Opteron ci vede embedded

E punta sul mercato dei dispositivi embedded ad alte prestazioni: server blade e appliance di rete e comunicazione in testa, settore dove AMD intende lanciarsi con un nuovo programma di supporto e nuovi chip a 64 bit

Sunnyvale (USA) - AMD è decisa ad ampliare la propria presenza sul mercato dei dispositivi embedded facendo leva su di un selezionato numero di processori Opteron, gli stessi che indirizzerà a device come i server blade, i sistemi di archiviazione, le appliance di rete e i sistemi per le telecomunicazioni.

Per rendere i propri chip a 64 bit più appetibili ai progettisti di sistemi embedded, AMD ha esteso la validità del supporto standard a 5 anni: il nuovo programma, valido unicamente per i modelli di Opteron destinati al mercato embedded, dovrebbe garantire ai produttori un prezzo stabile e un'assistenza tecnica capace di coprire buona parte del ciclo di vita dei loro prodotti.

AMD fornirà ai system designer progetti di riferimento personalizzabili e servizi di supporto per la creazione di piattaforme embedded basate sulla tecnologia AMD64.
Sun ha già annunciato che utilizzerà Opteron in una nuova linea di server blade che supporteranno lo standard Advanced Telecommunications Computing Architecture (ATCA) e i sistemi operativi Solaris e CG Linux. Alcune versioni di questi server si baseranno sui processori UltraSPARC della stessa Sun.

AMD è già presente sul mercato embedded con Geode e Alchemy, due famiglie di chip progettati per i dispositivi più piccoli, spesso basati su sistemi operativi real-time.

"Con le nostre famiglie di chip siamo in grado di rivolgerci a quasi tutti i segmenti del mercato embedded, da quello dei controlli industriali e quello dei server specializzati", ha affermato Iain Morris, senior vice president del Personal Connectivity Solutions Group di AMD.

I primi modelli di Opteron disponibili per le applicazioni embedded saranno l'852 e il 252, entrambi attesi entro la fine di questo trimestre.
TAG: hw