Telecom: canone su, ma in cambio servizi

L'azienda in una nota spiega come verrà gestito l'aumento deciso dall'Autorità TLC e presenta la sua offerta Ricomincio da te rivolta alle famiglie. Previsti servizi integrati senza costi aggiuntivi e l'aumento del 6,3 per cento del canone

Roma - Si chiama "Ricomincio da te" l'offerta-iniziativa messa a punto da Telecom Italia Domestic Wireline per fidelizzare le famiglie e complicare la vita agli operatori concorrenti che con l'ultimo miglio intendono dare filo da torcere al carrier dominante.

Ricomincio da te è infatti parte essenziale di una manovra messa a punto da Telecom che dal primo febbraio 2002 prevede da un lato l'adeguamento del canone, che sale del 6,3 per cento, secondo quanto deciso dall'Autorità a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario dello scorso anno voluta dalla Commissione Europea; dall'altra alcune riduzioni di spesa per chi utilizza Telecom Italia per i propri servizi di rete fissa, con l'introduzione anche di servizi a valore aggiunto ma senza costi aggiuntivi.

In particolare, per quanto riguarda il canone, l'abbonamento alla rete telefonica generale per la clientela residenziale passerà dalle attuali 20.700 lire al mese Iva esclusa a 22.000 lire mensili Iva esclusa. Restano invece invariati i prezzi degli abbonamenti per le aziende e dei collegamenti ISDN.
Telecom ha ieri affermato che il canone "rimane uno tra i più bassi in Europa" e che la stessa Telecom "per anni ha ricevuto un canone di abbonamento non sufficiente a coprire i costi fissi sostenuti per mantenere ed innovare la rete che consente a tutti di comunicare 24 ore su 24. Il riequilibrio di questa situazione chiamata "deficit dell'accesso alla rete telefonica", voluto fortemente dall'Unione Europea in tutti gli Stati membri, permette dunque di proseguire nel cammino che porterà al completo riequilibrio del costo dell'accesso alla rete telefonica di Telecom Italia."

Con "Ricomincio da te", Telecom offre un'ora di telefonate locali gratis a bimestre e l'abbonamento ad una serie di servizi: segreteria telefonica, servizi informativi 400, Richiamata su occupato e invio e ricezione di SMS dalla rete fissa di Telecom Italia e dai telefonini Tim. Per poterne fruire i clienti Telecom non dovranno effettuare alcuna richiesta.

Telecom ora propone anche una tariffa per le chiamate interurbane interdistrettuali da 50 lire al minuto (Iva esclusa) se effettuate tra le 18.30 e le 8.00. Si tratta di un'estensione di quella che era nota come tariffa week-end, che prevedeva la riduzione tariffaria per sabato, domenica e festivi e che era prima di 95 lire al minuto.

In una nota Telecom ha ieri anche ricordato le modalità di accesso alle agevolazioni per la clientela a basso reddito, agevolazioni che si stima interessino 1,5 milioni di famiglie e che "sostituiscono" quelle "a basso traffico".
Come noto, a partire dal primo dicembre 2001, secondo quanto stabilito dall'Autorità, Telecom Italia ha operato una riduzione del 50% del costo di accesso alla rete telefonica per le famiglie che si trovano in particolari condizioni economiche e sociali. Questa iniziativa riguarda quei nuclei familiari che presentino un indicatore socio-economico equivalente (ISEE) fino a 13 milioni di lire e trovino il proprio sostentamento o da una pensione sociale, o da una di invalidità, oppure al loro interno abbiano una persona con oltre 75 anni di età o il capofamiglia disoccupato.

Nella stessa nota Telecom ha ricordato come dal primo dicembre scorso sia anche in vigore l'esenzione totale del pagamento dell'importo mensile di abbonamento per le famiglie che utilizzano dispositivi telefonici per sordomuti (DTS).
41 Commenti alla Notizia Telecom: canone su, ma in cambio servizi
Ordina
  • Via libera dell'Authority alle tariffe flat per internet su banda stretta
    .. ..
    L'Authority per le Garanzie nelle Comunicazioni ha dato il via libera alle offerte di interconnessione FRIACO (Flat Rate Internet Access Call Origination).
    In seguito alla delibera dell?Authority, Telecom Italia dovrà inserire nel listino di interconnessione anche l'offerta all'ingrosso per collegamenti ad Internet su banda stretta e tariffazione forfettaria.
    A breve gli operatori di telefonia, compresa la stessa Telecom Italia, potranno quindi commercializzare collegamenti ad Internet con tariffa flat.
    Telecom Italia a questo punto dovrà presentare entro 30 giorni dalla notifica la relativa offerta economica all'ingrosso, che dovrà inoltre essere coerente con il principio della Best-Practice, ovvero dovrà avere un prezzo che tenga conto della media dei prezzi per tariffe flat-Internet praticate in Inghilterra, Francia, Spagna e Portogallo.
    Il commissario Vincenzo Monaci, relatore del provvedimento, ha precisato che l'accesso ad Internet di tipo Friaco non e' affatto un accesso alternativo all'Adsl, ma piuttosto e' un servizio complementare, che si affianca all'Adsl. Con l'introduzione del Friaco gli operatori potranno offrire nuovi servizi per l'accesso ad Internet in banda stretta, favorendo una maggiore concorrenza e un ulteriore impulso allo sviluppo di Internet
    non+autenticato
  • Fonte?????????????
    non+autenticato
  • E' una vergogna: aumentare il costo del canone x una serie di servizi ridicoli, di cui anziani, massaie e molti cittadini non sanno neanche come funzionano e di cui dovranno sopportarne il costo.
    Non ci sono altri commenti da fare...

    non+autenticato
  • Altro che liberalizzazione.
    Telecom abbassa le tariffe dove puo' dare filo da torcere agli altri operatori del settore, mentre aumenta il canone dove detiene ancora il monopolio.

