Apple: ora fuori i nomi delle talpe

La Mela vince in California e il tribunale costringe i siti che avevano pubblicato succose anteprime a rivelare i nomi di chi ha consegnato loro segreti industriali

San Jose (USA) - Era ormai solo questione di tempo e l'attesa sentenza è finalmente arrivata: nessun diritto di alcuni siti web di garantire la riservatezza alle proprie fonti quando queste portano alla pubblicazione di segreti industriali. E? il succo della decisione di un tribunale distrettuale californiano attorno al celebre caso che oppone Apple agli editor di alcuni siti web.

Come si ricorderà, questi ultimi hanno pubblicato sui propri siti, ThinkSecret, Apple Insider e PowerPage, materiali che per Apple rappresentavano un segreto industriale, ovvero notizie sul Mac mini prima della sua presentazione ufficiale. Notizie che sono state fornite loro dall'interno dell'azienda e che hanno indotto Apple a presentare denuncia anche per capire chi dei propri dipendenti avesse tradito la propria fiducia.

La Mela già si era mossa denunciando 25 lavoratori la cui condotta, a suo dire, aveva violato la legge sui segreti industriali ed ha ora ottenuto la possibilità di farsi dire dai gestori dei siti chi ha fornito loro le informazioni.
La questione è tutt'altro che secondaria. Secondo i sostenitori dei diritti digitali, e tra questi la Electronic Frontier Foundation (EFF), essere costretti a rivelare le fonti potrebbe comprimere notevolmente le capacità dei media di riportare notizie di rilievo. Secondo il giudice, però, così non è perché si parla di segreti industriali. "Il diritto di mantenere e conservare informazioni proprietarie - ha spiegato il magistrato - è un diritto che le normative della California e i tribunali da lungo tempo hanno sostenuto e che è fondamentale per il futuro della tecnologia e più in generale dell'innovazione".

I tre siti ricorreranno in appello e, secondo EFF, questo è necessario perché "la sentenza dovrebbe preoccupare tutti i reporter di ogni settore, specialmente quelli del mondo finanziario e del commercio che ogni giorno si occupano delle imprese e dei loro prodotti". Da parte sua Apple ha invece applaudito alla sentenza spiegando che non può essere data a nessuno licenza di "violare le leggi". Inutile invece parlare dello sconforto dei redattori, secondo cui Apple approfitta del fatto che nessuno di loro ha le risorse finanziarie per opporsi a diffide e denunce come quella presentata dalla Mela. Va detto che le posizioni dei tre siti sono tra loro diverse, perché solo ThinkSecret.com è denunciato direttamente mentre gli altri due si sono difesi dalle diffide inviate da Apple ai rispettivi provider, ma sono differenze che vengono sostanzialmente a cadere con la decisione del tribunale: entro 14 giorni dovranno essere rivelati tutti i nomi dei coinvolti.

C'è però un altro risvolto della faccenda estremamente interessante. I reporter avevano infatti rigettato le diffide di Apple sostenendo che in qualità di giornalisti le proprie fonti erano protette. A sua volta Apple aveva reagito sostenendo in tribunale che non si trattava di giornalisti, in quanto riprendevano meramente notizie di prodotti senza un "vero" lavoro giornalistico alle spalle. Ed è interessante che il giudice di questo non abbia voluto occuparsi, spiegando che "definire cosa sia un giornalista è divenuto sempre più complicato con l'espansione dei nuovi media. Ma anche se si tratta di giornalisti, questo non vuol dire che possano fare come vogliono". Come noto in Italia chi e cosa sia un giornalista è stabilito dalla legge e dalle procedure del relativo Ordine, che esiste solo in una manciata di paesi.
TAG: apple
84 Commenti alla Notizia Apple: ora fuori i nomi delle talpe
Ordina
  • Zozzeria microsoft?
    Vogliamo dare addosso ai poveracci?
    Basta chiedere!A bocca aperta

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=39...
    Terra2
    2332

  • - Scritto da: Anonimo
    > come micro$oft

    Apple difende i propri segreti industriali, come tutte le società...

