Zaleuco/ Copia autentica della Home Page

La rivista web ha ottenuto una copia autentica cartacea della home page del proprio sito. Ecco i dettagli

Roma - L'evoluzione del diritto in rete passa anche attraverso la trasposizione di atti notarili - comuni nel mondo analogico - in quello digitale. Almeno così la pensano i gestori della rivista telematica di vita forense Zaleuco, al centro nei giorni scorsi di una singolare iniziativa.

Stando a quanto riferito a Punto Informatico dall'avvocato Giorgio Rognetta, che dirige Zaleuco, infatti, la rivista si è fatta rilasciare una copia autentica cartacea della propria home page a scopo puramente dimostrativo. "Si tratta in effetti - ha spiegato Rognetta - della testimonianza di un passaggio importante, dalle pagine web al supporto cartaceo solenne, che vale anche a conferire una maggiore dignità giuridica ai documenti presenti in internet".

D'altra parte, come ben sanno tutti coloro che si sono trovati coinvolti in procedimenti con al centro il Web o le attività internet, la possibilità di una copia autentica cartacea di una pagina potrebbe agevolare anche certe attività giudiziarie.
"Nel caso in cui occorra documentare il contenuto di una pagina web, anche per quanto concerne una determinata data - sottolinea Rognetta - si potrà ricorrere al notaio per farsi rilasciare una copia autentica cartacea, i cui estremi possono essere individuati nella copia visibile su Zaleuco".

Tra le iniziativa di maggiore interesse della rivista Zaleuco spicca anche "LeggiGratis", l'azione che chiede la pubblicazione online della Gazzetta Ufficiale con accesso gratuito. Un'azione che si è già tradotta in un disegno di legge firmato da 55 senatori.
6 Commenti alla Notizia Zaleuco/ Copia autentica della Home Page
Ordina
  • Qualcuno dovrebbe spiegare a questi trogloditi che esiste la firma digitale (di cui peraltro in Italia la legge prevede l'uso sin dal lontano 1997).

    Questa vicenda mostra, ancora una volta, quanto nel nostro paese sia profonda e disarmante l'incopetenza di chi pretende di occuparsi di informatica (e in questo caso anche di legge!)

    Concludo riportando testualmente un brano prelevato dalla pagina Web dell'AIPA dedicata alla firma digitale.

    --

    La firma digitale basata sulla crittografia a chiave pubblica si è ormai affermata come principale strumento in grado, allo stato attuale della tecnologia, di assicurare l?integrità e la provenienza dei documenti informatici, e quindi di svolgere per questi la funzione che nei documenti tradizionali è assolta dalla firma autografa. L?Autorità, in virtù del ruolo di consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri che il D.Lgs. 39/1993 le assegna, ha assunto un ruolo trainante nella predisposizione della normativa del settore, svolgendo un?intensa attività che ha portato dallo studio iniziale del 1996, alla bozza di regolamento dell?estate 1997, dalla quale è stato derivato il regolamento contenuto nel DPR 10 novembre 1997, n. 513.

    Rintracciabile su:
    http://www.aipa.it/attivita[2/standard[5/
    non+autenticato


  • ok, è solo una proposta ... ma sappiamo che 54000 persone non sono nessuno.

    solo che 55 senatori ... beh!!!!

    pubblicazione on line della gazzetta! GRATIS!!!
    questo per me è il progresso.

    cazzo, li pachiamo già abbastanza tutti quanti, senza dover anche pagare per vedere il risultato di quello che fanno!!!

    se ce la fanno, mi piace.




    "Tra le iniziativa di maggiore interesse della rivista Zaleuco spicca anche "LeggiGratis", l'azione che chiede la pubblicazione online della Gazzetta Ufficiale con accesso gratuito. Un'azione che si è già tradotta in un disegno di legge firmato da 55 senatori."
    non+autenticato
  • Ci mancherebe che devo pagare per conoscere le leggi che devo rispettare!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: duralex
    > Ci mancherebe che devo pagare per conoscere
    > le leggi che devo rispettare!!!

    Guarda che la gazzetta costa ed anche caraTriste
    in italia per conoscere le leggi da rispettare
    bisogna pagare!
    non lo sapevi?

    Cia'
    non+autenticato
  • La legge dice che bisogna fornire la massima diffusione delle notizie.
    In ogni comune e' possibile visionare la gazzetta, perche' non si dovrebbe poterlo fare anche on line?
    O sull'ultima gazzetta c'e' pubblicata la modifica alla legge cui mi riferisco?
    non+autenticato


  • - Scritto da: vado a piedi
    > La legge dice che bisogna fornire la massima
    > diffusione delle notizie.
    ma si sono dimenticati "senza oneri aggiuntivi" Sorride

    > In ogni comune e' possibile visionare la
    > gazzetta, perche' non si dovrebbe poterlo
    > fare anche on line?
    Se e' per quello in qualsiasi biblioteca pubblica,
    io posso anche online... fa parte del pacchetto
    servizi del mio provider

    cia'
    non+autenticato