Mantellini sbaglia, ecco perché

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la replica di Riccardo Staglianò al commento su internet e università apparso ieri su queste pagine a firma di Massimo Mantellini

Mantellini sbaglia, ecco perchéRoma - Caro direttore, in riferimento all'articolo "Qualcuno insegna Internet" apparso sul tuo sito, evito qualsiasi commento e mi limito ai fatti, condensati in un breve curriculum.

Riccardo Staglianò (Viareggio 1968) è giornalista della versione elettronica de "la Repubblica". Ha scritto a lungo di nuove tecnologie per il "Corriere della Sera" ed è il cofondatore della rivista online di cultura "Caffè Europa". Già corrispondente da New York per il mensile "Reset", insegna Teoria e tecnica dei nuovi media alla Terza università di Roma.

È autore di Capire la Rete (i libri di Reset 1996), Comunicazione interattiva. La pubblicità al tempo di Internet (Castelvecchi 1997), Circo Internet. Manuale critico per il nuovo millennio (Feltrinelli 1997) e Bill Gates. Una biografia non autorizzata (Feltrinelli 2000-Ediciones Infinito 2000). Attualmente sta lavorando a un manuale di giornalismo online per l'università.
Nel 2000 si è aggiudicato, per l'Italia, il premio internazionale Media Excellence Award per il "Best Internet Writing" (la migliore copertura giornalistica di temi internettiani) dell'anno. Nel 2001 ha vinto il Premio Ischia di Giornalismo per la sezione "giornalismo online".

Nel '96, oltre a realizzare i fossili html di cui si dà conto nel pezzo (a proposito, il sito del corso è http://nuovimedia.tripod.com) scriveva per "Le Monde Diplomatique" un saggio sulla democrazia elettronica dal titolo "Qu'est-ce qu'une démocratie électronique?" (http://www.monde-diplomatique.fr/md/1996/05/STAGLIANO/2775.html).

Saluti,
Riccardo Staglianò
TAG: italia
43 Commenti alla Notizia Mantellini sbaglia, ecco perché
Ordina
  • Beh se la mettiamo in termini di curriculum vitae...
    Allora per es. Emilio Fede (si quello del TG4!!!) bisogna dire ke è una persona degna di stima. Documentatevi sul suo curriculum e schiatterete d'invidia!!! hi hi

    non+autenticato
  • Io non so se questo Staglianò sia in gamba o no. Di sicuro, a leggere il suo curriculum, la società in cui viviamo apprezza di più lui e le sue capacità rispetto ai quattro smanettoni frustrati e invidiosi che scrivono in questo forum

    baci a tutti
    non+autenticato

  • Si, infatti. Scusa, non mi ricordavo che viviamo in Italia. Viva L'Italia, un paese serio, moderno ed efficiente.

    Ciao, stiamo a posto

    - Scritto da: lori
    > Io non so se questo Staglianò sia in gamba o
    > no. Di sicuro, a leggere il suo curriculum,
    > la società in cui viviamo apprezza di più
    > lui e le sue capacità rispetto ai quattro
    > smanettoni frustrati e invidiosi che
    > scrivono in questo forum
    >
    > baci a tutti
    non+autenticato
  • Alzi la mano chi come me è nato fra il '70 e il '73.
    Ora alzino la mano chi sa che i segreti dell'HW di un computer, i bachi del suo sistema operativo, i trucchi del miglior linguaggio mai esistito (eh si, parlo del BASIC... quello con i numeri di linea i ? e i SYS), si imparavano solo smanettando nel dump del codice macchina con tanta pazienza, paginate di tabelle di conversione fra numeri e opcodes, e tanta passione

    Bene, ora tutti quelli che hanno ancora la mano alzata esprimano un'opinione su chi crede di insegnare ai nostri figli COME SI USA Internet...

    eh gia'.... proprio cosi'... i nostri figli dovranno continuare a imparare i segreti dell'informatica da soli...
    non+autenticato


  • - Scritto da: bubka

    > eh gia'.... proprio cosi'... i nostri figli
    > dovranno continuare a imparare i segreti
    > dell'informatica da soli...


