Lo Shuttle torna a volare

La campagna di sensibilizzazione e le molte modifiche alle navette inducono la NASA al grande ritorno: il 15 maggio verrà lanciato il Discovery. A luglio la missione successiva

Cape Canaveral (USA) - Torna il sole sulla NASA. L'agenzia spaziale americana ha infatti annunciato che i suoi space shuttle torneranno a volare e ciò accadrà entro tre mesi. Il primo lancio è previsto per il 15 maggio.

L'importante novità è il frutto di una lunga campagna di informazione e sensibilizzazione condotta dalla stessa NASA sui media dopo il disastro del Columbia nel 2003, quando il danneggiamento di un'ala dello shuttle provocò la sua distruzione nella fase di rientro a Terra uccidendo i sette componenti dell'equipaggio.

Bill Readdy, pioniere tra gli astronauti, ha spiegato ai reporter che prima del volo la NASA deve completare la documentazione necessaria. "Mi rendo conto che suona come una cosa insignificante - ha spiegato - ma la documentazione di tutto è molto importante". Sono 15 le modifiche agli shuttle che la Commissione d'inchiesta dopo la tragedia del Columbia ha imposto alla NASA prima di tornare al volo. E l'Agenzia sembra voler mettere le mani avanti.
A volare saranno in sette. Sotto il comando di Eileen M. Collins saranno a bordo il pilota James M. Kelly e lo specialista di missione Wendy B. Lawrence. Prevista poi la presenza dei quattro astronauti Stephen K. Robinson, Andrew S. W. Thomas, Charles J. Camarda e Soichi Noguchi, quest'ultimo in rappresentanza della JAXA, l'Agenzia spaziale giapponese (vedi foto).

L'equipaggio che volerà con il DiscoveryAl grido di "primo obiettivo: tornare a volare", come recitano gli slogan che la NASA ha piazzato ovunque, compreso il proprio merchandise, la nuova missione vedrà protagonista il Discovery. La data del 15 maggio, fa sapere la NASA, è stata scelta per le previste favorevoli condizioni ambientali e per facilitare il rendezvous dello shuttle con la Stazione Spaziale Internationale (ISS).

L'Agenzia ha fatto sapere che il testing dei sistemi del Discovery è ormai completo al 90 per cento e i nuovi rivestimenti di sicurezza della navetta, pensati per evitare che si possa ripetere quanto accaduto al Columbia, sono già stati approntati e installati.

A rafforzare l'ottimismo in NASA - nonostante i tagli di una parte dei fondi necessari a mandare avanti centri secondari come l'area di collaudo "Glenn Research Center" - l'annuncio secondo cui una seconda missione per gli shuttle è prevista per il 12 luglio prossimo. Da oggi, infine, il boss della NASA Sean O'Keefe non è più in carica. Come già previsto, lo sostituisce nel ruolo di chief administrator il già astronauta Fred Gregory, già vice di ÒKeefe, una successione in cui qualcuno ha voluto vedere una reazione alle inchieste di cui la NASA è oggetto da qualche mese su alcune questioni finanziarie da parte del braccio investigativo del Congresso.
TAG: mondo
41 Commenti alla Notizia Lo Shuttle torna a volare
Ordina
  • Se invece di scrivere a vanvera foste andati a leggervi sul sito della nasa cosa hanno veramente fatto alla flotta degli shuttle.....
    comunque riepilogando:
    1)rivestimento antitermico nuovo
    2) sensori nelle ali e un po' ovunque per rilevare anomalie termiche e altri tipologie di danni
    3) motori nuovi (progettati e realizzati da nasa stessa)
    possibilità di utilizzare il braccio robotizzato per interventi in orbita di riparazione di eventualipiastrelle danneggiate

    e decine di altre cosette...ma quelle andatevele a leggere.


    non+autenticato
  • Uaoh gira voce che il capomissione abbia anche messo l'autoradio sulla pandaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Oddio con tutti quei riferimenti alle piastrelle, da` un po' l'idea di quando qui in Italia mettono un semaforo a un tot incrocio ovviamente pericoloso, ma solo dopo che c'e` morto qualcuno... mah, comunque, se puo` servire a incoraggiare i progetti per il futuro, che tornino pure nell'immediata periferia terrestre per ora.

