Una nuova legge per Internet

Avanza in Parlamento la proposta presentata dal Governo contro lo sfruttamento dei più piccoli. Nasce l?adolescente virtuale e il pedoporno fasullo. Rischi per i provider e per le libertà digitali. ISP preoccupati

Una nuova legge per InternetRoma - Il disegno di legge 4599 avanza in Parlamento. Presentato nel gennaio 2004 dal ministro per le Pari opportunità, Stefania Prestigiacomo, assieme ai titolari dei dicasteri dell'Economia, delle Comunicazioni, del dipartimento all'Innovazione e altri ancora, l'iter del testo sta accelerando, segno che alcune questioni si sono sbloccate e che la normativa potrebbe presto vedere la luce.

Il provvedimento (qui in pdf) intende modificare il codice penale e rispondere alla necessità palesata nella UE di giungere a misure condivise tra gli stati membri attorno al problema dello "sfruttamento sessuale dei bambini e la pornografia anche via Internet", che poi è il titolo della disposizione proposta dal Governo.

Tra i concetti alla base della nuova normativa anche l'estensione della definizione di pornografia infantile a quelle immagini che non rappresentano violenze sui bambini ma sono composte da minori virtuali realizzati al computer o comunque non reali ("realistiche immagini virtuali di minori"), frutto cioè della fantasia perversa piuttosto che di un abuso. Allo stesso modo e nella stessa definizione dovrebbero rientrare anche le immagini pornografiche che ritraggano persone che sembrino minori anche se non lo sono.
A detta dei proponenti, infatti, "in una prospettiva più ampia di prevenzione e repressione del fenomeno, anche condotte di produzione e diffusione di materiale pornografico che raffigura persone anche solo apparentemente minorenni od anche immagini virtuali di minorenni, appaiono tali da alimentare il fenomeno della pornografia minorile, inducendo effetti criminogeni nei fruitori del materiale". In sostanza, sostengono i promotori della normativa, "la produzione e la diffusione di siffatto materiale sono infatti tali da incentivare quei comportamenti devianti, tali, a loro volta, da originare ulteriori condotte lesive del bene giuridico finale della integrità fisico-psichica dei minori".

La punibilità della produzione di immagini che ritraggano persone che sembrano minori è strettamente legata alla diffusione e cessione delle stesse: la produzione e l'uso in ambito del tutto personale non sarebbe quindi punibile, sebbene di questo si stia discutendo in Commissione.

Per ottenere lo scopo ultimo, che sulla carta è quello di contrastare la diffusione di materiale pornografico realizzato usando minori, si intende anche chiamare in causa i fornitori di accesso e di servizi Internet la cui "collaborazione" si ritiene essenziale per impedire che ci sia chi continua a lucrare via Internet diffondendo quelle immagini e vendendole anche attraverso i normali circuiti transattivi.

L'idea di fondo, infatti, è non solo tutelare i minori affinché su di essi non vengano compiuti abusi e di questi venga fatto commercio online, ma anche far sì che i minori non accedano a certi contenuti che ne possano minare "il corretto sviluppo psichico". Ed è qui che i provider entrano in gioco.

Non solo la normativa impone agli ISP di chiudere gli spazi Internet segnalati loro dalle pubbliche autorità, con conseguenze penali per chi non lo dovesse fare, ma anche di adottare strumenti di filtraggio per impedire l'accesso a siti che presentino pornografia infantile. La mancata adozione di questi strumenti è punibile con sanzioni fino a 250mila euro.

Ovvia la preoccupazione dei provider interpellati da Punto Informatico in questi giorni sulla questione. L'adozione di questa normativa, infatti, li porrebbe tra incudine e martello: da un lato i tool di filtering che naturalmente non possono star dietro alla moltiplicazione di decine di migliaia di siti illegali in continuo movimento, realtà che i ministri proponenti non sembrano aver adeguatamente considerato, dall'altro lo spauracchio di una pesantissima sanzione economica. Quali le conseguenze? Una probabile censura preventiva a tutto campo per evitare di sbagliare. Una soluzione che, evidentemente, non può funzionare ma può far solo danni alle libertà digitali.

Infine, va segnalato che tra i punti deboli della normativa ancora una volta vi è la vaghezza delle disposizioni che anche preoccupa gli ISP. Una vaghezza che si può sperare venga risolta quando il provvedimento passerà all'Aula per l'esame perché riguarda concetti essenziali: basti pensare che, a leggere gli atti, si evita consapevolmente di specificare cosa si intenda per pornografia.
TAG: censura
351 Commenti alla Notizia Una nuova legge per Internet
Ordina
  • Se ho letto bene questa sentenza :

    http://www.ictlex.net/index.php?p=247

    tutti i sequestri in cui trovano semplice detenzione di foto pedo sono illegittimi e le prove nulle !!!

    ho letto bene? che ne dite voi?

  • Trovo geniale il disegno di Horny Teddy per questa notizia.

    Complimenti.
    non+autenticato
  • Buongiorno a tutti,

    mi permetto, per la prima volta da quando seguo PI, su questo forum per esprimere la mia opinione.

    Si tratta di un argomento piuttosto scottante e che mi tocca abbastanza.

    Tanto per sgombrare il campo da equivoci e (perché no) sollevare un po? di polemica, precisiamo che sono un pornografo. Non nel senso che vado in giro per siti hard (beh anche quello magari quando capita), ma proprio nel senso che produco ormai da un paio d?anni arte erotica e pornografica soprattutto di genere BDSM utilizzando programmi CGI.

    Questa legge non mi piace molto, mi tocca abbastanza da vicino, toccando esplicitamente la grafica digitale, e solleva in me, come a molti su questo forum, una certo spirito di ribellione in nome della libertà di parola, ma dopo averci riflettuto e anche averne abbondantemente discusso su vari forum di ?operatori? del settore ritengo che a parte le solite porcate italiote di cui abbonda sia forse il minore dei mali.

