Novità e trappole dell'ADSL 2005

Si parte con un megabit ma già si lavora sui 4 megabit. I provider seguono da vicino le mosse di Telecom, e Wind spinge sull'acceleratore. La battaglia della velocità minima garantita. Parlano gli operatori

Novità e trappole dell'ADSL 2005Roma - L'ADSL italiana del 2005 sarà da febbraio almeno a un Megabit, flat rate, ai prezzi dell'attuale 640, mentre da aprile ci saranno offerte fino a 4 Mbps.

Sono i progetti di Telecom Italia, dichiarati in un annuncio apparso il 31 dicembre sul sito dedicato all'offerta all'ingrosso. Telecom poi darà le novità in pasto ai provider. Il tutto passerà al vaglio dell'Authority Tlc, che terrà conto anche dei pareri degli operatori concorrenti, ma la tendenza è già segnata; è sui dettagli dell'upgrade che si farà battaglia tra le parti. Dettagli importanti, però, dai quali dipenderà il futuro dell'accesso a Internet in Italia. Il regalo di Natale preparato da Telecom ha infatti tutti i fiocchi al punto giusto, che parlano di Internet veloce a basso costo; ma "ci sono alcuni punti critici", segnala a Punto Informatico Paolo Nuti, Presidente di AIIP, associazione di provider italiani. Il più evidente è che l'ADSL a 4 Mbps sarà disponibile ai provider solo con 20 Kbps di MCR (Minimum cell rate, volgarmente chiamata banda minima garantita): troppo pochi. La promessa di maggiore velocità potrebbe rivelarsi un'illusione.

Si affilano le armi del Megabit
Meno problematica sarà forse la migrazione verso l'alba del Megabit, così come l'anno scorso c'è stata quella dai 256 ai 640 Kbps. Punto Informatico può anticipare qualche dettaglio delle novità in arrivo, grazie ai commenti di Antonio Converti, direttore marketing di Libero. "La nostra ADSL base, a 29,95 euro al mese, sarà almeno a 1.280/256 Kbps", dice. Una velocità che finora è stata data soltanto agli utenti coperti da shared access. "Ai quali daremo una velocità oltre il mega: intendiamo continuare a privilegiarli, rispetto agli altri utenti". Non solo: "Gli attuali utenti con ADSL a 640 passeranno in automatico a 1.280 Kbps, a parità di canone. A patto che Telecom ci conceda la migrazione gratuita, come è molto probabile", aggiunge.
Insomma, dice Converti "l'ADSL italiana farà un altro salto in avanti. Credo infatti che anche gli altri provider si convertiranno ai nuovi prezzi per l'ADSL Megabit". È probabile quindi che Alice Mega da febbraio possa costare come l'attuale Alice Flat- 36,95 euro al mese (ma bisogna aspettare l'annuncio ufficiale di Telecom per averne conferma). Elitel, Tele2 e Tiscali, contattati da Punto Informatico, si sono riservati di commentare le novità solo nelle prossime settimane. Nei prossimi giorni dovrebbero quindi fioccare novità e annunci da più parti. MC-link già comunica a Punto Informatico che probabilmente la propria ADSL 640, con 20 Kbps garantiti, passerà a 1.280 Kbps.
TAG: adsl
251 Commenti alla Notizia Novità e trappole dell'ADSL 2005
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | Successiva
(pagina 1/13 - 62 discussioni)