    Uhm... no, un momento. No, se lo dico poi collego il tutto a un altro discorso e scoppiano fiammette locali anche qui...

    Lo dico, via:
    che sistema operativo hanno installato nel computer di bordo?

    :D
    non+autenticato
  • A fine articolo fate trasparire un qualcosa di "controinformazione", accostando l'uscita di O'Kefee con alcune investigazioni da parte del Congresso.
    Sul numero 438 di Le Scienze di Febbraio 2005, pagina 16, pare che il suo primo figlio stia per andare all'Universita', ed un posto come impiegato pubblico non gli sia sufficiente per "tirare avanti".
    Ma comunque, 130 mila dollari all'anno, non mi sembrano proprio pochini.
  • sono contento che torni a volare,
    spero che riparino il telescopio spaziale Hubble e quindi Bush NON lo lasci morire !
    Ha consentito grandi scoperte sullo Spazio più remoto dell'Universo.

    W L'HUBBLE
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sono contento che torni a volare,
    > spero che riparino il telescopio spaziale
    > Hubble e quindi Bush NON lo lasci morire !
    > Ha consentito grandi scoperte sullo Spazio
    > più remoto dell'Universo.
    >
    > W L'HUBBLE

    Infatti il ritorno di risultati scientifici dell'Hubble è nettamente superiore a quello fornito dalla stessa Stazione Spaziale, tuttavia quest'ultima ha un ritorno d'immagine presso l'opinione pubbblica superiore per l'amministrazione Bush e per il suo programma spaziale, che prevede il primo viaggio umano su Marte.

    Per fortuna c'è già in cantiere il nuovo telescopio spaziale, molto più potente, ma passerà quasi una decina d'anni prima di vederlo in funzione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > sono contento che torni a volare,
    > > spero che riparino il telescopio
    > spaziale
    > > Hubble e quindi Bush NON lo lasci
    > morire !
    > > Ha consentito grandi scoperte sullo
    > Spazio
    > > più remoto dell'Universo.
    > >
    > > W L'HUBBLE
    >
    > Infatti il ritorno di risultati scientifici
    > dell'Hubble è nettamente superiore a
    > quello fornito dalla stessa Stazione
    > Spaziale, tuttavia quest'ultima ha un
    > ritorno d'immagine presso l'opinione
    > pubbblica superiore per l'amministrazione
    > Bush e per il suo programma spaziale, che
    > prevede il primo viaggio umano su Marte.
    >
    > Per fortuna c'è già in
    > cantiere il nuovo telescopio spaziale, molto
    > più potente, ma passerà quasi
    > una decina d'anni prima di vederlo in
    > funzione.

    Vi abbiamo sgamati, siete due hubologi!Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sono contento che torni a volare,
    > spero che riparino il telescopio spaziale
    > Hubble e quindi Bush NON lo lasci morire !
    > Ha consentito grandi scoperte sullo Spazio
    > più remoto dell'Universo.
    >
    > W L'HUBBLE

    Ma secondo te e' piu' conveniente cambiare sempre piu' spesso l'olio motore ad una Panda che semplicemente rottamarla? "Ma con questa panda ho per la prima volta fatto l'amore" Sentimentalismo da quattro soldi ...
  • Esposizione prolungata a radiazioni?

    - Scritto da: Chernobyl
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > sono contento che torni a volare,
    > > spero che riparino il telescopio
    > spaziale
    > > Hubble e quindi Bush NON lo lasci
    > morire !
    > > Ha consentito grandi scoperte sullo
    > Spazio
    > > più remoto dell'Universo.
    > >
    > > W L'HUBBLE
    >
    > Ma secondo te e' piu' conveniente cambiare
    > sempre piu' spesso l'olio motore ad una
    > Panda che semplicemente rottamarla? "Ma con
    > questa panda ho per la prima volta fatto
    > l'amore" Sentimentalismo da quattro soldi
    > ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Chernobyl

    > Ma secondo te e' piu' conveniente cambiare
    > sempre piu' spesso l'olio motore ad una
    > Panda che semplicemente rottamarla? "Ma con
    > questa panda ho per la prima volta fatto
    > l'amore" Sentimentalismo da quattro soldi