    Non crediate che il mio sia bigottismo? mi piace il sesso (specialmente SM) , mi piacciono le donne, e sì, mi piacciono anche quelle più giovani di me (gulp? speriamo che la mia compagna non segua questo forum se mi becca a dire questo sono cavoli amari per me), ma per favore non scherziamo sui bambini.

    Certi aspetti della legge sono troppo aleatori (ad esempio modelle adulte che sembrino minorenni?.) e mi preoccupano fin troppo (alcuni dei miei modelli preferiti sono abbastanza Hentai style da mettermi nei guai con un giudice italiano un po? pruriginoso, o forse potrebbe inguaiarmi la foto di mio nipote sullo stesso HD dei miei lavori SM pronti per essere postati), ma la pedofilia in rete esiste davvero ed è abbastanza da lasciare disgustato anche uno col pelo sullo stomaco come il sottoscritto.

    Potrà meravigliarvi ma questa è l?opinione della maggior parte delle persone con cui ho contatti (proprietari di siti, artisti CGI, disegnatori, fotografi etc etc). La reazione più diffusa è che il pedo-porno non può avere spazio e va represso? Sicuramente c?è la paura che una reazione repressiva provochi problemi al settore, ma è anche l?opinione di persone che muovendosi sulla sottile linea estrema del porno e del sesso ?particolare? hanno sviluppato una certa sensibilità a distinguere la libera espressione dalla pura mancanza di controllo.

    La sottile linea rossa è l?essere consenzienti. Il sesso, quello vero, si fa tra soggetti consenzienti. Se si è d?accordo tutto va bene anche la cosa più estrema, sono cavoli privati. Quando si parla di minori non c?è e non ci può essere questo principio fondamentale. Un minore può essere definito consenziente? Sulla base delle mie esperienze molto raramente: troppo facile per una persona ?adulta? influenzarlo e approfittarne.

    Il MALE intrinseco nella pedo-pornografia non è la tua libertà di guardarla è che è stata creata usando soggetti NON liberi di rifiutare sia perché il circuiti, sia perché esplicitamente forzati.

    Non puoi postare liberamente la foto di tuo nipote su internet? Io dovrò usare mesh femminili con più tette anche se non sto facendo del male a nessuno? Va bene signori, a me, pornografo professionista e gran maiale, sta bene se questo può ridurre la convenienza economica di certe persone che prendono (e forzano e approfittano di) una ragazzina di nemmeno 14 anni per per fotografarla mentre fa un POMPINO a un uomo adulto .. sorry un porco adulto (e su questo sono volutamente esplicito e volgare tanto per far capire a tutti quello di cui si sta parlando, è una serie di foto su cui sono veramente capitato in prima persona).

    Qui signori non si parla solo di arte e di libertà di espressione (due cose che mi sono molto care), si parla di combattere lo sfruttamento di ragazzini e bambini, questo è il vero punto della questione.

    La libertà è in primo luogo una questione di responsabilità, se troppi lo scordano o ne approfittano, sono dolente, ma disposto a rinunciarne a un pezzo, seppure a me caro, per impedire che chi è più indifeso di me ne soffra.

    Raistlin-Ombrone
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Il MALE intrinseco nella pedo-pornografia non è
    > la tua libertà di guardarla è che è stata creata
    > usando soggetti NON liberi di rifiutare sia
    > perché il circuiti, sia perché esplicitamente
    > forzati.

    E questo di grazia cosa ha a che fare con questa legge?
    Questa legge vuole punire DISEGNI e anche adulti consenzienti che SEMBRANO giovani... ma scherziamo?
    Intendi dire che i manga non sono liberi di rifiutarsi di essere disegnati?

    > Qui signori non si parla solo di arte e di
    > libertà di espressione (due cose che mi sono
    > molto care), si parla di combattere lo
    > sfruttamento di ragazzini e bambini, questo è il
    > vero punto della questione.

    E come lo sfrutti un ragazzino disegnandone uno?

    Bye,
    Luca
    non+autenticato

  • - Scritto da: Segfault
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Il MALE intrinseco nella pedo-pornografia non è
    > > la tua libertà di guardarla è che è stata creata
    > > usando soggetti NON liberi di rifiutare sia
    > > perché il circuiti, sia perché esplicitamente
    > > forzati.
    >
    > E questo di grazia cosa ha a che fare con questa
    > legge?
    > Questa legge vuole punire DISEGNI e anche adulti
    > consenzienti che SEMBRANO giovani... ma
    > scherziamo?
    > Intendi dire che i manga non sono liberi di
    > rifiutarsi di essere disegnati?
    >
    > > Qui signori non si parla solo di arte e di
    > > libertà di espressione (due cose che mi sono
    > > molto care), si parla di combattere lo
    > > sfruttamento di ragazzini e bambini, questo è il
    > > vero punto della questione.
    >
    > E come lo sfrutti un ragazzino disegnandone uno?
    >
    > Bye,
    >   Luca
    A casa mia pornografia è sesso esplicito , pedofilia è sesso esplicito con minorenni e questo losco fenomeno non lo estirpi facendo leggi del cavolo come questa !
    Ripeto e non lo smetterò mai di dirlo : la pedofilia si consuma spesso nelle mure domestiche e le cronache di questo tipo prima o poi vengono fuori, o dal prete, o da conosciuti o da amici di famiglia!
    Il genitore ,se è una briciolo di coscienza , dice al bambino le stesse cose che mi sono state dette quando ero piccolo : .allora li chiamavano genericamente " maniaci sessuali" che li conteneva tutti,:
    1) Non accettare il passaggio da sconosciuti
    2) Accettare caramelle da sconosciuti
    E oggi ,soprattutto, non lasciate mai soli i vostri figli e soprattutto non fate discorsi del cavolo riguardo al "preferisco meno privacy per avere più sicurezza" perchè, secondo tale ragionamento, non meriteste nemmeno il diritto di votare !
    Quindi alla larga trollers ! Troll di tutti i colori
    non+autenticato
  • Tutto bello, tutto vero.

