Dalla separazione al divorzio

Dopo l'intervento del Centro Servizi legali sulla separazione senza assistenza legale. Ecco una panoramica sulle norme che regolano lo scioglimento di un matrimonio

Dopo aver trattato della separazione, è opportuno prendere in esame, illustrandolo, l?istituto del divorzio.

DIVORZIO, dal latino divortium, da divertere (separarsi) è stato introdotto, nell?ordinamento italiano con la legge 1 dicembre 1970 n° 898. .

Se oggetto della causa è un matrimonio contratto con il solo vincolo civile (in COMUNE) si parlerà di scioglimento di matrimonio; se invece, oggetto della causa è un matrimonio religioso, si parlerà di cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso.
E? necessario, però, chiarire subito, che il matrimonio religioso, per essere valido nel nostro ordinamento, deve essere trascritto nei registri dello Stato Civile.

Infatti, il Sacerdote, terminata la funzione religiosa, da lettura degli articoli di legge del Codice Civile, fungendo, in quel momento, da Ufficiale dello Stato Civile.

Il matrimonio, come Sacramento, acquista, quindi, efficacia, agli effetti civili solo con la trascrizione nei registri dello Stato Civile.

Con tale formula si è voluto tenere distinta la sfera dello Stato da quella della Chiesa Cattolica, non solo ai fini della competenza e della giurisdizione, ma anche dal punto di vista religioso.
Infatti, il matrimonio, come rapporto, è sempre soggetto alle leggi italiane, le quali consentono di far cessare gli effetti civili anche del matrimonio concordatario.
TAG: