Microsoft save the Queen!

Dopo due anni di onorato servizio alla corte dei Reali d'Inghilterra il posto di Linux è stato usurpato da Internet Information Server. Una Regina da salvare?

Londra, Buckingham Palace - Dopo essere stato per due anni il fedele ciambellano della Web-corte della Regina d'Inghilterra, il pinguino è ora stato allontanato dai server reali per essere sostituito dal suo acerrimo nemico: Microsoft Internet Information Server.

Il sistema operativo open source fu adottato nel 1999 in sostituzione di Sun Solaris e da allora ha contribuito a reggere una piccola porzione del trono d'Inghilterra, ospitando il sito ufficiale della famiglia reale. All'epoca nella comunità open source si diffuse persino una versione modificata dell'inno inglese intitolata "Penguin save the Queen".

Lo scorso martedì, in seguito alla chiusura del servizio di hosting che un'agenzia governativa aveva fino ad allora fornito ai Reali d'Inghilterra, il sito è passato sui server del provider CCG.XM, il quale fa uso esclusivo del server Web IIS.
Sul sito si legge che proprio di recente le pagine Web reali si sono totalmente rinnovate "approfittando dei vantaggi portati dai cambiamenti nelle tecnologie di Internet". Fra le migliorie adottate nel nuovo sito, la cui prima versione risale al 1997, ci sarebbe l'utilizzo di una nuova interfaccia grafica basata su Flash e DHTML. Si apprende inoltre che "una versione basata sul Web del Content Management System consentirà al sito di essere aggiornato su base oraria con le news reali".

Ora la comunità del pinguino non ha dubbi: Qualcuno salvi la Regina!
TAG: mondo
63 Commenti alla Notizia Microsoft save the Queen!
Ordina
  • Anvedi sta vecchia tecnologica! Mi intrippa proprio sta notizia.
    Mi sa che deve aver scoperto che chi usa IIS viene giornalmente inchipp***o dai crackers di tutto il mondo, e le deve aver preso la voglia di questa ultima emozione prima del pensionamento reale.
    non+autenticato

  • ..e fra poco .. anche nei migliori negozi di giocattoli.

    amicocyb
    non+autenticato
  • Al tuo fianco...
    non+autenticato
  • E' una scelta lecita, che c'è di strano ?
    Che, si pensa che l'unico web server sulla faccia della terra si chiami Apache ?
    Dal punto di vista security basta saperlo configurare con cognizione di causa. Dal punto di vista performance è assolutamente competitivo.
    non+autenticato
  • Di strano non vi è nulla, evidentemente gli uffici della Real house inglese hanno chiesto, al termine di un contratto, un'offerta per lo stesso servizio; e la società che usa iis ha fatto l'offerta più bassa.
    Di sicuro invece non direi, la quantità di bug è talmente tanta che non sono riuscito a contarli.
    Daltronde se non sanno neanche alla M$ configurare, programmare i loro prodotti, chi lo deve saper fare? Server DNS di Redmond, Hotmail, penetrazione nei server M$ con lettura/copiatura sorgenti Office, penetrazione in server M$ con lettura documenti riservati ....
    Non mi sembrano così sicuri quei prodotti.
    Per la velocità, direi di si, invece. L'accoppiata win/iis non ha nulla di meno sul piano velocistico dell'accoppiata win/Apache; ma ha molto di meno dell'accopiata UNIX/Apache, anche se in quel caso vi entrano molte proprietà di rete dello UNIX.
    Cmq il nuovo Apache vers. 2.0, anche su win è notevolmente più veloce di iis, ed introduce nuove tecnologie per i web server, che purtroppo copierà anche il nemico M$, sicuramente. E' ancora in fase BETA, ma prossimo al rilascio definitivo, anche per questo la scelta è perdente; iis (security a parte) dovrà faticare per recuperare terreno, ovv. lo farà copiando le tecnologie introdotte, ma credo che ci vorrà del tempo per M$ prima che iis pareggi su win con Apache.
    L'altra nota stonata dall'uso di win/iis, è il fatto che gli UNIX-open offrono ormai la possibilità di lavorare come web server in kernel space avendo dei kernel web server, come zope.
    Ciò alleggerisce il lavoro per le pagine statiche al web server (Apache) e gli consente di andare molto più veloce, come avviene ultimamente per chi utilizza queste tecnologie. Pure su questo piano M$ è lontana, e si che può copiare facilmente potendo vedere i sorgenti.
    non+autenticato
  • > Di strano non vi è nulla, evidentemente gli
    > uffici della Real house inglese hanno
    > chiesto, al termine di un contratto,
    > un'offerta per lo stesso servizio; e la
    > società che usa iis ha fatto l'offerta più
    > bassa.

