P2P, multato insegnante francese

Nel paese dove molti artisti si schierano a favore del file sharing e di un nuovo modo di concepire il diritto d'autore si apre il primo caso di sanzioni a carico di un utente Internet appassionato di musica

Parigi - Non era mai accaduto prima. Un utente internet francese, un insegnante, è stato condannato a rimborsare 10.200 euro alle case discografiche che gestiscono i diritti di una serie di tracce che lui ha scaricato da Internet.

Si parla di un docente di 28 anni arrestato perché "troppo dedito" al file sharing, tanto da essere condannato per aver condiviso 30 gigabyte di file musicali, "quantificati" in 10mila pezzi. Il suo PC è stato sequestrato e gli è stato ordinato di pagare a sue spese spazi pubblicitari su due giornali per diffondere la notizia della sentenza.

I magistrati del tribunale di Pontoise, sobborgo di Parigi, hanno comminato una sanzione che, pur elevata, è meno della metà dei 28.400 euro che le aziende discografiche avevano chiesto. L'idea è di dare un segnale forte a chi condivide file su suolo francese.
La notizia desta sensazione perché è arrivata quasi contemporaneamente ad un appello pubblico lanciato da una 70ina di docenti, politici e musicisti francesi. "Noi - si legge nell'appello - proprio come almeno altri otto milioni di francesi abbiamo scaricato musica dalla rete e siamo dunque parte di un numero crescente di 'criminalì. Chiediamo che queste assurde denunce vengano fermate".

Nell'appello si chiede di rispettare le promesse libertarie di Internet e di radunare società discografiche, istituzioni, artisti e associazioni dei consumatori attorno ad un tavolo per discutere su modalità innovative di distribuzione, che consentano sì di rispettare i diritti di chi produce ma non blocchino la diffusione della rete e della cultura.

Oggi la legge francese sul diritto d'autore è estremamente severa e ricorda da vicino quella italiana fondata sulla Legge Urbani. Per i grandi condivisori, quelli che con il file sharing mettono a disposizioni notevoli quantità di musica, le norme transalpine prevedono fino a tre anni di carcere e multe fino a 300mila euro.
65 Commenti alla Notizia P2P, multato insegnante francese
Ordina
  • Essere BOLLATO come ladro (la SIAE lo stà facendo sul proprio sito col francese), mi stà veramente stretto.
    Io parto dal presupposto che non sto' rubando nulla a nessuno, ma scaricando un brano che un buon sammaritano mi stà gentilmente donando. Sappiamo tutti benissimo che se i prezzi fossero ragionevoli lo si comprerebbe il brano, io non rubo nulla a nessuno, semmai LORO rubano i soldi ai poveracci, e per poveracci metto anche quei poveri artisti che vedono ben poche lire dalla SIAE!
    non+autenticato
  • Preso dal sito SIAE:
    04-02-2005 Tribunale di Pontoise

    Rubava brani musicali: professore francese multato

    Il Tribunale di Pontoise, nella regione parigina, ha condannato ieri un professore di lettere, Alain Oddoz, a una multa di 10.200 euro per avere scaricato da Internet e messo a disposizione di altri utenti, oltre 10.000 brani musicali. Il danaro della multa sarà ridistribuito fra le Società degli autori e dei produttori che si sono costituite parte civile. Secondo il Tribunale "i navigatori di Internet devono prendere coscienza della necessità di proteggere i diritti degli autori, dei produttori e di compositori delle opere del pensiero". La Sacem (la società degli autori, dei compositori e degli editori musicali) ha definito questa decisione molto importante.

    Per la SIAE siamo tutti LADRI!! AHAHAH I LADRI SAREMMO NOI???' AAAAAAAAAAAHAHAHAHAHAHAH
    non+autenticato
  • ma...............
    li rubava da chi?
    dal negozio?
    dalla bancarella?
    dal computer del vicino?

