La settimana delle libertà digitali

a Roma

Roma - Il Linux Club della capitale ad un anno dall'apertura ospiterà la Settimana delle libertà digitali, una quattro giorni di appuntamenti per parlare di nuove tecnologie, condivisione della conoscenza e prospettive. Previsti convegni, seminari e workshop, proiezioni, corsi, dimostrazioni, presentazione di opere artistiche, letterarie e multimediali, giochi ludici su tecnologie open source. Il tutto condito da serate di festa e musica libera.

In particolare, a partire da mercoledì 19 si parlerà di software libero e pericoli legati ai brevetti sul software, di interoperabilità e formati, di pubblica amministrazione e diritto all'accesso al Sapere. Nei giorni successivi si parlerà anche di digital divide, partecipazione, condivisione, democrazia sociale, Creative Commons e diritto d'autore, Legge Urbani e via dicendo.

Maggiori info sul sito del Linux Club
TAG: italia
10 Commenti alla Notizia La settimana delle libertà digitali
Ordina
  • Ma a qualcuno risulta che negli ultimi 30 anni la cultura umana ci sia stata proibita?

    Basta andare in giro per le strade per vedere quante scuole e librerie possono offrirti valanghe di saperi a costi davvero irrilevanti (e dai ragazzi... anche una libreria ha un costo)

    ammhhh... il vostro problema è che volete tutto gratis?

    peccato, anche voi dovrete andare a lavorare un giorno... essì...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma a qualcuno risulta che negli ultimi 30
    > anni la cultura umana ci sia stata proibita?
    >
    > Basta andare in giro per le strade per
    > vedere quante scuole e librerie possono
    > offrirti valanghe di saperi a costi davvero
    > irrilevanti (e dai ragazzi... anche una
    > libreria ha un costo)
    >
    > ammhhh... il vostro problema è che
    > volete tutto gratis?
    >
    > peccato, anche voi dovrete andare a lavorare
    > un giorno... essì...


    certo avere tutto gratis è bello ma dover dover pagare un prodotto circa 10-20 volte il suo reale costo di produzione a mio parere nn c'entra nulla con il lavorare.è semplice lucro spropositato,è questo ke si deve combattere xkè la pirateria nasce da questo problema.x quante leggi possano essere fatte ci sarà sempre qualcuno ke troverà un modo di avere software gratis.la pirateria cesserà quando cesserà il bisogno dei dirigenti di avere 2-3 ferrari nel proprio garage.
    forse te avrai i miliardi da spendere ma molta gente come me nn ce l'ha.
    mi viene da kiederti una cosa,ma secondo te uno dovrebbe mettersi la banda larga x guardare la posta???
    ci sono tante possibilità ma nn le vuole sfruttare nessuno.da ogni parte si sa ke sono le major a mangiarsi la coda xkè nn sanno sfruttare le nuove tecnologie.mi dici cosa gli costerebbe spartirsi i costi dell'adsl con gli operatori italiani (x es. visto ke qua un adsl costa circa 5 volte di + di quelle all'estero) e usare il p2p come forma di diffusione???assolutamente nulla e i loro ricavi sarebbero garantiti.
    invece evidentemente se nn adottano forme di questo tipo(e ti ricordo ke ci sono tantissime idee riguardo a ciò) evidentemente gli va bene vendere poke copie a prezzi alti e fare qualke causa a qualke povero ragazzino di 10 anni come succede in america.
    io a lavorare ci vado e credimi 70 euro x un gioketto nn sono poki.pensa ke io quei soldi nn li guadagno neanke con 1 giorno di lavoro lavorando 10 ore di fila.
    poi vieni a screditare la gente ke nn può comprarla sta roba.vai a lavorare te ke magari capisci il prezzo eccessivo di certa roba

  • - Scritto da: mambros
    >
    > certo avere tutto gratis è bello ma
    > dover dover pagare un prodotto circa 10-20
    > volte il suo reale costo di produzione a mio
    > parere nn c'entra nulla con il
    > lavorare.è semplice lucro
    > spropositato

    vedi, un cd costa 20 euro in media, ma devono guadagnarci l'autore, il produttore, il grossista e il rivenditore

    il tuo ragionamento è un po' povero...

    il lucro spropositato di cui tu parli non esiste, dipende infatti solamente dalla quantità dei dischi (in questo caso) che riescono a vendere

    tra l'altro ci sono stati molti produttori falliti in questo campo

    > ,è questo ke si deve
    > combattere xkè la pirateria nasce da
    > questo problema.x quante leggi possano
    > essere fatte ci sarà sempre qualcuno
    > ke troverà un modo di avere software
    > gratis.la pirateria cesserà quando
    > cesserà il bisogno dei dirigenti di
    > avere 2-3 ferrari nel proprio garage.

    naaa... la pirateria c'è perchè è bella, punto.