    Vedo che sei ben informato. Facevi parte della trattativa ?

    > Daltronde se non sanno neanche alla M$
    > configurare, programmare i loro prodotti,
    > chi lo deve saper fare? Server DNS di
    > Redmond, Hotmail, penetrazione nei server M$
    > con lettura/copiatura sorgenti Office,
    > penetrazione in server M$ con lettura
    > documenti riservati ....

    Hanno bucato Yahoo, PlayBoy, la Visa, ecc. E non tutti girano su IISOcchiolino

    > L'accoppiata win/iis non ha nulla di meno
    > sul piano velocistico dell'accoppiata
    > win/Apache; ma ha molto di meno
    > dell'accopiata UNIX/Apache, anche se in quel
    > caso vi entrano molte proprietà di rete
    > dello UNIX.

    Mah, non ho ancora visto un test serio in tal senso. Posso invece smentirti su altri fronti (DMBS per esempio).

    > Cmq il nuovo Apache vers. 2.0, anche su win
    > è notevolmente più veloce di iis, ed
    > introduce nuove tecnologie per i web server,

    Aspetta e fallo girare un po' questo nuovo web server....è ancora in beta !!!!
    poi alle copie, lascia stare. Il modello di threading di Apache è la fotocopia di IIS...

    > Ciò alleggerisce il lavoro per le pagine
    > statiche al web server (Apache) e gli
    > consente di andare molto più veloce, come
    > avviene ultimamente per chi utilizza queste
    > tecnologie. Pure su questo piano M$ è
    > lontana, e si che può copiare facilmente
    > potendo vedere i sorgenti.

    Pccato che per le pagine dinamiche (il 100% di siti per il business) Apache paga alla grande il prezzo della lentezza della soluzione completa rispetto a IIS.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Antibufala
    > > Di strano non vi è nulla, evidentemente
    > gli
    > > uffici della Real house inglese hanno
    > > chiesto, al termine di un contratto,
    > > un'offerta per lo stesso servizio; e la
    > > società che usa iis ha fatto l'offerta più
    > > bassa.
    >
    > Vedo che sei ben informato. Facevi parte
    > della trattativa ?

    non é forse logico invece ?

    > > Daltronde se non sanno neanche alla M$
    > > configurare, programmare i loro prodotti,
    > > chi lo deve saper fare? Server DNS di
    > > Redmond, Hotmail, penetrazione nei server
    > M$
    > > con lettura/copiatura sorgenti Office,
    > > penetrazione in server M$ con lettura
    > > documenti riservati ....
    >
    > Hanno bucato Yahoo, PlayBoy, la Visa, ecc. E
    > non tutti girano su IISOcchiolino

    bucato o fatto un dos ?

    > > L'accoppiata win/iis non ha nulla di meno
    > > sul piano velocistico dell'accoppiata
    > > win/Apache; ma ha molto di meno
    > > dell'accopiata UNIX/Apache, anche se in
    > quel
    > > caso vi entrano molte proprietà di rete
    > > dello UNIX.
    >
    > Mah, non ho ancora visto un test serio in
    > tal senso. Posso invece smentirti su altri
    > fronti (DMBS per esempio).

    tira fuori i dati in tuo possesso

    > > Cmq il nuovo Apache vers. 2.0, anche su
    > win
    > > è notevolmente più veloce di iis, ed
    > > introduce nuove tecnologie per i web
    > server,
    >
    > Aspetta e fallo girare un po' questo nuovo
    > web server....è ancora in beta !!!!
    > poi alle copie, lascia stare. Il modello di
    > threading di Apache è la fotocopia di IIS...

    non é forse il contrario ? iis la fotocopia di apache ?

