Arrestato lo spammer dello tsunami

L'uomo è stato rintracciato da quelli di Spamhaus che lo hanno segnalato all'FBI. Si ritiene che abbia inviato 800mila email truffaldine sulla tragedia asiatica

Pittsburgh (USA) - La mano dura delle autorità americane contro gli spammer si fa sentire ancora una volta in questi giorni, con l'arresto dell'uomo che si ritiene responsabile di una delle più massicce e ciniche operazioni spammatorie degli ultimi tempi.

Nei giorni scorsi, proprio mentre la Commissione sul commercio faceva partire una dura azione contro sette spammer nel Texas, quelli del gruppo antispam Spamhaus hanno identificato e denunciato Matthew Schmieder, ritenuto l'autore di una email truffaldina spedita a 800mila utenti americani.

Come ben sanno anche gli utenti italiani, nei giorni successivi ai tragici eventi causati dallo tsunami in Asia molte sono le email circolate con appelli per la raccolta fondi. Molte sono email di sedicenti organizzazioni benefiche che hanno cercato, e talvolta ottenuto, donazioni dagli utenti meno esperti. Uno dei truffatori più attivi sarebbe stato, secondo la polizia, proprio Schmieder.
Spamhaus ha spiegato che risalire all'uomo non si è rivelato particolarmente difficile in quanto lo spammer si è servito di strumenti piuttosto ovvi per compiere la propria azione.
TAG: spam