    Se per repressione della pedofilia in rete intendi "repressione della compravendita di FOTOGRAFIE e FILM che ritraggono bambini COSTRETTI ad atti sessuali"

    A cosa serve perseguitare persone che si scambiano disegni o modelli 3D o anche (al limite) foto di bambini nudi ripresi sulla spiaggia?

    Quale danno ne viene ai bambini?
    Quale vantaggio a chi quei bambini li sfrutta?
    A cosa serve perseguitare una persona pre queste cose?

    Eppure questa legge sembra fatta apposta per perseguitare queste persone.
    Tu dovrai creare modelli 3D con le tette più grosse? Bè..lo dovrai fare e non servirà a nulla, non salverai neanche un bambino con questa tua rinuncia (forse la legge salverà qualche bambino, ma non grazie agli articoli che stiamo contestando)

    Tutti sono daccordo a condannare la violenza sui minori...ma questa cosa c'entra con la pedofilia?
    Se tu hai anche 3 dita di pelo sullo stomaco, probabilmente non hai colto la differenza...pedofilo è una parola che viene caricata di molti significati che non le competono, anche se fa comodo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Buongiorno a tutti,
    >
    > mi permetto, per la prima volta da quando seguo
    > PI, su questo forum per esprimere la mia
    > opinione.
    >
    > Si tratta di un argomento piuttosto scottante e
    > che mi tocca abbastanza.
    >
    > Tanto per sgombrare il campo da equivoci e
    > (perché no) sollevare un po? di polemica,
    > precisiamo che sono un pornografo. Non nel senso
    > che vado in giro per siti hard (beh anche quello
    > magari quando capita), ma proprio nel senso che
    > produco ormai da un paio d?anni arte erotica e
    > pornografica soprattutto di genere BDSM
    > utilizzando programmi CGI.
    >
    > Questa legge non mi piace molto, mi tocca
    > abbastanza da vicino, toccando esplicitamente la
    > grafica digitale, e solleva in me, come a molti
    > su questo forum, una certo spirito di ribellione
    > in nome della libertà di parola, ma dopo averci
    > riflettuto e anche averne abbondantemente
    > discusso su vari forum di ?operatori? del settore
    > ritengo che a parte le solite porcate italiote di
    > cui abbonda sia forse il minore dei mali.
    >
    > Non crediate che il mio sia bigottismo? mi piace
    > il sesso (specialmente SM) , mi piacciono le
    > donne, e sì, mi piacciono anche quelle più
    > giovani di me (gulp? speriamo che la mia compagna
    > non segua questo forum se mi becca a dire questo
    > sono cavoli amari per me), ma per favore non
    > scherziamo sui bambini.
    >
    > Certi aspetti della legge sono troppo aleatori
    > (ad esempio modelle adulte che sembrino
    > minorenni?.) e mi preoccupano fin troppo (alcuni
    > dei miei modelli preferiti sono abbastanza Hentai
    > style da mettermi nei guai con un giudice
    > italiano un po? pruriginoso, o forse potrebbe
    > inguaiarmi la foto di mio nipote sullo stesso HD
    > dei miei lavori SM pronti per essere postati), ma
    > la pedofilia in rete esiste davvero ed è
    > abbastanza da lasciare disgustato anche uno col
    > pelo sullo stomaco come il sottoscritto.
    >
    > Potrà meravigliarvi ma questa è l?opinione della
    > maggior parte delle persone con cui ho contatti
    > (proprietari di siti, artisti CGI, disegnatori,
    > fotografi etc etc). La reazione più diffusa è
    > che il pedo-porno non può avere spazio e va
    > represso? Sicuramente c?è la paura che una
    > reazione repressiva provochi problemi al settore,
    > ma è anche l?opinione di persone che muovendosi
    > sulla sottile linea estrema del porno e del sesso
    > ?particolare? hanno sviluppato una certa
    > sensibilità a distinguere la libera espressione
    > dalla pura mancanza di controllo.
    >
    > La sottile linea rossa è l?essere consenzienti.
    > Il sesso, quello vero, si fa tra soggetti
    > consenzienti. Se si è d?accordo tutto va bene
    > anche la cosa più estrema, sono cavoli privati.
    > Quando si parla di minori non c?è e non ci può
    > essere questo principio fondamentale. Un minore
    > può essere definito consenziente? Sulla base
    > delle mie esperienze molto raramente: troppo
    > facile per una persona ?adulta? influenzarlo e
    > approfittarne.
    >
    > Il MALE intrinseco nella pedo-pornografia non è
    > la tua libertà di guardarla è che è stata creata
    > usando soggetti NON liberi di rifiutare sia
    > perché il circuiti, sia perché esplicitamente
    > forzati.
    >
    > Non puoi postare liberamente la foto di tuo
    > nipote su internet? Io dovrò usare mesh femminili
    > con più tette anche se non sto facendo del male a
    > nessuno? Va bene signori, a me, pornografo
    > professionista e gran maiale, sta bene se questo
    > può ridurre la convenienza economica di certe
    > persone che prendono (e forzano e approfittano
    > di) una ragazzina di nemmeno 14 anni per per
    > fotografarla mentre fa un POMPINO a un uomo
    > adulto .. sorry un porco adulto (e su questo sono
    > volutamente esplicito e volgare tanto per far
    > capire a tutti quello di cui si sta parlando, è
    > una serie di foto su cui sono veramente capitato
    > in prima persona).
    >
    > Qui signori non si parla solo di arte e di
    > libertà di espressione (due cose che mi sono
    > molto care), si parla di combattere lo
    > sfruttamento di ragazzini e bambini, questo è il
    > vero punto della questione.
    >
    > La libertà è in primo luogo una questione di
    > responsabilità, se troppi lo scordano o ne
    > approfittano, sono dolente, ma disposto a
    > rinunciarne a un pezzo, seppure a me caro, per
    > impedire che chi è più indifeso di me ne soffra.
    >
    > Raistlin-Ombrone