    > forse te avrai i miliardi da spendere ma
    > molta gente come me nn ce l'ha.

    io non ci ho i miliardi, se non hai i soldi per acquistare i CD, accendi la radio e ascolti la musica gratis

    > mi viene da kiederti una cosa,ma secondo te
    > uno dovrebbe mettersi la banda larga x
    > guardare la posta???

    io con la banda larga ci lavoro e non ci ascolto musica, se poi voglio vedere un film, vado in videoteca e lo affitto a 1 euro, mi pare più comodo

    > ci sono tante possibilità ma nn le
    > vuole sfruttare nessuno.da ogni parte si sa
    > ke sono le major a mangiarsi la coda
    > xkè nn sanno sfruttare le nuove
    > tecnologie.mi dici cosa gli costerebbe
    > spartirsi i costi dell'adsl con gli
    > operatori italiani (x es. visto ke qua un
    > adsl costa circa 5 volte di + di quelle
    > all'estero) e usare il p2p come forma di
    > diffusione???assolutamente nulla e i loro
    > ricavi sarebbero garantiti.

    ahahah... spartirsi l'adsl... ahahahaahah lol lol ...

    > invece evidentemente se nn adottano forme di
    > questo tipo(e ti ricordo ke ci sono
    > tantissime idee riguardo a ciò)

    non di certo riguardano la "spartizione" dell'adsl... informati meglio

    > evidentemente gli va bene vendere poke copie
    > a prezzi alti e fare qualke causa a qualke
    > povero ragazzino di 10 anni come succede in
    > america.

    questo è quello che ti fanno credere i media, le major guadagnano sulla quantità a 4 e 5 zeri mettendo sul mercato diversi album ogni anno e garantendone la distribuzione e il guadagno ai rivenditori

    > io a lavorare ci vado e credimi 70 euro x un
    > gioketto nn sono poki.pensa ke io quei soldi
    > nn li guadagno neanke con 1 giorno di lavoro
    > lavorando 10 ore di fila.

    dai, i giochi a 70 euro sono rarissimi se non inesistenti, in ogni caso puoi sempre non comprarli... ma non pretendere che ti vengano regalati per questa fantomatica "liberta digitale"...

    > poi vieni a screditare la gente ke nn
    > può comprarla sta roba.vai a lavorare
    > te ke magari capisci il prezzo eccessivo di
    > certa roba

    io compro quello che posso comprare, se una cosa è cara mi lamento con il venditore e gli faccio pessima pubblicità, ma non chiederò mai che questa mi venga regalata
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: mambros
    > >
    > > certo avere tutto gratis è bello
    > ma
    > > dover dover pagare un prodotto circa
    > 10-20
    > > volte il suo reale costo di produzione
    > a mio
    > > parere nn c'entra nulla con il
    > > lavorare.è semplice lucro
    > > spropositato
    >
    > vedi, un cd costa 20 euro in media, ma
    > devono guadagnarci l'autore, il produttore,
    > il grossista e il rivenditore
    >
    > il tuo ragionamento è un po' povero...
    >
    > il lucro spropositato di cui tu parli non
    > esiste, dipende infatti solamente dalla
    > quantità dei dischi (in questo caso)
    > che riescono a vendere
    >
    bella cazzata questa.xkè nn vai a sentire cosa dicono i cantanti prima di parlare a vanvara?

