I diritti del cybershopper

ADUC ricorda ai clienti dei negozi elettronici i diritti del consumatore

Roma - Gli acquisti online sono sicuri come quelli tradizionali e sono particolarmente comodi anche nel periodo natalizio, ma occorre sempre tenere gli occhi aperti. Questo il senso di un comunicato dell'Associazione per i diritti dei consumatori e degli utenti ADUC, che avverte: "il rischio comunque c'è se non sono attivati i sistemi di sicurezza che garantiscono la transazione. Esistono i sistemi di sicurezza classificati SSL o SET. Quest'ultimo in particolare prevede l'attivazione di un codice, rilasciato dalla banca, che deve essere trascritto ogni volta che si effettua un pagamento. Il sistema di sicurezza è riconoscibile perché nella barra degli indirizzi invece dell'iniziale "http" c'è "https" ed è visibile un icona a forma di lucchetto o di chiave."

Secondo ADUC questo dovrebbe garantire il consumatore almeno quanto il tradizionale utilizzo delle carte di credito, soggette anch'esse ad uso fraudolento. "Per ulteriore garanzia - continua l'Associazione - occorre controllare i resoconti che arrivano a casa e contestare gli eventuali addebiti delle spese non effettuate."

Tra i diritti dei consumatori online anche quello di disdetta, per cui l'ADUC ha preparato una scheda apposita disponibile qui.