Brevetti, abbandonato il primo software

La provocazione di un piccolo sviluppatore europeo è pensata per svegliare le coscienze e spingere gli europarlamentari a rigettare in seconda lettura la direttiva sui brevetti del software

Roma - Si può chiudere lo sviluppo di un'applicazione a causa dei brevetti? Questo è quanto temono in tanti se passerà definitivamente la direttiva europea sui brevetti del software ed è quanto hanno provocatoriamente annunciato gli sviluppatori del celebre player multimediale MPlayer.

Sulla home page del sito di MPlayer Project infatti da qualche ora si legge:

"Questo sito è stato chiuso a causa di numerose violazioni di brevetto in MPlayer. Gli altri player multimediali gratuiti saranno i prossimi.
La Commissione Europea ha approvato una direttiva sui brevetti del software in violazione delle regole e delle procedure democratiche al solo beneficio di corporation non europee e dell'Irlanda, destinata a colpire le piccole e medie imprese europee, che comprendono il 99 per cento dell'industria del software continentale, e il free software.
Il Parlamento Europa ora assumerà l'ultima posizione contro i brevetti in un voto in cui si richiede una maggioranza assoluta, difficile da ottenere in un parlamento scarsamente frequentato.
Ma non tutto è perduto, bisogna agire subito, è l'ultima possibilità, per colpire i brevetti nel mondo, e non ci sarà una seconda possibilità nel prossimo futuro. Contatta i tuoi rappresentati, spiega loro perché i brevetti sono cosa cattiva e dì loro di presenziare al voto e votare contro.
Auguraci buona fortuna, ne avremo bisogno". C'è poi il link al sito della Foundation for a Free Information Infrastructure dedicato alla questione.
La provocazione è evidente non solo perché la Direttiva deve ancora essere approvata ma anche perché i singoli paesi dovranno adottarla nel giro di due anni qualora il Parlamento europeo la avallasse con il suo voto finale. E non è ancora detto che il recepimento nazionale della Direttiva, probabilmente il prossimo fronte di scontro tra corporation e sviluppatori indipendenti, sarà in tutti i paesi così disastroso come è peraltro lecito temere.

Per approfondire la questione brevetti vedi anche l'archivio di PI.
TAG: mercato
108 Commenti alla Notizia Brevetti, abbandonato il primo software
Ordina
  • Se vi prendete la briga di leggere di persona la direttiva e non fate i soliti boccaloni che si bevono i deliri paranoici e le veline markettare di turno, noterete che:

    a) Prevede che non sia possibile brevettare software!!! La direttiva Europea prevede esclusivamente la possibilità di brevettare software contestualmente ad un hardware, il cui insieme produca dei risultati di tipo industriale.
    b) Esclude esplicitamente che qualsiasi software che interagisca solo in ambito informatico possa essere brevettato

    Detta in altri termini, è un brevetto per soluzioni embedded. Come da esempi fatti nella discussione della direttiva stessa, ad esempio una soluzione avanzata di controllo di un sistema di radiografia a raggi X, che sia un connubbio software-hardware. In questo caso il brevetto tradizionale, solo hardware, non tutela il produttore, evidentemente.
    Da qui nasce il problema di estendere a questi casi il brevetto software.

    Detto questo, mi spiegate esattamente la polemica da dove nasce? Nessun programmatore e nessun software per PC verrà mai toccato da questi brevetti all'Europea (e chissenefrega se negli USA è diverso; qua siamo in Europa, grazie a dio!), come nessun sito Web e nessuna soluzione di interesse per l'informatico classico. Nessun programma Linux, nessun programma Open Source, nessun programma GPL, nessun programma Windows...

    Quindi, mi dite contro chi state protestando? O basta spacciarvi quattro vaccate (totalmente false) e si smuove la rete sul nulla?

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/03/2005 18.14.59
  • ... forse ti sfugge che ci sono enormi interessi in ballo, altrimenti mi spieghi perchè Ballmer (alias Riina) ha minacciato il sud est asiatico dall'adottare sistemi operativi non M$ ? la vedi troppo facile, certo, Linux non sparirà domani, ma tra 1 , 2 ,3 anni ?
    non+autenticato
  • > a) Prevede che non sia possibile brevettare
    > software!!! La direttiva Europea prevede
    > esclusivamente la possibilità di brevettare
    > software contestualmente ad un hardware, il cui
    > insieme produca dei risultati di tipo
    > industriale.