    Certo, ma allora si sono affezionati anche allo shuttle attuale?
    Possibile che non abbiano ancora soluzioni migliori?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex¸tg
    > Certo, ma allora si sono affezionati anche
    > allo shuttle attuale?
    > Possibile che non abbiano ancora soluzioni
    > migliori?
    Ci passa un poco di differenza fra un mezzo spaziale le cui alternative sono si molto avanzate in progettazione, ma sono comunque prototipi, ed un vecchio telescopio affiancato da sostituti gia' in orbita ed operanti
  • Ci sono da mettere in orbita i satelliti dello scudo spaziale con tante belle bombe H da sganciare sui cattivi.
    non+autenticato
  • Ci sono anche un sacco di esperimenti da fare, che vanno dalle medicine avanzate per curare cosucce come il Parkinson, la paralisi cerebrale e simili, ai materiali innovativi che potrebbero sostituire le plastiche - prodotti senza petrolio - e via dicendo, trascurando quell'inutile aspetto che è il progresso nella nostra capacità di soggiornare nello spazio per tempi sempre più prolungati.................
    Cerchiamo di sapere di cosa parliamo prima di postare, grazie.....................

    - Scritto da: Anonimo
    > Ci sono da mettere in orbita i satelliti
    > dello scudo spaziale con tante belle bombe H
    > da sganciare sui cattivi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ci sono anche un sacco di esperimenti da
    > fare, che vanno dalle medicine avanzate per
    > curare cosucce come il Parkinson, la
    > paralisi cerebrale e simili, ...

    Io rinuancio alle cosucce di cui parli tu e in cambio voglio un pianeta senza bombe atomiche.

    Se il progresso vuol dire avere farmaci con allegati:
    a) lo scudo spaziale,
    b) la difesa della nazione tramite bombe nucleari,
    c) la guerra preventiva,
    d) la strage di madrid,
    e) il rapimento di Giuliana Sgrena,
    f) leggi contro il terrorismo
    g) leggi per "controllare"
    h) un mondo più insicuro
    ecc,ecc,ecc.

    se il progresso significa questo cioè faramaci che ci fanno vivere più a lungo in cambio di una vita umanamente più scadente, allora è meglio vivere poco ma bene.

    Della serie meglio un giorno da leoni che cento da pecore.
  • Come direbbe un mio amico riguardo a queste situazioni:
    >Occhiolino
    Fan Linux
    non+autenticato
  • sorry!!:$
        
    Come direbbe un mio amico riguardo a queste situazioni:
    Se ti trovi nella situazione di avere il farmaco o morire........voglio la medicina, voglio la medicina!!;)
    Fan Linux
    non+autenticato
  • > Come direbbe un mio amico riguardo a queste
    > situazioni:
    > Se ti trovi nella situazione di avere il
    > farmaco o morire........voglio la medicina,
    > voglio la medicina!!;)

    Conosci Pinocchio?Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sorry!!:$
    >     
    > Come direbbe un mio amico riguardo a queste
    > situazioni:
    > Se ti trovi nella situazione di avere il
    > farmaco o morire........voglio la medicina,
    > voglio la medicina!!;)

    Va bene, ma prima o poi si deve morire o no? E da quel che so è difficile per tutti, credo a chiunque gli venga prospettata una breve vita voglia "la medicina" ma tant'è prima o dopo si è polvere (incrocio le dita:)).

    Il punto non è se si muore o no a questo mondo e neppure se si chiede di rimandare la propria fine di quanche anno, mese o giorno, le risposte sono scontate.

    Il punto è quanto siamo disposti a rendere scadente, pericolosa, ansiosa, da tappati in casa la nostra vita in cambio di qualche anno di vita media in più.

    Ovviamente un bambino o un ragazzo spagnolo che pensa di avere imparato come si fa a vivere perché sa prendere il treno e gli capita la tegola della strage di Madrid, ha una vita più ansiosa e più da tappato in casa di quando non c'era la cura contro la malattia xx e non c'era neppure il terrorismo.