    Condivido pienamente il tuo pensiero.
    Ieri sono stato quasi linciato per aver detto che anch'io sono disposto a rininciare ad un po' di libertà, se questo serve a darne a chi non ne ha....
    Credo che il 99,9% della gente qui sul forum, non ha nemmeno letto 3 righe del disegno di legge.Si è soffermata sull'articolo di PI che è fatto veramente male......sembra uno dei servizi del tg3 e tg4.....non so se mi spiego.
    Ora, la legge è da rivedere nei punti lacunosi, specificando bene cosa si intende con certi termini.In modo da lasciare meno libera interpretazione possibile ai giudici...
    In ultimo, penso che la gente confonda libertà con permissivismo...sono due cosè diverse e la seconda è pericolosa. Chinque può disegnare quello che vuole, può fotografare quello che vuole....ma non mi si venga a dire che può vendere e condividere raffigurazioni (così prendiamo dentro tutto) di bambini nudi, in posizioni osè o in attegiamenti e situazioni hard.....pedofilia non è solo violentare di persona un bambino ma è anche il provare piacere davanti a certe scene.

    Non sono bigotto, non sono un moralista, ognuno è libero di fare quello che vuole....ma nel confine del rispetto altrui!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ...
    > Condivido pienamente il tuo pensiero.
    > Ieri sono stato quasi linciato per aver detto che
    > anch'io sono disposto a rininciare ad un po' di
    > libertà, se questo serve a darne a chi non ne
    > ha....
    > Credo che il 99,9% della gente qui sul forum, non
    > ha nemmeno letto 3 righe del disegno di legge.Si
    > è soffermata sull'articolo di PI che è fatto
    > veramente male......sembra uno dei servizi del
    > tg3 e tg4.....non so se mi spiego.
    > Ora, la legge è da rivedere nei punti lacunosi,
    > specificando bene cosa si intende con certi
    > termini.In modo da lasciare meno libera
    > interpretazione possibile ai giudici...
    > In ultimo, penso che la gente confonda libertà
    > con permissivismo...sono due cosè diverse e la
    > seconda è pericolosa. Chinque può disegnare
    > quello che vuole, può fotografare quello che
    > vuole....ma non mi si venga a dire che può
    > vendere e condividere raffigurazioni (così
    > prendiamo dentro tutto) di bambini nudi, in
    > posizioni osè o in attegiamenti e situazioni
    > hard.....pedofilia non è solo violentare di
    > persona un bambino ma è anche il provare piacere
    > davanti a certe scene.
    >
    > Non sono bigotto, non sono un moralista, ognuno è
    > libero di fare quello che vuole....ma nel confine
    > del rispetto altrui!

    Ok, allora arrestiamo tutti coloro che guardano films violenti. Essere assassino non è solo uccidere una persona, ma provare piacere davanti a certe scene.
    Quindi tutti quelli che hanno visto films come "Kill Bill" e si sono divertiti sono potenzialmente assassini e vanno arrestati. Tutti quelli che hanno visto le scene della decapitazione degli ostaggi i Iraq sono potenziali assassini e vanno arrestati, ...

    Corretto?

    Essere pedofilo non è un crimine, così come non lo è essere qualunque altra cosa. Il crimine è compiere un atto criminale (così come codificato dalla legge).
    Se nel medioevo uccidevo qualcuno in un regolare duello non ero un criminale, anche se avevo ammazzato qualcuno. Se invece lo uccidevo "gratuitamente" allora ero un criminale.
    Se oggi uccidi qualcuno per legittima difesa, non sei un criminale, ma hai comunque ammazzato qualcuno.
    Semplicemente perchè la legge considera criminali certi atti e non altri.

    Se nella legge c'è scritto che è criminale guardare le tette, allora tutti coloro che lo fanno diventano criminali e vanno arrestati. Se la legge dice che ci si può scopare una bambina allora coloro che lo fanno non sono criminali anche se sono pedofili.

    Attualmente disegnare immagini di atti pedofili non è criminale e non deve diventarlo.
    Guardare delle immagini oscene (omicidi, torture, violenze, ...) non dev'essere considerato reato, qualsiasi siano quelle immagini. Perchè altrimenti diventiamo tutti criminali.

    Il reato semmai è farle, e si può discutere su coloro che con quelle immagini ci commerciano (compra e vendita).

    Ma allora possiamo anche porci delle domande sui giornalisti che comperano dei filmati rappresentanti delle atrocità commesse in giro per il mondo per dovere di informazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > ...
    > > Condivido pienamente il tuo pensiero.
    > > Ieri sono stato quasi linciato per aver detto
    > che
    > > anch'io sono disposto a rininciare ad un po' di
    > > libertà, se questo serve a darne a chi non ne
    > > ha....
    > > Credo che il 99,9% della gente qui sul forum,
    > non
    > > ha nemmeno letto 3 righe del disegno di legge.Si
    > > è soffermata sull'articolo di PI che è fatto
    > > veramente male......sembra uno dei servizi del
    > > tg3 e tg4.....non so se mi spiego.
    > > Ora, la legge è da rivedere nei punti lacunosi,
    > > specificando bene cosa si intende con certi
    > > termini.In modo da lasciare meno libera
    > > interpretazione possibile ai giudici...
    > > In ultimo, penso che la gente confonda libertà
    > > con permissivismo...sono due cosè diverse e la
    > > seconda è pericolosa. Chinque può disegnare
    > > quello che vuole, può fotografare quello che
    > > vuole....ma non mi si venga a dire che può
    > > vendere e condividere raffigurazioni (così
    > > prendiamo dentro tutto) di bambini nudi, in
    > > posizioni osè o in attegiamenti e situazioni