    > > Ciò alleggerisce il lavoro per le pagine
    > > statiche al web server (Apache) e gli
    > > consente di andare molto più veloce, come
    > > avviene ultimamente per chi utilizza
    > queste
    > > tecnologie. Pure su questo piano M$ è
    > > lontana, e si che può copiare facilmente
    > > potendo vedere i sorgenti.
    >
    > Pccato che per le pagine dinamiche (il 100%
    > di siti per il business) Apache paga alla
    > grande il prezzo della lentezza della
    > soluzione completa rispetto a IIS.

    E che ne so
    non+autenticato
  • > > > Di strano non vi è nulla, evidentemente
    > > gli
    > > > uffici della Real house inglese hanno
    > > > chiesto, al termine di un contratto,
    > > > un'offerta per lo stesso servizio; e la
    > > > società che usa iis ha fatto l'offerta
    > più
    > > > bassa.
    > >
    > > Vedo che sei ben informato. Facevi parte
    > > della trattativa ?
    >
    > non é forse logico invece ?

    Non è detto. Ci sono altri fattori: tempestività, assistenza, garanzie, ecc.

    > > Hanno bucato Yahoo, PlayBoy, la Visa,
    > ecc. E
    > > non tutti girano su IISOcchiolino
    >
    > bucato o fatto un dos ?

    Entrambi.

    > > Mah, non ho ancora visto un test serio in
    > > tal senso. Posso invece smentirti su altri
    > > fronti (DMBS per esempio).
    >
    > tira fuori i dati in tuo possesso

    http://www.tpc.org.

    > > Aspetta e fallo girare un po' questo nuovo
    > > web server....è ancora in beta !!!!
    > > poi alle copie, lascia stare. Il modello
    > di
    > > threading di Apache è la fotocopia di
    > IIS...
    >
    > non é forse il contrario ? iis la fotocopia
    > di apache ?

    Informati caro. Quando è arrivato il multithreading in Apache ?

    > > Pccato che per le pagine dinamiche (il
    > 100%
    > > di siti per il business) Apache paga alla
    > > grande il prezzo della lentezza della
    > > soluzione completa rispetto a IIS.
    >
    > E che ne so

    Vedi, devi informarti.
    non+autenticato


  • - Scritto da: BSD_like
    > Di strano non vi è nulla, evidentemente gli
    > uffici della Real house inglese hanno
    > chiesto, al termine di un contratto,
    > un'offerta per lo stesso servizio; e la
    > società che usa iis ha fatto l'offerta più
    > bassa.
    > Di sicuro invece non direi, la quantità di
    > bug è talmente tanta che non sono riuscito a
    > contarli.
    > Daltronde se non sanno neanche alla M$
    > configurare, programmare i loro prodotti,
    > chi lo deve saper fare? Server DNS di
    > Redmond, Hotmail, penetrazione nei server M$
    > con lettura/copiatura sorgenti Office,
    > penetrazione in server M$ con lettura
    > documenti riservati ....

    Dimostri di non sapere come sono stati penetrati in Microsoft.

    Non è stato un attacco casuale ma mirato e non è passato dai server su internet ma dalla posta elettronica. Pare che ad una serie di utenti sia stato mandato un trojan fatto ad hoc per penetrare in MS e quindi non bloccato dall'antivirus. Questo ha scaricato una serie di informazioni dalla rete interne (compreso il file di password di un server) e l'abbia mandato via posta ad un certo destinatario. A questo punto il ladro è entrato dalla porta principale usando le chiavi (vale a dire via VPN usando uno username e password corretto). Sarebbe potuto succedere anche se fosse stata un'azienda senza nemmeno un prodotto Microsoft.
    non+autenticato
  • > Questo ha scaricato una serie di
    > informazioni dalla rete interne (compreso il
    > file di password di un server)

    E le passwords erano in chiaro ? Se vuoi ti mando il file delle passwords del _mio_ server, ma te ne fai ben pocoSorride

    > A questo punto il ladro è entrato dalla porta > principale usando le chiavi (vale a dire via
    > VPN usando uno username e password corretto).

    Certo che l'idea di lasciare la VPN aperta a chiunque (Qualsiasi IP) ...

    > Sarebbe
    > potuto succedere anche se fosse stata
    > un'azienda senza nemmeno un prodotto
    > Microsoft.

