Ritocca Berlusconi e vinci

di Alessandro Venturi. Le riproduzioni dei manifesti ritoccati di Berlusconi hanno avuto un'origine spontanea e sono circolate ovunque con il passaparola. Mark Bernardini ne ha poi ottenuto un discusso libro

Ritocca Berlusconi e vinciWeb - Il caso dei manifesti elettorali con il volto ritoccato di Berlusconi è sicuramente molto interessante dal punto di vista della questione dei diritti d'autore al tempo di Internet. Ma illustra inoltre con lampante chiarezza alcune dinamiche d'interazione fra i vari strumenti di comunicazione oggi a disposizione.

Volendo sintetizzare quanto accaduto, si è verificato un formidabile "passaparola telematico", in cui una forma di satira politica è passata da mailbox in mailbox secondo la tipica dinamica della catena di posta elettronica. Chi ha trovato divertenti le immagini ritoccate ha pensato bene di inoltrarle ad una o più persone della propria lista di contatti e-mail. Così, in modo del tutto simile a quanto accade per le famose bufale sui telefonini in regalo o sui bambini ammalati terminali di leucemia, Internet ha mostrato ancora una volta il suo fenomenale potenziale divulgativo.

Fra i molti destinatari dei manifesti ritoccati ecco Mark Bernardini, il quale, particolarmente affascinato dallo scherzo, ha dedicato gran parte del suo tempo libero a raccogliere tutte le immagini in alcune pagine Web. In quel momento si è realizzato un passaggio fondamentale, la transizione dell'oggetto della catena da un mezzo all'altro, dall'e-mail al Web. Certo, i manifesti hanno continuato a girare da un server di posta all'altro anche dopo che la raccolta Web si era fatta corposa, ma sempre più spesso le e-mail anziché avere in allegato un.jpg o un.gif, contenevano direttamente il link al sito di Bernardini.
Fin qui tutto logico e normale. Da quando esiste il Web, sono innumerevoli i siti che raccolgono in un'unica sede tutta una serie di oggetti che avevano cominciato a circolare via posta elettronica. La cosa interessante è che a un certo punto Bernardini, oramai famoso grazie all'interessamento dei media tradizionali, ha deciso di sfruttare economicamente il suo paziente lavoro di raccolta, pubblicando in un libro tutte le immagini ritoccate contenute nel suo sito. Questo ha scatenato le ire degli autori originari, che si sono ovviamente sentiti defraudati.
TAG: italia
69 Commenti alla Notizia Ritocca Berlusconi e vinci
Ordina
  • Siamo al solito logoro Tam tam destra sinistra sinistra destra...
    Ma nessuno che apre un attimino la mentalita' per cercare di capire cosa c'e' di buono nell'una o nell'altra idea. E' cosi che cadono le democrazie, e cosi' si trasforma un idea in un pregiudizio. Personalmente ho trovato simpatiche le caricature dei manifesti di berlusconi, E credo che la satira politica sia molto importante in un paese che si definisce democratico;abito a Viareggio, e qui forse la satira ce l'abbiamo nel sangue ; a tal proposito vi ricordo che il democratico Dalema ha querelato per 4 miliardi il grande Forattini (alla faccia della democrazia!!), in barba a chi crede che si e' buoni o cattivi.. La storia della destra e' certo pieni di esempi vergognosi in molti paesi nel mondo,(vedi i non lontani Cile e Argentina) tuttavia i compagni non sono da meno... Vi rammento che Tienammen e' molto vicina, e che a Cuba i prigionieri politici nelle carceri non si contano, alla faccia della Baraldini!! Insomma, se dobbiamo ricostruire un paese migliore,credo che si debba prima di tutto partire dalla Democrazia, che passa OBBLIGATORIAMENTE dal Dialogo, e perche' no, dalla Satira!!!
    Spero di vedere ancora altre simpatiche vignette
    sul berlusca e anche su altri poilitici, perche ' in fondo sdrammatizzano un po'la realta'.....

    ps:Un salutone a tutti, e riportiamo la discussione su un piano piu' civile.

    non+autenticato
  • Ho seguito le avventure dei manifesti taroccati di Bernardini ed ho notato (con piacere) che e' successa una cosa strana sul sito di Bernardini negli ultimi tempi.
    In un paio di mesi l'elenco dei manifesti tarocchi ha raggiunto quota 1000. Poi però (che sia stato dopo la storia del libro....) all'incirca dopo Natale 2000 non c'è stata più la corsa al manifesto taroccato.
    La domanda è: si è spenta la fantasia dei taroccatori (può succedere) o non è che, per caso, dopo aver fatto i conti il taroccatore ha visto che con 18.000 Lire a libro per 10.000 copie vendute (fonte Bernardini) il Nostro prode Mark ha fatto su 180 milioni col lavoro altrui, qualche taroccatore di manifesti ha capito di essere stato TAROCCATO ALLA GRANDE?
    Complimenti Mark. Ci hai mostrato un modo per far soldi che nemmeno il Berluska si sognava.
    non+autenticato
  • Infatti: sono finiti tutti su Lipin Blisset (http://digilander.iol.it/lupinblisset/)!
    Sorpresa)