    :|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|
    non+autenticato
  • ...cercate di farlo in modi diversi, se proprio volete musica aggratise
    Modi alternativi:
    - registrazione musica in streaming
    - Bit Torrent (condividi mentre scariche solo parte di un file)
    E se proprio dovete condividere..... Mute e Ants.
    E poi fatevi qualche ricerca con la grande G e vedrete che si trova di tutto senza fatica eccessiva.
    Un esempio? Per gli amanti della disco e della musica 120 bpm e downbeat fate una ricerca con "dj sets mp3" e vedrete.................
    non+autenticato
  • qualche notizia in più farebbe sempre comodo.
    che programma usava?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > qualche notizia in più farebbe sempre
    > comodo.
    > che programma usava?

    paura eh ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > qualche notizia in più farebbe sempre
    > comodo.
    > che programma usava?

    Secondo me i classici winmx e kazaa che usano tutti quelli che ancora non hanno capito una mazza di filesharing.
    non+autenticato
  • Senza ironia, tu che hai capito che cosa usi?Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > qualche notizia in più farebbe
    > sempre
    > > comodo.
    > > che programma usava?
    >
    > Secondo me i classici winmx e kazaa che
    > usano tutti quelli che ancora non hanno
    > capito una mazza di filesharing.

    Per carità, bisogna essere esperti per usare programmi di file sharing.... tra poco anche mia nonna riuscirà a usarli questi programmi, e tu c'è la vieni a menare con la tua presunta "ESPERIENZA"?

    Ma mi facci er piacere mi facci!!
    8)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > qualche notizia in più
    > farebbe
    > > sempre
    > > > comodo.
    > > > che programma usava?
    > >
    > > Secondo me i classici winmx e kazaa che
    > > usano tutti quelli che ancora non hanno
    > > capito una mazza di filesharing.
    >
    > Per carità, bisogna essere esperti
    > per usare programmi di file sharing.... tra
    > poco anche mia nonna riuscirà a
    > usarli questi programmi, e tu c'è la
    > vieni a menare con la tua presunta
    > "ESPERIENZA"?

    veramente sarebbe "ce la vieni a menare", benchè, visto il tuo italiano, menarla a te sarebbe come menarlo a un mortoA bocca aperta

    >
    > Ma mi facci er piacere mi facci!!
    >Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > veramente sarebbe "ce la vieni a menare",
    > benchè, visto il tuo italiano,
    > menarla a te sarebbe come menarlo a un morto
    >A bocca aperta

    Si scrive "benché", non "benchè". Anche il tuo italiano non è perfetto, perciò non fare troppo lo "sborone"A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > veramente sarebbe "ce la vieni a
    > menare",
    > > benchè, visto il tuo italiano,
    > > menarla a te sarebbe come menarlo a un
    > morto
    > >A bocca aperta
    >
    > Si scrive "benché", non
    > "benchè". Anche il tuo italiano non
    > è perfetto, perciò non fare
    > troppo lo "sborone"A bocca aperta

    lo terrò a mente, anche se francamente mi pare parecchio meno grave.....
    non+autenticato
  • l'hanno beccato mentre spacciava mp3 all'ingresso della scuola
    non+autenticato
  • "... condannato per aver condiviso 30 gigabyte di file musicali, quantificati in 10mila pezzi. Il suo PC è stato sequestrato... "

    Che sarebbe successo se il suo PC fosse risultato perfettamente pulito? Glielo avrebbero restituito con tante scuse, ammettendo l'errore, addossando la colpa a qualche scambio di indirizzi IP o malfunzionamento della rete.

    Impariamo a difenderci. Il bello dei bit è che sono tutti uguali. Non si possono trovare impronte digitali sui bit, e non si può neppure fare l'identikit di un bit. Essi assumono un significato quando sono disposti in un certo ordine. Cambiando l'ordine, il significato svanisce.

    Fuori i legaioli da Internet. Internet è un posto per i tecnici, non per gli avvocati.

    bleah.


    non+autenticato
  • > Impariamo a difenderci. Il bello dei bit
    > è che sono tutti uguali. Non si
    > possono trovare impronte digitali sui bit, e
    > non si può neppure fare l'identikit
    > di un bit. Essi assumono un significato
    > quando sono disposti in un certo ordine.
    > Cambiando l'ordine, il significato svanisce.

    Ciao, questo e' molto interessante e avevo posto una domanda del genere qualche tempo fa.