    > > hard.....pedofilia non è solo violentare di
    > > persona un bambino ma è anche il provare piacere
    > > davanti a certe scene.
    > >
    > > Non sono bigotto, non sono un moralista, ognuno
    > è
    > > libero di fare quello che vuole....ma nel
    > confine
    > > del rispetto altrui!
    >
    > Ok, allora arrestiamo tutti coloro che guardano
    > films violenti. Essere assassino non è solo
    > uccidere una persona, ma provare piacere davanti
    > a certe scene.
    > Quindi tutti quelli che hanno visto films come
    > "Kill Bill" e si sono divertiti sono
    > potenzialmente assassini e vanno arrestati. Tutti
    > quelli che hanno visto le scene della
    > decapitazione degli ostaggi i Iraq sono
    > potenziali assassini e vanno arrestati, ...
    >
    > Corretto?
    >
    > Essere pedofilo non è un crimine, così come non
    > lo è essere qualunque altra cosa. Il crimine è
    > compiere un atto criminale (così come codificato
    > dalla legge).
    > Se nel medioevo uccidevo qualcuno in un regolare
    > duello non ero un criminale, anche se avevo
    > ammazzato qualcuno. Se invece lo uccidevo
    > "gratuitamente" allora ero un criminale.
    > Se oggi uccidi qualcuno per legittima difesa, non
    > sei un criminale, ma hai comunque ammazzato
    > qualcuno.
    > Semplicemente perchè la legge considera criminali
    > certi atti e non altri.
    >
    > Se nella legge c'è scritto che è criminale
    > guardare le tette, allora tutti coloro che lo
    > fanno diventano criminali e vanno arrestati. Se
    > la legge dice che ci si può scopare una bambina
    > allora coloro che lo fanno non sono criminali
    > anche se sono pedofili.
    >
    > Attualmente disegnare immagini di atti pedofili
    > non è criminale e non deve diventarlo.
    > Guardare delle immagini oscene (omicidi, torture,
    > violenze, ...) non dev'essere considerato reato,
    > qualsiasi siano quelle immagini. Perchè
    > altrimenti diventiamo tutti criminali.
    >
    > Il reato semmai è farle, e si può discutere su
    > coloro che con quelle immagini ci commerciano
    > (compra e vendita).
    >
    > Ma allora possiamo anche porci delle domande sui
    > giornalisti che comperano dei filmati
    > rappresentanti delle atrocità commesse in giro
    > per il mondo per dovere di informazione.



    Ma perchè dovete generalizzare.
    Allora, essere pedofilo non è un reato , è un problema che andrebbe comunque curato. Il reato avviene nel momento in cui tu, pedofilo, applichi ralmente su un bambino un atto pedofilo (es. violenza sessuale). Se vado a vedere le immagini degli omicidi su rotten, non sono un criminale, ma una persona con cattivo gusto o con una grande curiosità....
    Vale la stessa cosa se produco img virtuali pedo per me...ma se le produco per venderle, commericarle, allora è una questione differente...
    La violenza nei film è tollerata, perchè è di costume sociale, ma vedere le scene di Salvate il soldato Ryan fa molto meno schifo che vedere scene, anche solo finte, di bambini che fanno dei servizi a degli adulti.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ...
    > > Ok, allora arrestiamo tutti coloro che guardano
    > > films violenti. Essere assassino non è solo
    > > uccidere una persona, ma provare piacere davanti
    > > a certe scene.
    > > Quindi tutti quelli che hanno visto films come
    > > "Kill Bill" e si sono divertiti sono
    > > potenzialmente assassini e vanno arrestati.
    > Tutti
    > > quelli che hanno visto le scene della
    > > decapitazione degli ostaggi i Iraq sono
    > > potenziali assassini e vanno arrestati, ...
    > >
    > > Corretto?
    > >
    > > Essere pedofilo non è un crimine, così come non
    > > lo è essere qualunque altra cosa. Il crimine è
    > > compiere un atto criminale (così come codificato
    > > dalla legge).
    > > Se nel medioevo uccidevo qualcuno in un regolare
    > > duello non ero un criminale, anche se avevo
    > > ammazzato qualcuno. Se invece lo uccidevo
    > > "gratuitamente" allora ero un criminale.
    > > Se oggi uccidi qualcuno per legittima difesa,
    > non
    > > sei un criminale, ma hai comunque ammazzato
    > > qualcuno.
    > > Semplicemente perchè la legge considera
    > criminali
    > > certi atti e non altri.
    > >
    > > Se nella legge c'è scritto che è criminale
    > > guardare le tette, allora tutti coloro che lo
    > > fanno diventano criminali e vanno arrestati. Se
    > > la legge dice che ci si può scopare una bambina
    > > allora coloro che lo fanno non sono criminali
    > > anche se sono pedofili.
    > >
    > > Attualmente disegnare immagini di atti pedofili
    > > non è criminale e non deve diventarlo.
    > > Guardare delle immagini oscene (omicidi,
    > torture,
    > > violenze, ...) non dev'essere considerato reato,
    > > qualsiasi siano quelle immagini. Perchè
    > > altrimenti diventiamo tutti criminali.
    > >
    > > Il reato semmai è farle, e si può discutere su
    > > coloro che con quelle immagini ci commerciano
    > > (compra e vendita).
    > >
    > > Ma allora possiamo anche porci delle domande sui
    > > giornalisti che comperano dei filmati
    > > rappresentanti delle atrocità commesse in giro
    > > per il mondo per dovere di informazione.
    >
    >
    >
    > Ma perchè dovete generalizzare.

    Generalizzo perchè vedo che tutti gli altri lo fanno. Sembra l'unico sistema per farsi capire.
    Coloro che scattano fotografie pedofile sono da mettere in prigione quindi tutti coloro che le guardano pure.
    Non è forse una generalizzazione?
    Tutti i pedofili sono criminali e vanno arrestati.
    Non è forse una generalizzazione?

    > Allora, essere pedofilo non è un reato , è un
    > problema che andrebbe comunque curato. Il reato
    > avviene nel momento in cui tu, pedofilo, applichi
    > ralmente su un bambino un atto pedofilo (es.
    > violenza sessuale). Se vado a vedere le immagini
    > degli omicidi su rotten, non sono un criminale,
    > ma una persona con cattivo gusto o con una grande
    > curiosità....

