IBM sposa WebSphere con RFID

Per estendere i limiti dell'infrastruttura IT

Milano - IBM ha presentato una nuova serie di prodotti basati sulla piattaforma WebSphere progettati per aiutare le aziende ad automatizzare i processi di business mediante la tecnologia RFID (Radio Frequency Identification).

Tra i nuovi software c'è il middleware per i punti vendita, che mira a migliorare le modalità di acquisto dei clienti, ad aumentare la produttività del personale e ad incrementare l'efficienza della supply chain. Il nuovo software permette di integrare con i processi di business aziendali una nuova classe di dispositivi basati su sensori e installati nei punti periferici della rete come lettori e controller RFID, chioschi e casse automatiche.

IBM WebSphere RFID Premises Server, il primo prodotto software rilasciato dalla nuova Sensor and Actuator Solutions Business Unit di IBM, punta ad estendere i limiti dell'infrastruttura IT, integrando il mondo fisico delle etichette RFID e dei relativi dispositivi di lettura con i sistemi IT dei clienti.
IBM WebSphere RFID Device Infrastructure è una soluzione destinata ai produttori di dispositivi RFID che necessitano di una piattaforma software basata su standard per integrare le attività di raccolta e reporting dei dati RFID alla periferia della rete.

IBM WebSphere Remote Server è invece un'infrastruttura adatta a una varia gamma di ambienti remoti come, ad esempio, i punti vendita delle catene retail. Il prodotto, secondo Big Blue, permette alle aziende di installare in modo rapido ed efficiente nuove applicazioni e apparecchiature come casse automatiche, dispositivi mobili per lo shopping e carrelli della spesa intelligenti. Tali apparecchiature sono compatibili con tecnologie come display digitali e dispositivi wireless di fascia consumer.

"Una catena retail, per esempio, può collegare tra loro e con la sede centrale vari sistemi di ogni punto vendita in modalità RFID (grazie a IBM RFID Add-On for WebSphere Remote Server), POS o con soluzioni realizzate da Business Partner IBM", ha spiegato IBM in un comunicato". "WebSphere Remote Server può essere inoltre installato e gestito in remoto".

IBM WebSphere Remote Server è un componente fondamentale di IBM Store Integration Framework, un'infrastruttura per punti vendita e un'architettura Web service che mette a disposizione una piattaforma basata su standard per integrare POS e applicazioni Web all'interno dei negozi.

Sia Premises Server che Remote Server si basano su WebSphere Application Server, DB2 Universal Database, WebSphere MQ Series e Tivoli Systems Management. Entrambi i prodotti si integrano con le soluzioni WebSphere Business Integration, WebSphere Portal e WebSphere Product Center.

IBM ha inoltre annunciato l'intenzione di offrire ai produttori di dispositivi la soluzione WebSphere RFID Device Infrastructure basata su Workplace Client Technology Micro Edition (WCTME). IBM WebSphere Device Infrastructure, un software embedded che supporta gli standard EPCglobal e consente di implementare filtri di dati RFID direttamente presso il punto di rilevamento wireless dei dati. Può essere integrato con altri dispositivi fisici come luci indicatrici, sensori di movimento e apparecchiature di automazione industriale.
1 Commenti alla Notizia IBM sposa WebSphere con RFID
Ordina