    MS e Apple sono due società ben diverse, specialmente nella condotta aziendale.

    non+autenticato
  • mi chiedevo.... come fanno a dire che apple ha solo il 3% del mercato? su cosa si basano? e chi fa queste statistiche?

    io fino a 2 o 3 anni fa vedevo in giro per la città solo windows, e all'epoca apple aveva il 3%... ora che vedo in giro un sacco di mac... e apple ha ancora il 3%???

    non è che "qualcuno" paga per falsificare le statistiche?
    non+autenticato
  • E' vero, forse ha il 2%.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' vero, forse ha il 2%.


    haha bellissima

    Comunque il 3% per l'hardware è facilmente calcolabile. Mentre per il software puoi chiederti: ma linux l'hanno installato poi? Mozilla l'hanno scaricato ma lo usano?
    Mentre un MAC o l'hai comprato o non ce l'hai, non è che lo puoi scaricare da internet. Basta vedere le statistiche di vendita.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > E' vero, forse ha il 2%.
    >
    >
    > haha bellissima
    >
    > Comunque il 3% per l'hardware è facilmente
    > calcolabile. Mentre per il software puoi
    > chiederti: ma linux l'hanno installato poi?
    > Mozilla l'hanno scaricato ma lo usano?
    > Mentre un MAC o l'hai comprato o non ce l'hai,
    > non è che lo puoi scaricare da internet. Basta
    > vedere le statistiche di vendita.

    Sì.. l problema è che i dati di vendita arrivano da chi vende.. non vi è una valutazione indipendente.. possono essere tranquillamente inventati... anche perchè uno zero virgola qualcosa in più o in meno al trimestre rea una massa di movimenti azionari a catena...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sì.. l problema è che i dati di vendita arrivano
    > da chi vende.. non vi è una valutazione
    > indipendente.. possono essere tranquillamente
    > inventati... anche perchè uno zero virgola
    > qualcosa in più o in meno al trimestre rea una
    > massa di movimenti azionari a catena...

    Va bene non fidarsi, ma a me sembra che il 3% sia credibile, anzi in Italia forse sono meno.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non è che "qualcuno" paga per falsificare le
    > statistiche?

    no
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > non è che "qualcuno" paga per falsificare le
    > > statistiche?
    >
    > no

    Quoto e concordo.. la Apple se le falsifica da sola.. gratis!!!!A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • come da topic
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mi chiedevo.... come fanno a dire che apple ha
    > solo il 3% del mercato? su cosa si basano? e chi
    > fa queste statistiche?
    >
    > io fino a 2 o 3 anni fa vedevo in giro per la
    > città solo windows, e all'epoca apple aveva il
    > 3%... ora che vedo in giro un sacco di mac... e
    > apple ha ancora il 3%???
    >
    > non è che "qualcuno" paga per falsificare le
    > statistiche?

    Non credo proprio che ci sia qualcuno che paga, cosa molto probabile che per il singolo produttore vendere il proprio HW raggiungendo il 3% nel mondo è comunque una grande soddisfazione.
    Nel mondo PC (x86) la percentuale è così alta perchè non si considera il singolo ma i 10-20 produttori diversi, i cloni, ecc...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mi chiedevo.... come fanno a dire che apple ha
    > solo il 3% del mercato? su cosa si basano? e chi
    > fa queste statistiche?
    >
    > io fino a 2 o 3 anni fa vedevo in giro per la
    > città solo windows, e all'epoca apple aveva il
    > 3%... ora che vedo in giro un sacco di mac... e
    > apple ha ancora il 3%???
    >
    > non è che "qualcuno" paga per falsificare le
    > statistiche?

    Per falsificarle non so.. ma in italia Apple detiene circa l'1% del mercato.. diversi operatori della distribuzione componentistica PC che conosco concordano...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Per falsificarle non so.. ma in italia Apple
    > detiene circa l'1% del mercato.. diversi
    > operatori della distribuzione componentistica PC
    > che conosco concordano...

    Attiva ?