    > tra l'altro ci sono stati molti produttori
    > falliti in questo campo
    >
    > > ,è questo ke si deve
    > > combattere xkè la pirateria
    > nasce da
    > > questo problema.x quante leggi possano
    > > essere fatte ci sarà sempre
    > qualcuno
    > > ke troverà un modo di avere
    > software
    > > gratis.la pirateria cesserà
    > quando
    > > cesserà il bisogno dei dirigenti
    > di
    > > avere 2-3 ferrari nel proprio garage.
    >
    > naaa... la pirateria c'è
    > perchè è bella, punto.
    >
    allora ti piace anke a te.ki è senza peccato scagli la prima pietra

    > > forse te avrai i miliardi da spendere ma
    > > molta gente come me nn ce l'ha.
    >
    > io non ci ho i miliardi, se non hai i soldi
    > per acquistare i CD, accendi la radio e
    > ascolti la musica gratis
    >
    la radio purtroppo nn mi da film e videogioki

    > > mi viene da kiederti una cosa,ma
    > secondo te
    > > uno dovrebbe mettersi la banda larga x
    > > guardare la posta???
    >
    > io con la banda larga ci lavoro e non ci
    > ascolto musica, se poi voglio vedere un
    > film, vado in videoteca e lo affitto a 1
    > euro, mi pare più comodo
    >
    > > ci sono tante possibilità ma nn
    > le
    > > vuole sfruttare nessuno.da ogni parte
    > si sa
    > > ke sono le major a mangiarsi la coda
    > > xkè nn sanno sfruttare le nuove
    > > tecnologie.mi dici cosa gli costerebbe
    > > spartirsi i costi dell'adsl con gli
    > > operatori italiani (x es. visto ke qua
    > un
    > > adsl costa circa 5 volte di + di quelle
    > > all'estero) e usare il p2p come forma di
    > > diffusione???assolutamente nulla e i
    > loro
    > > ricavi sarebbero garantiti.
    >
    > ahahah... spartirsi l'adsl... ahahahaahah
    > lol lol ...
    >
    nn sai rispondere di meglio??ti brucia il fatto di nn avere argomentazioni x rispondere

    > > invece evidentemente se nn adottano
    > forme di
    > > questo tipo(e ti ricordo ke ci sono
    > > tantissime idee riguardo a ciò)
    >
    > non di certo riguardano la "spartizione"
    > dell'adsl... informati meglio
    >
    no informati meglio te,xkè queste proposte da parte della gente ci sono e come.prima di parlare xkè nn ti fai un giretto su google?

    > > evidentemente gli va bene vendere poke
    > copie
    > > a prezzi alti e fare qualke causa a
    > qualke
    > > povero ragazzino di 10 anni come
    > succede in
    > > america.
    >
    > questo è quello che ti fanno credere
    > i media, le major guadagnano sulla
    > quantità a 4 e 5 zeri mettendo sul
    > mercato diversi album ogni anno e
    > garantendone la distribuzione e il guadagno
    > ai rivenditori
    >
    nn me lo fanno credere i media xkè i media dicono tutto il contrario.ti rimando in proposito a vedere di ki sono i tg.un certo berlusconi ke ha vari prestanome a capo di azienducce come la medusa film casualmente con presidente urbani.scusa mi ricorderesti cosa ha fatto urbani??mi pare una legge del tutto disinteressata.

    > > io a lavorare ci vado e credimi 70 euro
    > x un
    > > gioketto nn sono poki.pensa ke io quei
    > soldi
    > > nn li guadagno neanke con 1 giorno di
    > lavoro
    > > lavorando 10 ore di fila.
    >
    > dai, i giochi a 70 euro sono rarissimi se
    > non inesistenti, in ogni caso puoi sempre
    > non comprarli... ma non pretendere che ti
    > vengano regalati per questa fantomatica
    > "liberta digitale"...
    >
    senti un pò nessuno kiede regali ma ogni cosa deve avere il giusto prezzo.

