Motorola abbraccia iTunes e Skype

Il gigante dei telefonini presenta il primo cellulare che include il player iTunes, compatibile con i brani audio protetti dal DRM di Apple. Firmato un accordo con Skype per la tecnologia VoIP

Cannes - Tra i nuovi telefonini presentati da Motorola al 3GSM World Congress di Canness spicca l'E1060, primo modello ad includere una versione "mini", scritta in Java, del player iTunes di Apple. Una mossa che fa seguito all'alleanza stretta lo scorso anno tra il produttore americano e la casa della Mela.

Il software di Apple consentirà al nuovo videofonino di Motorola di sincronizzare le tracce audio con la versione di iTunes per PC e Mac e di riprodurre le tracce audio in formato AAC acquistate dal negozio di musica di Apple. Il telefono può inoltre riprodurre file MP3 e WMA e i formati video MPEG4 e WMV.

E1060Sebbene iTunes sia il player predefinito dell'E1060, Motorola ha detto di voler continuare a supportare anche i lettori di altre aziende, tra cui quelli di RealNetworks.
Tra le caratteristiche più interessanti dell'E1060 c'è poi il supporto alle memory card Transflash fino a 512 MB, una capacità che si aggiunge ai 32 MB interni. Sulla scheda è possibile memorizzare musica, video, suonerie e foto scattate con la cam integrata da 1,3 megapixel. Le altre caratteristiche tecniche sono in linea con quelle di altri videofonini mainstream: videochiamata, Bluetooth, MMS, e-mail, giochi Java (MIDP 2.0) e WAP 2.0.

Sebbene l'E1060 sia stato presentato in questi giorni, il suo debutto sul mercato avverrà soltanto nel quarto trimestre ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi sui 200 euro.

L'altro annuncio d'interesse riguarda la stretta di mano tra Motorola e Skype Technologies, l'azienda che sviluppa l'omonimo software di VoIP gratuito.

In base agli accordi, il colosso dei telefonini e la piccola società lussemburghese commercializzeranno insieme una linea di prodotti per la telefonia IP, tra cui auricolari, microfoni e telefoni USB, chiamata Skype Ready. Le due società hanno poi in progetto di portare la tecnologia VoIP alla base di Skype su alcuni futuri modelli di telefono cellulare.

Proprio negli scorsi giorni Skype ha annunciato un'alleanza con il produttore di dispositivi mobili i-mate per portare il proprio software sui PDA Phone di quest'ultimo.

Al 3GSM, Motorola ha anche svelato iRadio, kit composto da un jukebox software e da un adattatore Bluetooth che permetterà di salvare su PC la musica trasmessa dalle Internet radio o scaricata da altre fonti e di ascoltarla, in streaming, su di un telefono cellulare. Il cellulare può a sua volta trasformarsi in un media server e ritrasmettere la musica, via Bluetooth, ad un apparecchio hi-fi compatibile come un'autoradio. Motorola si è già detta in trattative con alcuni produttori e content provider per estendere il servizio ad una vasta gamma di risorse on-line e di dispositivi.
TAG: apple
2 Commenti alla Notizia Motorola abbraccia iTunes e Skype
Ordina
  • La notizia di ieri era che la Nokia ha richiesto che su windows media player funzioni il formato AAC, Motorola supporta l'AAC, mi pare che questo formato stia prendendo piede massicciamente (parlando di telefonini i numeri sono stratosferici in confronto a quelli dei PC).

    Non so gli altri produttori ma quel che decideranno loro sarà il nuovo standard mondiale non solo in fatto di sistemi operativi (il mercato è numericamente spartito tra symbian (numeri elevatissimi) e linux (bassi numeri)) ma anche in fatto di formati audio.

    Ricordo che il mercato dei PC è un mercato di nicchia se comparato a quello dei cellulari e che nei cell decidono i produttori che sistema operativo installare e che formato audio è lo standard.

    Ancora ricordo che la maggior parte delle persone usa solo il cellulare, il PC è un oggetto misterioso e che l'interoperabilità tra il mondo dei computer e quello dei cellulari interessa una piccola minoranza della popolazione italiana, popolazione che possiede quasi interamente almeno un cellulare a testa.
  • più che una questione di standard è una questione di numeri

    itunes è stato il primo e più fortunato venditore di contenuti digitali vendendo centinaia di milioni di files musicali, e l'ipod è diventato un must (soprattutto a causa del suo design, ma anche in base alla sua funzionalità.) quindi chi costruisce telefoni cellulari e si prepara a farne uno strumento d'intrattenimento musicale è ben attento a che il suo cell sia in grado di leggere anche il formato con cui itunes vende i propri files.
    se itunes avesse venduto questi files in formato ogg , o flac, o au, o aiff, o , il suddetto costruttore avrebbe fatto in modo che il proprio cell leggesse tali formati.
    non+autenticato