    E' risaputo che in Italia il mercato non è molto aperto ad alternative, già linux che gira sullo stesso HW ha problemi ad essere digerito, figuriamoci una piattaforma diversa.

    Diciamo che buona colpa è anche di Apple Italia, che non agevola, non pubblicizza i prodotti in modo adeguato (come succede in altre parti del mondo!)
    Per esempio, in paesi come la Svizzera o l'Australia Apple arriva al 5% del mercato...

    non+autenticato
  • Apple cura i suoi interessi, come tutti del resto.

    Apple ha ragione, ed anche i "giornalisti" hanno ragione. Le 2 parti devono sempre trovare una mediazione.

    Liberta' di informazione non significa poter liberamente scrivere di tutto senza pensare alle conseguenze e prendersi le dovute responsabilita'.
    Questo un giornalista lo sa bene. Sa che esiste un confine che non e' lecito superare (il che non significa che sia scorretto).

    Sebbene io ritenga esistano altre circostanze piu' delicate dove il diritto di cronaca debba fare un passo indietro (che e' diverso dal cercare di confondere la verita'), questa volta un giudice ha ritenuto mediare in favore di Apple.
    Stop !


    Ora facciamo un'altra riflessione, piu' attinente al titolo del thread..
    Apple e' quotata in Borsa.
    Voi siete azionisti Apple.
    A causa di queste notizie il titolo subisce speculazioni che vi danneggiano (o forse vi avvantaggiano, ma la controprova e' incerta).

    Non vi darebbe fastidio ?
    Non richiedereste a gran voce piu' controllo sulle informazioni e su chi ha contravvenuto agli accordi di riservatezza ?
    Magari stavolta vi e' pure andata bene... ma la prossima volta ?


    Io non so rispondere, non ho mai giocato in Borsa.
    Ma il fatto che vi siano in gioco gli interessi di diverse soggetti mi fa riflettere e dubitare.

    Dubitare che non esista un comportamento corretto, un giusto principio.
    Ma solo una convenienza, cioe' il massimo guadagno (o minimo danno), quello dei molti contro quello dei pochi.
    (l'anomalia e' quando sono i "pochi" ad avere la meglio, sebbene capiti spesso)

    Ogni tanto i "pochi" sono Apple, altre volte i giornalisti, altre gli azionisti ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Apple e' quotata in Borsa.
    > Voi siete azionisti Apple.
    > A causa di queste notizie il titolo subisce
    > speculazioni che vi danneggiano (o forse vi
    > avvantaggiano, ma la controprova e' incerta).
    >
    > Non vi darebbe fastidio ?

    no
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Apple e' quotata in Borsa.
    > > Voi siete azionisti Apple.
    > > A causa di queste notizie il titolo subisce
    > > speculazioni che vi danneggiano (o forse vi
    > > avvantaggiano, ma la controprova e' incerta).
    > >
    > > Non vi darebbe fastidio ?
    >
    > no

    certo, come no...di economia conosci qualcosa?
    non sembra...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > certo, come no...di economia conosci qualcosa?
    > non sembra...
    >

    ah che belle queste persone che da una parola di due lettere sanno già giudicare il prossimo.
    Tu ti intendi di botanica? non sembra
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > ah che belle queste persone che da una parola di
    > due lettere sanno già giudicare il prossimo.
    > Tu ti intendi di botanica? non sembra

    Nessuno ti giudica, ma cerca di capire di cosa si parla.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Nessuno ti giudica, ma cerca di capire di cosa si
    > parla.
    >

    Come fai a sapere che non capisco di cosa si parla?
    Chi dice il contrario giudica eccome
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Come fai a sapere che non capisco di cosa si
    > parla?

    Allora tu hai delle azioni di una certa società, ok? Bene, rischi di PERDERE dei soldi solo perchè ci sono delle speculazioni, svelato un segreto industriale, ecc... sei contento?

    RIPETO, rischi di perdere soldi, come spesso capita in queste situazioni, tu saresti contento????

