Al CES Microsoft racconta tutto

Al Consumer Electronics Show il big di Redmond parla di una possibile alleanza con Sony e toglie i veli ad una serie di chicche sul fronte dell'intrattenimento digitale. Ecco cosa bolle nella marmitta di William H. Gates III

Las Vegas (USA) - Anche quest'anno come tradizione Bill Gates ha sfruttato i riflettori del Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas, conclusosi ieri, per promuovere lo "stile di vita digitale" firmato Microsoft.

Tra gli annunci più rilevanti, ripresi con grande enfasi in queste ore dai reporter, c'è la possibile alleanza che presto potrebbe legare la maggiore softwarehouse del mondo con il più importante produttore di elettronica di consumo: Sony. Si parla di intese per la distribuzione di musica digitale e programmi TV attraverso vari media, tra cui telefono, televisione, Internet e console da gioco, il tutto grazie anche all'apporto di Cingular Wireless.

Ma se l'alleanza con Sony potrebbe significare la nascita di un rivale dalle enormi potenzialità per Apple nel settore della musica digitale, su questo punto Gates è voluto rimanere sul vago spiegando che con Sony "non abbiamo ancora discusso su argomenti specifici".
Ma quella con Sony è solo uno degli assi con cui Gates intende ridisegnare le alleanze dell'azienda nello specifico per aggredire ancora di più il mondo dell'intrattenimento digitale e, in modo particolare, quello della TV, della musica, della fotografia e dei videogiochi.

"Questo sarà un anno eccezionale per l'avvento dello stile di vita digitale", ha proclamato entusiasta Gates durante il proprio discorso d'apertura al CES 2005. "Devo dire che questa evoluzione procede persino più velocemente di quanto ci aspettassimo".

Tra le aziende con cui Microsoft ha stretto nuovi rapporti di collaborazione figurano TiVo, produttore americano di set-top box, ed MTV, nota emittente televisiva: nel primo caso le due aziende lavoreranno insieme affinché le registrazioni TV possano essere trasferite e riprodotte sui PMC, gli Smartphone e i Pocket PC; nel secondo caso, al centro dell'accordo c'è la creazione, da parte di MTV, di contenuti TV e video clip compatibili con i dispositivi basati su Windows Mobile.

In questi anni Microsoft ha dedicato molte energie allo sviluppo di versioni di Windows capaci di girare su una disparata gamma di dispositivi non-PC, dagli orologi ai videoregistratori digitali passando per smart phone e player portatili. Non stupisce che la piattaforma Windows Mobile, denominatore comune di questi device, sia stata posta al centro: diversi produttori proprio al CES hanno infatti svelato nuovi dispositivi basati su tale software, soprattutto telefoni cellulari, PC media center e player portatili.
89 Commenti alla Notizia Al CES Microsoft racconta tutto
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)