Nuovi elenchi? Informazioni scarse

Il Garante per la privacy se la prende con gli operatori telefonici colpevoli, a suo dire, di non aver spiegato adeguatamente agli italiani cosa accadrà con i nuovi elenchi del telefono

Roma - Il Garante per la privacy ancora una volta è intervenuto con forza sul fronte dei nuovi elenchi telefonici, le liste di nomi e numeri che nelle prossime edizioni conterranno per la prima volta anche l'orientamento del cittadino in merito alla pubblicità telefonica o elettronica.

L'Autorità se l'è presa con i gestori telefonici che fino a questo momento, a suo parere, non hanno fatto abbastanza per chiarire ai cittadini il senso, lo scopo e le caratteristiche dell'iniziativa dei nuovi elenchi. In queste settimane, come noto, vengono distribuiti i moduli che consentiranno agli italiani di stabilire se apparire negli elenchi e, in quel caso, se siano o meno disposti a ricevere pubblicità via email o via telefono: allo scopo, accanto al numero in elenco verranno posti dei simboli che indichieranno alle imprese quali sono gli utenti disponibili ad accettare proposte commerciali.

Nella sua newsletter, il Garante ha spiegato che devono essere attivate campagne pubbliche di informazione da parte degli operatori, per "sensibilizzare abbonati e utenti sulle procedure in atto e sui nuovi diritti loro riconosciuti". "I primi avvisi sulla stampa pubblicati da alcuni gestori - sottolinea il Garante - sono risultati insufficienti".
Il Garante ha richiamato le società ad attuare "gli obblighi di informazione nei confronti degli abbonati, previsti in vista della formazione dei nuovi elenchi telefonici e fissati, in particolare, da un provvedimento dell'Autorità del 2004".

Le campagne informative non possono risolversi, scrive l'Autorità ai gestori, "in annunci collocati in modo poco visibile nelle pagine interne di qualche giornale, ma devono corrispondere alle caratteristiche delle campagne di comunicazione abitualmente intraprese per altre finalità".

Inoltre non risultano avviate iniziative in collaborazione con associazioni di consumatori e utenti, come invece era stato espressamente raccomandato sempre nel provvedimento del Garante.

L'Autorità ha chiesto ai gestori di dare immediata assicurazione dell'avvio delle iniziative.
20 Commenti alla Notizia Nuovi elenchi? Informazioni scarse
Ordina
  • Ottima iniziativa del garante. Così chi vuole pubblica tutti i suoi dati, chi no ha la possibilità di mettere solo cognome, nome e telefono DI CASA (senza indirizzo, cosa ora obbligatoria).

    Nuovo elenco molto più flessibile, per quanto mi riguarda pubblicherò volentieri il cellulare che do ai miei amici, poi se noterò che in troppi rompono le scatole si può tranquillamente tornare indietro l'anno successivo.
    non+autenticato
  • Beh se al Garante da fastidio come gestiscono gli operatori la cosa cominci a asparare belle multone pesanti e conquei soldi paghi una campagna.
    Il fatto di dire loro "kattivoni".... di sicuro lascia il tempo che trova.

    Mauro
    non+autenticato
  • vorrei inserire un mio indirizzo e-mail.
    Però non mi è chiaro se il blocco della pubblicità riguarda anche la e-mail o solo telefonate e corrispondenza cartacea.
    Credo che le e-mails non siano protette, ma se qualcuno ne sa qualcosa.

    Grazie.

  • - Scritto da: danieleNA
    > vorrei inserire un mio indirizzo e-mail.
    > Però non mi è chiaro se il blocco della
    > pubblicità riguarda anche la e-mail o solo
    > telefonate e corrispondenza cartacea.
    > Credo che le e-mails non siano protette, ma se
    > qualcuno ne sa qualcosa.
    >
    > Grazie.
    per l'invio di pubblicitaà via e-mail il titolare del trattamento deve chiedere un consenso informato preventivo.
    quindi la pubblicazione dell'indirizzo non ha alcun valore per la pubblicitaà .