    Esattamente quello che si può dire di coloro che scaricano immagini da siti pedofili, hanno cattivo gusto o una grande curiosità. Però quelli meritano la forca, quelli che vanno su rotten invece sono semplici curiosi.

    Non ti sembra un po' contraddittorio?

    > Vale la stessa cosa se produco img virtuali pedo
    > per me...ma se le produco per venderle,
    > commericarle, allora è una questione
    > differente...

    E perchè? Se io disegno una persona squartata per venderla a quelli di rotten sono forse colpevole di qualche reato?
    Se io disegno immagini pedofile non faccio del male a nessuno, e se trovo gente che me le compera posso magari anche riuscire a viverci.

    > La violenza nei film è tollerata, perchè è di
    > costume sociale, ma vedere le scene di Salvate il
    > soldato Ryan fa molto meno schifo che vedere
    > scene, anche solo finte, di bambini che fanno dei
    > servizi a degli adulti.....

    Io invece non sono d'accordo con quest'affermazione. Le scene di bambini che fanno sesso non sono diverse da quelle con una 30enne che fa sesso. Semplicemente si tratta di persone che fanno sesso, una cosa naturalissima e piacevolissima. Poi si può essere d'accordo o meno. E per quanto riguarda la violenza e la costrizione, molte immagini di sesso tra adulti sono state ottenute con la violenza e la costrizione, ma quello nessuno considera che vanno vietate.

    Le scene di gente che esplode, che viene squartata e muore con le budella sul pavimento, mi fanno personalmente molto più schifo.
    Io infatti su rotten ci sono andato una volta e ho deciso di non più andarci perchè mi ha fatto troppo schifo, mentre le immagini pedofile sulle quali sono capitato non mi hanno fatto nessun particolare effetto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > ...
    > > > Ok, allora arrestiamo tutti coloro che
    > guardano
    > > > films violenti. Essere assassino non è solo
    > > > uccidere una persona, ma provare piacere
    > davanti
    > > > a certe scene.
    > > > Quindi tutti quelli che hanno visto films come
    > > > "Kill Bill" e si sono divertiti sono
    > > > potenzialmente assassini e vanno arrestati.
    > > Tutti
    > > > quelli che hanno visto le scene della
    > > > decapitazione degli ostaggi i Iraq sono
    > > > potenziali assassini e vanno arrestati, ...
    > > >
    > > > Corretto?
    > > >
    > > > Essere pedofilo non è un crimine, così come
    > non
    > > > lo è essere qualunque altra cosa. Il crimine è
    > > > compiere un atto criminale (così come
    > codificato
    > > > dalla legge).
    > > > Se nel medioevo uccidevo qualcuno in un
    > regolare
    > > > duello non ero un criminale, anche se avevo
    > > > ammazzato qualcuno. Se invece lo uccidevo
    > > > "gratuitamente" allora ero un criminale.
    > > > Se oggi uccidi qualcuno per legittima difesa,
    > > non
    > > > sei un criminale, ma hai comunque ammazzato
    > > > qualcuno.
    > > > Semplicemente perchè la legge considera
    > > criminali
    > > > certi atti e non altri.
    > > >
    > > > Se nella legge c'è scritto che è criminale
    > > > guardare le tette, allora tutti coloro che lo
    > > > fanno diventano criminali e vanno arrestati.
    > Se
    > > > la legge dice che ci si può scopare una
    > bambina
    > > > allora coloro che lo fanno non sono criminali
    > > > anche se sono pedofili.
    > > >
    > > > Attualmente disegnare immagini di atti
    > pedofili
    > > > non è criminale e non deve diventarlo.
    > > > Guardare delle immagini oscene (omicidi,
    > > torture,
    > > > violenze, ...) non dev'essere considerato
    > reato,
    > > > qualsiasi siano quelle immagini. Perchè
    > > > altrimenti diventiamo tutti criminali.
    > > >
    > > > Il reato semmai è farle, e si può discutere su
    > > > coloro che con quelle immagini ci commerciano
    > > > (compra e vendita).
    > > >
    > > > Ma allora possiamo anche porci delle domande
    > sui
    > > > giornalisti che comperano dei filmati
    > > > rappresentanti delle atrocità commesse in giro
    > > > per il mondo per dovere di informazione.
    > >
    > >
    > >
    > > Ma perchè dovete generalizzare.
    >
    > Generalizzo perchè vedo che tutti gli altri lo
    > fanno. Sembra l'unico sistema per farsi capire.
    > Coloro che scattano fotografie pedofile sono da
    > mettere in prigione quindi tutti coloro che le
    > guardano pure.
    > Non è forse una generalizzazione?
    > Tutti i pedofili sono criminali e vanno arrestati.
    > Non è forse una generalizzazione?
    >
    > > Allora, essere pedofilo non è un reato , è un
    > > problema che andrebbe comunque curato. Il reato
    > > avviene nel momento in cui tu, pedofilo,
    > applichi
    > > ralmente su un bambino un atto pedofilo (es.
    > > violenza sessuale). Se vado a vedere le immagini
    > > degli omicidi su rotten, non sono un criminale,
    > > ma una persona con cattivo gusto o con una
    > grande
    > > curiosità....
    >
    > Esattamente quello che si può dire di coloro che
    > scaricano immagini da siti pedofili, hanno
    > cattivo gusto o una grande curiosità. Però quelli
    > meritano la forca, quelli che vanno su rotten
    > invece sono semplici curiosi.
    >
    > Non ti sembra un po' contraddittorio?
    >
    > > Vale la stessa cosa se produco img virtuali pedo
    > > per me...ma se le produco per venderle,
    > > commericarle, allora è una questione
    > > differente...
    >
    > E perchè? Se io disegno una persona squartata per
    > venderla a quelli di rotten sono forse colpevole
    > di qualche reato?
    > Se io disegno immagini pedofile non faccio del
    > male a nessuno, e se trovo gente che me le
    > compera posso magari anche riuscire a viverci.
    >
    > > La violenza nei film è tollerata, perchè è di
    > > costume sociale, ma vedere le scene di Salvate
    > il
    > > soldato Ryan fa molto meno schifo che vedere
    > > scene, anche solo finte, di bambini che fanno
    > dei
    > > servizi a degli adulti.....
    >
    > Io invece non sono d'accordo con
    > quest'affermazione. Le scene di bambini che fanno
    > sesso non sono diverse da quelle con una 30enne
    > che fa sesso. Semplicemente si tratta di persone
    > che fanno sesso, una cosa naturalissima e
    > piacevolissima. Poi si può essere d'accordo o
    > meno. E per quanto riguarda la violenza e la
    > costrizione, molte immagini di sesso tra adulti
    > sono state ottenute con la violenza e la
    > costrizione, ma quello nessuno considera che
    > vanno vietate.
    >
    > Le scene di gente che esplode, che viene
    > squartata e muore con le budella sul pavimento,
    > mi fanno personalmente molto più schifo.
    > Io infatti su rotten ci sono andato una volta e
    > ho deciso di non più andarci perchè mi ha fatto
    > troppo schifo, mentre le immagini pedofile sulle
    > quali sono capitato non mi hanno fatto nessun
    > particolare effetto.