    > > poi vieni a screditare la gente ke nn
    > > può comprarla sta roba.vai a
    > lavorare
    > > te ke magari capisci il prezzo
    > eccessivo di
    > > certa roba
    >
    > io compro quello che posso comprare, se una
    > cosa è cara mi lamento con il
    > venditore e gli faccio pessima
    > pubblicità, ma non chiederò
    > mai che questa mi venga regalata

    se vabbè mi allora accendi il tg ke mo mi vado a incatenare davanti a qualke negozio x protestare.bah.....
    ma mi dici ke gliene frega di un pirla ke si lamenta in un negozio se poi quel prezzo di vendita è a livello nazionale se nn addirittura mondiale??allora lo vedi ke sei con gli ideali della pirateria?

    scusa ma mi dici il mondo dove vivi ke ci voglio venire ank'io?
    io l'affitto di un film o un gioco lo pago intorno ai 4 euro e tra l'altro è il + economico nella mia città.
    i gioki a 70 euro esistono e come,sei te ke evidentemente guardi solo quelli di 10 anni fa,e a proposito di gioki vekki mi spieghi come è possibile vendere gioki di 2-3 anni fa a 10-15 euro se prima costavano almeno il quadruplo???l'anno scorso ho comprato starcraft e la sua espansione broodwar (sono 2 cd,quasi 2 gioki ti ricordo) alla cifra di 6 euro con un giornale di gaming abbastanza noto.capisci cosa voglio dire con guadagno spropositato???cos'è qui nn ci mangiano grossista,venditore e ki ne ha + ne metta??mi vieni a dire ke lo vendono a perderci???
    ma lo sai quanto costa un supporto vergine all'ingrosso???lo sai ke le software house sono aziende ke raramente superano i 100 dipendenti???lo sai ke questi dipendenti sono pagati come normali lavoratori???lo sai ke le unike cose ke pagano sono il motore grafico e quello fisico (x quanto riguarda i gioki) + lo stipendio di normalissimi impiegati???e lo sai ke ultimamente gioki come halo 2,half life 2,gran turismo 4,x citarne alcuni hanno venduto oltre 2 milioni di copie??
    inoltre visto ke dici ke falliscono compagnie,mi dici quali compagnie di quelle ke hanno sfornato prodotti decenti sono fallite??te lo dico io.....NESSUNA!!!
    inoltre ti rimando ad un articolo di qualke giorno fa uscito qui su punto informatico ke riguarda i dati del gaming italiano:nonostante tutte le lamentele e i piagnistei sono di un attivo pauroso,senza precedenti.quindi finitela di dire cazzate.
    se le ditte falliscono è xkè fanno prodotti nn all'altezza del mercato.
    tu e la gente come te cercate di far passare le personi comuni x i vili ladri ke invece sono quelli ke campano sulla vostra stupidità.la pirateria x molti nn è solo una cosa bella ma è un modo di pensare,ovvero finchè nn abbasseranno i prezzi ke nn si venissero a lamentare se qualcuno scarica.
    le vie ti ripeto ci sono ma nessuno le vuole sfruttare xkè gli va bene così com'è e quando se ne accorgeranno anke i poveri pirla ke comprano ancora,bè lì voglio ridere....

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma a qualcuno risulta che negli ultimi 30
    > anni la cultura umana ci sia stata proibita?
    >
    > Basta andare in giro per le strade per
    > vedere quante scuole e librerie possono
    > offrirti valanghe di saperi a costi davvero
    > irrilevanti (e dai ragazzi... anche una
    > libreria ha un costo)
    >
    > ammhhh... il vostro problema è che
    > volete tutto gratis?
    >
    > peccato, anche voi dovrete andare a lavorare
    > un giorno... essì...

    comunistelli da centro sociale
    non+autenticato

  • >
    > comunistelli da centro sociale

    tu, come diceva Ace Ventura.... sei un PEEEEEEEEEERDENTE!!
    non+autenticato

  • > ammhhh... il vostro problema è che
    > volete tutto gratis?

    Certo. Perche' dovremmo rinunciare a questa opportunita'?
    Per tutelare gli interessi degli autori?
    OK, quando qualcuno tutelera' i miei interessi di lavoratore/consumatore, ci pensero'.
    Per esempio: perche' una legge non mi tutela come lavoratore, vietando ai manager delle aziende italiane di espostare la catena produttiva in Cina o Polonia?

    ammhhh... il loro problema è che vogliono la manodopera gratis !!!!

    Quindi gli imprenditori possono approfittare di questa opportunita' e a pochi importa che presto dovro' umiliarmi a lavorare come schiavo per poter competere con i nuovi schiavi dell'Asia.

    E allora anch'io approfitto e scarico.

    > peccato, anche voi dovrete andare a lavorare
    > un giorno... essì...

