HP: i brevetti non sono il diavolo

Uno dei massimi dirigenti del gigante americano racconta la sua visione dei brevetti sul software, qualcosa che - dice - protegge le innovazioni apportate da ciascuno

Boston (USA) - "Rifiutarsi di brevettare un'idea significa esporsi senza assolutamente alcuna buona ragione. Per alcuni il brevetto sembra un modo di vendersi. Ma garantisco che il punto è quello che fai con il brevetto e non il fatto di averne uno". Così ha introdotto la sua visione dei brevetti alla platea del LinuxWorld di Boston il vicepresidente delle operazioni Linux di HP Martin Fink.

Secondo Fink i brevetti non se ne andranno tanto presto e "in fin dei conti i brevetti sul software sono un modo di vivere. Ignorarli è un po' naif".

Fink, che non è voluto entrare nella guerra dei brevetti che infiamma l'Europa da mesi, viene da un'azienda che come tutte le grandi società dell'alta tecnologia americane ha registrato enormi quantità di brevetti, più di 1.700 nel solo 2004.
Il manager HP ha anche preso del tempo per criticare la Open Source Initiative , l'organizzazione che da tempo si occupa di approvare licenze open source. Secondo Fink, infatti, 52 diverse licenze open source sono troppe e in questo senso OSI non starebbe facendo un bel lavoro.

"E' chiaro - ha dichiarato Fink - che OSI non ha preso al suo interno il delicato lavoro che svolge. Approvare licenze basate sulla rispondenza ad una specifica piuttosto che sulla loro capacità di aprire a nuovi modelli di business open source rappresenta un chiaro e attualissimo pericolo".

Le parole di Fink pesano particolarmente visto il ruolo giocato dal manager anche in OSDL (Open Source Development Labs), ormai ente accreditato che spinge per implementare Linux per finalità industriali. "OSDL - ha assicurato Fink - ha un progetto per spingere OSI in una nuova direzione".
39 Commenti alla Notizia HP: i brevetti non sono il diavolo
Ordina
  • "No ai brevetti software!
    Senza i brevetti sul software l'Europa potrebbe mantenere bassi i costi, stimolare l'innovazione, migliorare la sicurezza e creare posti di lavoro. Grazie a Linux e al software open-source, l'Europa ha la possibilità di ottenere l'indipendenza da Microsoft e da altre grandi aziende americane."
    ........
    http://www.nosoftwarepatents.com/it/m/intro/index....
    non+autenticato
  • Ciao a tutti !!!

    Cacchio !
    Il Vice presidente di HP ha detto che i brevetti sul software sono buoni e giusti !!
    Io pensavo che lo avesse detto un dipendente della "comupters in catina" ed invece è stato il vice presidente di HP ... a voler pensare male ...
    8)
  • l'open source deve stare alla larga dai brevetti e hp deve stare alla larga dal nostro linux open source
    di questo passo saremo costretti ad allontanare hp dall'open source e farà la fine di microsoft
    linux è un bene per la gente libera e buona e che non pensa al denaro e al diavolo come queste agguerrite e senza rispetto società americane
    LFan LinuxVE
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > l'open source deve stare alla larga dai
    > brevetti e hp deve stare alla larga dal
    > nostro linux open source

    Sarebbe tuo se ne avessi il copyright.

  • - Scritto da: Anonimo
    > l'open source deve stare alla larga dai
    > brevetti e hp deve stare alla larga dal
    > nostro linux open source

    ...e magari anche IBM vero? E poi la licerca e sviluppo di Linux chi la paga: la fatina dai capelli turchini?
    Eh si già come no, perche il software open si nutre di sole buone intenzioni...vero???

    > linux è un bene per la gente libera e
    > buona e che non pensa al denaro e al diavolo
    > come queste agguerrite e senza rispetto
    > società americane

    Certo che hai una visione proprio romanzesca del mondo open source: fatta solo di filantropi e gente di buon cuore che sta tutto il giorno a sfornare nuovo software solo per il gusto di combattere i "diavoli" che cercano invece di "lucrarci sopra."
    Guarda: un ragionamento del genere va bene per le applicazioncine "sviluppate in cantina" ma non certo per un progetto con ambizioni di server o sistema operativo per worstation, che richiede grandi finanziamenti.

    E poi, la richiesta di grossi oneri finanziari (e il conseguente ingresso in un mondo "speculativo") non impedisce al suddetto SW di restare "open" e non vedo in che modo tradisca la sua natura di "open".

    Se poi uno preferisce brevettare le proprie scoperte (nell'ambito del "lecito") piuttosto che renderle fruibili al pubblico dominio....sono AFFARI SUOI! (E viceversa....)
    non+autenticato
  • cito:
    >Ma garantisco che il punto è quello che fai con il brevetto e non > il fatto di averne uno".
    appunto: per come sono ora negli USA e come li vorrebbero anche in Europa, i brevetti PERMETTONO di farci delle cose "poco etiche"
    poi uno è libero di non farlo, ma il brevetto in se lo permette
    e questo non mi va
    brevettare è giustissimo: se ho inventato qualcosa, l'ho perfezionata etc. è giustissimo, ma quando si fa causa per il click sul carrello o come i Australia si riesce a brevettare l'altalena, è sintomo che qualcosa non va
    non+autenticato
  • Evidentemente, il cambio del management di testa stà producendo le sue conseguenze. Un esordio di questo genere praticamente dice che HP stà cominciando ad avere dubbi sull' open source.
    Non mi meraviglierei se, entro 3 / 6 mesi, ci fosse una certa inversione di rotta ........
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Evidentemente, il cambio del management di
    > testa stà producendo le sue
    > conseguenze. Un esordio di questo genere
    > praticamente dice che HP stà
    > cominciando ad avere dubbi sull' open
    > source.

    Ma dove vivi, su Saturno?

    > Non mi meraviglierei se, entro 3 / 6 mesi,
    > ci fosse una certa inversione di rotta
    > ........

    Impossibile, Linux è la via, trollone!
    non+autenticato

  • > > ........
    >
    > Impossibile, Linux è la via, trollone!


    ...tu ovviamente hai la sfera di cristallo....vero?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)