    Scopare con un bambino di 6 mesi, 1 anno, 6 anni è una cosa normale?Mi vengono i brividi a pensare di fare delle porcate con mio cugino di 8 anni!Spero ch ela tua sia una battuta riuscita male...
    Le scene di sesso tra adulti ottenuto con la violenza è gia punito e poi un adulto che subisce una tale violenza, potrebbe denunciarla.Ho detto potrebbe e non può...
    Un bambino di 3 anni mi dici come può denunciare qualcuno?
    Tu continua a guardarti le foto di pedofilia, è un tuo diritto, ma è anche un dirittto per quei poveri bambini vedere i loro aguzzini e chi li fomenta, in galera a marcire!!
    L'ho gia scritto, qui si confonde la libertà con il permissivismo!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ...
    > > Le scene di gente che esplode, che viene
    > > squartata e muore con le budella sul pavimento,
    > > mi fanno personalmente molto più schifo.
    > > Io infatti su rotten ci sono andato una volta e
    > > ho deciso di non più andarci perchè mi ha fatto
    > > troppo schifo, mentre le immagini pedofile sulle
    > > quali sono capitato non mi hanno fatto nessun
    > > particolare effetto.
    >
    >
    > Scopare con un bambino di 6 mesi, 1 anno, 6 anni
    > è una cosa normale?Mi vengono i brividi a pensare
    > di fare delle porcate con mio cugino di 8
    > anni!Spero ch ela tua sia una battuta riuscita
    > male...
    > Le scene di sesso tra adulti ottenuto con la
    > violenza è gia punito e poi un adulto che subisce
    > una tale violenza, potrebbe denunciarla.Ho detto
    > potrebbe e non può...
    > Un bambino di 3 anni mi dici come può denunciare
    > qualcuno?
    > Tu continua a guardarti le foto di pedofilia, è
    > un tuo diritto, ma è anche un dirittto per quei
    > poveri bambini vedere i loro aguzzini e chi li
    > fomenta, in galera a marcire!!

    Tu non sai su quali tipo di immagini sono capitato e cosa vi era rappresentato. E non penso neppure che tu di quelle immagini ne abbia mai viste. Io invece sono andato a guardare un po' di tutto per farmi un'idea di quello che circola in rete. E quello che ho visto è discutibile, riprovevole pure, ma sicuramente non degno di essere condannato ad oltranza.
    E lo ripeto, le foto che ho potuto vedere su rotten mi hanno scioccato di più che il vedere una bambina avere rapporti sessuali con un uomo.

    > L'ho gia scritto, qui si confonde la libertà con
    > il permissivismo!!

    No. Penso proprio che sia tu invece che confondi la conservazione della tua pace personale con l'inquisizione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Buongiorno a tutti,
    >
    > mi permetto, per la prima volta da quando seguo
    > PI, su questo forum per esprimere la mia
    > opinione.
    >
    > Si tratta di un argomento piuttosto scottante e
    > che mi tocca abbastanza.
    >
    > Tanto per sgombrare il campo da equivoci e
    > (perché no) sollevare un po? di polemica,
    > precisiamo che sono un pornografo. Non nel senso
    > che vado in giro per siti hard (beh anche quello
    > magari quando capita), ma proprio nel senso che
    > produco ormai da un paio d?anni arte erotica e
    > pornografica soprattutto di genere BDSM
    > utilizzando programmi CGI.
    >
    > Questa legge non mi piace molto, mi tocca
    > abbastanza da vicino, toccando esplicitamente la
    > grafica digitale, e solleva in me, come a molti
    > su questo forum, una certo spirito di ribellione
    > in nome della libertà di parola, ma dopo averci
    > riflettuto e anche averne abbondantemente
    > discusso su vari forum di ?operatori? del settore
    > ritengo che a parte le solite porcate italiote di
    > cui abbonda sia forse il minore dei mali.
    >
    > Non crediate che il mio sia bigottismo? mi piace
    > il sesso (specialmente SM) , mi piacciono le
    > donne, e sì, mi piacciono anche quelle più
    > giovani di me (gulp? speriamo che la mia compagna
    > non segua questo forum se mi becca a dire questo
    > sono cavoli amari per me), ma per favore non
    > scherziamo sui bambini.
    >
    > Certi aspetti della legge sono troppo aleatori
    > (ad esempio modelle adulte che sembrino
    > minorenni?.) e mi preoccupano fin troppo (alcuni
    > dei miei modelli preferiti sono abbastanza Hentai
    > style da mettermi nei guai con un giudice
    > italiano un po? pruriginoso, o forse potrebbe
    > inguaiarmi la foto di mio nipote sullo stesso HD
    > dei miei lavori SM pronti per essere postati), ma
    > la pedofilia in rete esiste davvero ed è
    > abbastanza da lasciare disgustato anche uno col
    > pelo sullo stomaco come il sottoscritto.
    >
    > Potrà meravigliarvi ma questa è l?opinione della
    > maggior parte delle persone con cui ho contatti
    > (proprietari di siti, artisti CGI, disegnatori,
    > fotografi etc etc). La reazione più diffusa è
    > che il pedo-porno non può avere spazio e va
    > represso? Sicuramente c?è la paura che una
    > reazione repressiva provochi problemi al settore,
    > ma è anche l?opinione di persone che muovendosi
    > sulla sottile linea estrema del porno e del sesso
    > ?particolare? hanno sviluppato una certa
    > sensibilità a distinguere la libera espressione
    > dalla pura mancanza di controllo.
    >
    > La sottile linea rossa è l?essere consenzienti.
    > Il sesso, quello vero, si fa tra soggetti
    > consenzienti. Se si è d?accordo tutto va bene
    > anche la cosa più estrema, sono cavoli privati.
    > Quando si parla di minori non c?è e non ci può
    > essere questo principio fondamentale. Un minore
    > può essere definito consenziente? Sulla base
    > delle mie esperienze molto raramente: troppo
    > facile per una persona ?adulta? influenzarlo e
    > approfittarne.