    - Scritto da: un taroccato®
    > Ho seguito le avventure dei manifesti
    > taroccati di Bernardini ed ho notato (con
    > piacere) che e' successa una cosa strana sul
    > sito di Bernardini negli ultimi tempi.
    > In un paio di mesi l'elenco dei manifesti
    > tarocchi ha raggiunto quota 1000. Poi però
    > (che sia stato dopo la storia del libro....)
    > all'incirca dopo Natale 2000 non c'è stata
    > più la corsa al manifesto taroccato.
    > La domanda è: si è spenta la fantasia dei
    > taroccatori (può succedere) o non è che, per
    > caso, dopo aver fatto i conti il taroccatore
    > ha visto che con 18.000 Lire a libro per
    > 10.000 copie vendute (fonte Bernardini) il
    > Nostro prode Mark ha fatto su 180 milioni
    > col lavoro altrui, qualche taroccatore di
    > manifesti ha capito di essere stato
    > TAROCCATO ALLA GRANDE?
    > Complimenti Mark. Ci hai mostrato un modo
    > per far soldi che nemmeno il Berluska si
    > sognava.
    non+autenticato
  • Tre commenti sparati nel giro di pochi minuti. E sono sicuro che ti sono venuti spontanei. Bravo!

    Non solo mi sono piaciuti, non solo sono completamente d'accordo con te ma ti dico: "Uniamo le nostre forze, con l'arma dell'ironia distruggiamo gli stupidi che infestano Internet e tutta la nostra società. "

    non+autenticato


  • - Scritto da: AB
    > Tre commenti sparati nel giro di pochi
    > minuti. E sono sicuro che ti sono venuti
    > spontanei. Bravo!
    >
    > Non solo mi sono piaciuti, non solo sono
    > completamente d'accordo con te ma ti dico:
    > "Uniamo le nostre forze, con l'arma
    > dell'ironia distruggiamo gli stupidi che
    > infestano Internet e tutta la nostra
    > società. "
    >
    Mi associo al 100% .......anche perchè appena apro bocca vengo additato come il super fascista che strizza l'occhio anche a HitlerSorride

    Bravo RR!
    non+autenticato
  • Per meritare una risposta da Lei, o Duce Nostro, non dobbiamo farLe avere le nostre impronte digitali, no, dobbiamo solo presentarLe il nostro C.N.(a proposito e se fossimo clandestini, senza documenti?) ed la d.d.r.(e gli sfuttati che lavorano in NERO?), ma attenzione:
    se dovessimo essere dei figli di papà (dove sta scritto?, nel C.N.?), o avere un reddito anche di poco superiore al suo (e quelli che non dichiarano tutto?) non potremo accedere alla Sua preziosa risorsa
    non+autenticato
  • Le scelte di un eroe come Lei non sono mai facili: la scelta di donare i ricavi del duro lavoro x La Giusta Causa, di non pagare l'affitto ed opporre resistenza fisica all'inevitabile sfratto, La rendono martire esemplare (ah!, se tutti facessimo come Lei...).
    Ma la scelta di vivere sotto i ponti costituisce il punto di arrivo più prossimo dal quale ripartire con nuove esperienze ed energie.
    Non più un borghese impianto di riscaldamento per non morire di freddo in questo duro inverno, ma un falò e tanti nuovi amici (Compagne prostitute e Compagni spacciatori).
    Per accendere il fuoco potrà usare qualche copia del Suo libro rimasta invenduta, sarà cmq x un fine Nobile.
    Per raccogliere il necessario nutrimento, potrebbe rivolgersi all'OSF di Milano (Opera San Francesco che dà un pasto caldo e gratuito a tutti i barboni o "senza fissa dimora" che dir si voglia) ma molto + probabilmente Lei Si rivolgerebbe al Centro Sociale Leoncavallo, che notoriamente è prodigo di aiuti x tutti, senza fare distinzioni di ceto di appartenenza, religione, appartenenza politica.
    Il quel luogo troverebbe anche PC ed internet (strumenti borghesi, da ceto medio) che Le restituiranno però il Potere per portare a termine la Missione alla quale Si è immolato.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)