    Magari un'altra aziena avrebbe impiegato meno di 5 settimane per accorgersene A bocca aperta !
    non+autenticato


  • - Scritto da: Giambo
    > > Questo ha scaricato una serie di
    > > informazioni dalla rete interne (compreso
    > il
    > > file di password di un server)
    >
    > E le passwords erano in chiaro ? Se vuoi ti
    > mando il file delle passwords del _mio_
    > server, ma te ne fai ben pocoSorride
    > > A questo punto il ladro è entrato dalla
    > porta > principale usando le chiavi (vale a
    > dire via
    > > VPN usando uno username e password
    > corretto).
    >
    > Certo che l'idea di lasciare la VPN aperta a
    > chiunque (Qualsiasi IP) ...
    >
    > > Sarebbe
    > > potuto succedere anche se fosse stata
    > > un'azienda senza nemmeno un prodotto
    > > Microsoft.
    >
    > Magari un'altra aziena avrebbe impiegato
    > meno di 5 settimane per accorgersene A bocca aperta !

    la tua ignoranza ( nel senso di ignorare ) nel campo dell'hacking e' sconvolgente.
    Non ti sto neanche a rispondere perche' su un qualsiasi sito sito di hacking trovi le risposte nella "lamer section".

    non+autenticato
  • > la tua ignoranza ( nel senso di ignorare )
    > nel campo dell'hacking e' sconvolgente.

    Intanto precisa e motiva il PERCHE' sarebbe ignorante...
    mi soffermo su questo:

    > Certo che l'idea di lasciare la VPN aperta a
    > chiunque (Qualsiasi IP) ...

    a mio parere è una stupidata è permettere login di adminiustrator o root da remoto... oppure da qualsiasi ip...
    capisci???

    > Non ti sto neanche a rispondere perche' su
    > un qualsiasi sito sito di hacking trovi le
    > risposte nella "lamer section".

    e invece vorrei che rispondessi....
    aspetto!
    non+autenticato

  • > la tua ignoranza ( nel senso di ignorare )
    > nel campo dell'hacking e' sconvolgente.
    > Non ti sto neanche a rispondere perche' su
    > un qualsiasi sito sito di hacking trovi le
    > risposte nella "lamer section".

    Spiega, spiega. Ma credo proprio che non ti farai vivo, ad uno che confonde l'"hacking" con il "cracking" dovrebbero vietare l'uso della tastiera.
    non+autenticato

  • HTML 3.0 e ciccia.

    questo dovrebbe tenere su un sito governativo e informativo statale.

    già è tanto se uno che non ha tanti soldi ha un computer.
    perchè dovrebbe averlo pure nuovo, aggiornato ecc ecc ...

    e perché proprio con un certo sistema o un certo browser?

    mi sta bene che non sia d'accordo un produttore di software ... ma lo stato no!

    comunque l'inghilterra è quello che è, come si è visto in queste pagine più volte.

    (vedi esisgere le password per la crittografia dai cittadini)
    non+autenticato
  • > HTML 3.0 e ciccia.
    >
    > questo dovrebbe tenere su un sito
    > governativo e informativo statale.
    >

    questo dovrebbe tenere *ANCHE* su un sito

    la versione testuale ok
    ma deve esserci anche la possibilita' per chi vuole e puo' di vedersi una versione piu'evoluta..

    > già è tanto se uno che non ha tanti soldi ha
    > un computer.
    > perchè dovrebbe averlo pure nuovo,
    > aggiornato ecc ecc ...
    >
    > e perché proprio con un certo sistema o un
    > certo browser?
    >
    > mi sta bene che non sia d'accordo un
    > produttore di software ... ma lo stato no!
    >
    > comunque l'inghilterra è quello che è, come
    > si è visto in queste pagine più volte.
    >

    L'inghilterra e' stato il primo stato occidentale a dotarsi di una costituzione...

    ciao
    non+autenticato
  • > L'inghilterra e' stato il primo stato
    > occidentale a dotarsi di una costituzione...
    solo per la cronaca inglittera non ha una costituzione SCRITTA
    ;-0)
    ciao

    non+autenticato
  • Scusa e la Magna Charta Libertatum, non è scritta?