    > Chi dice il contrario giudica eccome
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Allora tu hai delle azioni di una certa società,
    > ok? Bene, rischi di PERDERE dei soldi solo perchè
    > ci sono delle speculazioni, svelato un segreto
    > industriale, ecc... sei contento?
    >
    > RIPETO, rischi di perdere soldi, come spesso
    > capita in queste situazioni, tu saresti
    > contento????

    Bene, adesso concentrati intensamente: all'estremo opposto, con la storia delle supposte perdite, saresti in grado di impedire la pubblicazione di _qualsiasi_ notizia sgradita alla societa' in questione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Allora tu hai delle azioni di una certa società,
    > > ok? Bene, rischi di PERDERE dei soldi solo
    > perchè
    > > ci sono delle speculazioni, svelato un segreto
    > > industriale, ecc... sei contento?
    > >
    > > RIPETO, rischi di perdere soldi, come spesso
    > > capita in queste situazioni, tu saresti
    > > contento????
    >
    > Bene, adesso concentrati intensamente:
    > all'estremo opposto, con la storia delle supposte
    > perdite,

    Ehm, guarda che il titolo in borsa ne ha risentito...quindi non è teoria fine a se stessa...

    saresti in grado di impedire la
    > pubblicazione di _qualsiasi_ notizia sgradita
    > alla societa' in questione.

    Ovviamente No...però le società fanno bene a proteggere i propri segreti industriali.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > Bene, adesso concentrati intensamente:
    > > all'estremo opposto, con la storia delle
    > > supposte perdite,
    >
    > Ehm, guarda che il titolo in borsa ne ha
    > risentito...quindi non è teoria fine a se
    > stessa...

    Abbi pazienza, la borsa, per definizione, fluttua. Se attualmente i mercati finanziari sono cosi' degradati da muoversi sulla base dei sussurri, e' un loro (grosso) problema strutturale.
    Non mi pare che la soluzione sia impedire qualsiasi notizia sgradita...

    > > saresti in grado di impedire la
    > > pubblicazione di _qualsiasi_ notizia sgradita
    > > alla societa' in questione.
    >
    > Ovviamente No...però le società fanno bene a
    > proteggere i propri segreti industriali.

    Ehm... ti rendi conto da solo che la tua e' una 'non risposta'?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Abbi pazienza, la borsa, per definizione,
    > fluttua. Se attualmente i mercati finanziari sono
    > cosi' degradati da muoversi sulla base dei
    > sussurri, e' un loro (grosso) problema
    > strutturale.

    Secondo me, la questione è che Apple ha sempre giocato la carta della sorpresa, evidentemente gli azionisti si aspettano l'annuncio ufficiale direttamente dall'azienda, tramite keynote o conferenza azionisti, non da voci, rumors...da parte di qualche blog, testata amatoriale e simili....
    Posso sbagliarmi, ma è una spiegazione abbastanza credibile...

    > Non mi pare che la soluzione sia impedire
    > qualsiasi notizia sgradita...

    Attenzione, qui non si tratta di notizie gradite o meno, ma di anticipazioni di prodotti non ancora presentati ufficialmente.
    Perchè insisti sulle notizie sgadite? non mi pare che ce ne siano...

    > Ehm... ti rendi conto da solo che la tua e' una
    > 'non risposta'?

    Mi rendo conto, mi scuso di questo, ma rimango dell'idea che ogni società deve preoccuparsi di proteggere i suoi segreti industriali e tutelare l'investimento dei propri azionisti.
    Non sono un'azionista Apple, non lavoro per lei, ma mi limito ad utilizzare i loro prodotti.

    non+autenticato
  • ke skifo, ma il bene trionferà.....
    non+autenticato
  • sì, tra mille anni, siamo in un nuovo medioevo, l'era del buio (e dei buoi)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ke skifo, ma il bene trionferà.....

    si ti rompono il pc come al cinese di synapseA bocca aperta

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ke skifo, ma il bene trionferà.....
    >
    > si ti rompono il pc come al cinese di synapseA bocca aperta

    povero chino, poi lo fanno pure fuoriTriste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)