    Se non sono chiaro posso riassumere con "ci danno più medicine in cambio di una vita più ansiosa". Questo vale per tutti sani o ammalati.

    Poi c'è pure il corollario dell'esplosione nell'uso di psicofarmaci antidepressivi e ansiolitici (Prozac e altri), quindi si finisce tutti ammalati con questo sistema.

    E visto che me ne sto occupando un po' si finisce pure con 20 milioni di ricette di Ritalin dato ai bambini dai 3 anni in su in USA. 20 milioni di scatole di Ritalin per i piccini su una popolazione di circa 300 milioni complessiva. Fanno attualmente 6 milioni di piccoli in "cura", una percentuale elevatissima.

    Per i pochi che non lo sanno il Ritalin è una anfetamina della stessa classe dell'extasy e dell'LSD, si chiama metilfenidato ed è passato ultimamente dalla lista ministeriale degli stepefacenti a quella degli psicofarmaci. Volere del Ministro Sirchia.

    Così si curano i bambini al giorno d'oggi, con le anfetamine, che sia la strada giusta quella che stiamo percorrendo?
  • > se il progresso significa questo cioè
    > faramaci che ci fanno vivere più a
    > lungo in cambio di una vita umanamente
    > più scadente, allora è meglio
    > vivere poco ma bene.
    >
    > Della serie meglio un giorno da leoni che
    > cento da pecore.

    Ringrazia la buona sorte che TU (come anche io)non hai nessuna malattia debilitante.
    Pensa, hai la sfiga di avere un morbo cazzutissimo che ti lascia immobile nel letto e ti permette di comunicare con il mondo esterno solo sbattendo le palpebre.
    Immaginati anche solo 50anni in queste condizioni.
    Sono 18250 giorni, 438000 ore, 26280000 minuti.
    Ora prova a stare in silenzio e immobile 10 minuti e poi dimmi se non ti "girerebbero le palle" a sapere che una cura esiste, ma non è perfezionata perchè servono esperimenti in assenza di gravità e qualche genio ha detto:"meglio un giorno da leoni che cento da pecore".
    Questo genio ha deciso anche per te, ha vissuto il suo giorno da leone, ha tagliato i fondi per la ricerca e ti ha lasciato nella merda per i prossimi 50 da pecora...
    Non è bello per un cazzo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Sandro kensan
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ci sono anche un sacco di esperimenti da
    > > fare, che vanno dalle medicine avanzate
    > per
    > > curare cosucce come il Parkinson, la
    > > paralisi cerebrale e simili, ...
    >
    > Io rinuancio alle cosucce di cui parli tu e
    > in cambio voglio un pianeta senza bombe
    > atomiche.
    >
    > Se il progresso vuol dire avere farmaci con
    > allegati:
    > a) lo scudo spaziale,
    > b) la difesa della nazione tramite bombe
    > nucleari,
    > c) la guerra preventiva,
    > d) la strage di madrid,
    > e) il rapimento di Giuliana Sgrena,
    > f) leggi contro il terrorismo
    > g) leggi per "controllare"
    > h) un mondo più insicuro
    > ecc,ecc,ecc.
    >
    > se il progresso significa questo cioè
    > faramaci che ci fanno vivere più a
    > lungo in cambio di una vita umanamente
    > più scadente, allora è meglio
    > vivere poco ma bene.
    >
    > Della serie meglio un giorno da leoni che
    > cento da pecore.

    O meglio ancora, come affermava un fucilato dalle SturmTruppen, "è meglio viveren" (al che un soldatinen commentava: "O non ha fatto in tempo a completaren, o era un maledetto sovversiven!")
  • ....Prova a fare un po' di volontariato tra le persone disabili (magari gravi o gravissime) e vedrai che cambierai idea in fretta (e darai anche una mano). Fortunato te, che non hai vicino nessuno che soffre come un cane per le malattie e la disabilità, io che ce l'ho ti posso assicurare che è molto, ma molto difficile pensare allo scudo spaziale.............
    Le cose che hai detto tu sono molto belle, ma anche un'utopia, perchè ci saraà sempre qualcuno che farà soldi e potere con armi e simili, e ti posso assicurare che migliorare la vita dei SINGOLI, anche di poco, rappresenta tutto quello che un essere umano può chiedere di apportare alla società nella propria vita ed è il primo passo per cominciare a REALIZZARE tutte le belle cose che hai elencato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ....Prova a fare un po' di volontariato tra
    > le persone disabili (magari gravi o
    > gravissime) e vedrai che cambierai idea in
    > fretta (e darai anche una mano).