    - Scritto da: blah
    > > L'inghilterra e' stato il primo stato
    > > occidentale a dotarsi di una
    > costituzione...
    > solo per la cronaca inglittera non ha una
    > costituzione SCRITTA
    > ;-0)
    > ciao
    >
    non+autenticato
  • studiato storia alla scuola radioelettra eh ?

    - Scritto da: blah
    > > L'inghilterra e' stato il primo stato
    > > occidentale a dotarsi di una
    > costituzione...
    > solo per la cronaca inglittera non ha una
    > costituzione SCRITTA
    > ;-0)
    > ciao
    >
    non+autenticato
  • No, ha studiato molto bene.

    del resto basta fare una qualsiasi ricerca su google (io ho provato written constitution england), e cito un link a caso:

    http://store.culturegrams.com/england1.html

    Magari studiare un po' tutti farebbe bene

    - Scritto da: basito
    > studiato storia alla scuola radioelettra eh ?
    >
    > - Scritto da: blah
    > > > L'inghilterra e' stato il primo stato
    > > > occidentale a dotarsi di una
    > > costituzione...
    > > solo per la cronaca inglittera non ha una
    > > costituzione SCRITTA
    > > ;-0)
    non+autenticato
  • mah, ti diro' vivo in inghilterra, e qua a venti km da me c'e` appunto il testo originale della magna charta... scritta...
    non+autenticato
  • E infatti non si chiama Constitution ma Magna Charta Libertatum.

    http://www.lamelagrana.net/documenti/magnacharta_f...

    Appunto, studiamo un po' tutti.

    - Scritto da: Phalanx
    > No, ha studiato molto bene.
    >
    > del resto basta fare una qualsiasi ricerca
    > su google (io ho provato written
    > constitution england), e cito un link a
    > caso:
    >
    > http://store.culturegrams.com/england1.html
    >
    > Magari studiare un po' tutti farebbe bene
    >
    > - Scritto da: basito
    > > studiato storia alla scuola radioelettra
    > eh ?
    > >
    > > - Scritto da: blah
    > > > > L'inghilterra e' stato il primo
    > stato
    > > > > occidentale a dotarsi di una
    > > > costituzione...
    > > > solo per la cronaca inglittera non ha
    > una
    > > > costituzione SCRITTA
    > > > ;-0)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > E infatti non si chiama Constitution ma
    > Magna Charta Libertatum.
    >
    > http://www.lamelagrana.net/documenti/magnacha
    >
    > Appunto, studiamo un po' tutti.
    >

    Il Regno Unito viene sempre preso come esempio di stato senza costituzione scritta (assieme ad Israele).

    Quello che riportano i testi di educazione civica è che la Magna Charta non è una costituzione nel senso stretto della parola. Infatti nella Magna Charta non vengono sanciti dei principi, come nelle costituzioni vere e proprie, ma solo riconosciuti dei diritti.

    Quindi la Magna Charta è un predecessore delle costituzioni.

    Cmq, il fatto che non sia una costituzione non vuol dire che non sia un documento fondamentale dell'ordinamento giuridico inglese...
    non+autenticato

  • mi sono spiegato male ed ho fatto il reply al post sbagliato, non contestavo la costituzione scritta o meno, contestavo l'affermazione riguardo alla costituzione che , seppur non scritta , si basa sulla magna charta che tuttora è di fatto la base della costituzione inglese ed il primo testo scritto della storia moderna che sancisce i diritti di libertà dell'uomo (seguito dal petition of rights ed altri).


    - Scritto da: Phalanx
    > No, ha studiato molto bene.
    >
    > del resto basta fare una qualsiasi ricerca
    > su google (io ho provato written
    > constitution england), e cito un link a
    > caso:
    >
    > http://store.culturegrams.com/england1.html
    >
    > Magari studiare un po' tutti farebbe bene
    >
    > - Scritto da: basito
    > > studiato storia alla scuola radioelettra
    > eh ?
    > >
    > > - Scritto da: blah
    > > > > L'inghilterra e' stato il primo
    > stato
    > > > > occidentale a dotarsi di una
    > > > costituzione...
    > > > solo per la cronaca inglittera non ha
    > una
    > > > costituzione SCRITTA
    > > > ;-0)
    non+autenticato
  • Interessante questo accostamento: cambiamo tecnologia lato client (Flash e DHTML), cambiamo server. Per fortuna nessuno ha messo un "quindi" in mezzo Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)