    Non proprio, ma anche con il confronto continuo. Come hanno fatto i loro padri.
    non+autenticato
  • per insegnare l'uso di un automobile bisogna essere un meccanico? per parlare di organizzazioni mafiose, un mafioso?
    non+autenticato
  • - Scritto da: AB
    > per insegnare l'uso di un automobile bisogna
    > essere un meccanico? [...]

    SI, dovrebbe essere cosi'...

    > per parlare di
    > organizzazioni mafiose, un mafioso?

    SI, dovrebbe essere cosi'...

    non+autenticato
  • beh, allora e' molto semplice: non sai quello che dici - come molti di quelli che hanno studiato informatica
    non+autenticato
  • - Scritto da: AB
    > beh, allora e' molto semplice: non sai
    > quello che dici - come molti di quelli che
    > hanno studiato informatica

    gli studenti di informatica ringraziano e augurano a tutti di avere come insegnante di informatica un meccanico e agli studenti di meccanica un insegnante di informatica


    non+autenticato
  • Ma non pensi allora che per insegnare giornalismo online serva un giornalista online come staglianò? Oppure pensi che siccome i giornali online sono sulla rete il giornalismo online lo debba insegnare un webmaster?
    non+autenticato
  • - Scritto da: carlo
    > Ma non pensi allora che per insegnare
    > giornalismo online serva un giornalista
    > online come staglianò? Oppure pensi che
    > siccome i giornali online sono sulla rete il
    > giornalismo online lo debba insegnare un
    > webmaster?


    Attenzione: non dico che sia sbagliato che per insegnare scienza dell'informazione si chiamino giornalisti *esperti* di web (ammesso che ad oggi ne esistano... si fa fatica a trovare tecnici *esperti* di web figuriamoci giornalisti) il problema è che per parlarne si stiano usando le persone sbagliate...

    Roberto D'Agostino...
    non credo ci siano ulteriori commenti, sappiamo bene che il suo non è giornalismo ma sensazionalismo, provate a dare un parere critico al suo sito.

    La tecnica: splendido l'uso sottile ed elegante delle tecniche che la new-media tecnology offre all'attento redattore di ezine. Che dire delle bellissime immagini (peraltro in piccolissma parte autoprodotte e per la maggior parte sniffate da altri siti) che rendono snello il download e gradevole la lettura? (jpeg 120x160 di 9K??)

    Layout: gradevole la simpatica cozzaglia di messaggi buttati giu' un po' a caso un po' anche.
    a 640x480 non si legge assolutamente niente se non il logo tagliato a 3/4.
    a 800x600 solo il logo con un accenno all'immagine di copertina(?)
    a 1024x768 finalmente si vede sia il logo che la copertina(?), ma... oh... e la notizia di occhiello? se ne legge solo la meta?
    io non ho fatto scienze dell'informazione ma alle superiori mi hanno detto che l'impaginazione per un giornale è la cosa PIU' IMPORTANTE,
    home page: 30K!! per una singola pagina di soli link?

    I contenuti: niente da dire, sono da vero giornalista... scoop degni del pulitzer
    e qui chiudo con Roberto D'agostino...


    Riccardo Stagliano'.....

    che dire di una persona che afferma "Frequento la Rete da due anni ormai [...]" considerato che da quell'articolo saranno passati altri 2 anni, in complessivo 4(!!!!) anni di esperienza.
    Eh gia' ben 4 anni di esperienza sul campo!
    ... considerato che Internet, e non il WWW, nacque, ancorprima che se qui ne avesse il sentore, nel lontano 1960... quella che fu ARPANET.

    Io, e tutti gli altri informatici, che di anni su internet (e non il WWW) ne hanno passati almeno il doppio, sanno di sapere NULLA DI CERTO su cosa internet (e non il WWW) potrà offire...