    1. Hai detto che un minorenne può essere consenziente (molto raramente), ma può. Ciò significa che a quel minore che ha secondo te le capacità di consentire gli viene negato il diritto di avere rapporti sessuali col partner di sua scelta.

    2. Non penso affatto che i minori non siano capaci di consentire. Questa è una visione molto limitante dei minori, "persone senza cervello, che devono essere guidate dappertutto e controllate in continuazione, ...". Io invece credo che i minori (di qualunque età) siano persone come me e te e che debbano essere rispettati. Questo include avere pure rispetto delle loro opinioni, delle loro idee e delle loro scelte.
    Noi adulti siamo qui per guidare i bambini e per mostrare loro l'esempio. Poi però stà a loro decidere quale via seguire.

    3. Non penso affatto che convincere un minore sia più facile e/o dannoso che convincere un'adulto. Tutto dipende dagli argomenti e dalle esperienze delle due persone.

    4. Ci sono moltissime attività che possono essere dannose per un minorenne, andare in bicicletta (cadere o essere investiti), nuotare (rischio di annegamento), giocare a calcio (rischio di beccarsi il pallone in testa e avere una commozione o rompersi lo stinco o rovinarsi il ginocchio). Non parliamo delle attività giovanili quali gli esploratori (dove con le varie attività c'è sempre il rischio seppur remoto di farsi male seriamente). Andare a scuola (con quello che si sente che capita nelle scuole di oggi...).
    Vuoi vietarle tutte perchè potrebbero essere pericolose?
    E non venirmi a dire che il sesso è pericoloso, perchè se così fosse dovrebbe essere vietato anche tra adulti.

    > Il MALE intrinseco nella pedo-pornografia non è
    > la tua libertà di guardarla è che è stata creata
    > usando soggetti NON liberi di rifiutare sia
    > perché il circuiti, sia perché esplicitamente
    > forzati.
    >
    > Non puoi postare liberamente la foto di tuo
    > nipote su internet? Io dovrò usare mesh femminili
    > con più tette anche se non sto facendo del male a
    > nessuno? Va bene signori, a me, pornografo
    > professionista e gran maiale, sta bene se questo
    > può ridurre la convenienza economica di certe
    > persone che prendono (e forzano e approfittano
    > di) una ragazzina di nemmeno 14 anni per per
    > fotografarla mentre fa un POMPINO a un uomo
    > adulto .. sorry un porco adulto (e su questo sono
    > volutamente esplicito e volgare tanto per far
    > capire a tutti quello di cui si sta parlando, è
    > una serie di foto su cui sono veramente capitato
    > in prima persona).
    >
    > Qui signori non si parla solo di arte e di
    > libertà di espressione (due cose che mi sono
    > molto care), si parla di combattere lo
    > sfruttamento di ragazzini e bambini, questo è il
    > vero punto della questione.
    >
    > La libertà è in primo luogo una questione di
    > responsabilità, se troppi lo scordano o ne
    > approfittano, sono dolente, ma disposto a
    > rinunciarne a un pezzo, seppure a me caro, per
    > impedire che chi è più indifeso di me ne soffra.
    >
    > Raistlin-Ombrone
    non+autenticato
  • Oddio devo fare sparire le foto di me al mare con una che conosco si da quando siamo piccoli... lei ne ha 18 ma ne dimostra tra i 12 e i 13 e ha una voce da bambina di fisico è gnocchissima cosa potrebbero farmi a me ma sopratutto cosa dovrebbero fare a lei impedirgli di uscire finche nn ne dimostrera 18 e farla diventare un cesso...azzz nn oso pensare....

    ricordiamoci alle prox elezioni meglio un calcio nei maroni ogni tanto che una fucilata la giorno...
    non+autenticato
  • porca pupazza!!! io ho un album con me nudo a 3 anni al mare!!!!!!

    inceneritoreeeeeee!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Dall'articolo:
    ....repressione del fenomeno, anche condotte di produzione e diffusione di materiale pornografico che raffigura persone anche solo apparentemente minorenni ...

    Bella questa,
    a quando una legge contro le persone che [i]apparentemente[/i] sembrano drogati? O delinquenti ?
    E perchè non fare una legge contro quelli che [i]apparentemente[/i] sembrano dei terroristi?

    Certo, quei miei amici capelloni sembrano dei drogati, dovrò smettere di frequentarli, mio zio secondo la fisiognomica ha il cranio tipico dell'assassino, non lo farò più entrare in casa.
    Mia moglie,30 anni ed 1 figlia ha un corpo ancora adolescenziale, speriamo che la sacra rota possa annulare il matrimonio per giusta causa, così potrò maritarmi con la vecchia Giulia che non assomiglia ad una adolescente ma ad un sarcofago.
    LOL

    Con simpatia,
    Gianni
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | Successiva
(pagina 1/14 - 67 discussioni)