    Anche tu hai l'orologio rimesso indietro di un anno....
    Qui è spiegato perchè la direttiva è totalmente ambigua nel definire ciò che è brevettabile e ciò che non lo è:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=51866

    Non si tratta delle paranoie di giovani programmatori brufolosi.
    Lo hanno stabilito degli esperti in materia.

    Ciao

  • - Scritto da: Ekleptical
    > Se vi prendete la briga di leggere di persona la
    > direttiva

    Leggi questo http://punto-informatico.it/p.asp?i=51866 in particolare:

    ----------------
    Ma la chiave di questo articolo sta nelle parole "normali interazioni fisiche tra un programma e l'elaboratore". Queste hanno lo stesso significato di "normali interazioni fisiche tra una ricetta e il cuoco": non hanno senso. Invece si tratta di una formula magica il cui uso può essere rintracciato in una recente decisione dell'Ufficio Brevetti Europeo in cui è servita a giustificare un brevetto su regole di calcolo geometrico attribuito a IBM. Nel caso attuale l'ulteriore effetto tecnico (oltre le normali interazioni fisiche) consisteva nel risparmio di spazio visivo su uno schermo.
    ----------------

    e poi rileggiti la direttiva (http://register.consilium.eu.int/pdf/en/04/st09/st...) perché evidentemente ci sono alcuni particolari che ti sono sfuggiti.

    Come vedi nel caso citato sopra, l'IBM con un semplice "trucchetto" è stata in grado di chiedere il brevetto di un algoritmo.

    È ancora una polemica "inutile e disinformata"?

    Bye,
    Luca
    non+autenticato
  • > Se vi prendete la briga di leggere di persona la
    > direttiva e non fate i soliti boccaloni che si
    > bevono i deliri paranoici e le veline markettare
    > di turno, noterete che:
    >

    io penserei piu' per me stesso fossi in te e mi informerei meglio.
    non+autenticato
  • Al di là del fatto che uno possa essere favorevole o contrario ai brevetti o che magari ne condivida solo certi aspetti, per favore evitiamo catastrofismi!
    Ogni volta che si parla di brevetti ci sono messaggi su messaggi che ripetono come il software libero scomparirà se i brevetti saranno approvati. Si prospettano scenari apocalittici, dove la gente viene perseguita penalmente perchè si è fatta in casa un programmino che usa un ciclo for o un algoritmo di ordinamento.
    Negli Stati Uniti i brevetti sul software li hanno ormai dai diversi anni, eppure il software libero continua ad esistere. Certo, se vi scaricate la versione USA della vostra distribuzione Linux preferita noterete che alcuni programmi mancano a causa di brevetti e simili, però il grosso c'è e continua ad esistere senza troppi problemi, se proprio alcune grandi aziende americane hanno adottato Linux.
    Tutto questo solo per dire: per favore evitate catastrofismi che veramente mi sembrano fuori luogo.
  • [cut]
    > Tutto questo solo per dire: per favore evitate
    > catastrofismi che veramente mi sembrano fuori
    > luogo.

    Secondo me i catastrofismi ci stanno molto bene.
    Se Ballmer è arrivato ad esporsi minacciando ritorzioni legali a mezzo brevetti, significa che qualcosa bolle in pentola.
    Considerata la natura del fenomeno open-source, scagliare un offensiva solo negli USA sarebbe stato inutile e avrebbe reso impossibile l'introduzione dei brevetti in Europa.
    Te la immagini la Commissione Europea che canta le lodi dei brevetti con Linux estromesso dagli USA?
    L'Europa sarebbe definitivamente diventata la roccaforte dell'open-source.
    Devono invece prima diffondere la brevettazione e spianare la strada per l'esportazione dei loro arsenali.
    Poi ovviamente non saranno tanto babbei da avviare cause legali in prima persona.
    Lo faranno fare alle multinazionali locali con cui hanno già concluso accordi di cross-licensing.
    Siemens e Nokia in Europa.
    Matsushita in Giappone
    PincoPallino in India
    ecc.
    Oppure lo faranno di persona, perchè tanto non serve essere simpatici quando hai eliminato le alternative dal mercato.