    Non era mia intenzione sottovalutare la sofferenza. La disabilità è un problema ma siamo tutti chiamati ad affrantarla, credo che nessuno possa sperare di non doverla afrontare nella propria vita.

    Una persona a me cara mi parlava del modo di affrontare una eventuale amputazione del braccio, in realtà parlava di menomazioni fisiche che probabilmente troverà prima di morire. L'unico modo per non incorrere in disabilità è morire prima della vecchiaia di infarto oppure con un incidente.

    Sono percorsi di vita che tutti siamo chiamati a compiere con i nostri tempi. Voglio dire che il volontariato alle persone disabili dobbiamo farlo prima di tutto a noi stessi, quindi anche agli altri.

    > Fortunato
    > te, che non hai vicino nessuno che soffre
    > come un cane per le malattie e la
    > disabilità, io che ce l'ho ti posso
    > assicurare che è molto, ma molto
    > difficile pensare allo scudo
    > spaziale.............
    > Le cose che hai detto tu sono molto belle,
    > ma anche un'utopia, perchè ci
    > saraà sempre qualcuno che farà
    > soldi e potere con armi e simili, e ti posso
    > assicurare che migliorare la vita dei
    > SINGOLI, anche di poco, rappresenta tutto
    > quello che un essere umano può
    > chiedere di apportare alla società
    > nella propria vita ed è il primo
    > passo per cominciare a REALIZZARE tutte le
    > belle cose che hai elencato.

    Non concordo molto con le tue parole, ci sono persone che di fronte agli handicap fisici sa essere positiva e persone che cadono nella depressione, non dipende dal fatto di perdere una gamba, un braccio o un occhio, dipende da quanta ricchezza spirituale abbiamo.

    Come ho già detto siamo nati per morire e quindi abbiamo tutti gli strumenti per lasciare questa terra.

    Io ho una opinione controcorrente, se la sofferenza fosse solo fisica allora è accettabile se è mentale allora diventa inacettabile e di persone che sanno andarsene ce ne sono poche.

    Il problema è che attaccarsi alle cose materiali, ai farmaci e alla tecnologia porta a molta sofferenza quando si perde una funzionalità fisica o quando si deve perdere il proprio corpo. Gli oggetti vanno usati e non si deve dipendere da essi altrimenti anche da sani c'è ansia e sofferenza per un eventuale incidente, per le malattie e per la morte.

    Questo imho.
  • è sempre un passo avanti nonostante le gufate lette nel forum.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > è sempre un passo avanti nonostante
    > le gufate lette nel forum.

    lo Space shuttle è una navetta insicura, è molto complessa, trasporta carichi notevoli ma è molto più insicura dei razzi russi. Andrebbe usata solo in casi indispensabili, troppe volte salta in aria, ogni pochi anni c'è un incidente.

    Temo che si faccia volare principalmente per i suoi possibili usi militari, in questi casi la vita degli astronauti conta poco.

  • - Scritto da: Sandro kensan
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > è sempre un passo avanti
    > nonostante
    > > le gufate lette nel forum.
    >
    > lo Space shuttle è una navetta
    > insicura, è molto complessa,
    > trasporta carichi notevoli ma è molto
    > più insicura dei razzi russi.
    > Andrebbe usata solo in casi indispensabili,
    > troppe volte salta in aria, ogni pochi anni
    > c'è un incidente.
    >
    > Temo che si faccia volare principalmente per
    > i suoi possibili usi militari, in questi
    > casi la vita degli astronauti conta poco.