    Volete che siano loro ad insegnare alle generazioni future quello che sarà internet e come dovranno sfruttarlo??

    sentiamoci via mail, ora o fra 10 anni...Sorride

    asanovich2000@yahoo.com
    non+autenticato
  • L'articolo di ieri di Mantellini, e gli interessanti commenti che ha avuto, ha raggiunto il suo scopo: la discussione (e per rispondere a quel tipo che non voleva più leggere P.I. a causa delle banalità delle discussioni suggerisco un vecchio adagio: "non tagliarti le pa**e per fare dispetto a tua moglie!!")
    E ha provocato immediatamente la risposta risentita di uno dei personaggi citati. Il quale ci ha subito fornito con dovizia di particolari il suo ampio curriculum (anche se poi ritengo non automatico pensare che: giornalista = patente di intelligenza!!)
    Comunque bravo! Il sopracitato è riuscito a ritagliarsi una nicchia nel mondo della Comunicazione (facendo business e tendenza), che non è il mondo dell'Informatica, ma che si basa su di un fenomeno che si è reso possibile grazie alla tecnologia sviluppata dall'Informatica.
    Occorre non dimenticare che se Internet è così diffusa, è perchè se ne è uscita dal suo ambito strettamente tecnico, e questo grazie anche a chi ne ha fatto business e tendenza.
    Si ricorderanno gli Informatici non più giovanissimi che già agli inizi degli anni 80, nei progetti di Intelligenza Artificiale si tendeva ad inserire personale con formazione umanistica e non strettamente tecnica (specie nella fase di analisi).
    Evidentemente il non tecnico è in grado di parlare alla gente in un modo migliore rispetto al tecnico.

    Per concludere suggerirei ai tecnici di non chiudersi nello "stretto" mondo del laboratorio per non perdere di vista ciò che accade nel mondo reale.
    Ai comunicatori, invece, di non abbandonarsi troppo al mondo virtuale: se sotto il fumo non ci fosse l'arrosto, l'interesse per Internet potrebbe cadere e di conseguenza....

    Per ciò che riguarda l' insegnamento e l'interazione con il mondo del lavoro invece trisiti notizie: qualsiasi laureato può essere automaticamente un insegnante, mentre un laureato in farmacia non può aprire una farmacia; qualsiasi persona si può spacciare per consulente in Informatica, ma se hai la patente pubblica, domani non puoi fare il taxista; puoi essere laureato in legge, ma non puoi fare il notaio, ecc.....
    Saluti.
    non+autenticato
  • aridaje co sta storia, so' 20 anni che me la sento dire!

    - Scritto da: elmix
    > Per concludere suggerirei ai tecnici di non
    > chiudersi nello "stretto" mondo del
    > laboratorio per non perdere di vista ciò che
    > accade nel mondo reale.
    non+autenticato
  • Dato che sono vent'anni che anch'io mi sento ripetere questa cosa, mi viene il dubbio che per avere dedicato troppo tempo al "tecnico", ho poi lasciato spazio ai personaggi non propriamente preparati descritti nell'articolo.
    Boia d'un mond leder!
    non+autenticato
  • Ma insomma la smettete di trattarlo cosi' male?
    Del resto una replica all'articolo era doverosa, e se ha scelto questo luogo per mettere il suo CV è comprensibile, PI è un luogo di incontro precio' un po' di pubblicità non guasta.
    E poi sembra che tutti siano esperti di internet e di new media, invece siamo tutti dei navigatori, non abbiamo inventato niente.
    E insegnare puo' anche voler dire , trasferire le proprie esperienze ad altri, anche cosi' si puo' insegnare.
    Inoltre non dimentichiamo che Internet così come lo conosciamo ha sie e no' 10 anni quindi, una breve esperienza è pur sempre indicativa.
    Vai Stagliano' non ti arrendere ....

    <xsl:template match="/saluti">
            <xsl:choose>
                <xsl:when test="(stagliano/@id='sei forte')">
                    <xsl:apply-templates select="stagliano" mode="vai cosi'"/>
                </xsl:when>
                <xslSorpresatherwise>
                    <xsl:apply-templates select="staglaino" mode="alla prossima"/>
                </xslSorpresatherwise>
            </xsl:choose>
        </xsl:template>

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)