    Non succederà in un anno e nemmeno in due... ma succederà...
  • http://www.apogeonline.com/webzine/2003/09/10/01/2...


    vi inviterei a dare un'occhiata a questo articolo di paolo attivissimo.
    non+autenticato

  • non si era detto di evitare inutili e infondati allarmismi ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > non si era detto di evitare inutili e infondati
    > allarmismi ?

    il mio link non era lì per bellezza. basta cliccarci sopra per scoprire che i brevetti software in europa sono ampiamente presenti da anni. esistono anche alcune decine di migliaia di bevetti software.


    tra parentesi : di tutti i brevetti infranti da linux e companatico vario, quasi tutti sono detenuti da sun, novell e ibm, i quali hanno tutto l'interese a che la comunità open source cresca e prolifichi. ibm poche settimane fa ha addirittura donato 400 brevetti alla fsf, pescandoli dai suoi 40.000
    non+autenticato
  • fino a quando gli andra' bene il software open source (ed e' ovvio che e' per interesse) sara' cosi'.
    Ma se un giorno dovessero cambiare idea ... beh addio software open source.
    Perche' permettere questo potere ?
    non+autenticato
  • > vi inviterei a dare un'occhiata a questo articolo
    > di paolo attivissimo.

    Sempre bravo Attivissimo, ma in questo caso trascura un aspetto rilevante.
    Cioè che i brevetti non si usano solo per "chiedere il pizzo" attraverso la concessione di license.
    Una pubblica amministrazione che decide di passare al software libero non è una bazzecola nemmeno per un colosso come Microsoft.
    Senza calcolare il rischio che venga presa da esempio da altre amministrazioni.
    Tra parentesi, questo sta già succedendo...
    Perciò in quel caso la posta in gioco è altissima anche se i produttori di Linux e OpenOffice sono dei "pezzenti".

    Si è già discusso ampiamente di queste cose...
    Probabilmente all'epoca in cui ha scritto l'articolo Attivissimo non immaginava che la Commissione Europea si sarebbe comportata come si è comportata...
    Ballmer e Gates non avevano minacciato nessuno...
    ecc. ecc.




  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.apogeonline.com/webzine/2003/09/10/01/2
    >
    >
    > vi inviterei a dare un'occhiata a questo articolo
    > di paolo attivissimo.

    e io ti inviterei a leggere questo:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=51785
    che smonta in parte cio' che e' scritto li'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: marchino1981
    > Al di là del fatto che uno possa essere
    > favorevole o contrario ai brevetti o che magari
    > ne condivida solo certi aspetti, per favore
    > evitiamo catastrofismi!

    Non vedo alcun catastrofismo.

    > Ogni volta che si parla di brevetti ci sono
    > messaggi su messaggi che ripetono come il
    > software libero scomparirà se i brevetti saranno
    > approvati. Si prospettano scenari apocalittici,
    > dove la gente viene perseguita penalmente perchè
    > si è fatta in casa un programmino che usa un
    > ciclo for o un algoritmo di ordinamento.

    Perché è molto probabile che ciò avvenga.

    > Negli Stati Uniti i brevetti sul software li
    > hanno ormai dai diversi anni, eppure il software
    > libero continua ad esistere.

    Leggi qui per sapere quanto succede negli Stati Uniti. Ci sono diversi esempi al riguardo.
    http://internet.cybermesa.com/~berny/brevetti.html

    > Certo, se vi
    > scaricate la versione USA della vostra
    > distribuzione Linux preferita noterete che alcuni
    > programmi mancano a causa di brevetti e simili,

    E già questo mi sta sul cazzo... come si permettono di decidere ciò che posso o non posso fare/sviluppare con il mio PC?

    > però il grosso c'è e continua ad esistere senza
    > troppi problemi, se proprio alcune grandi aziende
    > americane hanno adottato Linux.

    A bé allora, stiamo tranquilli...
    Siccome non lo hanno fatto fin'ora allora vuole dire che non lo faranno mai, indipendentemente da tutto il resto... già...
    Io preferisco pararmi il culetto adesso che posso ancora farlo.

    > Tutto questo solo per dire: per favore evitate
    > catastrofismi che veramente mi sembrano fuori
    > luogo.

    E io ti ripeto che non ci sono catastrofismi.