    Il sistema di distribuzione sta per cambiare radicalmente,
    tanto che libreria e negozio di dischi saranno presto obsoleti. E allora che facciamo?
    Gli garantiamo comunque un guadagno con una leggina ad hoc?
    Eh No eh!
    Il libero mercato e' il vostro Dio? Allora quando andate fuori dal mercato sono c****i vostri.
    Giustificate i guadagni stratosferici con il fatto che voi subite "il rischio d'impresa" ? OK, ma quando l'impresa va male, chiudete e non ci seccate coi piagnistei.

    Se jungla volete, jungla sia. Ma per tutti!!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Per esempio: perche' una legge non mi tutela
    > come lavoratore, vietando ai manager delle
    > aziende italiane di espostare la catena
    > produttiva in Cina o Polonia?

    perdonami, tu puoi scioperare, autolicenziarti e cambiare lavoro 10 volte all'anno...

    non credi che anche un imprenditore possa essere libero di scegliere almeno dove impiantare la sua industria... o siamo per caso ritornati ai tempi dell'URSS...?

    bohhhhh!

    >
    > ammhhh... il loro problema è che
    > vogliono la manodopera gratis !!!!
    >
    > Quindi gli imprenditori possono approfittare
    > di questa opportunita' e a pochi importa che
    > presto dovro' umiliarmi a lavorare come
    > schiavo per poter competere con i nuovi
    > schiavi dell'Asia.

    in italia non appena un presidente di consiglio vuol far tornare i capitali dall'estero, c'è sempre chi lo critica... vedi te... io non ci capisco più nullaPerplesso


    >
    > E allora anch'io approfitto e scarico.

    comunque il senso del post inizialmente era una critica a chi sbandiera le libertà digitali in fondo solo per avere musica, libri e software gratis 100%

    cosa vuol dire libertà?

    > Il libero mercato e' il vostro Dio? Allora
    > quando andate fuori dal mercato sono c****i
    > vostri.

    i tempi cambiano, vedi itunes... ma ti ripeto che il concetto di libertà digitale va esaminato in quanto nemmeno i promotori hanno più le idee chiare...

    > Giustificate i guadagni stratosferici con il
    > fatto che voi subite "il rischio d'impresa"
    > ? OK, ma quando l'impresa va male, chiudete
    > e non ci seccate coi piagnistei.

    giustissimo

    >
    > Se jungla volete, jungla sia. Ma per
    > tutti!!!!!

    vero, l'Italia è il paese con il maggior numero di sciperi all'anno ma anche con il maggior numero di anarchici che praticano una specie di anti-fascismo contro una dittatura che vive solo nei loro sogni alla Che...
    non+autenticato

  • > > Per esempio: perche' una legge non mi
    > tutela
    > > come lavoratore, vietando ai manager
    > delle
    > > aziende italiane di espostare la catena
    > > produttiva in Cina o Polonia?

    > perdonami, tu puoi scioperare,
    > autolicenziarti e cambiare lavoro 10 volte
    > all'anno...

    Anche un autore allora puo' autolicenziarsi, smettere di incidere brani e cambiare lavoro. Che discorsi.

    > non credi che anche un imprenditore possa
    > essere libero di scegliere almeno dove
    > impiantare la sua industria... o siamo per
    > caso ritornati ai tempi dell'URSS...?

    Certo. E allora io mi scelgo la fonte da cui prelevare la mia musica, e ovviamente scelgo i siti russi o addirittura il P2P.
    Liberta' e' liberta'!

    > > E allora anch'io approfitto e scarico.
    >.....
    > comunque il senso del post inizialmente era
    > una critica a chi sbandiera le
    > libertà digitali in fondo solo per
    > avere musica, libri e software gratis 100%

    Questi non chiamano le cose con il loro nome perche' hanno ancora scrupoli di illegalita'.
    Ma ti rilancio l'analogia con l'imprenditore che porta il lavoro in Asia, che urla e sbraita contro l'URSS ma solo per avere la manodopera gratis o quasi.

    > cosa vuol dire libertà?

    Fare tutto cio' che si vuole purche' non si infrangano leggi.
    Il P2P non infrangeva alcuna legge, finche' non ne hanno costruita una ad hoc. E' liberta' questa?

