Il PC si telecontrolla da cellulare

Con l'operatore giapponese KDDI, Toshiba è pronta a lanciare un software che permetterà agli utenti di sfruttare la velocità delle reti 3G per accedere al proprio PC con il telefonino

Tokyo (Giappone) - Il desktop del proprio PC di casa o ufficio tagliato su misura per il display di un telefonino. E' quanto promette Ubiquitous Viewer, un software sviluppato da Toshiba che consente di accedere ad un computer remoto utilizzando un telefono cellulare.

Ubiquitous Viewer non è dissimile dalla funzionalità Desktop Remoto di Windows XP o dal celebre programma open source VNC: come questi, infatti, fa sì che l'utente possa lavorare a distanza sul proprio PC come se si trovasse fisicamente di fronte ad esso. Quando si utilizza un cellulare, però, non poche sono le limitazioni: l'assenza di mouse e tastiera, la limitata dimensione e risoluzione del display e la non brillante velocità e affidabilità delle reti mobili.

Per adattarsi alla risoluzione tipica di un telefono cellulare di nuova generazione, pari a 240 x 320 pixel, il software di Toshiba mostra solo una porzione alla volta del desktop remoto: per mezzo dei tasti direzionali o del pad è possibile scorrere la finestra del desktop virtuale. Il colosso giapponese afferma che Ubiquitous Viewer riesce a comprimere i dati grafici scambiati tra il PC e il cellulare fino al 97%, minimizzando così il consumo di banda.
Toshiba venderà il proprio software esclusivamente agli utenti della propria partner KDDI, secondo operatore mobile giapponese dopo NTT DoCoMo. Il programma può connettersi ad un PC sia attraverso la rete 3G CDMA 2000 di KDDI, che fornisce una velocità massima di 2,4 Mbit al secondo, sia sfruttando una connessione Bluetooth.

Il produttore, che conta di lanciare il software il mese prossimo, intende sviluppare una versione Java capace di girare su una più grande varietà di telefonini e smart phone.

Sul mercato esistono già prodotti simili a Ubiquitous Viewer, tra cui il client VNC gratuito J2ME VNC (gratuito). Toshiba afferma tuttavia che il proprio software è il più completo e ottimizzato sul mercato, studiato per sfruttare al massimo le reti 3G e per emulare mouse e tastiera con la testiera e il pad di un telefono cellulare. Al di là della propaganda, Toshiba e KDDI sono i primi colossi del settore a portare questo tipo di applicazione all'attenzione del grande pubblico: segno, questo, della frenetica evoluzione che sta interessando il mondo della telefonia mobile.
5 Commenti alla Notizia Il PC si telecontrolla da cellulare
Ordina