    Cioe' se uno si compra un disco da 120 giga e se lo cripta, se arriva un controllo e non trovano nulla (anche se hanno tracciato l'ip e da parte loro hanno dei log dove si evince chiaramente che dal tuo ip sono partiti dei dati illegali) uno e' soggetto ad essere condannato lo stesso o si salva?

    Possono obbligarti a fornire i dati per decriptare il disco e vedere che c'e' dentro?

    Ciao e grazie per le info
    non+autenticato

  • Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci di accedere al processo e' considerata un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3 anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro le sbarre.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    > di accedere al processo e' considerata
    > un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    > anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    > le sbarre.

    Ma se il disco risulta semplicemente una unita' non formattata, come se fosse una partizione vergine, che ne sanno se ci sono dei dati criptati?

    Un'altra cosa, come fanno a darti 3 anni (o qualsiasi condanna) se non hanno fisicamente trovato le prove del reato? In italia ci sono assassini il liberta' per insufficienza di prove, come fanno a condannare uno se gli trovano il computer immacolato?


    non+autenticato
  • > Un'altra cosa, come fanno a darti 3 anni (o
    > qualsiasi condanna) se non hanno fisicamente
    > trovato le prove del reato? In italia ci
    > sono assassini il liberta' per insufficienza
    > di prove, come fanno a condannare uno se gli
    > trovano il computer immacolato?

    Ti inchiappettano per i cd copiati...
    non+autenticato

  • > Ti inchiappettano per i cd copiati...

    La copia privata è permessa. E non è richiesto il possesso dell'originale. (vale per audio e video - non per il software).

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ti inchiappettano per i cd copiati...
    >
    > La copia privata è permessa. E non
    > è richiesto il possesso
    > dell'originale. (vale per audio e video -
    > non per il software).
    >

    Senza possedere l'originale è "solo" illecito amministrativo. Ovvero multona ma almeno niente galera.
    non+autenticato

  • > Senza possedere l'originale è "solo"
    > illecito amministrativo. Ovvero multona ma
    > almeno niente galera.

    Chi te l'ha detto? hai letto la legge? Io si. E' chiarissima: la copia privata è consentita.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    > di accedere al processo e' considerata
    > un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    > anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    > le sbarre.

    E se uno gli dice: "ci sono le foto intime di me con la mia ragazza ma abbiamo dimenticato la password"?Occhiolino

    non+autenticato
  • > Non possono obbligarti. Ma se gli impedisci
    > di accedere al processo e' considerata
    > un'aggravante. Quindi se ti danno non so 3
    > anni te li fai tutti ma proprio tutti dietro
    > le sbarre.

    Basta usare i volumi hidden di Truecrypt.

    In pratica crei un volume criptato dove metti dei file che fai finta di voler proteggere, poi crei un volume nascosto in questo primo volume e lo usi per mettere quelli che non vuoi che vedano

    i volumi sono tutti inizializzati a valori random e non esistono header per capire se un file è un volume on no e se c'é un volume dentro un volume

    quando ti imponogono di rivelare la password tu gli dai quella che apre il volume esterno, loro guardano, vedono dei file leciti, non hanno modo di dire se c'é un'altro volume all'interno

    open source su http://truecrypt.sourceforge.com

    comunque secondo me questi attrezzi lasciano un pò il tempo che trovano

    se le forze dell'ordine, con tutto quello che hanno già da fare, se si scomodano per venirti a trovare per la musica o i film hanno già in mano chili di log che provano la tua attività illecita

    molto più pratico dal loro punto di vista che venire a farti le pulci su cosa hai o non hai sull'hard disk

    il tool rimane comunque un interessante progetto
    4751

  • - Scritto da: cico

    > se le forze dell'ordine, con tutto quello
    > che hanno già da fare, se si
    > scomodano per venirti a trovare per la
    > musica o i film hanno già in mano
    > chili di log che provano la tua
    > attività illecita

    Concordo pienamente!

    > molto più pratico dal loro punto di
    > vista che venire a farti le pulci su cosa
    > hai o non hai sull'hard disk

    Questi sono ragazzini ingenui che vedono troppi films... Occhiolino
    Quello che hai scritto, non solo è sacrosanto ma addirittura ovvio!

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)