    Bye,
    Luca
    non+autenticato
  • - Scritto da: Segfault
    > A bé allora, stiamo tranquilli...
    > Siccome non lo hanno fatto fin'ora allora vuole
    > dire che non lo faranno mai,

    E aggiungo... come te lo spieghi il buon Ballmer che se ne va in giro a spaventare le aziende con frasi del tipo "con linux non si è mai sicuri dai brevetti software" e roba simile?
    Anche se poi non lo facessero veramente mai a me sembra piuttosto grave che si possa usare tale scusante per obbligare un governo (o una ditta, o un'istituzione, ecc) ad usare un sistema piuttosto che un'altro magari migliore e che li farebbe risparmiare.

    Non sembra grave anche a te? Oppure ti piace che questi signori ti possano minacciare in questo modo? Sicuro che vuoi un Europa così?

    Ed inoltre non ti sembra GRAVISSIMO che ci siano dei corrotti nelle più alte cariche europee che NON stanno facendo ciò che la gente chiede e vuole ma stanno facendo solo gli interessi di qualche ditta in particolare?

    Bye,
    Luca
    non+autenticato

  • - Scritto da: Segfault
    > - Scritto da: Segfault
    > > A bé allora, stiamo tranquilli...
    > > Siccome non lo hanno fatto fin'ora allora vuole
    > > dire che non lo faranno mai,
    >
    > E aggiungo... come te lo spieghi il buon Ballmer
    > che se ne va in giro a spaventare le aziende con
    > frasi del tipo "con linux non si è mai sicuri dai
    > brevetti software" e roba simile?
    > Anche se poi non lo facessero veramente mai a me
    > sembra piuttosto grave che si possa usare tale
    > scusante per obbligare un governo (o una ditta, o
    > un'istituzione, ecc) ad usare un sistema
    > piuttosto che un'altro magari migliore e che li
    > farebbe risparmiare.

    la questione dei brevetti è stata sventolata per far paura a persone , gli amministratori locali e d'azienda, che di software non sanno nulla.
    A che punto è la causa di sco contro ibm redhat ed altri? se aveva tutti questi assi nella manica, microsoft li avrebbe già usati. sarebe bastato un contrattino che permettesse a sco di usare determinati brevetti , per farli valere e fermare ibm.sappiamo perfettamente chi cè dietro sco : se avesse avuto davvero la possibilità di fermare linux a forza di brevetti lo avrebbero già fatto. una volta tolto dalle mani di novell sun e ibm linux avrebbe fatto un balzo indietro di anni luce, e del pinguino oggi sarebbe rimasto poco.

    > Non sembra grave anche a te? Oppure ti piace che
    > questi signori ti possano minacciare in questo
    > modo? Sicuro che vuoi un Europa così?

    tocca accettare il fatto che oggi è la microsoft, domani sarà un'altra multinazionale. così gira il mondo, no solo l'europa.


    > Ed inoltre non ti sembra GRAVISSIMO che ci siano
    > dei corrotti nelle più alte cariche europee che
    > NON stanno facendo ciò che la gente chiede e
    > vuole ma stanno facendo solo gli interessi di
    > qualche ditta in particolare?

    persone corrotte nei più alti incarichi di comando, e per di più che agiscono secondo i voleri dei più ricchi a sfavore dei più poveri?
    e dove sarebbe la sconcertante novità?
    non+autenticato
  • ... in passato ho acquistato vario software M$, tutto originale; ora farò così, metterò tutti i cd in un pacchetto, lo spedirò per posta a M$ italia e aggiungerò una lettera di protesta per il modo in cui stanno portando avanti i brevetti (e non dite che M$ non c'entra), tanto sw M$ non lo uso più da 3 anni...
    non+autenticato
  • Diventeranno tutti installatori dei programmi delle multinazionali, l'unico beneficio e' che il cliente non potra' rompere i maroni chiedendo le personalizzazioni che non si potranno fare senza infrangere brevetti.

    Preparatevi tutti a cliccare su... "avanti"
    non+autenticato
  • ... "avanti" ... "FINE" !!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: alex++
    > ... "avanti" ... "FINE" !!!

    Porca z... Quanto avete ragione... In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime
  • Lo volete capire o no che l'attuazione del progetto di governo unico europeo è una pura follia dittatoriale? Tanto piu territorio un unico governo controlla tanto meno democrazia c'è perche tanto meno il singolo conta. Le vere democrazie greche si basavano su territori molto piccoli, ecco perche vi vogliono dare un governo europeo. La CEE è il preambolo al governo unico eurpeo, opponetevi!
    NSA
    1909
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)