    non+autenticato

  • I dati, i nomi e gli indirizzi degli italiani facevano
    gola a molti, e adesso lo stato se li è venduti
    alle multinazionali.
    Dopo i monumenti storici e i parchi, ormai non
    restano molte altre manovre di salvataggio.
    A quando la vendita diretta del nostro didietro?
    non+autenticato
  • i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono liberamente consultabili sugli elenchi elettorali di tutti i comuni già da anni...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono
    > liberamente consultabili sugli elenchi elettorali
    > di tutti i comuni già da anni...

    e anche la misura del didietro?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani
    > sono
    > > liberamente consultabili sugli elenchi
    > elettorali
    > > di tutti i comuni già da anni...
    >
    > e anche la misura del didietro?
    ... alcune sono già note, dovresti saperlo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono
    > liberamente consultabili sugli elenchi elettorali
    > di tutti i comuni già da anni...
    Non è vero. le liste elettorali sono consultabili solo per determinati scopi--> elettorali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non è vero. le liste elettorali sono consultabili
    > solo per determinati scopi--> elettorali.

    Certo, certo, e li consultava anche la marmotta mentre incartava la cioccolata (per vendere la cioccolata per corrispondenza).
    non+autenticato
  • Ma che dici? Se non vuoi non compare niente dei tuoi dati. Puoi addirittura non far comparire neppure il tuo indirizzo (cosa che prima non si poteva).

    Io trovo molto utile la cosa, visto che mi fa piacere pubblicare uno dei miei cellu così che chi ha perso il mio numero lo ritrovi!

    (PS: sarebbe bello poter scrivere anche quando essere contattati, tipo ore pasti, o solo al giovedi sera, ecc., devo proporlo al garante)!
    non+autenticato
  • Ma se una persona non compila nè spedisce il modulo, cosa succede ?
    il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma se una persona non compila nè spedisce il
    > modulo, cosa succede ?
    > il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?

    non vale silenzio assenzo
    non+autenticato
  • Dall'informativa Telecom: "... se non rispondera' entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi elenchi ......solo se il Suo nome compare gia' nei vecchi elenchi".
    E mi sembra RAGIONEVOLE.
    Quello che non e' chiarissimo e' SE finisco in questo caso PER DEFAULT anche tra i possibili destinatari di pubblicita' (dovrebbero valere fantomatiche scelte fatte al momento del contratto e probabilmente seminascoste da caratteri di stampa nanometrici):
    Io a scanso di equivoci ho spedito il modulo con la RINUNCIA ALLA PUBBLICITA' bene in evidenza.

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma se una persona non compila nè spedisce il
    > > modulo, cosa succede ?
    > > il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?
    >
    > non vale silenzio assenzo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dall'informativa Telecom: "... se non rispondera'
    > entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi
    > elenchi ......solo se il Suo nome compare gia'
    > nei vecchi elenchi".
    > E mi sembra RAGIONEVOLE.
    am me non sembra ragionevole perche' il diritto è nuovo e la magigore difesa si ottiene con la rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON PUBBLICARE.
    rino
    non+autenticato
  • > am me non sembra ragionevole perche' il diritto è
    > nuovo e la magigore difesa si ottiene con la
    > rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON
    > PUBBLICARE.
    > rino

    il senso dell'utilità del telefono non deve essere perso di vista per colpa dei markettari del cavolo.

    rinunciate alla pubblicità espressamente, ma pensateci prima di farvi togliere dall'elenco o di desiderare che migliaia di persone anziane ignare diventino irreperibili...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Dall'informativa Telecom: "... se non
    > rispondera'
    > > entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi
    > > elenchi ......solo se il Suo nome compare gia'
    > > nei vecchi elenchi".
    > > E mi sembra RAGIONEVOLE.

    > am me non sembra ragionevole perche' il diritto è
    > nuovo e la magigore difesa si ottiene con la
    > rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON
    > PUBBLICARE.
    > rino

    Sempre a lamentarsi eh?
    non+autenticato
  • E invece il diritto cilive spiega bene che CHI tace NON dice NIENTE.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)