    Questa non e' concorrenza!
    non+autenticato
  • Scusate ragazzi... ma adesso aumenta il canone e io ho già l'ISDN con servizi in + che pago e non utilizzo, l'unico 'servizio' che mi interesserebbe è l'ADSL... ma nella mia zona non c'è copertura, sapete chi devo uccidere per fa aggiornare la centralina telefonica della mia città e avere l'agognata broad band???!?!!?
    non+autenticato
  • Non ci sono speranze...

    Nel mio paese abbiamo provato a mandare lettere con nominativi e firme di persone di persone interessate a questa tipologia di connessione.

    Abbiamo parlato con commerciali.

    Raccomandate.

    Proteste.

    Ma nulla...

    Sinceramente la speranza è davvero poca...
    non+autenticato
  • Da Repubblica

    Telecom: aumenta canone, tariffe più leggere
    Dal primo febbraio 2002 l'abbonamento telefonico passerà dalle attuali 20.700 lire al mese a 22.000 lire mensili, Iva esclusa. Ma l'utente risparmierà in media 411 lire al mese per effetto di una manovra di ribilanciamento delle tariffe che Telecom realizza sulla base delle decisioni dell'Authority per le comunicazioni che ha recepito una apposita delibera europea.
    Nel complesso, ha spiegato il direttore della divisione di telefonia fissa di Telecom, Riccardo Ruggiero, la bolletta degli italiani diminuirà di 103 miliardi di lire all'anno. Una cifra che deriva da un calcolo contenuto nella delibera dell'Autorità che fissava per il 2001 e 2002 i parametri per bilanciare l'aumento del canone con un calo delle tariffe (una misura di equilibrio voluta dalla Commissione europea).
    "La 'restituzione' di questi 103 miliardi è obbligatoria - ha spiegato Ruggiero - ma era nostra facoltà scegliere come attuarla: abbiamo deciso di effettuarla nei confronti di tutti i nostri clienti e non nelle fasce orarie di nostra convenienza". Il canone aumenterà del 6%, la restituzione sul traffico sarà pari al 4,5%.
    La nuova offerta di Telecom alle famiglie denominata 'Ricomincio da te' prevede un'ora di telefonate locali gratis a bimestre servizi inclusi nel canone (segreteria telefonica, servizio informativo 400, sms, richiamata su occupato). Le interurbane interdistrettuali fatte nella fascia oraria off-peak, cioè tra le 18:30 e le 08:00 di tutti i giorni passeranno da 95 a 50 lire al minuto, Iva esclusa.
    Gli sconti non riguarderanno invece il segmento fisso-mobile. (Mim)

    non+autenticato
  • Questi merdosi sono spudorati. "Risparmieremo" 411 lire al mese, e nessuno che gli dica "siete delle merde"". Senza contare che quelli che usano gestori alternativi non sono NON
    risparmierenno una lira, ma si ciucceranno l'aumento per intero. Questi mafiosi aumentano dove hanno il monopolio, e dimunuiscono dove c'e'
    un minimo di concorrenza. CHE SCHIFO!
    non+autenticato
  • alla Telecom sono solo dei poveri bastardi..facciamogli la carità, poveretti, con quelle teste di m... che si ritovano..
    Guarda che è la stessa cosa dare i solodi a loro o ad un barbone per la strada:è solo carità per poveri morti di fame.
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: pirata
    > Da Repubblica
    >
    > Telecom: aumenta canone, tariffe più leggere
    > Dal primo febbraio 2002 l'abbonamento
    > telefonico passerà dalle attuali 20.700 lire
    > al mese a 22.000 lire mensili, Iva esclusa.
    > Ma l'utente risparmierà in media 411 lire al
    > mese per effetto di una manovra di
    > ribilanciamento delle tariffe che Telecom
    > realizza sulla base delle decisioni
    > dell'Authority per le comunicazioni che ha
    > recepito una apposita delibera europea.

    Se l'utente rispsarmia, Telecom guadagna meno.
    Come fa a risanare i suoi conti in questo modo?

    E' ovvio che si tratta di una presa per i fondelli, ed infatti il risparmio si ha su servizi che non interessenao a quasi nessuno
    non+autenticato
  • Questa è la prova che lo Stato ha solo finto di uscire da Telecom. Sto aspettando da mesi e mesi che mi permetta di uscir dal canone, avendone tutti i requisiti, ma col cavolo. Altro che presa per i fondelli: volendo, molti servizi il cui canone è stato tolto erano già eliminabili da prima, su richiesta. Ma ora il cavaliere dovrà pur restituire il favore che deve al bel Tronchetti che ha scaraventato i comunisti fuori dalla "Sette", col contributo suo e di Agnelli. E chi si frega, come al solito è il popolo bue, di cui io faccio supinamente parte. E voi no?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)