In USA UMTS mette il turbo

Uno fra i maggiori carrier di telefonia mobile statunitensi ha realizzato, insieme a Lucent, una rete UMTS superveloce ottimizzata, grazie ai ridotti lag, per il gioco multiplayer

Milano - Mentre le reti 3G stanno progressivamente affiancandosi a quelle di precedente generazione, alcuni fra i più grandi operatori di telefonia mobile al mondo si stanno già preparando per il passo successivo. Fra questi vi è la statunitense Cingular Wireless che, insieme a Lucent Technologies, è impegnata nel testing di una versione turbo dell'UMTS.

Le due partner hanno appena concluso la realizzazione di un'infrastruttura di rete basata sulla tecnologia HSDPA (High-Speed Downlink Packet Access) che, durante un recente test, ha raggiunto una velocità di trasferimento dati, lato utente, superiore a 3 Megabit al secondo: per contro, l'attuale generazione di reti UMTS fornisce una velocità massima di 384 Kilobit al secondo.

Ma il transfer-rate non è tutto. Cingular e Lucent sostengono infatti di aver progettato la propria rete wireless di nuova generazione in modo da ridurre al massimo i ritardi di trasmissione, comunemente noti come "lag": questo nell'ottica di favorire la nascita, sulle reti mobili, di servizi interattivi come il gioco multiplayer.
"Gli investimenti che stiamo sostenendo per potenziare la nostra rete consentiranno ai nostri clienti di ricevere i servizi a banda larga più veloci disponili negli Stati Uniti", ha dichiarato Kris Rinne, CEO di Cingular. "La tecnologia UMTS/HSDPA garantisce infatti una maggiore efficienza operativa che si traduce in riduzione dei costi aziendali".

La tecnologia HSDPA, di cui sono già stati condotti numerosi test anche in Europa, è una versione aggiornata e potenziata di UMTS in grado di supportare una velocità di trasmissione dati fino a 14,4 Mbps. Lucent è stata scelta da Cingular in qualità di fornitore di apparati, software e servizi di rete per supportare tale processo di sviluppo: il produttore sviluppo un primo chip HSDPA per telefoni cellulari all'inizio del 2003.

La rete UMTS/HSDPA di Cingular supporterà inizialmente velocità di trasmissione dati fino a 3,6 Mbps: a partire dal prossimo, il carrier americano conta di aggiornare la propria rete a 14,4 Mbps, la massima velocità teorica al momento raggiungibile con la tecnologia HSDPA.

Proprio di recente un gruppo di operatori e produttori del settore mobile, tra cui Vodafone e NTT DoCoMo, si sono uniti in un consorzio che avrà il compito di guidare lo sviluppo degli standard alla base delle cosiddette reti "Super 3G": queste promettono velocità fino a 10 volte maggiori rispetto a quelle attuali.
6 Commenti alla Notizia In USA UMTS mette il turbo
Ordina