che non vivono in centro a Milano, Bologna o Napoli.

Loris Naldoni
TAG: adsl
25 Commenti alla Notizia Noi utenti telefonici di serie B
Ordina
  • Abito in un paese ( diciamo anche cittadina : ha 45.000 abitanti) a 3 km da Milano ( confina con Milano ) e cmq anche qui adsl non c'è ...
    Purtroppo le linee a banda larga rimangono una prerogativa di chi vive nelel grandi metropoli (tutte le volte che penso al fatto che galaflat 56 la pago come i miei amici milanesi pagano Adsl .... ) ....
    non+autenticato
  • Abito in un paese lontano dai grossi centri urbani, non raggiunto "ufficialmente" dal servizio ADSL. Un giorno parlando con uno dei tecnici, incaricato dal TelecomItalia, che mi sostituiva la borchia ISDN, questi, mi metteva al corrente che la centrale che serve il mio paese, come tutte quelli della provincia, è abilitata al servizio ADSL. Grande sorpresa poi qualche giorno fa. Recatomi presso un ente pubblico del mio paese, mi sono reso conto che avevano installato il servizio ADSL. Chiamata la Telecom, mi hanno risposto che quell'ente ha una convenzione particolare con Telecom e che è stato aperto un canale(?) solo per loro!
    Allora io mi chiedo, chi è che dice bugie? Perché Telecom non vuole fornire il servizio anche ai privati e alle aziende che ne fanno richiesta? Cosa c'è dietro? Siamo o non siamo tutti cittadini italiani? Io posso capire che per abilitare tutte le centrali ci sono dei tempi da aspettare; ma se le centrali sono già abilitate, cosa dobbiamo aspettare?
    I misteri di casa Telecom non finirannno mai!
    non+autenticato
  • Per chi non conosce cosa si sta' sviluppando anche a livello centrale .... ecco cosa ho pensato.... poi semmai ne parleremo.. Ciao Fabio
    -----------
    che quei soldi che possano guadagnare di piu' i dirigenti assorbendoli dai canoni degli utenti della Societa' per cui lavorano (e c'e', pare, una legge che glielo permette), possano a loro servire per pagare le rate dell'armadio a muro che se ne serviranno esclusivamente per mettere le medicine o gli apparecchi per la loro salute e quella dei loro discendenti.
    non+autenticato
  • Io abito in un piccolo paese e da me non mi mettono neppure l'ISDN! GRRR
    non+autenticato
  • io pago lo stesso canone che paga un utente di milano citta'. Perche' loro possono avere adsl e io no?
    facciamo cosi': siccome io posso accedere a meno servizi, mi fate pagare meno il canone.
    Mi pare equo no?

    ... smetto di sognare e vado a pagare l'adsl ai milanesi, che mi e' arrivata la bolletta 10 giorni fa.
    non+autenticato
  • ...sai che un paio di giorni fa stavo pensando esattamente la stessa cosa che hai detto tu.Hai perfettamente ragione, stiamo pagando l'ADSL ad altri.Aggiungo di più, pur avendo la flat su linea analogica non capisco che senso ha che io non riesca a mantenere neanche i circa 5Kb/s di un modem analogico v.90 quando vengono fatte offerte ADSL a 50/60 Kb/s..che naturalmente mi faranno rallentare sempre di più visto che la banda nazionale ed internazionale dei vari provider è sempre quella.Naturalmente il motivo è chiaro....

    Io abito nel centro di un paese a circa 14Km dalla città...perciò niente ADSL ma stesso canone!
    In più ho anche una seconda casa in collina e lì non è disponibile neanche ISDN...ma il canone è sempre quello.

    Ciao

    - Scritto da: munehiro
    > io pago lo stesso canone che paga un utente
    > di milano citta'. Perche' loro possono avere
    > adsl e io no?
    > facciamo cosi': siccome io posso accedere a
    > meno servizi, mi fate pagare meno il canone.
    > Mi pare equo no?
    >
    > ... smetto di sognare e vado a pagare l'adsl
    > ai milanesi, che mi e' arrivata la bolletta
    > 10 giorni fa.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)