    Alle gufate aggiungo anche la tua...
    Ma insomma, avranno fatto delle migliorie a sto benedetto Shuttle, o no?
    Se bisogna essere contro tutto per partito preso........., ok , forza, collochiamoci pure fra quelli che dicono "americano = satana" e non ne parliamo più.

    bye

    non+autenticato
  • Ma no chi l'ha mai detto, io per es ho vissuto in USA... bisogna ambientarsi, si rimane almeno per 10 mesi spaesati,ma adoro "l'america".

    E' discutibile la visione politica di chi sta attualmente al governo e le scelte prese. Gli americani sono come gli italiani, il pirla nano non lo vogliono mica tutti.... non siamo tutti idioti qui, come non tutti gli americani sono satana.


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Sandro kensan
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > è sempre un passo avanti
    > > nonostante
    > > > le gufate lette nel forum.
    > >
    > > lo Space shuttle è una navetta
    > > insicura, è molto complessa,
    > > trasporta carichi notevoli ma è
    > molto
    > > più insicura dei razzi russi.
    > > Andrebbe usata solo in casi
    > indispensabili,
    > > troppe volte salta in aria, ogni pochi
    > anni
    > > c'è un incidente.
    > >
    > > Temo che si faccia volare
    > principalmente per
    > > i suoi possibili usi militari, in questi
    > > casi la vita degli astronauti conta
    > poco.
    >
    >
    > Alle gufate aggiungo anche la tua...
    > Ma insomma, avranno fatto delle migliorie a
    > sto benedetto Shuttle, o no?
    > Se bisogna essere contro tutto per partito
    > preso........., ok , forza, collochiamoci
    > pure fra quelli che dicono "americano =
    > satana" e non ne parliamo più.
    >
    > bye
    >
    non+autenticato
  • Hai rotto con sti razzi russi.
    Ma lo sai che i Russi hanno fatto decine e decine di prove per lanciare un solo razzo, e nn hanno mai comunicato quanti astronauti sono morti per colpa dei loro cilecca?
    E informati prima di dire sempre la stessa, errata, stupida cosa
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai rotto con sti razzi russi.

    :) forza non arrabbiartiSorride

    > Ma lo sai che i Russi hanno fatto decine e
    > decine di prove per lanciare un solo razzo,
    > e nn hanno mai comunicato quanti astronauti
    > sono morti per colpa dei loro cilecca?

    Si anche questa l'ho sentita ma l'una non esclude l'altra e io ho sottolineato l'altra che è quello che si dice in giro sui razzi sovietici, si dice che sono molto sicuri (sempre parlando di razzi, s'intende).

    > E informati prima di dire sempre la stessa,
    > errata, stupida cosa

    Tu hai usato il verbo passato, io quello presente, perché i due discorsi non possono convivere?
  • > lo Space shuttle è una navetta
    > insicura, è molto complessa,
    > trasporta carichi notevoli ma è molto
    > più insicura dei razzi russi.
    > Andrebbe usata solo in casi indispensabili,
    > troppe volte salta in aria, ogni pochi anni
    > c'è un incidente.
    >
    > Temo che si faccia volare principalmente per
    > i suoi possibili usi militari, in questi
    > casi la vita degli astronauti conta poco.
    >
    E non riesci a comprendere perchè la nasa non
    ti abbia ancora chiamato, non si riesce poi a capire
    come faccia la nazionale di calcio senza un CT come
    te, al governo poi siamo tutti sicuri che faresti benissimo.
    Probabilmente è tutta una congiura per emarginarti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E non riesci a comprendere perchè la
    > nasa non
    > ti abbia ancora chiamato, non si riesce poi
    > a capire
    > come faccia la nazionale di calcio senza un
    > CT come
    > te, al governo poi siamo tutti sicuri che
    > faresti benissimo.
    > Probabilmente è tutta una congiura
    > per emarginarti.

    Lo shuttle ha fatto 113 voli di cui due mortali fanno un 2% di fallimenti.

    Tutti i guasti degli ultimi anni
    Nella sua lettera al presidente - riferisce il giornale britannico - Nelson affermava che la Commissione sulla sicurezza aerospaziale non aveva dato una risposta ai crescenti segnali che facevano ritenere probabile un incidente ed enumerava tutta una serie di guasti avvenuti dal 1999 in poi.

    http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=32084

    Sapevano che è insicura e hanno aspettato l'incidente.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)