Internet mappata dagli USA

Il progetto è ambizioso: disegnare una mappa dettagliata dell'infrastruttura dell'Internet statunitense. Lo scopo? Proteggersi dai cyber-attacchi

Washington (USA) - Il Governo degli USA ha un obiettivo ambizioso: creare una mappa dettagliata dell'Internet americana che renda possibile proteggere con maggior efficacia i propri network di comunicazione dai cyber-attacchi.

Il National Infrastructure Simulation and Analysis Center (NISAC) rappresenterà graficamente il complesso groviglio di connessioni dell'infrastruttura su cui poggia l'intera Rete a stelle e strisce, una infrastruttura formata dai network interdipendenti dei vari operatori di telecomunicazioni e dalle migliaia di reti di interconnessione terrestri e satellitari.

"Il centro creerà una dettagliata mappa del paese, così che sia possibile conoscere con più precisione dove rafforzare le nostre protezioni" ha affermato Richard Clarke, consulente in cyber-security del Governo Bush.
Con questo progetto le autorità federali contano di poter ricavare un migliore quadro dell'Internet americana ed informazioni dettagliate sulla dislocazione di ogni nodo di comunicazione che unisce reti pubbliche, private e governative. In questo modo il Governo spera, in caso di incidenti o atti di terrorismo, di potersi attivare in tempi brevissimi per ripristinare reti danneggiate o stabilire nuovi ponti di comunicazione.

Clarke ha riportato l'esempio di un recente incidente avvenuto nelle vicinanze di Chicago, dove un treno, incendiatosi all'interno di una galleria, ha causato non pochi problemi alle comunicazioni Internet della metropoli. Gli investigatori, secondo quanto raccontato da Clarke, hanno appurato soltanto molte ore dopo l'incidente che dentro quella galleria passava una delle principali dorsali Internet della città.

Con la creazione di una mappa dettagliata gli esperti governativi sperano di dar vita a squadre di pronto intervento che, basandosi sulle informazioni dettagliate a loro disposizione, possano ristabilire collegamenti ad Internet in tempi brevi e, ove ritenuto necessario, con la massima discrezione.
TAG: mondo
4 Commenti alla Notizia Internet mappata dagli USA
Ordina
  • Forse questi pozzi di scienza non sanno che esiste il bgp, un
    protocollo che sistema la connettivita' tra i network...

    La cosa esilarante e' che agli inizi dello sviluppo di internet
    (che e' stata sviluppata in America) uno dei punti chave del
    progetto era la possibilita' di continuare a funzionare anche in
    caso di cadta di una linea.

    Possibile che non se lo ricordino piu'?
    non+autenticato
  • Il router ha questo meccanismo di fatto
    il dhcp, il dns resolve il dsn
    sai una cosa e troppo lontano per ricordarsi cio che hanno creato
    s non dimentichiamo duello che sappiamo oggi un domani ureremo la rete e non saremuo usati dalla rete.
    non+autenticato
  • se Internet funzionasse come concepita inizialmente, in caso di rottura di un backbone i protocolli di routing dinamico permetterebbero di recapitare correttamente i pacchetti sfruttando link di altre reti.
    Peccato che gli accordi *commerciali* fra i vari
    carrier abbiano di fatto annullato questi meccanismi.
    non+autenticato
  • > se Internet funzionasse come concepita
    > inizialmente, in caso di rottura di un
    > backbone i protocolli di routing dinamico
    > permetterebbero di recapitare correttamente
    > i pacchetti sfruttando link di altre reti.
    > Peccato che gli accordi *commerciali* fra i
    > vari
    > carrier abbiano di fatto annullato questi
    > meccanismi.
    infatti
    ;-0)
    pero perche far sfurttare la propria rete che va al 40% di potenza, invece di far incazzare gli utenti col proprio provider ??? cosi magari il provider lo cambiano...

    comunque inutile...mah..dipende...se come penso e fatta solo per togliere soldi al governo...sara inutile...


    non+autenticato