    > > Se jungla volete, jungla sia. Ma per
    > > tutti!!!!!

    > vero, l'Italia è il paese con il
    > maggior numero di sciperi all'anno ma anche
    > con il maggior numero di anarchici che
    > praticano una specie di anti-fascismo contro
    > una dittatura che vive solo nei loro sogni
    > alla Che...

    Sogni che,purtroppo, si stanno sempre piu' concretizzando.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Per esempio: perche' una legge non mi
    > tutela
    > > come lavoratore, vietando ai manager
    > delle
    > > aziende italiane di espostare la catena
    > > produttiva in Cina o Polonia?
    >
    > perdonami, tu puoi scioperare,
    > autolicenziarti e cambiare lavoro 10 volte
    > all'anno...
    > non credi che anche un imprenditore possa
    > essere libero di scegliere almeno dove
    > impiantare la sua industria... o siamo per
    > caso ritornati ai tempi dell'URSS...?
    >
    > bohhhhh!
    >
    nn penso tu abbia capito quello ke ti diceva lui

    > >
    > > ammhhh... il loro problema è che
    > > vogliono la manodopera gratis !!!!
    > >
    > > Quindi gli imprenditori possono
    > approfittare
    > > di questa opportunita' e a pochi
    > importa che
    > > presto dovro' umiliarmi a lavorare come
    > > schiavo per poter competere con i nuovi
    > > schiavi dell'Asia.
    >
    > in italia non appena un presidente di
    > consiglio vuol far tornare i capitali
    > dall'estero, c'è sempre chi lo
    > critica... vedi te... io non ci capisco
    > più nullaPerplesso
    >
    cosa sta facendo berlusconi scusa??tutti sti capitali dove stanno visto ke la gente sta sempre senza soldi???
    >
    > >
    > > E allora anch'io approfitto e scarico.
    >
    > comunque il senso del post inizialmente era
    > una critica a chi sbandiera le
    > libertà digitali in fondo solo per
    > avere musica, libri e software gratis 100%
    >
    > cosa vuol dire libertà?
    >
    > > Il libero mercato e' il vostro Dio?
    > Allora
    > > quando andate fuori dal mercato sono
    > c****i
    > > vostri.
    >
    > i tempi cambiano, vedi itunes... ma ti
    > ripeto che il concetto di libertà
    > digitale va esaminato in quanto nemmeno i
    > promotori hanno più le idee chiare...
    >
    nn è ke nn hanno le idee kiare è ke a loro fa comodo tutto così com'è.il passaggio al digitale x certe menti bacate è solo uno spreco di denaro.come disse bill gates i supporti spariranno fra qualke hanno,sarà tutto on demand e mi dici cosa c'è di meglio ke offrire musica e film via p2p (0 costi di server e cazzate varie) e spartirsi i guadagni con quei ladri degli isp???nn c'è la voglia xkè le possibilità ci sono.itunes è un'idea ma i prezzi sono ancora assurdi.

    > > Giustificate i guadagni stratosferici
    > con il
    > > fatto che voi subite "il rischio
    > d'impresa"
    > > ? OK, ma quando l'impresa va male,
    > chiudete
    > > e non ci seccate coi piagnistei.
    >
    > giustissimo
    >
    > >
    > > Se jungla volete, jungla sia. Ma per
    > > tutti!!!!!
    >
    > vero, l'Italia è il paese con il
    > maggior numero di sciperi all'anno ma anche
    > con il maggior numero di anarchici che
    > praticano una specie di anti-fascismo contro
    > una dittatura che vive solo nei loro sogni
    > alla Che...
    veramente questa dittatura sei solo te ke nn la vedi,hai mai sentito parlare di conflitto d'interessi???qua da noi ce n'è e come,è questa la nuova dittatura:controllo mediatico e innumerevoli prestanome,dicesi democrazia apparente.il che è un simbolo ke storicamente nn ha fatto sempre del bene e ke è stato santificato dalla spietatezza del mondo ke tu tanto difendi.qui si tratta di dare regole uguali x tutti.se loro possono fare quello ke vogliono,anke noi possiamo.gli anarkici sono quelli ke ti stanno governando con le loro leggi x nulla disinteressate.